Incerto del fato della sorella, un ragazzo entra nel LIMBO
Valutazione degli utenti:
Recenti:
Molto positiva (506 recensioni) - 91% delle 506 recensioni degli utenti pubblicate negli ultimi 30 giorni sono positive.
Complessivamente:
Molto positiva (17,444 recensioni) - 17,444 recensioni degli utenti (94%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 2 ago 2011

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

Acquista Limbo

 

Recensioni

“Limbo is as close to perfect at what it does as a game can get.”
10/10 – Destructoid
“The game is a masterpiece.”
5/5 – GiantBomb
“Limbo is genius. Freaky, weird genius. Disturbing, uncomfortable genius.”
5/5 – The Escapist
“Dark, disturbing, yet eerily beautiful, Limbo is a world that deserves to be explored.”
5/5 – Joystiq

Informazioni sul gioco

Incerto del fato della sorella, un ragazzo entra nel LIMBO

Requisiti di sistema

Windows
Mac OS X
SteamOS + Linux
    • Sistema Operativo: Windows XP, Vista, 7
    • Processore: 2 GHz
    • Memoria RAM: 512MB
    • Hard Disk: 150MB
    • Scheda Video: Di 5 anni o più recente. Le schede video integrate e quelle di fascia bassa potrebbero non funzionare. Richiesto Shader Model 3.0
    • DirectX®: 9.0c
    Tieni presente che LIMBO può girare solo sui Mac prodotti dal 2009 in poi.
    • Sistema Operativo: OS X versione Snow Leopard 10.6.3 o più recente.
    • Processore: Intel Mac
    • Memoria: 1 GB RAM
    • Spazio su Hard Disk: 150MB
    • Scheda Video: compatibile con OpenGL 2.0 con 256 MB di RAM dedicata o condivisa (ATI o NVIDIA)
    • OS: SteamOS, Ubuntu 12.04 or later, or otherwise compatible Linux distribution.
    • Processor: 2GHz
    • Memory: 1 GB RAM
    • Hard Disk Space: 150MB
    • Video Card: OpenGL 2.0 compatible video card with 256 MB shared or dedicated RAM
Recensioni dei giocatori
Customer Review system updated Sept. 2016! Learn more
Recenti:
Molto positiva (506 recensioni)
Complessivamente:
Molto positiva (17,444 recensioni)
Review Type


Purchase Type


Language


Display As:
261 reviews match the filters above ( Molto positiva)
Pubblicate di recente
RaffaXtreme
4.9 hrs
Pubblicata: 24 settembre
Prodotto ricevuto gratis
Questo gioco è rilassante e ansioso allo stesso momento. CAPOLAVORO.
Agnohendrix
1.9 hrs
Pubblicata: 22 settembre
Prodotto ricevuto gratis
Gioco abbastanza complesso ed enigmatico, ci si blocca in qualche punto e bisogna ragionare un po' per trovare una via d'uscita.
L'atmosfera è molto cupa, sia come colori che come musica.
Lo stile di gioco, benchè dia poche possibilità, non annoia grazie ai vari oggetti attivabili od utilizzabili incontrati durante il gioco.

8/10
giulia.airoldigrassi
2.2 hrs
Pubblicata: 14 settembre
nice
Lucafg
4.2 hrs
Pubblicata: 11 settembre
http://steamcommunity.com/groups/vgart

Un platform 2D a scorrimento orizzontale con una vena oscura e sadica che si fa beffe del giocatore!

Oscura è l'ambientazione, un non ben definito mondo di gioco post-industriale tutto grigio e nero, popolato da ombre e sagome senza volto dove nebbia, pioggia e desolazione la fanno da padrone.
L'estetica è molto ricercata e originale, capace davvero di evocare uno stato d'animo ed esistenziale di faticosa sopravvivenza e dannazione.
Il nostro avatar è un bambino, anche egli una sagoma nera, eccetto per gli occhi bianchi: il colore dell'anima? Avanziamo da sinistra verso destra, e solo qualche volta ritorniamo sui nostri passi, come nei platform più tradizionali. Per quale scopo non si sa. Verso metà gioco scorgeremo per un breve momento una donzella, anche lei una sagoma rigorosamente scura, intenta a raccogliere fiori; forse la ragione delle nostre fatiche? Coerentemente con il cinismo del titolo, non avremo mai una risposta!

