From the creators of Amnesia: The Dark Descent and Dear Esther comes a new first-person horrorgame that will drag you to the depths of greed, power and madness. It will bury its snout into your ribs and it will eat your heart.
Valutazione degli utenti: Nella media (3,344 recensioni)
Data di rilascio: 10 set 2013

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

Acquista Amnesia: A Machine for Pigs

Pacchetti che includono questo gioco

Acquista Amnesia Collection

Include 2 articoli: Amnesia: A Machine for Pigs, Amnesia: The Dark Descent

 

Consigliato dai curatori

"A Machine For Pigs is a very different game than The Dark Descent. But it is not lacking in quality."

Riguardo questo gioco

Questo mondo è una macchina. Una macchina per porci. Adatta solo a macellare porci.

Dai creatori di Amnesia: The Dark Descent e Dear Esther ecco un nuovo gioco horror in prima persona che ti trascinerà negli abissi della cupidigia, del potere e della follia. Affonderà le fauci fra le tue costole per divorarti il cuore!

Anno 1899

L'abbiente industriale Oswald Mandus si risveglia nel suo letto, tremante per la febbre e tormentato da incubi di un oscuro macchinario infernale. Torturato dalle visioni di una disastrosa spedizione in Messico, lacerato dal fallimento del sogno di un'utopia industriale, tormentato dal senso di colpa e da una malattia esotica, si risveglia immerso in un nuovo incubo. La casa è silenziosa ma un macchinario infernale scuote il terreno sotto i suoi piedi: tutto ciò che sa è che i suoi figli sono in grave pericolo, e che dovrà salvarli.

Punti di forza

  • Un approccio nuovo e originale al mondo di Amnesia, ma rispettoso delle origini.
  • La storia più oscura e terrificante mai raccontata in un videogioco.
  • Colonna sonora mozzafiato opera della premiata compositrice Jessica Curry.

Requisiti di sistema

Windows
Mac OS X
SteamOS + Linux
    Minimum:
    • OS: Windows Vista
    • Processor: CPU di fascia alta Intel Core i3 / AMD A6 o equivalente.
    • Memory: 2 GB RAM
    • Graphics: Scheda grafica di fascia media NVIDIA GeForce 200 / AMD Radeon HD 5000. Scheda grafica integrata Intel HD utilizzabile ma non supportata, problematiche spesso risolvibili tramite aggiornamento driver.
    • Hard Drive: 5 GB available space
    Recommended:
    • OS: Windows 7
    • Processor: CPU di fascia alta Intel Core i5 / AMD FX o equivalente.
    • Memory: 4 GB RAM
    • Graphics: Scheda grafica di fascia alta NVIDIA GeForce 400 / AMD Radeon HD 6000. Scheda grafica integrata Intel HD utilizzabile ma non supportata, problematiche spesso risolvibili tramite aggiornamento driver.
    • Hard Drive: 5 GB available space
    Minimum:
    • OS: OS X 10.6.8
    • Processor: CPU di fascia alta Intel Core i3 / AMD A6 o equivalente.
    • Memory: 2 GB RAM
    • Graphics: Scheda grafica di fascia media NVIDIA GeForce 200 / AMD Radeon HD 5000. Scheda grafica integrata Intel HD utilizzabile ma non supportata, problematiche spesso risolvibili tramite aggiornamento driver.
    • Hard Drive: 5 GB available space
    Recommended:
    • OS: OS X 10.7.5
    • Processor: CPU di fascia alta Intel Core i5 / AMD FX o equivalente.
    • Memory: 4 GB RAM
    • Graphics: Scheda grafica di fascia alta NVIDIA GeForce 400 / AMD Radeon HD 6000. Scheda grafica integrata Intel HD utilizzabile ma non supportata, problematiche spesso risolvibili tramite aggiornamento driver.
    • Hard Drive: 5 GB available space
    Minimum:
    • OS: Distribuzione Linux maggiore in versione 2010.
    • Processor: CPU di fascia alta Intel Core i3 / AMD A6 o equivalente.
    • Memory: 2 GB RAM
    • Graphics: Scheda grafica di fascia media NVIDIA GeForce 200 / AMD Radeon HD 5000. Scheda grafica integrata Intel HD utilizzabile ma non supportata, problematiche spesso risolvibili tramite aggiornamento driver.
    • Hard Drive: 5 GB available space
    Recommended:
    • OS: Distribuzione Linux maggiore in versione 2010.
    • Processor: CPU di fascia alta Intel Core i5 / AMD FX o equivalente.
    • Memory: 4 GB RAM
    • Graphics: Scheda grafica di fascia alta NVIDIA GeForce 400 / AMD Radeon HD 6000. Scheda grafica integrata Intel HD utilizzabile ma non supportata, problematiche spesso risolvibili tramite aggiornamento driver.
    • Hard Drive: 5 GB available space
Recensioni utili dai clienti
7 persone su 8 (88%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
6.7 ore in totale
Pubblicata: 6 febbraio
(Premettendo che sono un cagasotto)

