Nuclear Throne is a post-apocalyptic roguelike-like top-down shooter. Not 'the final hope of humanity' post-apocalyptic, but 'humanity is extinct and mutants and monsters now roam the world' post-apocalyptic. Fight your way through the wastelands with powerful weaponry, collecting radiation to mutate some new limbs and abilities.
Valutazione degli utenti:
Recenti:
Molto positiva (113 recensioni) - 93% delle 113 recensioni degli utenti pubblicate negli ultimi 30 giorni sono positive.
Complessivamente:
Estremamente positiva (6,326 recensioni) - 6,326 recensioni degli utenti (97%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 5 dic 2015

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

non disponibile in Italiano
Questo prodotto non è disponibile nella tua lingua. Prima di eseguire l'acquisto, controlla la lista delle lingue disponibili.

Acquista Nuclear Throne

 

Recensioni

“Strip away all the punkish ingenuity piled on Nuclear Throne and you're left with this: a skin-fidgeting, hair-tingling battle of textures. Hard meets sticky. Bang meets squelch.”
Eurogamer

“It’s an anarchic thrash of a roguelike where everything goes boom or splat—or, more frequently, boom and splat.”
PC Gamer

“It’s a rapid-fire, deliciously crunchy randomized romp starring a cavalcade of characters from Vlambeer’s past.”
Rock, Paper, Shotgun

Informazioni sul gioco

Nuclear Throne is a post-apocalyptic roguelike-like top-down shooter. Not 'the final hope of humanity' post-apocalyptic, but 'humanity is extinct and mutants and monsters now roam the world' post-apocalyptic. Fight your way through the wastelands with powerful weaponry, collecting radiation to mutate some new limbs and abilities. All these things and more you could do if only you were good at this game. Can you reach the Nuclear Throne?

Requisiti di sistema

Windows
Mac OS X
SteamOS + Linux
    Minimi:
    • Sistema operativo: Windows XP
    • Processore: 1.2Ghz+
    • Memoria: 1024 MB di RAM
    • Scheda video: 256MB
    • Memoria: 200 MB di spazio disponibile
    • Note aggiuntive: This game is locked to 30 frames per second.
    Consigliati:
    • Sistema operativo: Windows XP
    • Processore: 2Ghz
    • Memoria: 2048 MB di RAM
    • Scheda video: 1GB
    • Memoria: 500 MB di spazio disponibile
    • Note aggiuntive: This game is locked to 30 frames per second.
    Minimi:
    • Note aggiuntive: This game is locked to 30 frames per second.
    Consigliati:
    • Note aggiuntive: This game is locked to 30 frames per second.
    Minimi:
    • Note aggiuntive: This game is locked to 30 frames per second.
    Consigliati:
    • Note aggiuntive: This game is locked to 30 frames per second.
Recensioni dei giocatori
Customer Review system updated Sept. 2016! Learn more
Recenti:
Molto positiva (113 recensioni)
Complessivamente:
Estremamente positiva (6,326 recensioni)
Tipo di recensione


Tipo di acquisto


Lingua


Display As:


(what is this?)
51 reviews match the filters above ( Molto positiva)
Recensioni più utili  Negli scorsi 30 giorni
4 persone su 4 (100%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Consigliato
40.2 ore in totale
Pubblicata: 20 settembre
Descrivere un titolo come Nuclear Throne è molto semplice e molto difficile allo stesso tempo.
Potremmo iniziare dicendo banalmente che si tratta di un top-down shooter con spiccati elementi rogue-like sviluppato ed edito da VLAMBEER, la software house cui va il merito di aver sfornato titoli come Luftrausers e Super Crate Box. Un incipit simile però non desterebbe la giusta attenzione nei confronti di un titolo che, nel giro di pochissimo tempo, si è affermato come una vera a propria pietra miliare nel panorama indie: nel corso della recensione cercherò di fare del mio meglio per evidenziare tutte le qualità che fanno di Nuclear Throne un gioco indie da "tripla A".