Limbo gioca volutamente sporco con il giocatore, persino con un certo sadismo e compiacimento. Infatti per superare i puzzle ambientali dovremo obbligatoriamente morire nei modi più impietosi e riprovare tante volte, secondo un tipico processo trial & error. Il livello di rabbia e frustrazione raggiungerà le stelle, ma fa parte del messaggio!
I puzzle sono davvero arguti e ingegnosi, con una difficoltà crescente ben programmata e distribuita. Sono basati soprattutto sulla fisica: spostare casse e oggetti, attivare e disattivare campi magnetici e gravitazionali, appendersi a funi, superare burroni, evitare seghe elettriche, azionare ascensori, attivare generatori, accendere luci etc. etc.

A volte dovremo sopravvivere alla cattiveria, che più cattiveria non si può, di un manipolo di bambini che cerca di eliminarci nei modi più spietati possibili! E dovremo anche vedercela con dei vermoni capaci di installarsi sulla nostra testa e farci diventare zombie al loro comando! C'è anche spazio per grossi ragni minacciosi, mitragliatori che si attivano con dei sensori laser e in generale tutto ciò che può nuocerci e darci sadicamente fastidio! Preparatevi forti dosi di camomilla mentre giocate a Limbo! Non c'è neanche una colonna sonora a rendere meno ruvida l'esperienza, solo spettrali rumori ambientali!

Personalmente ho scorto nel titolo un certo nichilismo e una vena sardonica che si fa beffe del giocatore stesso! In fondo ci facciamo il fegato grosso apparentemente senza motivo! Non abbiamo nemmeno uno scopo per proseguire nel gioco! Proviamo e riproviamo, ci scervelliamo per superare i puzzle e arrivare fino alla fine; ma alla fine di cosa e perchè? Una metafora della vita?
E' una sfida con non stessi, ma Implicitamente anche una sfida con gli autori dei puzzle, i grandi manovratori invisibili! Che se vogliamo fanno un po' le veci di una Natura indifferente alle umane speranze! E non a caso è una sfida impari! E' evidente che sono loro ad avere il coltello dalla parte del manico. Ce ne accorgiamo quando stiamo per raggiungere l'enigmatica fanciulla che raccoglie i fiori e, zac, un vermone ci si pianta nella testa e ci porta altrove! C'est la vie, diremmo! Oppure quando verso la fine impazziamo di fronte a due enormi casse che ci impediscono di proseguire; ci sono due interruttori, uno per il campo gravitazionale e uno per il campo magnetico. Ma il "gioco" bara! Perché quando azioniamo l'interruttore gravitazionale, non possiamo vedere cosa succede alla seconda cassa, il che è invece essenziale per risolvere il puzzle!

La ciliegina sulla torta è il finale.
Non credo proprio di fare spoiler, perché come vi ho detto il gioco non ha una trama e una storia, e nemmeno uno scopo, se non quello di superare i puzzle (e prenderci in giro e lanciare un messaggio)! Comunque utilizzo le tendina scura per precauzione!
Alla fine dopo esserci fatti il fegato grosso come una casa per superare mille puzzle di difficoltà crescente, ci avviciniamo piano piano alla donzella che raccoglie i fiori, lei sembra sentire i nostri passi e alza la testa; noi continuiamo ad avvicinarci e... zac, il gioco finisce e partono i titoli di coda! Niente ricompensa, niente premio finale!
E' palese la sadica presa per i fondelli, una vera e propria tortura psicologica! Avrebbero dovuto chiamarlo Inferno, altro che Limbo! Ed è evidente anche la cinica metafora della vita!

