Miasmata is a first-person survival/adventure game, developed from the ground-up by brothers Joe and Bob Johnson. You play as Robert Hughes, a plague-stricken scientist on a journey to discover a cure. Your adventure begins on the shores of a remote and mysterious island.
Valutazione degli utenti:
Complessivamente:
Perlopiù positiva (726 recensioni) - 726 recensioni degli utenti (79%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 28 nov 2012

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

non disponibile in Italiano
Questo prodotto non è disponibile nella tua lingua. Prima di eseguire l'acquisto, controlla la lista delle lingue disponibili.

Acquista Miasmata

AFFARE DELLA SETTIMANA! L'offerta termina il giorno 3 ottobre

-75%
$14.99
$3.74
 

Steam Greenlight

Informazioni sul gioco

Miasmata is a first-person survival/adventure game, developed from the ground-up by brothers Joe and Bob Johnson. You play as Robert Hughes, a plague-stricken scientist on a journey to discover a cure. Your adventure begins on the shores of a remote and mysterious island. Long ago, the island was inhabited by a group of indigenous people, whose extant monuments still decorate the island landscape. The island is now home to a scientific research outpost and it is your hope to reunite with your colleagues working there. Unfortunately, you'll soon discover that something has gone terribly wrong.

During your adventure, you will encounter a mysterious and deadly creature. This creature can stalk you for miles, lurking behind grasses and vegetative cover. By treading carefully and with stealth, you may be able to elude the creature. If you are careless, however, you will be forced to confront the creature head-on.

Key Features

  • Experience: An engine built from the ground up, featuring voxel-based volumetric clouds, advanced water reflection and refraction, volumetric light-shafts and atmospheric scattering simulations.
  • Explore: A lush and incredibly detailed natural world. The island landscape is covered by forests with lush canopies. The terrain surfaces are blanketed by tufts of moss and grass. The forest floors have thick undergrowth and are littered with fallen leaves, rotting logs, stumps and sticks.
  • Discover: Dozens of camps, outposts and ruins. Find maps, notes and clues that lead you on your adventure.
  • Survive: A deadly world. Discover plants and fungi and synthesize them into life-saving medicines. Find water and shelter to stave off fever, dehydration and exhaustion. Use stealth and cunning to escape the deadly creature.
  • Create: A map of the island using an innovative cartography mechanic. Use a true-to-life triangulation system to pinpoint your location on the island and construct a map of the its boundaries, contours and landmarks.

Requisiti di sistema

    Minimum:

    • OS:Windows XP, Vista, 7
    • Processor: Intel Core2 Duo, AMD Athlon64 x2, or better
    • Memory:2 GB RAM
    • Graphics:NVidia Geforce 8600GT, ATI Radeon 3670HD or equivalent
    • DirectX®:9.0
    • Hard Drive:3 GB HD space
    • Sound:DirectX compatible sound card

    Recommended:

    • OS:Windows XP, Vista, 7
    • Processor:Intel Core i5/i7, AMD equivalent or better
    • Memory:4 GB RAM
    • Graphics:Nvidia GeForce GTX 280, ATI Radeon 4870 or better
    • DirectX®:11
    • Hard Drive:3 GB HD space
    • Sound:DirectX compatible sound card
Recensioni dei giocatori
Customer Review system updated Sept. 2016! Learn more
Complessivamente:
Perlopiù positiva (726 recensioni)
Tipo di recensione


Tipo di acquisto


Lingua


Display As:


(what is this?)
16 reviews match the filters above ( Perlopiù positiva)
Recensioni più utili  Complessivamente
9 persone su 10 (90%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
25.8 ore in totale
Pubblicata: 2 dicembre 2015
Il vostro sogno è sempre stato quello di fare una scampagnata in un isola tropicale piena di cadaveri, sotto gli effetti di una malattia mortale e incurabile, armati solo di mappa e bussola ? allora Miasmata è il gioco che fa per voi! In breve tutto il gameplay del gioco si basa sull'esplorazione: Muovendovi sull'isola potrete scoprire cosa è successo alla spedizione, fare luce sul passato del protagonista, capire cosa diavolo è l'entità che vi da la caccia ed infine tornare a casa..ah, e curare la malattia mortale e incurabile sopracitata. Potrete fare tutto questo con l'aiuto delle piante e dei funghi dell'isola, tramite i quali sarete in grado di creare antifebbrili e tanti altri tonici. Di grande importanza è anche l'uso della mappa, infatti questa dovrà essere creata da voi bravi scout attraverso la triangolazione; anche solo capire dove diavolo siete potrebbe essere un problema in certi frangenti. Miasmata non è un gioco per tutti: Non si spara, non si parla e se non bevete morite disidratati, la "cattiveria" simulativa rende persino difficoltoso camminare su un terreno accidentato (cioè ovunque..), d'altra parte a chi sa apprezzare tutto questo regalerà enormi soddisfazioni.

La strepitosa traduzione italiana la trovate qua:
http://steamcommunity.com/app/223510/discussions/0/483368433106728776/
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
6 persone su 6 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
22.0 ore in totale
Pubblicata: 5 giugno 2015
Esplorazione allo stato puro, nient'altro, solo 2 elementi survival: l'acqua (da dover bere ogni tanto ma che è presente in grande quantità ovunque) e una creatura da cui nascondersi (ma che vi lascia indisturbati per gran parte del gioco). Quindi l'esplorazione è il tema dominante di questo indie, per nulla semplice perchè nella mappa non viene segnalato dove siete, sarete voi usando la trigonometria e prendendo in considerazione alcuni punti noti nella mappa a dover capire dove siete e contemporaneamente sempre utilizzando lo stesso metodo a svelare nuove aree della mappa che inizialmente è tutta oscurata, poi dovrete seguire indicazioni per riuscire a raccogliere piante e funghi in modo da sintetizzare una cura per la malattia che vi affligge (che è lo scopo principale del gioco). Grafica non eccelsa (considerate che è un indie del 2012 sviluppato da 2 persone), ma atmosfera molto immersiva con alcuni elementi survival che rendono questo gioco non per tutti, prendere il 100% degli achievment non è affatto semplice c'è da esplorare per decine di ore, per finirlo alla prima passata tirando dritto verso l'obiettivo senza star li ad esplorare bastano invece meno di 7 (la seconda volta quando conoscete già la strada da fare a finirlo è un attimo).
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
7 persone su 8 (88%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
15.7 ore in totale
Pubblicata: 4 dicembre 2014
Miasmata è un survival horror in prima persona decisamente originale, ambientato su un' isola misteriosa, impersonerete Robert Hughes, scienziato appena sbarcato sulla suddetta isola allo scopo di trovare una cura alla malattia che lo affligge in prima persona, il resto della storia è tutto da scoprire, attraverso mappe, lettere e frammenti di diari sparsi per le basi di precedenti esploratori.
Da un punto strettamente tecnico il gioco è il tipico titolo indipendente , non un prodigio, ma è comunque accettebilissimo, miasmata da il meglio di sè sotto il profilo dell' originalità e atmosfera, una vera perla.
Il gameplay è incentrato quasi totalmente in una continua lotta per la vita con l' ambiente circostante, febbricitanti dovrete sintetizzare medicine dalle piante (numerosissime) utilizzando i laboratori sparsi per l' isola, trovare fonti d' acqua e indizi per la vostra salvezza, è presente un ciclo giorno-notte completo con tutti i fattori atmosferici.
E' importante sottolineare una cosa: questo titolo necessita di un approccio ragionato e intelligente per essere portato a termine, triangolare posizioni e leggere mappe dovranno diventare il vostro piano quotidiano se non volete perdervi e raggiungere un prematuro "game over".
La chicca finale è costituita da una bestia onirica che vi braccherà a sorpresa random durante le vostre esplorazioni, in perfetto stile "nemesis" per intenderci (RE3), la presenza di questa creatura e l' atmosfera misteriosa dell' isola contribuiscono a dare una sfumatura horror al tutto.
Per concludere consiglio Miasmata a tutti coloro che cercano un' esperienza diversa dal solito,sofisticata, ragionata e non di facili emozioni.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
4 persone su 4 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
5.6 ore in totale
Pubblicata: 7 gennaio
Questo gioco è fantastico sopratutto grazie al gruppo di italiani che l' ha tradotto!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
2 persone su 2 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
8.8 ore in totale
Pubblicata: 30 luglio 2014
gioco molto bello, ti immergi nel personaggio e a parer mio è un ottimo survival game. ideale per chi è appasionato di piante e per chi apprezza una sfumatura di paura nei survival games.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
3 persone su 4 (75%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
18.1 ore in totale
Pubblicata: 24 gennaio 2015
Esplorazione pura, dura ed estrema, con sullo sfondo alcuni elementi survival abbozzati che sono un pretesto per immergere in un'esperienza videoludica che definirei unica nel suo genere. Difficile, faticoso, estenuante, immersivo e gratificante. Imperdibile per qualunque appassionato di videogiochi.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
23.4 ore in totale
Pubblicata: 10 marzo 2014
Un grandissimo capolavoro dall'inizio alla fine. Di giochi come questi se ne trovano pochi, riesce a sorprendere e emozionare in ogni momento. Una vera gemma per gli appassionati del genere survival.
Imperdibile.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 2 (50%) hanno trovato questa recensione utile
Sconsigliato
2.5 ore in totale
Pubblicata: 19 aprile
confusionario
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
0 persone su 1 (0%) hanno trovato questa recensione utile
Sconsigliato
0.6 ore in totale
Pubblicata: 26 ottobre 2015
Comparto audio / localizzazione-ITA : 5,0

Qualità grafica / peso sul sistema : 3,0

Livello e cura dei dettagli : 6,1

Longevità e durata : 6,8

Errori / MODs : 2,2

Recensione e voto finale : L'ho giocato pochissimo, è ho subito notato l'interfaccia poco intuitiva, dopo la grafica pessima dell'acqua anche con le impostazioni al massimo; l'idea è ottima, ma sinceramente esistono titoli migliori, del genere. Io non voglio "ucciderlo", per così dire, però lo sconsiglio, perché non mi sembra che lo sviluppo sia stato tendente alla perfezzione. Potrei stare a citare i molti errori riscontrati nei pochi minuti di gioco... invece cito un payo di pregi: sui pendii il personaggio scivola, e cadendo in acqua si perde l'arma equipaggiata (senza più ritrovarla, il non-pregio nel pregio), che non alzano il voto finale: 59 ...e non mi invogliano a consigliarlo.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
0 persone su 4 (0%) hanno trovato questa recensione utile
Sconsigliato
0.9 ore in totale
Pubblicata: 23 settembre 2014
GIOCO DI ♥♥♥♥♥. NON IN ITALIANO. PROBLEMI DI AVVIO e DURANTE IL GIOCO (ome moment please...) per fortuna lo pagato tipo 30 centesimi se lo avessi pagato 15 euro li avrei chiesti indietro!!!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Pubblicate di recente
LiM
26.4 hrs
Pubblicata: 10 marzo
Un gioco divertente, specialmente per la modalità esplorativa della mappa.
Bella grafica, ambientazioni ed avventura.
Sembrebbe tratto da un libro e dispiace quasi finirlo :)
Lo consiglio specialmente agli appassionati di questo genere (survival - indie).
Cheers!
Sim
Lucafg
16.6 hrs
Pubblicata: 12 febbraio
Sembra incredibile che solo due persone abbiano lavorato a questo gioco. Gioco indie, ma con una mappa molto grande. A seconda del terreno su cui camminiamo, cambiano i ruomori ambientali; e il meccanismo è molto preciso: quando camminiamo sui sassi sentiamo rumore di sassi, quando camminiamo sull'erba sentiamo il frusico dell'erba, etc. Notevole, visto il continuo susseguirsi di diverse tipologie di terreno. Anche i movimenti del protagonista sono ben realizzati, in linea con il suo stato di salute fortemente compromesso. Il gioco fa percepire con grande realismo la fatica di correre o di arrampicarsi con un'ottima risposta dinamica; ben fatta anche l'inerzia, cioè la difficoltà di frenare la propria corsa, non è raro prendersi un bel ruzzolone!
Le idee che sostengono il gioco sono molto originali, ma ovviamente sono sviluppate con i limiti tipici di queste produzioni. Non si poteva pretendere di più dal lavoro di due persone. Spero che queste meccaniche vengano riutilizzate in una produzione più ricca.
Innanzitutto è un vero survival, il giocatore riesce ad immedesimarsi nei panni del protagonista malato alla ricerca disperata di una cura; ci si sente inermi, affaticati, deboli, esposti ai mille pericoli dell'isola e della sua natura selvaggia.
Soprattutto si sperimenta la difficoltà di orientarsi; l'idea delle triangolazioni è geniale, rende molto realistica la situazione. Peccato che non lo si possa fare anche con le stelle di notte! Sarebbe stato anche logico che il protagonista potesse segnare i luoghi esplorati in qualche modo, ad esempio piantando qualche palo o con qualche cumulo di pietre, e non solo sulla mappa.
Altro elemento angosciante sono le traversate a nuoto; non è possibile nuotare troppo a lungo; eppure a volte l'acqua è l'unico rifugio contro la strana bestia che ogni tanto attenta alla nostra vita. A volte verrebbe la tentazione di attraversare gli specchi d'acqua per accorciare i tempi, ma non è possibile; un elemento realistico che rende il gioco più avvincente. Peccato non aver introdotto altre minacce oltre la bestia, magari altri predatori; sempre con la stessa filosofia: di fronte alla bestia si può solo fuggire e nascondersi, non combattere. Logico, il protagonista è debole e malato. E per fortuna, altrimenti il gioco avrebbe perso la caratteristica di survival e si sarebbe trasformato nel solito spara e ammazza. Sarebbe stato ancor più bello se avessero introdotto una più ampia varietà di modi di mimetizzarsi e di nascondersi nell'ambiente.
Le riserve di acqua sono un elemento vitale che ci obbliga a rifornirci spesso e a bere oculatamente dalla nostra borraccia; però l'acqua viene prelevata banalmente da caraffe disseminate nei vari rifugi, un elemento poco realistico e non soddisfacente. Sarebbe stato meglio utilizzare soltanto le fonti di acqua dolce in cui ogni tanto ci si imbatte. Stranamente il cibo non è affatto una necessità. Una produzione più ricca avrebbe consentito probabilmente di aggiungere anche il procacciamento del cibo e quindi di utilizzare trappole rudimentali per catturare qualche piccolo animale. Giustissimo evitare le armi, altrimenti addio atmosfera da survival. Inoltre un malato non avrebbe nemmeno la forza di utilizzare un'arma fai da te tipo un arco o una lancia.
E' molto bella la sensazione di sentirsi persi quando cala la notte all'improvviso; accade quando non si è programmato bene il tempo di esplorazione e ci si è attardati, magari perché non si è riusciti a trovare in tempo un rifugio dove riposare. In questi casi l'oscurità ci avvolge e l'angoscia sale alle stelle. Se poi c'è la bestia in giro.....
A proposito delle esplorazioni notturne: viene utilizzato un accendino per accendere torce (peccato non potersele costruire); sarebbe stato meglio industriarsi con pietre focaie o con l'archetto, in linea con il realismo delle esplorazioni.
Infine azzeccatissima la ricerca delle varie specie botaniche per sintetizzare la cura, meccanismo di gioco originale e molto realistico. L'idea dei rifugi preesistenti è buona ed è ben giustificata dalla trama, però sarebbe stato anche bello poter costruire qualcosa di proprio, ovviamente con tutti i limiti dovuti allo stato di debolezza e malattia del protagonista, qualcosa di molto essenziale e di fortuna.
In definitiva il gioco è già divertente così, e fa sperare in una produzione più ricca che porti a livelli mai visti l'esperienza realistica di sopravvivenza.

Voto: 7.5/10
Green Warden
8.5 hrs
Pubblicata: 25 giugno 2015
Nonostante il lato tecnico un po' carente, Miasmata ha un'atmosfera unica capace di instaurare nel giocatore quel senso di debolezza, smarrimento e paura ma anche di meraviglia e sollievo, il tutto accompagnato da una colonna sonora d'effetto (in determinati momenti). Il suo concept unico lo rendono un piccola rarità da provare assolutamente.