Iniziamo con un minimo di background. La terra è stata rasa al suolo da un'apocalisse nucleare, e con essa l'umanità che vi prosperava. Le radiazioni hanno riplasmato l'ambiente favorendo la nascita di diverse aberrazioni mutanti; col passare del tempo questi nuovi abitanti della Terra hanno cominciato ad aggregarsi per lavorare ad uno scopo comune: raggiungere il Trono Nucleare, l'oggetto che secondo le leggende è in grado di stabilizzare il mondo e di riportarlo al suo antico splendore. La leggenda narra che il Proto Mutante abbia raggiunto il Trono... ma ormai da tempo nessuno ha più sue notizie.

L'ambientazione post-apocalittica è un mero contorno da cui emergono i nostri amati mutanti: avremo a disposizione più di una dozzina di personaggi giocabili, anche se la maggior parte dovrà essere sbloccata soddisfacendo particolari condizioni prima di poter essere utilizzata. Ogni mutante ha delle caratteristiche e delle abilità particolari che si traducono in diversi approcci di gioco; in ogni playthrough il nostro personaggio potrà inoltre progredire raccogliendo i frammenti radioattivi droppati dai mob uccisi, e al termine di ogni scenario, salendo di livello, potremo scegliere un potenziamento da applicare.

I potenziamenti disponibili (3 tra cui scegliere ad ogni passaggio di livello) sono generati randomicamente e questo aspetto può incidere in maniera sostanziale nella progressione del gioco. Molti di questi upgrade presentano delle evidenti sinergie con le abilità native del nostro mutante, tanto che la composizione di determinate combo può semplificare enormemente l'avanzamento: siamo comunque invitati a sperimentare diverse strategie utilizzando i potenziamenti per bilanciare le caratteristiche dei nostri mutanti (o le nostre carenze tecniche).

In puro stile rogue-like, la morte è la fine di tutto: una volta che la barra della salute sarà scesa a zero una schermata riepilogativa ci ricorderà che per l'ennesima volta YOU DID NOT REACH THE NUCLEAR THRONE e dovremo ricominciare da capo la nostra avventura.
Nuclear Throne implementa il concetto di permdeath in maniera più severa della media dei rogue-lite/like attuali, che spesso ci forniscono dei "contentini" nella forma di bonus cosmetici (mi vengono in mente le palette addizionali di Downwell) o addirittura potenziamenti permanenti ai nostri personaggi (ad esempio il castello di Rogue Legacy o gli oggetti sbloccati in Enter the Gungeon). Questo aspetto unito al livello generale di difficoltà (molto alto) lo rende senz'altro meno casual-friendly e lo avvicina ad udienza più hardcore rispetto ai titoli sopra citati.

Il gioco si snoda all'interno di una catena di 7 aree, contenenti ciascuna da 1 a 3 scenari, che generalmente culminano in una boss battle; si potrà passare al livello successivo soltanto eliminando ogni singolo mob nello scenario corrente. Benchè la progressione delle aree sia lineare, i livelli sono generati proceduralmente e la loro conformazione (unita alla casualità del nostro spawning point iniziale) è un altro fattore che può incidere sul successo della nostra run. Nuclear Throne infatti è uno shooter che non perdona, e spesso vi troverete a dover correre immediatamente ai ripari dietro a rocce e muri per non essere investiti dalla miriade di proiettili provenienti da ogni direzione.