Dal punto di vista tecnico nulla da eccepire. La fisica di gioco è eccellente, l'animazione del personaggio altrettanto fluida. Le interazioni con l'ambiente e gli oggetti sono precise al millimetro e i comandi rispondono perfettamente, nemmeno una sbavatura. Ma ricordiamo che è un titolo 2D.

In fin dei conti pur nella sua essenzialità e secchezza possiede una certa macabra ma affascinante coerenza e finisce per regalare un'esperienza di gioco diversa dal solito e perciò stimolante. E' un'opera che fa a meno della narrazione senza per questo rinunciare a veicolare un messaggio ben preciso e in maniera forte, lavorando ad un livello estetico, simbolico, implicito, metaforico.

Della stessa casa di sviluppo, la Playdead, è appena uscito INSIDE, con connotazioni simili, ma forse con un messaggio ancor più definito e un gameplay diverso e più vario, che dai primi trailer sembrerebbe aggiungere una dimensione in più a quella del platform 2D.

Voto: 8/10
K E R S™
5.2 hrs
Pubblicata: 9 settembre
Prodotto ricevuto gratis
Diventato uno tra i miei Plantform preferiti!
Ambienti cupi e suggestivi, musica e suoni ottimi e ben abbinati alla zona in questione. Segreti difficili da svelare. La trama è molto background e qualsiasi pezzo va interpretato nel proprio modo vista l'assenza di dialoghi, infatti a endgame probabilmente non avrete capito quasi nulla.
Suoxender
4.6 hrs
Pubblicata: 9 settembre
Prodotto ricevuto gratis
Molto bello consiglio a tutti quelli a cui piacciono rompicapi abbastanza semplici
Kung Fury
3.3 hrs
Pubblicata: 8 settembre
Prodotto ricevuto gratis
Un viaggio suggestivo e particolare, unico nel suo genere, mosso da una storia drammatica eppur del tutto incomprensibile. I comandi sono abbastanza buoni e, sebbene non sia un titolo particolarmente divertente o brillante, riesce ad intrattenere fino alla fine.
Alcune trovate artistiche si ripercuotono direttamente sul gameplay, come l'assenza di molti colori, l'oscurità di fondo e la mancanza di una colonna sonora, soppiantata completamente dagli effetti ambientali.
La seconda parte del gioco perde molto fascino, sostituendo all'oscuro mondo fiabesco una serie di puzzle industriali abbastanza frustranti.
Prima dell'acquisto, si tenga conto delle meccaniche di base che muovono il titolo: si tratta di un trial-and-death, ovvero uno di quei giochi in cui bisogna morire di continuo per svelare la soluzione agli enigmi di turno.
Limbo è un prodotto breve, semplice, ben lontano dall'essere un capolavoro, ma possiede un pregio rarissimo: non si cura di condizionare le vostre emozioni, regalandovi esperienze di gioco uniche e personali.
glootin1995
1.5 hrs
Pubblicata: 4 settembre
Prodotto ricevuto gratis
Sicuramente uno dei platform migliori degli ultimi anni, anche se corto e leggermente ripetitivo.
Quinconce_Dozzinale
7.6 hrs
Pubblicata: 25 agosto
Se vuoi estremizzare la nozione di videogioco, gioco di figurazione, non puoi non provare il lembo di una connessione sdrucita là dove la vista, l'organo della vista, riluce in uno scenario di meccanismi di retroguardia. Il lembo di una trama non abbisogna di un filo, ossia se il giocatore sovrintende al filo della narrazione come tutore del dipanare si troverà non aggrovigliato bensì sull'orlo del precipizio, viceversa se non lega il filo al dito si defilerà dall'idea di soggiogare.
Krampus
2.9 hrs
Pubblicata: 25 agosto
sebbene sia molto carino da vedere, molti tratti del gioco sono piuttosto noiosi e frustranti
Recensioni più utili  Complessivamente
15 persone su 16 (94%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
5.6 ore in totale
Pubblicata: 6 gennaio 2013
ATMOSFERA NOIR IN UNO SFOCATO MONDO PARALLELO CI SPINGE AD UN INSAZIABILE RICERCA.

Impersoniamo un bambino alla ricerca della sua sorellina forse scomparsa, non sappiamo altro. Morten Bramsen e Arnt Jensen ci regalano un viaggio in un mondo onirico parallelo tra il bianco e il nero; ci muoviamo in direzione di quello reale che percepiamo e ne rincorriamo il richiamo, ma riusciremo a trovarlo?
Limbo è un inno alla ricerca, lo dimostra l'anima del titolo danese, alla base c'è la meccanica del trial and error, bisogna provare, sbagliare e riprovare per andare avanti. E sbagliare vuol dire morire...dietro il design artistico a mò di carboncino, accattivante e minimalista al tempo stesso, c'è un sorriso amaro e beffardo che ci farà riflettere.

Per combattere la frustrazione del momentaneo insuccesso, le sequenze sono ricche di ravvicinati checkpoint; se da un lato questo potrebbe portare a sminuire l'atto stesso della sconfitta, dall'altro percepiamo l'essenzialità stessa della ricerca e della conoscenza successiva: non si conquista nulla (che sia una scoperta scientifica o come in questo caso una verità) senza sbagliare, senza perdere qualche battaglia.

Longevità leggera (2-3 ore) come l'idea stessa partorita dai danesi Playdead, eppure gratificante.
Comparto tecnico e campionatura audio essenziali, in linea con l'anima del prodotto.

Il gameplay è di una facilità disarmante, solo 2 tasti (salto e azione) più l'analogico direzionale per viaggiare in questo platform con sezioni puzzle generalmente lente come il ritmo ipnotico del gioco, anche se sono presenti alcuni momenti più concitati nella parte finale.

Ma alla fine c'è un finale chiaro? Siamo in un limbo e tra le sfumature di grigio cercate voi la risposta, ma sappiate che il viaggio è parte stessa della domanda.

Extra:
se vi è piaciuto lo stile, potrebbe interessarvi anche Inside (realizzato dagli stessi sviluppatori di Limbo)
Recensione di Inside
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
14 persone su 18 (78%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
4.1 ore in totale
Pubblicata: 11 gennaio 2015
Finito, premetto che ho fatto una sola Run, ma non credo me ne servano altre per capire la morale del Titolo. Vediamo se Vale la Pena Actuistarlo.

COMPRALO PERCHE:
-Graficamente Lo Stile Luce e Oscurità fa il suo effetto rendendolo anche utili in termini di Gameplay...molto buona la fisica dei personaggi (ovviamente nei titoli in 2D è più facile programmare questo componente)
-Il Gameplay è Minimale ma al tempo stesso propone enigmi geniali e brillanti, seppur risolvibili da tutti (a parte saltare o afferrare non si può fare altro) rendendo l'esperienza mai noiosa e con un suo perchè
-La Storia è per certi versi parecchio scontata, ma fa riflettere sul viaggio che sta compiendo il personaggio in questo mondo oscuro

LASCIALO A STEAM:
-Il comparto Sonoro è Minimale, non che sia propriamente un difetto ma una miglior cura avrebbe giovato all'opera
-La pecca più grave è la Longevità....vedete le mie ore? Sono esattamente quelle che servono per completarlo, con una seconda Run prenderete anche tutti gli achievement, ma anche con questo, la durata è davvero minimale

Un gioco per tutti, vi affezionerete al personaggio nel corso dell'avventura grazie anche alla location del titolo.
Il prezzo deve essere solo scontato però
VOTO: 60/100
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
13 persone su 17 (76%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
0.1 ore in totale
Pubblicata: 30 dicembre 2013
Estratto della mia recensione ufficiale:

Limbo, nonostante la linearità e la semplicità emanata, è un titolo singolare, animato da un design evocativo, composto da un ottimo mix dei colori bianco e nero e da effetti come la sfocatura, e capace di mettere in scena un mondo oscuro ed ostile, contraddistinto solamente dalla pallida luce degli occhi del bambino che guideremo e dalla presenza di semplici e quasi impercettibili suoni ambientali.
Il viaggio proposto da Limbo è costellato da ostacoli ed è basato sul concetto del “prova e muori”. Tutto ciò, culmina con l’impressione di trovarsi dinnanzi ad un incubo, ad un qualcosa di inspiegabile, difficile da mettere a fuoco e svincolato da qualsiasi logica e filo narrativo plausibile. Un’esperienza breve, ma intensa, originale ed onirica, che vale davvero la pena di provare.

Voto: 9
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
8 persone su 9 (89%) hanno trovato questa recensione utile
4 persone hanno trovato questa recensione divertente
Consigliato
23.4 ore in totale
Pubblicata: 9 agosto
Dopo tutte le bestemmie che mi ha fatto tirare questo gioco, mi spetta l'ultimo girnone dell'inferno, altro che il limbo.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
10 persone su 13 (77%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Consigliato
12.9 ore in totale
Pubblicata: 28 luglio 2015
Ho scoperto Limbo per caso con i classici screen in attività scattati da amici,vedendo queste scene in bianco e nero così suggestive mi ha incuriosito e ho voluto provarlo, Così mi sono ritrovata nei panni di un piccolo bimbo che spinto dalla ricerca di sua sorella si addentra in questa sorta di Limbo, piu che altro in un incubo visto che limbo è un luogo non ben definito qualcosa che non si può descrivere,mentre qui ci troviamo ad affrontare una foresta piena di pericoli tra trappole nascoste, ragni giganti e ingranaggi strani di cui dobbiamo capire il funzionamento, è qualcosa di ben definito e particolareggiato anche . Gli enigmi sono fatti bene perchè non dovete fare cose assurde per superarli,ma le cose piu logiche che vi vengono in mente, ha una difficoltà che va crescendo, piu che altro richiede pazienza nel tentare e ritentare un passaggio fino a che riuscite padroneggiando la serie di cose da fare , comunque non è così ostico come gioco perchè sono riuscita ad arrivare alla fine anche io, che non sono così avvezza alle Platform . Nell'insieme lo consiglio solo per godersi gli scenari che sono unici particolari,tenete duro e arrivate in fondo non perdetevi le scene finali .... non voglio anticiparvi niente, ma ne vale la pena arrivarci .
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
6 persone su 6 (100%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Consigliato
14.4 ore in totale
Pubblicata: 7 gennaio 2015
Tenebroso. Inquietante. Oscuro. Tre aggettivi che legano alla grande con questo piccolo capolavoro chiamato LIMBO. Un gioco dallo stile grafico particolare e unico, così come il gameplay. Complessivamente abbastanza complesso, serve un attimo per rendersi conto di ciò che ci circonda, non è immediato ed è questo il bello, bisogna ragionare per arrivare a fine gioco. Un gioco davvero emozionante. Una pecca? Forse la durata che, senza mai morire, si aggira intorno all'ora e qualche minuto. Ma come potete vedere, io ci ho giocato ben più di 14 ore quindi la longevità è soggettiva.

Poi completare tutti e 13 gli obiettivi, beh, soddisfazione immensa.
Titolo consigliatissimo, soldi ben spesi.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
7 persone su 10 (70%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
7.3 ore in totale
Pubblicata: 29 novembre 2013
A fantastic puzzlegame, LIMBO is presented in black and white, using lighting, film grain effects and minimal ambient sounds to create an eerie, often associated to the horror genre.. my congratulations go to its developers ;)
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
3 persone su 3 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
1.7 ore in totale
Pubblicata: 25 giugno
Veramente stupendo!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
4 persone su 5 (80%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
6.3 ore in totale
Pubblicata: 8 gennaio 2014
S T U P E N D O
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
2 persone su 2 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
6.1 ore in totale
Pubblicata: 5 marzo 2015
Uno dei giochi più particolari a cui abbia giocato. Tutto in bianco e nero e senza alcuna parola pronunciata. Veramente consigliato a chi cerca qualcosa di diverso.
L'ideale sarebbe giocarlo tutto d'un fiato, in quanto la longevità non è elevata.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente