Now you can experience this fantastic RPG on Mac and PC!
Valutazione degli utenti:
Recenti:
Molto positiva (419 recensioni) - 81% delle 419 recensioni degli utenti pubblicate negli ultimi 30 giorni sono positive.
Complessivamente:
Molto positiva (15,508 recensioni) - 15,508 recensioni degli utenti (85%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 16 set 2008

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

Acquista The Witcher: Enhanced Edition Director's Cut

 

Informazioni sul gioco

NO GOOD AND NO EVIL - ONLY CHOICES AND CONSEQUENCES

Become The Witcher, Geralt of Rivia, a legendary monster slayer caught in a web of intrigue woven by forces vying for control of the world. Make difficult decisions and live with the consequences in an game that will immerse you in an extraordinary tale like no other. Representing the pinnacle of storytelling in role-playing games, The Witcher shatters the line between good and evil in a world where moral ambiguity reigns. The Witcher emphasizes story and character development in a vibrant world while incorporating tactically-deep real-time combat like no game before it.

ABOUT THE WITCHER: ENHANCED EDITION

The RPG of the Year (PC Gamer, GameSpy, IGN) is back in a Premium Edition packed with powerful extras!
The Witcher: Enhanced Edition takes all of the acclaimed gameplay that garnered the original game more than 90 awards, and perfects it with a number of gameplay and technical improvements.

  • Superior dialogue and cutscenes - The developers have re-recorded and rewritten more than 5000 lines of dialogue in English and redone the entire German edition to create more a more consistent experience, while adding more than 200 gesture animations to make characters behave more believably in dialogue and cutscenes.
  • Enhanced inventory - The new inventory system makes item use and organization less complicated by introducing a separate sack for any alchemical ingredients, as well as a simple sort-and-stack function.
  • Technical improvements - The enhancements made to the technical side of the game are too numerous to list, but a few of the highlights include greatly reduced loading times, greater stability, improved combat responsiveness, faster inventory loading, the option to turn autosave on or off, and more.
  • Character differentiation system - To add more variety to NPC and monster appearances, we've added a new character differentiation system that randomizes the appearance and colors of dozens of in-game models.
  • In your download you'll also get: Interactive Comic Book, D'jinni Adventure Editor, Two new adventures offering 5+ hours of gameplay, Official Soundtrack, Music Inspired by The Witcher album, Making-of videos, Official Game Guide, Two Maps of The Witcher's world
Key features:
  • Geralt of Rivia: a one-of-a-kind protagonist
    • A charismatic and unique character, Geralt is a mutant swordmaster and professional monster slayer.
    • Choose from over 250 special abilities correlated to attributes, combat skills and magical powers to build the character in a way best suited to tactical needs and style of play.
  • Original fantasy world drawn from literature
    • Inspired by the writings of renowned Polish author Andrzej Sapkowski.
    • Featuring adult themes, less fairy-tale than typical fantasy, with mature social issues like racism, political intrigue and genocide.
    • It is a harsh world where nothing is black or white, right or wrong, often forcing players to choose between the lesser of two evils to advance.
  • Non-linear and captivating storyline
    • Full of turns, twists and ambiguous moral decisions which have real impact on the storyline.
    • All quests can be accomplished in several ways and the game has three different endings depending on the player's actions and choices throughout the adventure.
  • Stunning tactical action
    • Engage in complex yet intuitive real-time combat based on real medieval sword-fighting techniques.
    • Motion capture performed by medieval fighting experts at Frankfurt's renowned Metric Minds studio, resulting in 600 spectacular and authentic in-game combat animations.
    • Six combat styles, dozens of potions, complex alchemy system, modifiable weapons and powerful magic add tactical depth to the fluid real-time experience.

Requisiti di sistema

Windows
Mac OS X
    Minimum:
    • Supported OS: Microsoft® Windows® /XP/Vista
    • DirectX Version: DirectX 9.0c (included) or higher
    • Processor: Intel Pentium 4 2.4 GHz or Athlon 64 +2800 (Intel Pentium 4 3.0 GHz or AMD Athlon 64 +3000 recommended). Athlon XP series, such as the Athlon XP +2400, is not supported
    • Graphics: NVIDIA GeForce 6600 or ATI Radeon 9800 or better (NVIDIA GeForce 7800 GTX or ATI Radeon X1950 XT or better recommended)
    • Memory: 1 GB RAM (2 GB RAM recommended)
    • Sound: DirectX version 9.0c-compatible sound card
    • Hard Drive: 15 GB Free
    Minimum:
    • OS: OS X 10.8, 10.9, 10.10
    • Processor: Intel Core i5
    • Memory: 4 GB of RAM
    • Graphics: nVidia GeForce GT 650m (1440x900), AMD Radeon HD 6750M (1440x900) or Intel HD 5000 (1366x768)
    • Hard Drive: 14.25 GB free space

      Display compatibility notice: 1440x900 resolution is the recommended resolution for best performance. It is not recommended to use native Retina resolutions.
    Recommended:
    • OS: OS X 10.8, 10.9, 10.10
    • Processor: Intel Core i5 or Core i7
    • Memory: 4GB RAM
    • Graphics: nVidia GeForce GT 650m (1440x900), AMD Radeon HD 6970M (1920x1080) or Intel Iris Pro 5200 (1440x900)
    • Hard Drive: 14.25 GB free space

      Display compatibility notice: 1440x900 resolution is the recommended resolution for best performance. It is not recommended to use native Retina resolutions.
Recensioni dei giocatori
Sistema delle recensioni degli utenti aggiornato! Ulteriori informazioni
Recenti:
Molto positiva (419 recensioni)
Complessivamente:
Molto positiva (15,508 recensioni)
Pubblicate di recente
Netmaster
5.0 hrs
Pubblicata: 26 agosto
Mi sono affacciato a questo brand non molto tempo fa. Devo dire che, nonostante il gioco non sia recente, mantiene un gameplay e un fascino decisamente buono. Storia articolata, side quest numerose. Sistema di gioco molto valido anche se un po dispersivo in alcune cose riguardanti equipaggiamento e pozioni.
Consigliato a tutti gli amanti dei GDR
foolben
79.4 hrs
Pubblicata: 13 agosto
Nonostante dal punto di vista tecnico cominci a mostrare qualche segno dell'età, The Witcher è tutt'oggi un titolo godibilissimo, che gira tranquillamente anche nei sistemi moderni.

Il combattimento è accettabile, senza infamia né lode, ma il punto forte è senza dubbio la storyline narrata in modo eccezionale e coinvolge attivamente il giocatore grazie ad un sistema di choices and consequences che rende famosa questa saga e che rispecchia fedelmente il punto chiave dei romanzi di Sapkowski: non esiste il bene o il male assoluto, ma ad ogni azione, per quanto possa sembrare la migliore, può avere risvolti non proprio rosei.

Vi ritroverete in molte situazioni a dover scegliere il male minore, ed essere concausa di felicità per alcuni e disperazione per altri, o a spostare gli equilibri della complessa situazione politica di Temeria.

La grafica è molto bella se rapportata ai titoli usciti nel 2008, con qualche mod potete ottenere qualche miglioramento, ma per il primo playthrough astenetevi dalle mod che modificano il gameplay (al contrario, se volete giocarlo una seconda volta, vi consiglio di sperimentarle liberamente).

Per 7,99€ avrete un'esperienza di gioco grandiosa, non fatevelo sfuggire!
Arnoston
9.6 hrs
Pubblicata: 11 agosto
Spettacolare gioco pienamente godibile ancora oggi.
Tiene incollato al PC davvero tantissime ore, e il tempo, mentre si gioca, scorre addirittura troppo. Forse il gameplay non sarà dei migliori, ma io l'ho trovato comunque eccezionale, anche se molto meccanico.
La storia resta la parte migliore del gioco, con ampie scelte di azioni e conseguenze. Preso in sconto a 1-2 euro è un affare non da poco!
Valaens
4.5 hrs
Pubblicata: 11 agosto
Storia ben curata, splendida atmosfera dal sapore retrò.
Iniziando The Witcher 2, il successivo capitolo della saga, è addirittura possibile caricare i salvataggi del proprio personaggio sviluppato nel precedente titolo,
L'unica pecca è l'impossibilità di giocarci col gamepad. Per il resto, cosa stai aspettando?
xCodex
25.1 hrs
Pubblicata: 7 agosto
Ecco un titolo che sconsiglio, ma per alcune forti ragioni che ora vado a spiegare.
Intanto ha dei grossi problemi di incompatibilità con i nuovi sistemi operativi (su windows 10, per uscire dal gioco è necessaria la combinazione alt+tab e ctrl+alt+canc, altrimenti freeze completi). Ma aldilà di questo problema tecnico, i problemi sono evidenti quando si comincia a giocare. Animazioni legnose, combattimenti che si riducono a un "premi il tasto sinistro del mouse al momento giusto", e un tasso di difficoltà studiato male, che non consente di saltare delle missioni secondarie per poi arrivare ad aree finali in cui non si può tornare indietro e si rischia di essere underlivellati e rimanere bloccati. La storia del gioco è godibile, ma comunque nulla di irrinunciabile e, sebbene si possano importare i salvataggi nel secondo capitolo, in quest'ultimo i riflessi di quanto accaduto nel primo capitolo sembrano essere davvero davvero pochi.
Alla luce di tutto ciò consiglio vivamente, se si vuole recuperare la saga, di cominciare dal secondo capitolo, decisamente più godibile.
ExA_matty45
5.3 hrs
Pubblicata: 31 luglio
figli di puttana si blocca al primo salvataggio porca puttana
Frenk
81.1 hrs
Pubblicata: 24 luglio
Il titolo in questione è assolutamente una figata! La storia è bellissima, ho notato che ci sono più finali tutti abbastanza degni. Il titolo lo consiglio a chi cerca una campagna singleplayer che tenga legati allo schermo con le catene per ore e ore, io ho giocato tutto il gioco in 80 ore circa facendo praticamente anche le missioni secondarie più inutili giusto perchè avevo manie di completismo, ma si può completare anche in un minor tempo; il gameplay non è dei migliori, parliamo di un titolo vecchio incentrato su una bellissima storia ma con un gameplay abbastanza legnoso ma tuttavia presa un po' di confidenza coi tasti e le modalità di interazione poi, le cose vanno tranquille. Io ho giocato a difficoltà facile per godere della storia al massimo senza morire troppe volte e inutilmente. Consiglio di fare altrettanto se la storia è ciò che interessa.
La grafica non è delle migliori, parliamo di un gioco vecchio ma cmq abbastnza godibile, se guardate su youtube trovate sicuramente molti video che risulteranno più esplicativi.