Parlando di proiettili non possiamo non cogliere l'occasione per introdurre uno dei punti di forza del gioco: le armi. Ve ne sono a dozzine: per lo più si tratta di armi da fuoco come fucili, pistole, mitragliatori (e chi più ne ha più ne metta), ma non mancano le fide armi da mischia, come badili, piedi di porco, cacciaviti e katana, che hanno il grande vantaggio di poter distruggere/rimbalzare i proiettili nemici. Le armi si differenziano per potenza/spread/rate of fire, e il nostro mutante ne potrà portare con se un massimo di due, che potranno essere scambiate con quelle droppate da bauli o dai boss. Avendo a disposizione munizioni per le diverse categorie di armi (proiettili per pistole/mitragliatrici, cartucce per fucili, ecc) sarà a volte necessario scambiare un'arma con un'altra con la quale siamo rimasti "a secco". Un chicca: il fatto che ad ogni sparo corrisponda una sorta di "rinculo", visibile a video come un leggero tremolio, da una (inspiegabilmente) appagante sensazione di credibilità e di immersione all'azione di gioco.

Dal punto di vista della grafica, ancora una volta siamo di fronte ad pixel old-style, con sprite molto ben disegnati ed animati. Il comparto sonoro è adeguato: è apprezzabile il fatto che ogni mutante abbia la propria "vocina", e segnalo positivamente anche le musiche originali (raccolte in un OST acquistabile separatamente), in particolare quella ascoltabile nella schermata iniziale.
In tutta sincerità però non vedo motivo di soffermarmi ulteriormente su questi aspetti - e questo non perchè lo ritenga di scarsa importanza, ma semplicemente perchè

a) sono COMPLETAMENTE eclissati dal gameplay, e
b) ripeterei le stesse considerazioni che ho già fatto (e continuerò a fare...) per altri giochi del filone indie (Enter the Gungeon, i titoli di PuppyGames, Rogue Legacy e tanti altri).

Vorrei chiudere citando un vecchio adagio - EASY TO LEARN, HARD (...NEARLY IMPOSSIBLE!) TO MASTER.

Questa singola frase riassume l'essenza di Nuclear Throne.
Nuclear Throne è un gioco che crea una dipendenza che rasenta il patologico e tira fuori il peggio di voi.
Vi ritroverete a bestemmiare le divinita di tutti i pantheon mentre inanellate morti sempre diverse... e tra un imprecazione e una tastiera sfasciata alla fine, piano piano, un passo alla volta, capirete che state migliorando.
E allora morirete di nuovo... e ricomincerete da capo.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Recensioni più utili  Complessivamente
15 persone su 16 (94%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Consigliato
327.6 ore in totale
Recensione della versione ad accesso anticipato
Pubblicata: 21 giugno 2014
Uno dei giochi più frenetici, divertenti e addittivi di questo 2014.
Lasciate perdere Dark Souls 2, QUESTO è un vero videogioco da Hardcore gamer.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
10 persone su 11 (91%) hanno trovato questa recensione utile
2 persone hanno trovato questa recensione divertente
Consigliato
157.8 ore in totale
Pubblicata: 18 aprile
Probabilmente ad alcuni di voi il nome Wasteland kings non dirà nulla, eppure sappiate che tutto è iniziato da li.
Nel 2013 i simpatici ragazzi della Mojang (conoscete Minecraft, no?) organizzarono un evento live per beneficenza, all'appello accorsero diversi allegri sviluppatori con l'obiettivo di realizzare un videogioco sotto gli occhiali, rigorosamente riparati con lo scotch, di noi nerdosissimi gamer e, nel frattempo, raccogliere tanti bei denari da donare in beneficenza mediante la vendita del giochino stesso...
In questa magica atmosfera, dalla mente geniale di Jan Willem Nijman, game designer dei Vlambeer e dalla matita elettronica di Paul Veer, quotato pixel artist, è nato Nuclea… volevo dire Wasteland kings.
Come già capitato altre volte, alla fine di queste manifestazioni, se il prototipo risulta particolarmente ispirato, si può decidere di investire sul progetto continuando lo sviluppo e fortunatamente i bravi ragazzi della Vlambeer hanno optato per questa opportunità...
Il prototipo nato nella live è ora liberamente scaricabile e vi invito di cuore a provarlo, sia nel caso abbiate gia messo le manacce su Nuclear Throne, ma anche se non sapete neanche che bestia sia. Nella prima ipotesi vi renderete conto di cosa significhi “fine tuning”: nel tempo infatti qualsiasi aspetto è stato ottimizzato, migliorato, raffinato; nel secondo caso vi sarà utile per farvi un'idea del gameplay, ma vi avverto, io mi sono fatto fregare proprio così.
Il progetto alla fine della live era ancora acerbo, ma l'animaccia del gioco era già li...
Prima di parlare del gioco in se, cerchiamo di fare velocemente amicizia con questi ragazzotti olandesi: nascono come un duo, una coppia di scapocchioni che lasciano un corso di game design, probabilmente per loro inutile, e fondano un piccolo studio di sviluppo: la Vlambeer.
Jan Willem Nijman, genio del game design e Rami Ismail, appassionato programmatore, si fanno subito notare per il loro stile: poco fumo e tanto gameplay, duro e spietato gameplay…
I loro titoli sono frenetici, graficamente essenziali e da consumarsi preferibilmente a piccole dosi, pena l’esaurimento nervoso o la pressione a 180… Consiglio personale: procuratevi Super crate box, Luftrausers, Gun gods e fatevi un idea per conto vostro.
Come ultima chicca vorrei chiarirvi tutto il casino montato sul nome di questo gioco: A quanto pare la parola “Wasteland” è una specie di marchio e il gioco dei Vlambeer iniziava a farsi conoscere proprio mentre la casa di sviluppo inXile cominciava la sua campagna pubblicitaria per, indovinate cosa? Wasteland 2…
Solitamente queste storiacce si combattono a botte di avvocati e sputi, invece le due parti, dopo un semplice scambio di e-mail, si sono messe inaspettatamente d'accordo: i Vlambeer con abile mossa hanno detto “Ok, non c'è problema, cambiamo nome” ed alla fine i nostri eroi, oltre ad aver fatto un figurone, hanno ora un gioco con un titolo addirittura più azzeccato.
Ok, ora basta chiacchiere, si parla di Nuclear Throne:
La storia alla base del gioco è praticamente trascurabile e non venitemi a raccontare che avete ancora bisogno di una giustificazione per sterminare centinaia e centinaia di schifosi mutanti puzzolenti...
Vabbù, se dovete fare quelle faccie ve l'accenno, giusto per onore di cronaca: Il mondo è stato sconvolto da un apocalisse nucleare, tutta l'umanità è mutata e una leggenda narra dell'esistenza di un trono sul quale sedersi per rimettere tutto a posto…
Ogni run del gioco è la storia di un mutante e del suo estremo sacrificio per raggiungere il trono.
Ora guardatevi dentro, ne avevate veramente bisogno? vi avevo avvisato, no?
Siamo di fronte ad un twin stick shooter con canonica visuale dall'alto, il tutto condito in salsa roguelike(lite).
Ogni livello di gioco presenta un certo numero di besti mutanti da eliminare, il numero e tipo di questi simpatici amici varia ad ogni run, come anche il layout del livello stesso, ve l'avevo detto che c'era la salsa roguelike...
Oltre ai besti, per ogni livello, troveremo anche una cassa contenente un arma, un'altra con un po’ di munizioni ed un biberon pieno di sane radiazioni, che tanto bene fanno ai giovani mutanti.
Ogni livello finisce quando tutti gli abomini saranno stati smembrati e se vi state chiedendo come si faccia a togliersi dagli zebedei questi simpaticoni sappiate che è proprio qui che viene il bello…
Ricordate la cassa delle armi? ebbene quella la principale dispensatrice di ludibiro, più precisamente le tonnellate di armi diverse che ci verranno offerte.
Potremo gingillarci con armi automatiche, a raffica, a proiettili, laser, plasma, a dardi, ma anche meravigliose armi bianche, letali, non dipendenti dalle munizioni, ma pericolose da usare dato che necessitano un rapporto più “stretto” con quei profumati mutanti...
E inutile che vi stia a spiegare quanto strategicamente diverse possano essere le singole armi con i loro tempi di ricarica, modo di sparare, efficacia... vi basti sapere che il più delle volte l'arma migliore non è semplicemente quella che fa più danno.
Altra cosa da tenere in considerazione è che non potrete mai affezionarvi ad una sola arma, uno perché spesso ci si trova senza munizioni specifiche, due perché non è detto che la troviate, tre perché ogni nemico è più o meno facile da depilare in base a che tipo di “rasoio” avrete in mano.
Facciamo un esempio: So benissimo che a voi piace quella bella machine-gun, facile da trovare, un caricatore capiente, vomita proiettili che è un piacere, i primi tapini vanno giù come birilli, poi arrivate al quarto mondo e per buttare giù un bestio di cristallo vi serve un caricatore intero e, mentre ci provate, lui è già lì che vi mastica un ginocchio…
No, scordatevi di farvi l'intero gioco con una sola arma, “adattarsi” sarà la parola d'ordine, personalmente mi è capitato di buttare armi per le quali avevo ettari di munizioni a favore di altre più specifiche per le tipologie di bestio che avrei affrontato da li a poco...
A speziare ulteriormente le cose troveremo le abilità innate dei nostri alterego: avremo infatti la possibilità di interpretare un discreto numero di brutti ceffi ognuno detentore di piccole peculiarità in grado però di alterare anche notevolmente il “tranquillo” gameplay di base del gioco.
Una volta scelto il nostro “io” ci verranno donate una abilità passiva ed una attiva, la prima ce la godremo senza fare niente di speciale, potremo ad esempio portare più munizioni, oppure vedere meglio nei luoghi oscuri o ancora partire con più punti vita, non me li fate elencare tutti, sappiate che avrete di che sfiziarvi…
Le abilità attive invece dovranno essere usare con volontà, nel momento più propizio.
Tra le abilità attive avremo la possibilità di ruzzolare per muoversi più velocemente, il rendersi invincibile per qualche secondo, abilità telecinetiche e veramente tanto, tanto altro ancora…
In poche parole vi assicuro che quella bella strategia che avevate sperimentato con il personaggio x, quasi sicurmente non andrà più bene con quello y dove sarà meglio trovarne e usarne un altra...
Avevo prima parlato della presenza di radiazioni nel livello, le troveremo in simpatici contenitori che aspettano solo di essere sfondati e raccolti o verranno rilasciate dai besti trucidati, rappresentano l’essenza dell'esperienza del nostro personaggio, raccogliendo sto schifo fosforescente faremo, senza sorpresa, livellare il nostro caro.
Alla fine di ogni sezione se il nostro personaggio ha livellato ci verrà offerta la possiblilità di farlo evolvere, questo processo avverrà mediante delle mutazioni, ogni volta il gioco ne proporrà 4 e dovremo sceglierne una...
Il resto della recensione lo trovate seguendo questo link.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
8 persone su 8 (100%) hanno trovato questa recensione utile
4 persone hanno trovato questa recensione divertente
Consigliato
90.8 ore in totale
Pubblicata: 1 gennaio
Se considerate Satana come il maestro della tentazione, questo gioco è decisamente Satana.
Giocateci un secondo e non vi lascerà più andare via.

Voto 10/10
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
10 persone su 13 (77%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Consigliato
3.4 ore in totale
Recensione della versione ad accesso anticipato
Pubblicata: 5 agosto 2015
Incredible game! :)
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
4 persone su 4 (100%) hanno trovato questa recensione utile
5 persone hanno trovato questa recensione divertente
Consigliato
84.2 ore in totale
Pubblicata: 6 gennaio
It's like LSD but cheaper.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
3 persone su 4 (75%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Consigliato
64.0 ore in totale
Recensione della versione ad accesso anticipato
Pubblicata: 2 luglio 2015
bello!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Consigliato
114.1 ore in totale
Recensione della versione ad accesso anticipato
Pubblicata: 21 luglio 2015
FREAKING AWESOME!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
38.1 ore in totale
Pubblicata: 30 dicembre 2015
Gioco veramente bellissimo! Se siete amanti di The Binding Of Isaac e Hotline Miami non potete farvi scappare questo difficilissimo roguelike... attenzione, è difficile sì, ma non frustrante (cosa importante).
Ogni partita viene generata a caso, si parte dai primi livelli che sono abbastanza semplici e per ogni livello completato la difficoltà va in crescendo con un ottimo bilanciamento , una run può durare dai 30 secondi ai 30 minuti, dipende tanto dai riflessi. Per completare un livello occorre ripulirlo uccidendo qualsiasi cosa si muova su schermo, ogni uccisione fa in modo che i nemici rilascino dei pezzi "nucleari" verdi (in alcuni casi anche armi) che raccogliendoli fa sì che il nostro personaggio aumenti di livello. Ogni volta che si aumenta di livello si può scegliere una delle 4 mutazioni (Power Up) che vi aiuterà ad avanzare negli altri livelli.

La parte più gratificante di questo gioco è quando si riesce a finirlo... Dopo circa una cinquantina di run sono riuscito ad arrivare alla fine ed è una sensazione incredibile!!!

PRO:
-Roguelike! I livelli sono sempre diversi quindi altissima rigiocabilità.
-Gameplay veloce e strategico nello stesso tempo!
-Ottima grafica in pixel art.

CONTRO:
-Essendo un Roguelike alcuni livelli generati risultano quasi impossibili.

PS: Consiglio vivamente di NON usa un Joystick, usate Mouse e tastiera ;)

VOTO:
9.5/10
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Pubblicate di recente
Rox™
34.3 hrs
Pubblicata: 29 luglio
Questo gioco è una droga! @_@
Puro gameplay, nella miglior filosofia dell' "easy to learn and difficult to master".

Ci sto giocando da poco ma è subito evidente che una partita tira l'altra. Ogni volta che muori pensi "vabbè faccio l'ultima per ora", e invece..

Ottimo roguelike, difficile e col giusto livello di sfida.
Lo consiglio!

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Qui si può scaricare la MOD per la versione "together" per la modalità cooperativa online, funziona molto bene e rende il gioco ancora più divertente se giocato con un amico

https://yellowafterlife.itch.io/nuclear-throne-together
Game Community
0.1 hrs
Pubblicata: 2 luglio
I giochi roguelike sviluppati da studi indipendenti non sono del tutto insoliti nel mercato di oggi, che vanta una varietà di affascinanti titoli con grafica retrò, disponibili in diverse varianti e per diverse piattaforme. Questi giochi vanno dai titoli a scorrimento laterale, come Rogue Legacy, agli esploratori di dungeon isometrici come The Bindic of Isaac, ed hanno tutti delle caratteristiche chiave in comune... Recensione completa su GC Recensioni: http://www.recensioni.gamecommunity.it/shoot-em-up/recensioni-di-videogiochi-per-pc/recensioni-di-videogiochi-shoot-em-up/nuclear-throne-recensione-un-frenetico-shoot-em-up-twin-stick-con-elementi-roguelike
Furyok
25.1 hrs
Pubblicata: 15 giugno
semplicemente geniale e Veloce
Astor
205.4 hrs
Pubblicata: 30 maggio
Prodotto ricevuto gratis
Veramente molto bello
INSERIRENOMEACASO
36.0 hrs
Pubblicata: 8 maggio
Questo gioco è molto divertente, tramendamente difficile, ma molto divertente. Un gioco che vi terrà incollati allo schermo per molto tempo.
Stregatta
1.5 hrs
Pubblicata: 7 maggio
Very Very Good !
Riki
22.0 hrs
Pubblicata: 3 maggio
Good game