PRO:
-ottima trama
-ottima colonna sonora
-atmosfera ben riuscita

CONTRO:
-longevità di 6 ore scarse
-crash nei caricamenti con ovvia cancellazione dei dati fino al caricamento precedente
-pessima ottimizzazione (graficamente è uguale identico al primo amnesia ma è infinitamente più pesante)
-capitoli troppo lineari (c'è sempre un unica strada con quasi nessun passaggio che si stacca dal corridoio principale)
-desing dei mostri che confrontato ai mostri del capitolo precendente fanno ridere
-bug ovunque (ho trapassato un muro e sono caduto nel vuoto)
-prezzo troppo elevato (odiernamente sono 17.49 €)
-interattività con gli ambienti quasi nulla
-puzzle davvero troppo basilari
-scomparsa dell'inventario, della sanità mentale, e dell'olio per la lampada (ora è infinita)

Tirando le somme amnesia a machine for pigs ha una trama stupenda ma è fin troppo lineare e confrontato con il capitolo precedente come gioco fa veramente pena.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 2 (50%) hanno trovato questa recensione utile
4.8 ore in totale
Pubblicata: 14 febbraio
The Dark Descent fu una piacevole sorpresa alla sua uscita e attendevo molto questo nuovo capitolo. Purtroppo questo A Machine for Pigs, da ora AMfP, ha deluso le aspettative. Il passaggio di testimone non faceva ben sperare e così è stato, mostrando un deciso passo indietro al capostipite della serie. Oswald, risvegliato da un lungo sonno che lo ha privato temporaneamete di memoria, viene guidato dalle voci dei suoi figli per poi finire in un vero e proprio incubo. The Chinese Room ha voluto principalmente curare il reparto narrativo, abbastanza curato, mentre ha trascurato altri fattori che avevano fatto la fortuna di TDA quali l'implacabilità dei nemici e la sanità mentale del protagonista. I nemici, qui sotto forma di maiali enormi, sono davvero pochi e sono facilmente aggirabili, oltre a non brillare molto di I.A. Credo di essere morto non più di 3 volte in tutto il gioco. Il castello di TDA era un piccolo labirinto, in AMfP invece l'intera avventura è basata su livelli perlopiù lineari e anche abbastanza facili da portare a termine. In poche ore si arriva ai titoli di coda e si rimane con l'amaro in bocca, ritrovandosi un survival horror sufficiente e poco più.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
3 persone su 6 (50%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
3.5 ore in totale
Pubblicata: 15 aprile
Dopo aver finito il Primo Capitolo (Amnesia: The Dark Descent), tutto contento di quel che avevo giocato, mi sono buttato a capofitto su questo suo seguito speranzoso di vedere se gli sviluppatori avessero limato quel poco che mancava nello scorso capitolo per elevarsi nel panorama Indie come miglior Saga Horror, ci saranno riusciti? Scopriamo Insieme

COMPRALO PERCHE:
-Ci ho pensato un buon 10 minuti, ma non ho davvero trovato nulla che valga la pena essere citato in questa categoria, mi spiace, al contrario invece....ah si
-Il Comparto Sonoro è il medesimo del precedente capitolo, ottimo era quello, ottimo è questo

LASCIALO A STEAM PERCHE:
-Graficamente è migliorato vero, ma non si vede davvero un tubo e quando si vede qualcosa perma quella patina blu fastidiosa, ma cosa diavolo hanno combinato? Eppure gli screenshot qui su Steam fan vedere ben altri ambienti...atmosfera completamente rovinata e sinceramente l'ambientazione a livello artistico, mi sembra tutto fuorchè ispirata come il capitolo precedente che è ancor più grave...Passo Indietro
-A Livello di Puro Gameplay, oltre a non far per nulla paura (il Porcouomo sembra essere uscito direttamente dalle tartarughe Ninja, realmente, ha spaventato qualcuno?) abbiamo una complessità dei Puzzle quasi totalmente rimossa (se non giusto per un paio che rimangono comunque sotto a quelli visti nel primo capitolo...colpa anche di un inventario totalmente rimosso), una rimozione inspiegabile della barra psiche che era, una delle cose davvero ottime del capitolo precedente per aumentare la tensione della sessione, un aumento esponenziale della propria vita rendendo gli scontri con Peppa Pig quasi un formalità di poco conto e per finire la cosa più grave, la torcia illimitata che anzi, ti fa da Radar per i Nemici....tutto questo per dire, ma gli sviluppatori ci hanno preso davvero per allocchi?
-Storia che oltre a non essere molto entusiasmante è anche povera di contenuti e riflessione (sembra come se gli sviluppatori in questo caso si fossero concentrati meno sul rifflessivo ma più sul visivo...certo che se poi in game ha quell'alone blu ovunque insopportabile e poco pratico....). La Boccio anche perchè si fa un uso dei Bambini che non mi piace (come se si volesse creare lo scandolo...davvero squallido per quanto mi riguarda)
-Longevità commentatela voi che non ne ho più la forza dopo quello che ho detto, rigiocabilità come per il primo capitolo, ininfluente
-Assenza Totale di Achievement e di Steam Cards

So già di tirar in ballo qualche critica ma questo, è uno dei giochi più pessimi a qui abbia mai giocato, non ha nulla per qui valga la pena esser giocato e ricordato.
In definitiva diciamo chiaramente che lo consiglio solo a chi mi odia e non mi vuole bene e sarà per un altra volta (una ad uno palla al centro, speriamo nel terzo capitolo e che invertano subito la marcia D...Degrado)

VOTO 30/100
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
28 persone su 37 (76%) hanno trovato questa recensione utile
1.1 ore in totale
Pubblicata: 12 aprile
I wanted to like this, I really did. But the troubles start before you've even properly begun. The game is full of bugs. Forums are filled with people (myself included) trying to figure work-arounds for issues like constant in-game lag (has nothing to do with the quality of your rig or having the necessary audio/video drivers updated), random graphic hitches that filter the screen in a blue, washed-out color, and audio stuttering. Some of the fixes work, though mostly for temporary periods. If you do manage to run the game properly after all that:

PROS:

+ The environment is great. The mansion is atmospheric, spooky and interesting to explore.
+ The voice acting is very good.

CONS:

- First and foremost: The game is just not scary. It's not Amnesia. It's Dark Esther. It's not survival and stealth, it's exploration. There's next to no tension.
- The tinderboxes (requiring you to work on conserving them for light) are gone. Instead you have a lantern that never goes out. Considering that the mansion is pretty well lit 90% of the time, I found I hardly needed to use it (even with Gamma turned down)
- The sanity system is gone, and with it the tense effort to remain sane in the wake of prowling monstrosities.
- The monsters. The pigmonsters are not scary. They're just silly looking. They don't pursue you with the intensity of the creatures in Dark Descent and you can look at them without fear of insanity, which whittles away the mysterious fear factor very quickly.
- The story is just dull. There is some possibility in the beginning that it might go in a certain, disturbing direction based on the narrative given, but it turns out to be pretty boring and a bit nonsensical. The characters just aren't very interesting. You don't really care very much.

For the money you pay, I really can't recommend this one. If you must, buy the steam code for it on 99Gamers for cheap, instead of throwing $22 out for it.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
11 persone su 13 (85%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
3.5 ore in totale
Pubblicata: 14 giugno
Looks pretty and the voice acting is good, but the scares are anemic (you don't ever explicitly "die" in the game for poorly justified in-universe reasons, killing any and all tension just because some ♥♥♥♥♥ at thechineseroom thought that would be worth doing to justify what essentially amounts to an in-universe replacement for a quicksave/quickload), the story and themes induce eye-rolling rather than dread (PIGS PIGS PIGS PIGS HUMANS ARE PIGS IN THE ETERNAL MACHINE OF SOCIETY ARE YOU SCARED BY THIS EXTREMELY GENERIC AND OVERUSED METAPHOR YET?, and too much streamlining of puzzles (I like streamlining of needless complexity and menus when it's done well but A Metaphor for Pigs took it a bit too far in my eyes) makes the actual game lack any true challenge or meat to it. Oh, and it can be beaten in less than four hours.

Skip this porker. It's all sizzle and no steak... er, bacon.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente