Bullet-hell, boss-battle, first-person shooter, with giant-robots, martinis and jetpacks. YES. Drink the cocktails. Fight the titans. Make your own Titans. Drink your friend's cocktails.
Recensioni degli utenti: Molto positiva (287 recensioni)
Data di rilascio: 19 feb 2014

Accedi per aggiungere questo gioco alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come titolo che non ti interessa

Acquista Drunken Robot Pornography

Acquista Drunken Robot Pornography 3-Pack

Includes 3 copies of the game. 1 copy for yourself and 2 to give to friends.

 

Aggiornamenti recenti Visualizza tutti (16)

17 aprile

Join the Developers live on Twitch

Ichiro and Rohit will be live on http://Twitch.tv/dejobaan to build another Drunken Robot Battle Royale level. Come tell us what you want to see and join the madness at 5pm ET/ GMT-4 on Thursday April 17th.

0 commenti Ulteriori informazioni

Riguardo questo gioco

Drunken Robot Pornography (DRP) is a bullet-hell first-person shooter for Windows. Battle giant robots -- called Titans -- as they try to slice you apart with their lasers. Pick off their missile launchers, fry away their carbon fiber armor, and tear off their claws, leaving them writhing.

Drunken
You're Reuben Matsumoto. You used to own a bar.

Robot
You gave your robot bartender, Tim, sentience. He went nuts, stole your other 12 bots, and burned down your bar.

Pornography
He's attacking Boston with 20,000 drones, 40 Titans, and his lieutenants, the 12 Drunken Robot Centerfolds.

30-story tall giant robots. Jetpacks. Guns. It all started so innocently. Your robot bartender, Tim, used to make the best drinks at your nightclub. But you gave him sentience so that he could better empathize with the customers. Struck by the world's problems, he went crazy, burned your club to the ground, and fled with your twelve exotic robot dancers. Weeks later, giant robots started attacking the City of Boston -- not a coincidence!

Key features:

Requisiti di sistema

PC
Linux
    • OS: Windows Vista, 7, 8
    • Processor: 1.7GHz Intel/AMD CPU
    • Memory: 2GB RAM
    • Graphics: 512MB 3D Card, Shader Model 3
    • DirectX®: 9.0c
    • Hard Drive: 2GB
    • Sound: DirectX Compatible Sound Card
    • OS: Ubuntu 12.04 or later
    • Processor: 1.7GHz Intel/AMD CPU
    • Memory: 2GB RAM
    • Graphics: 512MB 3D Card, Shader Model 3
    • Hard Drive: 2GB
Recensioni utili dai clienti
3 persone su 3 (100%) hanno trovato questa recensione utile
5.1 ore in totale
Azione non-stop, robot giganti e competizione a suon di top score: se è questo che cercate in un FPS, il titolo dei Dejobaan Games non vi deluderà.

[Leggi tutto]
Pubblicata: 6 aprile
Questa recensione ti è stata utile? No
3 persone su 10 (30%) hanno trovato questa recensione utile
5.2 ore in totale
L'umorismo non sempre funziona, le meccaniche sparatutto nemmeno. Si salvano solo alcuni momenti. Qui la recensione del nostro canale:

https://www.youtube.com/watch?v=jysvxhL-tQY
Pubblicata: 8 aprile
Questa recensione ti è stata utile? No
41 persone su 61 (67%) hanno trovato questa recensione utile
1.3 ore in totale
Best porn I have seen in a looooooong time.
Pubblicata: 12 giugno
Questa recensione ti è stata utile? No
21 persone su 32 (66%) hanno trovato questa recensione utile
4.3 ore in totale
I was very excited to get my hands on this one. Very very excited. It was awesome for the first couple hours.
It's a very fun game until you get to the TERRIBLE, TERRIBLE "no weapons, collect-a-thons".
Why Dejobaan games put in these levels I have no idea. They completely ruin the game for me.
You must collect bottles and "bank" them to score points. Everytime you get hit you lose a chunk of your collected bottles. It's not so bad at first, but shortly it gets to the point where you can't move around without slamming into something, usually multiple things in a row, and you lose all your collected bottles. Not only that but it is timed, so you basically need to get it all in one bank or you'll fail. AND THEY TAKE AWAY YOUR GUN! the difficulty in some of these levels is a sharp incline because the number of enemies increases exponentially, and you can't clear a f@#$ing path. OH- Some also have no floor, so if you miss your landing by avoiding an enemy, you lose all your bottles.

INCREDIBLY frustrating. I can't recommend this until these levels are fixed. Whats a "bullet hell" where they take away your guns? I don't remember that being a thing.

MORE TIME -or- MORE BOTTLES -or- LESS ENEMIES -or- GIVE ME BACK MY DAMN GUN!
Pubblicata: 27 giugno
Questa recensione ti è stata utile? No
30 persone su 50 (60%) hanno trovato questa recensione utile
0.5 ore in totale
I thought there was porn
Pubblicata: 1 luglio
Questa recensione ti è stata utile? No
8 persone su 11 (73%) hanno trovato questa recensione utile
7.2 ore in totale
Dalla mia recensione su The Shelter: http://theshelternetwork.com/drunken-robot-pornography/

Dare la sensibilità a un robot è una cosa pericolosa, si sa. Ed è ancor più pericoloso se il robot in questione, Tim, è un androide-barista in quel di Boston: il rischio è che il passabirre si ribelli ai suoi compiti, trasformi alcune sexy (?) robot ballerine in mostruosi Titani e che insieme decidano di mettere a ferro e fuoco la città dei Celtics. E cosa fa secondo voi Reuben Matsumoto in un non meglio imprecisato futuro? Esatto, decide che il robot addetto ai drink del suo locale debba essere un po’ più umano. Ora fate conto che Reuben Matsumoto sia il vostro avatar virtuale, il bar sia di vostra proprietà e che sostanzialmente il guaio lo abbiate combinato voi. Benvenuti nel mondo di Drunken Robot Pornography: armatevi di fucile laser e abbattete quei Titani prima che Boston diventi cenere fumante. È questa la folle storia, narrata tramite linee di testo o voice log, costruita dai Dejobaan (autori di AaaaaAAaaaAAAaaAAAAaAAAAA!!!) per il loro nuovo titolo PC. E altrettanto folle è l’idea alla base del gameplay: unire l’azione tipica degli shmups – quelli di stampo bullet hell per la precisione – alla visuale di un fps. Il risultato è un buon ibrido, fresco e dannatamente divertente. E snervante.

Perché mica è sempre facile destreggiarsi tra proiettili e raggi laser in ogni dove, mini-robot che non vedono l’ora di esplodervi in faccia e l’incessante scorrere del cronometro che vi concede solo 120 secondi per sopravvivere e smantellare gli ottanta componenti che concorrono a formare quel bestione di lamiera davanti a voi. Potrete contare però su un sistema di movimento semplice ed agile, basato su un comodo jetpack che permette di librarsi in aria per diversi secondi che nemmeno Air Jordan allo Slam Dunk Contest dell’88, e un gunplay tutto “raccogli potenziamenti e spara lo sparabile”. Così, il gioco risulta goduriosamente abbastanza assuefacente da farvi cliccare quel “Replay” che si paleserà all’ennesima sconfitta di fila. Tutto ciò se si decide di giocare per lo meno al livello di difficoltà C2H6O, per gli amici “Normal”: se si decide per la modalità “Facile”, qui denominata H2O, l’unico vostro vero nemico sarà il cronometro avaro di secondi.

I cinquantadue stage del gioco sono divisibili in due macrocategorie: la prima è quella denominata “Destroy The Titan(s)”, in cui si è chiamati ad abbattere uno o più mega-robottoni, da distruggere parte per parte proprio come fosse un boss di Sine Mora; l’altra è il classico “Score Attack”, dove il compito è semplicemente raggiungere una determinata soglia di punti sparando tutto ciò che si muove o raccogliendo alcuni oggetti che vanno dagli ingranaggi che piovono dal cielo (!) a martini.. o qualunque cosa sia alcolica. Ogni tanto i developers si divertono a scombussolare le carte in tavola, modificando leggermente le regole: in un livello, ad esempio, non si potrà usare il fondamentale jetpack, rendendo decisamente più arduo il compito del giocatore.

Certo, non è tutto oro ciò che brilla di proiettile laser: la resa visiva, che già di suo non fa gridare al miracolo, soffre di alcuni rallentamenti nelle fasi più concitate, anche rinunciando alla miglior qualità grafica possibile (uso un i5 Ghz con Radeon HD 7870 e 16 giga di RAM); il sonoro è tutto un “pew pew!” e brani martellanti ma un po’ anonimi; la curva della difficoltà non è sempre bilanciatissima e alcuni potrebbero inoltre trovare la struttura di gioco leggermente ripetitiva sul medio periodo. Ma a ben vedere sono difetti comuni al genere bullet hell da cui i Dejobaan prendono molta ispirazione: inoltre il buon level design delle mappe e il solido gameplay riescono ad ammaliare il giocatore più dedito e smaliziato, che magari troverà anche occasione di sorridere per la folle – seppur pretestuosa – trama. Se poi siete quel tipo di persona che ama competere per il raggiungimento del punteggio più alto possibile, troverete pane per i vostri durissimi denti: ogni stage ha la propria leaderbord e gli sviluppatori bostoniani hanno previsto una modalità Challenge con apposite sfide settimanali. I più creativi potranno invece beneficiare di una modalità ad hoc per creare il proprio Titano Della Morte e l’arena dei sogni: sono strumenti molto intuitivi, tutti basati su slider, che permettono inoltre di caricare le proprie opere sullo Steam Workshop per fare i belli con i vostri amici e dimostrare che non serve una laurea in robotica per creare il futuro distruttore dell’umanità.

Siete amanti del gameplay arcade e avete buoni riflessi? Drunken Robot Pornography fa per voi.
Cercate un fps che abbia una storia solida o vi innervosite facilmente? Allora passate oltre.
Pubblicata: 22 febbraio
Questa recensione ti è stata utile? No