Grazie a questo titolo ho scoperto il meraviglioso mondo di Andrzej Sapkowski, ci sono 7-8 libri da leggere che raccontano le storie del witcher Geralt di Rivia, li consiglio se volete avere un background riguardo personaggi, luoghi etc etc.. oppure se avete voglia di saperne di più sul passato di Geralt dato che i videogiochi si sviluppano 5 anni dopo la fine dei racconti descritti all'interno dei libri.

[Vi avviso potrebbe risultare una droga...se volete perdervi in questo fantastico mondo, iniziate da questo primo capitolo e poi passate agli altri 2 in successione...se volete esagerare ed immergervi ancora di più in questo universo leggete anche i libri da cui sono tratti i giochi se amate la lettura, quelli vi racconteranno molte cose che vi faranno sognare.]

CONCLUSIONE
Se cercate una bella Trama e non vi fa paura la vecchia grafica e il vecchio stile di gameplay allora il titolo è per voi, se invece la storia non vi interessa beh non lo consiglio dato che il titolo è incentrato su di essa.
LukS
44.3 hrs
Pubblicata: 23 luglio
Che dire... il primo witcher è un pò '' macchinoso '' ma è fondamentale per capire la storia, consiglio di giocarlo per chi si vuole avventurare nella storia di Geralt (e magari dare anche un occhiata hai libri se si vuole capire ancora di più sulla storia).

Per il resto: Buona la storia peccato per il sistema di combattimento... ( Daltronde è stato uno dei primi cosa si vuole pretendere )... 8/10
Brasa_scuerta
70.5 hrs
Pubblicata: 19 luglio
Bellissimo gioco, a me fu regalato e iniziai a giocarci giusto per provare, iniziava cosi una settimana di totale chiusura su questo gioco, bella la trama principale e anche le varie trame secondarie che in alcuni casi influiranno su eventi futuri nel gioco.
Nathan Algren さん
104.2 hrs
Pubblicata: 17 luglio
Un centinaio di ore di gioco, antefatto all'avventura "The Witcher 2". Ne spiega molti retroscena che altrimenti sarebbero intuiti solo marginalemnte e da maggiore profondità alla serie.
La grafica è datata e non regge il confronto con i titoli successivi, ma il game play è ben orgnaizzato.

Lo stile di gioco ricorda "Fable", si svolge in terza persona con mouse-tastiera e la visuale modificabile alle spalle o dall'alto in stile "Diablo", ma questa seconda opzione la ritengo non funzionale e poco si addice al gioco.
Gli ingredienti alchemici, come anche gli NPG, possono essere evidenziati sullo schermo mostrando i nomi anche a lunga distanza e l'uso del medaglione in questo capitolo, a differenza di "The WItcher 2", è praticamente irrilevante. Quesgto aspetto è stato sicuramente rivisto in meglio nel secondo titolo della serie.
Il personaggio accumulando esperienza la può impiegare per evolve:
1- nell'uso dei segni magici (alla fine ne userete un paio dei cinque disponibili). Principalmente Aard che respinge i nemici, Igni un'onda di fuoco e secondariamente Yrden, una trappola che si attiva al passaggio dei nemici e Quen, uno scudo magico. Insignificante a mio avviso Axii.
2- delle spade, d'argento o acciaio a seconda si combatta con i mostri o gli umanoidi. Queste presentano anche 3 stili di combattimento utili in relazione alle diverse situazioni (forte, veloce e di gruppo) e la scelta di quale stile preferire resta al giocatore in base ai suoi gusti.
3- nell'alchimia, utile per creare pozioni che forniscono bonus a costo di un aumento della tossicità subita, la quale influenza inevitabilmente le sue abilità di combattimento come anche avviene per le ferite subite e gli effetti dell'alcol; e gli unguenti da apllicare alle armi per ottenere bonus di danno. In questo caso degno di nota è "Argentea" che aumenta i danni inflitti dalle spade d'argento e secondari quelli specifici per le varie tipologie di mostri).

Preso scontato sotto i saldi a 1,19. Gioco interessante, segue lo stile della serie, ma in questo titolo l'aspetto narrativo è meno immersivo, con animazioni meno frequentementi e con una grafica non coinvolgente rispetto ai titoli successivi. La variazione della storia in relazione alle scelte del giocatore è legata a tre-quattro momenti chiave che ne modiciano l'andamento, ma per il resto le variabili sono minime rispetto a The Witcher 2.

Voto: 7,5/10 Grafica un po' datata

Le mie recensioni:
http://steamcommunity.com/id/Nathan_Algren/recommended
Le mie guide:
https://steamcommunity.com/id/Nathan_Algren/myworkshopfiles/?section=guides
Recensioni più utili  Negli scorsi 30 giorni
2 persone su 2 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
79.4 ore in totale
Pubblicata: 13 agosto
Nonostante dal punto di vista tecnico cominci a mostrare qualche segno dell'età, The Witcher è tutt'oggi un titolo godibilissimo, che gira tranquillamente anche nei sistemi moderni.

Il combattimento è accettabile, senza infamia né lode, ma il punto forte è senza dubbio la storyline narrata in modo eccezionale e coinvolge attivamente il giocatore grazie ad un sistema di choices and consequences che rende famosa questa saga e che rispecchia fedelmente il punto chiave dei romanzi di Sapkowski: non esiste il bene o il male assoluto, ma ad ogni azione, per quanto possa sembrare la migliore, può avere risvolti non proprio rosei.

Vi ritroverete in molte situazioni a dover scegliere il male minore, ed essere concausa di felicità per alcuni e disperazione per altri, o a spostare gli equilibri della complessa situazione politica di Temeria.

La grafica è molto bella se rapportata ai titoli usciti nel 2008, con qualche mod potete ottenere qualche miglioramento, ma per il primo playthrough astenetevi dalle mod che modificano il gameplay (al contrario, se volete giocarlo una seconda volta, vi consiglio di sperimentarle liberamente).

Per 7,99€ avrete un'esperienza di gioco grandiosa, non fatevelo sfuggire!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
4.5 ore in totale
Pubblicata: 11 agosto
Storia ben curata, splendida atmosfera dal sapore retrò.
Iniziando The Witcher 2, il successivo capitolo della saga, è addirittura possibile caricare i salvataggi del proprio personaggio sviluppato nel precedente titolo,
L'unica pecca è l'impossibilità di giocarci col gamepad. Per il resto, cosa stai aspettando?
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Recensioni più utili  Complessivamente
63 persone su 65 (97%) hanno trovato questa recensione utile
3 persone hanno trovato questa recensione divertente
Consigliato
29.8 ore in totale
Pubblicata: 8 maggio 2015
Un mondo "fantasy" ricco di scale di grigi, dove la classica dicotomia bene/male lascia spazio ad un fantomatico codice del lupo bianco; uno spaccato beffardo e sottile della nostra civiltà vista sotto l'aspetto più disinteressato di chi è osteggiato per il suo essere diverso, ma ricercato perchè necessario quando serve.

Geralt di Rivia è un'originale quanto atipico "eroe", non ha una personalità brillante ed estroversa nè cupa e misteriosa; sta sulle sue, sa di essere una piccola foglia che si poggia di villaggio in villaggio per racimolare quanto basta per mangiare. E' un artista pieno di talento le cui opere non sono dipinti, sculture, testi musicali o letterali di menti irrequiete, lui si limita ad ammazzare mostri, ma con queste anime in pena condivide l'essere sempre al verde e il sapersi godere le piccole gioie della vita.

Sapkowski ci rappresenta una società studiata sotto diversi aspetti e soprattutto cruda per i diversi (mutanti, nani, elfi, ecc...) senza però giudicare gli umani al potere. Geralt non entra nel merito di questioni politiche o sociali; a volte si trova ad affrontare scelte che eviterebbe ma in prima persona cita sempre il suo codice. I CD Projekt sono riusciti a rappresentare l'atmosfera dei libri dell'autore polacco e ci mettono davanti a scelte i cui esiti si estrinsecano solo nel lungo periodo e possono avere profonde ripercussioni sulla trama, Io vi consiglio di leggere i testi di Sapkowski, se vi va, per capire anche come ragiona lo "strigo" (brutta traduzione ahimé, ma sorvoliamo per ora) ed immergervi meglio nel suo mondo.

Il titolo inizia con bel video che ci mostra le abilità del lupo bianco; eccellente spadaccino, ottimo alchimista e qualche talento magico, che la sua amata maga Yennefer schernisce, quando prenderà sotto la sua ala Ciri, la bambina della legge della sorpresa. 5 segni dunque, non propriamente magie che sono tuttavia fondamentali nel gameplay.
L'incipit vero e proprio ci butta invece nella mischia facendoci prendere piede con i comandi: i banditi di Salamandra attaccano la fortezza di Kaer Moren...ma qualcosa è accaduto a Geralt, ora ha una lacuna mnemonica e non ricorda i suoi talenti che dovremo riapprendere. Questo è l'espediente che si giocano intelligentemente gli sviluppatori per sfruttare la progressione del personaggio tipica dei gdr.

Quindi se vi siete giocati bene le vostre carte al piano superiore vi aspetta una delle tanti piccanti ricompense...poi si parte nel vivo di una trama molto curata che presenta anche numerose quests secondarie altrettanto ben caratterizzate. Aspetto importante non solo perchè nelle produzioni gdr spesso si estrinsecano in banali e noiose vicende quanto soprattutto perchè incarnano il modo stesso di vivere di Geralt. Dunque raggiunti i villaggi, entrando nelle locande e parlando con i residenti o proseguendo verso le bacheche esterne, ci imbatteremo in varie richieste di alchimisti, maghi e potenti del luogo.

Combat System: all'inizio mi ha lasciato perplesso...The Witcher non appartiene ad un genere preciso, lo potremmo definire un Action-Rpg con elementi Hack ‘n’ Slash; fondamentalmente l'attacco si basa sulle statistiche del personaggio come le trasposizioni videoludiche di giochi cartacei quali ad esempio Baldur's Gate e K.O.T.O.R. Ma l'innovazione dei CD Projekt sta nell'averla contaminata con del timing. In pratica quando attaccate, il puntatore del mouse viene abbracciato per qualche istante da un circolo fiammeggiante e se ripigiate ancora sul pulsante sinistro del mouse, in questo preciso momento, colpirete gli avversari con un fendente ancora più dannoso...se proseguite ancora al ritmo giusto otterrete delle combo letali...e se sarete particolarmente bravi anche delle mosse finali. Gli sviluppatori hanno provato a rinfrescare l'ampio genere Rpg con questa innovazione che può lasciare spaesati e non piacere a tutti, va dato atto per lo meno che hanno provato a fare qualcosa di nuovo.

Per le tecniche potete contare sulle schivate, sui segni, sulle pozioni per alterare le vostre statistiche e su 2 due spade, una d'acciaio (per affrontare uomini e animali) ed una d'argento (efficace contro il nutrito bestiario di mostri derivati dalla mitologia slava). Il lupo bianco dispone di tre stili di combattimento: potente (adatto ad avversari lenti), veloce (efficace contro avversari agili), e “di gruppo” (che consta di ampie rotazioni per barcamenarsi in mischie con attaccanti da più lati).

L'albero delle abilità è limitato sia nella forma che nel contenuto, rispetto ad un normale Rpg. Di fatto se affronterete tutte le missioni secondarie, riuscirete a sbloccare quasi tutte le abilità, tra l'altro passive; quindi se da un lato manca quel senso di libertà nel diventare una figura più specifica, specializzandosi più su abilità magiche o da mischia o da buffer/debuffer; dall'altro lato dovete capire che i witcher sono abili sia nei segni, sia con le spade, sia con l'alchimia; e una differenziazione non sarebbe stata in linea con il personaggio. Ma ciò non vuol dire che manca l'elemento del gioco di ruolo, ci sono scelte che vi portano a combattere o meno, schierarsi con il personaggio che dovevate eliminare; con evidenti ripercussioni per la trama, che presenta diversi bivi narrativi...alcune scelte vi precluderanno l'interazione con personaggi interessanti o importanti alleati e le conseguenze non saranno immediate quindi non potrete facilmente tornare ad un vecchio save.

Attività secondarie: conquistare le fanciulle del posto sbloccando la relativa raffigurazione “osé” in salsa playboy; le scazzottate nelle locande (potete sfruttarle per scommettere su di voi e reperire liquidi); poker nanico coi dadi e le gare di bevute. Queste ultime sono molto importanti perchè potrebbero rivelarvi informazioni fondamentali non recuperabili in altra maniera...la controindicazione sarà una colossale sbornia con tanto di sfocamento dell’inquadratura e barcollamento del nostro mutante.

Comparto grafico: le ambientazioni sono evocative, alcuni personaggi non sono modellati sempre con cura rispettando l'anatomia, anche le animazioni non sono sempre fluide e i volti a volte non riescono a trasmettere le emozioni del parlato. L'atmosfera che si respira muovendoci all'interno del gioco è lontana dai canoni tolkeniani, siamo immersi più in un basso medioevo superstizioso e privo di quella magia disneyana o dell'opposta tinta prettamente dark. Le terre che impareremo a conoscere sono più vicine alle realtà europee che hanno dato i natali a fantasie e leggende popolari che hanno fatto del medioevo uno dei più ricchi periodi storici contrariamente a quanto si pensi. Ottimo l'effetto del ciclo circadiano con una paletta cromatica versatile, che si presta tanto a colori caldi al tramonto, quanto a freddi tinte nelle notti ricche d'inquietudine, resa magistralmente da ombre dinamiche.

Comparto tecnico: altalenante reso stabile da patch successive. Le texture sono buone in generale. I caricamenti sono un pò fastidiosi a causa del numero. Ottima la resa vivida del mondo di gioco col formarsi di fango e pozzanghere dopo la pioggia. Buoni anche gli effetti di luce e particellari. Peccato che i modelli per gli npc non siano molti, a volte ne si vedono in vicinanza di uguali rompendo un pò l'atmosfera. Decisamente più curati i personaggi principali.
Per quanto riguarda la scelta della visuale (3 possibili): quella in terza persona era forse la più interessante e cinematografica ma quella isometrica è forse più pragmatica nella sua implementazione.

Comparto audio: colonna sonora è eccezionale, il doppiaggio invece non è sempre ispirato, la Atari ha anche tolto diversi porzioni di testo e usato a volte termini non corrispondenti alla controparte in lingua originale. Completa il quadro dell'asincronia nel labiale e un timbro vocale scadente per Geralt.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
56 persone su 60 (93%) hanno trovato questa recensione utile
12 persone hanno trovato questa recensione divertente
Consigliato
58.5 ore in totale
Pubblicata: 8 settembre 2015
Gioco un pò datato tratto dai romanzi fantasy di Andrzej Sapkowski, ma che vale la pena di giocare sicuramente tuttora. Cercherò di chiarire perchè ho trovato questo titolo diverso dai vari RPG che ho giocato, tralasciando il fatto che "The Witcher" sia un brand ormai affermato nel mondo videoludico.

SVILUPPO: CD Projekt RED (team polacco)
GENERE: The Witcher è un action RPG open world
ANNO: 2007
MOTORE USATO: Il motore grafico usato è l'Aurora Engine, lo stesso del buon vecchio Neverwinter Nights della BioWare (titolo che i navigati giocatori di ruolo conosceranno bene).


☞ STORIA E AMBIENTAZIONE
Ci ritroviamo nei panni di Geralt Di Rivia, un witcher che ha perso la memoria. I witcher sono esseri umani geneticamente modificati che possono vedere al buio, resistere ai veleni e hanno forza e agilità superiori ai comuni mortali. I witcher sono disprezzati dagli uomini essendo in pratica (come gli elfi e i nani) dei NON UMANI. L'odio tra umani e non-umani è parte integrante della trama e porta
nel mondo in cui ci immergeremo temi attualissimi come l'odio razziale che farà da contorno a tutta la nostra avventura. Quello raccontato da Andrzej Sapkowski infatti non è un mondo Fantasy nel senso stretto e colorato del termine, ma una versione matura e più cupa in cui ci ritroveremo a prendere delle decisioni fondamentali e non sempre facili, per lo svolgimento della trama. Le scelte che faremo durante il gioco porteranno a diversi finali (ci sono 3 possibili cammini che Geralt potrà seguire in base alle scelte del giocatore).

Giudizio Personale: 9
Se non avete mai giocato questo titolo, lasciatevi immergere totalmente da ciò che The Witcher può offrirvi e non ve ne pentirete. Il gioco può essere completato in 35-40 ore seguendo solo la trama principale (ore che si allungano a 50-55 se si decide di portare a termine tutte le varie missioni secondarie).

☞ MUSICHE E COMPARTO SONORO
Le musiche lo sappiamo, sono essenziali per ogni buon videogioco e quelle di The Witcher sono veramente ben fatte. Riescono a enfatizzare ogni momento importante del gioco, esempio tenendo il giocatore in una costante "situazione di pericolo" ogni volta che un combattimento sta per iniziare, a rilassarlo quando ci si trova in una taverna o ad incantarlo quando ci troviamo a camminare al
tramonto di paesaggi veramente ben fatti. Camminando per la città di Vizima incontreremo spesso bardi e artisti di strada che ci regaleranno allegre ballate da ascoltare.

Giudizio Personale: 8


☞ IL GIORNO E LA NOTTE
Quello di The Witcher è un mondo dinamico. Le persone di giorno lavorano o vanno in giro per la città, mentre al tramonto ritornano nelle loro case per dormire. Sembra un qualcosa di scontato ma non lo è affatto. Anzi, il giorno e la notte sono due elementi fondamentali all'interno del gioco. Capiterà spesso di doverci incontrare con un NPC a una data ora, di dover cacciare quel
determinato spettro solo a una certa ora di notte e così via. Fortunatamente sarà possibile scegliere a che ora "svegliarci" andando a meditare sui vari focolari sparsi in giro per la mappa. L'orario sarà sempre visibile sullo schermo e ci regalerà piacevolissimi giochi di luce al tramonto e all'alba.


☞ COMBATTIMENTI E TALENTI
Il team di sviluppo di The Witcher (CD Projekt RED) ha ben pensato di modificare pesantemente non solo il motore grafico Aurora, ma anche il sistema dei combattimenti precedentemente usato per Neverwinter Nights, avvicinandosi di più all'action. Questo per rendere il gioco sicuramente più adrenalinico e meno "lento", grazie anche a un sistema di combo e attacchi che sarà possibile sviluppare in base al nostro personale stile di gioco (forza, destrezza, intelligenza e così via). Le armi da usare sono diverse ma per lo più ci concentreremo nell'uso di 2 spade, una d'argento e una d'acciaio. La spada d'argento servirà a fare danni solo ai mostri, mentre viceversa quella d'acciaio sarà usata da Geralt per ferire mortalmente ladri e assassini che troveremo nel gioco.
Geralt potrà usare diverse pozioni (da noi stessi precedentemente create) per aumentare i danni delle spade, guarire, avvelenare i nemici e così via. L'alchimia infatti riveste un ruolo importante nel gioco e parte del divertimento e andare in giro a trovare tutti i vari ingredienti alchemici per le nostre pozioni e/o scoprire nuove ricette per nuove pozioni.
Con l'esperienza ottenuta uccidendo mostri o portando a termine varie missioni, guadagneremo punti talento bronzi, argento o dorati da inserire nella nostra scheda abilità per sbloccare nuovi attacchi o aumentare varie statistiche.

Consiglio personale: Dopo il combattimento con alcuni boss o miniboss è possibile prendere come trofeo la loro testa, la loro pelle ecc., insomma un simbolo dell'uccisione di questo particolare mostro. Il trofeo verrà messo in un apposito slot del nostro equipaggiamento e potremmo rivenderlo all'NPC interessato (solitamente capi villaggi o speciali NPC). Dato che non è possibile portarsi dietro 2 trofei contemporaneamente è una buona idea cercare di lasciare questo slot sempre libero rivendendo il trofeo appena si può.


☞ MINIGAMES
All'interno del gioco sono presenti diversi minigames tra cui:
- Lottare a pugni nelle varie taverne del gioco per guadagnare soldi e un pò di fama.
- Sexy cards da collezionare avviando una "romance" con i vari personaggi femminili sparsi nel gioco.
- Sfidare i vari personaggi che incontreremo a "Poker coi dadi" per guadagnare o perdere soldi in base alla nostra fortuna.

☞ PRO&CONTRO

✔✔✔ Il gioco costa solo 8€, si può prendere a prezzo pieno così come a prezzo scontato se si ha la fortuna di trovarlo in un periodo in cui ci sono i saldi. Vale ogni centesimo.
✘✘✘ L'inventario avanti nel gioco comincerà ad esser sempre pieno. Cercate di lasciare tutti i cibi trovati in giro, non serviranno.
✔✔✔ Il protagonista è carismatico, la trama ben fatta e l'ambientazione coinvolgente.
✘✘✘ Ogni tanto possono capitare alcuni glitch grafici. In 50 ore di gioco ne ho visto solo uno, un neonato volante durante una conversazione con un contadino. Mi piace pensare fosse babysuperman.


☞ CHIARIMENTI SULLA ENHANCED EDITION
L'enhanced edition presente su steam contiene il gioco base e aggiornato di The Witcher più la Director's cut DLC. Nuovi modelli NPC e nuove animazioni (oltre 200). Altra novità della Enhanced Edition è la presenza del tool D'jinni con cui sarà possibile creare le proprie avventure e i propri MOD, è possibile infatti trovare online tantissimi MOD per il gioco (che sconsiglio di usare la prima volta che si gioca). Altre novità di questa edizione sono:
- Le due espansioni che è possibile giocare avviando una partita nuova: "Il prezzo della neutralità" e "Effetti secondari".
- L'ost e tutta la colonna sonora presente all'interno della cartella del gioco.
- Il "making of" sottotitolato in Italiano presente all'interno della cartella del gioco.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
50 persone su 58 (86%) hanno trovato questa recensione utile
2 persone hanno trovato questa recensione divertente
Consigliato
3.6 ore in totale
Pubblicata: 22 giugno 2014
Il gioco è stupendo e ha avuto grande importanza per tutta la sua categoria, ma questo lo si è già detto il mille modi.

Il mio unico consiglio aggiuntivo è quello di leggere anche i libri di Andrzej Sapkowski, per godervi e conoscere appieno la storia.

Così potete anche essere fastidiosamente Hipster con qualche vostro amico casual gamer che si vanta di conoscere il gioco, farlo quindi sentire meno colto di voi e banchettare con sua autostima. La sua ragazza si innamorerà inevitabilmente di voi, trovandovi un essere superiore in tutto e per tutto, rinnegando l'orrendo e ripugnante ammasso di pochezza che era il suo precedente ragazzo. Distruggerete tutto ciò che lui ha costruito e vi impossesserete di tutto ciò che ama.

Perché è questo, ciò che meritano i casual gamers.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
46 persone su 52 (88%) hanno trovato questa recensione utile
43 persone hanno trovato questa recensione divertente
Consigliato
50.0 ore in totale
Pubblicata: 26 marzo 2015
Ho iniziato a giocare uno, due, tre giorni e mi sono ritrovata a 30 ore, così. Boh.
O sono finita in un buco nero o The witcher è una figata pazzesca.
La seconda. Sicuro.
Ingrifati gioite! Potete fare sesso con qualunque cosa rispiri o abbia un buco e vincere DELLE CARTE!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
35 persone su 36 (97%) hanno trovato questa recensione utile
65 persone hanno trovato questa recensione divertente
Consigliato
59.7 ore in totale
Pubblicata: 19 settembre 2015
Ho raggiunto la città di Vizima e mi son diretto alla locanda, dove ho affrontato "Fred il grasso". Gli ho tirato un pugno così forte che è passato oltre la parete ed è caduto fuori dalla mappa, impedendomi di finire la scazzottata, impedendomi di interagire con qualsiasi altra cosa e di salvare, quindi ho dovuto ricaricare un salvataggio fatto 20 minuti prima.

Ho assistito alla tecnica letale del PUGNO DI LATO.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
24 persone su 25 (96%) hanno trovato questa recensione utile
7 persone hanno trovato questa recensione divertente
Consigliato
92.8 ore in totale
Pubblicata: 11 gennaio 2015
[Piccola premessa, prima di passare alla recensione vera e propria; presi questo gioco durante i Saldi Estivi del 2012, ma l’ho giocato seriamente solo l’anno scorso. Detto questo, so già di meritare mille frustate nelle palle e di giocare per il resto della mia vita, solo a quelle cacate per smartphone, come Pet Rescue Saga et simila. Fatta questa premessa doverosissima, possiamo parlare del gioco.]

The Witcher, a mio modesto modo di vedere, è uno di quei videogiochi , che ogni amante della Decima Arte e ogni appassionato di GDR che si rispetti, devrebbe provare almeno una volta nella propria carriera di videogiocatore; pena la già citata fustigazione di cui sopra alla premessa.
Perché dico ciò, la risposta Watson è elementare; poiché The Witcher ha una trama davvero intrigante e molto matura; si passa dai temi blandi come l’amore, per continuare con perle filosofiche come questa (“Il progresso è come un branco di porci”); fino ad arrivare a temi molto più forti come quello dell’intolleranza razziale.
Altro punto forte della trama sono le nostre scelte morali all’interno del mondo di gioco, giacché quest’ultime non si ripercuotono nell’immediato, ma avranno degli effetti visibili solo nel prosieguo della nostra avventura; strutturata in cinque capitoli più un prologo, che funge anche da tutorial, e com’era prevedibile un epilogo, che si porta a compimento in 50 ore (questo secondo Wikipedia, ma IMHO per me sono anche qualcosina di più). Mentre se si portano anche a compimento le ottime quest secondarie, si sfonda tranquillamente il tetto delle 80 ore.

Oltre alla fantastica trama, una menzione particolare spetta al protagonista Geralt di Rivia, veramente un fottutò badass all’ennesima potenza.

Punti negativi nel gioco non ce ne sono? Per me no, o almeno quelle piccole imperfezioni che ho notato, come ad esempio: le skin uguali per ogni singola tipologia di NPC (del tipo che ogni vecchietta che incontrerete lungo il vostro cammino, avrà sempre e comunque una faccia da befana oppure, come nel caso dei mercanti, avranno sempre il doppio mento e così via) e i nemici che superato un tot livello diventano solo e soltanto carne da cannone… o in questo caso da spada, utili solo a guadagnare qualche punto esperienza in più; non minano assolutamente la bellezza e le qualità eccelse del titolo.

Cos’altro aggiungere? Sicuramente sarà uno dei papabili per il mio, ormai consueto, GOTY … se il 2015 è iniziato così, non oso immaginare come finirà. Consigliatissimo!


P.S: Ah, mi raccomando, mettetevi da parte i salvataggi :)
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
24 persone su 26 (92%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Consigliato
48.3 ore in totale
Pubblicata: 24 settembre 2014
The Witcher è un bellissimo gioco.
Lascio qui una lista di pro e di contro, ma non fatevi spaventare dai contro:

PRO:
-la vicenda narrata mi ha tenuto incollato al gioco fino alla fine ed il suo tono è molto maturo;
-le quest secondarie sono interessanti, così come i dialoghi in genere per tutto il gioco;
-le ambientazioni sono varie e belle a vedersi, con lo svolgersi del ciclo giorno/notte;
-il combattimento ha una sua profondità, a cui si aggiunge anche la capacità di sapere scegliere le pozioni ed i potenziamenti nelle giuste circostanze;
-è davvero longevo: ogni capitolo (tranne il penultimo e l'epilogo) rischia di tenervi incollati per una decina di ore;
-il gioco presenta delle scelte e gli eventi sono coerenti con le stesse.

CONTRO:
-tecnicamente il motore di gioco (quello modificato di Neverwinter Nights) è problematico: in alcune locazioni aspettatevi frame rate ballerini, a meno che non imponiate un limite (basso, direi intorno ai 50fps) agli fps;
-anche se è bello da vedere alcune cose stonano: la pioggia è mediocre, capita di uscire da una locazione con il sole e rientrare nell'altra con la pioggia (mi è successo all'interno della città di Vizima nella transizione tra due quartieri), la transizione tra i momenti del giorno avviene in maniera "discreta" e non continua;
-il sistema di combattimento non è male, il problema è che le animazioni sono troppo rigide, il che rende gli scontri brutti da vedere e scomodi da affrontare in alcune circostanze, soprattutto quando si è circondati da troppi nemici;
-la localizzazione in italiano è atroce, soprattutto quella del protagonista principale. Quello che doveva essere curato meglio invece è il peggio del peggio, anche peggio del più stonato NPC che si incontra nel gioco. Il solo arrivederci al termine di ogni dialogo dovrebbe impedire al doppiatore di mettere ulteriore piede in questo tipo di lavoro; giocatelo almeno con le voci in inglese, perchè l'italiano rovina TUTTA l'atmosfera;
-il penultimo capitolo e l'epilogo, per quanto belli sono troppo veloci: tutto ciò che si intravede nei capitoli iniziali, alla fine lascia il posto ad un concludersi della vicenda in maniera abbastanza frettolosa: "stai quasi alla fine, ti metto davanti solo qualche combattimento in più e qualche linea di dialogo, ma non hai più nulla da vedere: questo è il corridoio, seguilo e finiscilo";
-il gioco prevede anche delle romance, ma abbastanza inutili. Alla fine ho fatto la scelta di essere legato a Triss: ma è come se parlassi sempre con una estranea

Ah: tra i contro anche l'armamentario ed il vestiario; nei negozi si vende roba, costa un botto e non serve a un cazzo.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
15 persone su 16 (94%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
49.0 ore in totale
Pubblicata: 1 febbraio 2014
Storia fantastica ed emozionante, e offre moltissime ore di gioco. Non stanca mai.
Uno dei miglior giochi in assoluto!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente