Amnesia: The Dark Descent, a first person survival horror. A game about immersion, discovery and living through a nightmare. An experience that will chill you to the core.
Valutazione degli utenti:
Recenti:
Molto positiva (272 recensioni) - 90% delle 272 recensioni degli utenti pubblicate negli ultimi 30 giorni sono positive.
Complessivamente:
Estremamente positiva (14,061 recensioni) - 14,061 recensioni degli utenti (95%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 8 set 2010

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

Acquista Amnesia: The Dark Descent

Pacchetti che includono questo gioco

Acquista Amnesia Collection

Include 2 articoli: Amnesia: A Machine for Pigs, Amnesia: The Dark Descent

 

Informazioni sul gioco

Gli ultimi ricordi rimasti svaniscono nell'oscurità. Nella tua mente vige il disordine e la confusione, l'unica cosa chiara è la sensazione di essere braccato. Devi scappare.
Ti svegli...
'Amnesia: The Dark Descent', un survival horror in prima persona. Un gioco riguardo l'immersione, la scoperta e la vita attraverso un incubo. Un'esperienza che ti farà raggelare fin nel midollo.
Ti trascini incerto attraverso gli angusti corridoi mentre in lontananza si ode l'urlo.
Si sta avvicinando.
Esplora...
'Amnesia: The Dark Descent' ti calerà nei panni di Daniel, il quale si sveglia in un castello deserto, ricordando poco o nulla del proprio passato. Oltre ad esplorare gli inquietanti passaggi, dovrai prendere parte agli angustiosi ricordi di Daniel. L'orrore non giunge esclusivamente dall'esterno, ma anche dall'interno. Ti attende un'odissea sconvolgente negli angoli più oscuri della mente umana.
Rumore di passi strascicati? Oppure è la mente che ti gioca brutti scherzi?
Prova...
Grazie al mondo fondato su un modello fisico completo e verosimile, alla grafica 3D all'avanguardia e al sistema sonoro dinamico, la tua immersione nel gioco non incontrerà nessuna resistenza. Una volta avviato il gioco, ne manterrai il controllo dall'inizio alla fine. Niente scene precalcolate o salti temporali, tutto ciò che avviene lo vivrai direttamente sulla pelle.
Qualcosa spunta dall'oscurità. Si sta avvicinando. Veloce.
Sopravvivi...
'Amnesia: The Dark Descent' ti scaraventerà in un mondo periglioso dove i pericoli possono celarsi dietro ogni angolo. Gli unici mezzi che hai per difenderti sono nasconderti, correre e usare l'ingegno.
Ce l'hai quel che serve per sopravvivere?

Requisiti di sistema

Windows
Mac OS X
SteamOS + Linux
    • Sistema Operativo: Windows XP/Vista/7
    • Processore: 2.0 GHz - Processori economici quali Celeron e Duron necessitano del doppio della velocità
    • RAM: 2 GB
    • Hard Disk: 3 GB
    • Scheda Video: Radeon X1000/GF 6 - Il gioco potrebbe non funzionare con schede grafiche integrate o con schede troppo economiche
    Minimum:
    • OS: Mac OS X 10.5.8 or newer
    • Processor: 2.0Ghz
    • Memory: 1 GB RAM
    • Graphics: Radeon X1000/GeForce 6 (Integrated Intel Graphics not supported)
    • Hard Drive: 2GB space free
    Minimum:
    • OS: Ubuntu 12.04 LTS, Mint 13 LTS, Fedora 16, fully updated
    • Processor: 2.0Ghz - Low budget CPUs such as Celeron or Duron needs to be at about twice the CPU speed.
    • Memory: 2 GB
    • Graphics: Radeon X1000/GeForce 6 - Integrated graphics and low budget cards might not work.
    • Hard Drive: 3 GB
Recensioni dei giocatori
Sistema delle recensioni degli utenti aggiornato! Ulteriori informazioni
Recenti:
Molto positiva (272 recensioni)
Complessivamente:
Estremamente positiva (14,061 recensioni)
Pubblicate di recente
x e N o 5 4
( 6.3 ore in totale )
Pubblicata: 24 luglio
Fa paura ma meno di tu ma
SeCcUz
( 3.6 ore in totale )
Pubblicata: 12 luglio
80% delle mie ore di gioco le ho passate in un armadio
Endorphine V Bathory
( 20.8 ore in totale )
Pubblicata: 4 luglio
Davvero un bel gioco, ricco di enigmi e condito da un livello medio, ma gradevole di tensione.
La trama di Amnesia: The Dark Descent è particolare, le atmosfere sono ben riuscite e anche gli scenari - nonostante la grafica lasci un po' a desiderare - riescono ad essere suggestivi al punto giusto.
Non lasciatevi ingannare dall'inizio del gioco - almeno nel mio caso, non è stato amore a prima vista.
Non è un gioco spaventoso, ma più d'atmosfera, misterioso.

Lo consiglio sia agli amanti degli horror (soprattutto della letteratura horror) e sia a chi vuole iniziare ad addentrarsi in questo genere.
Chieftec Aishi cap
( 4.9 ore in totale )
Pubblicata: 4 luglio
BOTH ITALIAN AND ENGLISH REVIEW!

ITALIANO

Bhè che dire, un grande classico dei giochi Horror creato dagli sviluppatori di Penumbra, quindi una sicurezza!
La grafica è discreta, al tempo era buona, ma gli anni si fanno sentire.
I suoni son fatti benissimo, le ambientazioni pure e anche la narrazione, nonostante creda che questo titolo rispetto a A machine for Pigs manca di una storia credibile.
Inutile dire stra consigliato, non ci si puo' definire un giocatore di game horror se non si ha nella propria libreria Amensia: The Dark Descent.

ENGLISH

Well, what to say, it's a classic of Horror games, it has been made by the developers of Penumbra, so by buying it you'll get surely a good experience!
The graphics are not that good, but you know, time has passed since the release of this game, at the time it had good graphics, but now is something mediocre.
The sounds are well-made, same for the enviroments and the narration of the story, even tho i believe that A machine for Pigs has a fair better story.
Useless to say it's a must-have, you can't say you are an horror-games-player if you don't own this game in your Steam library!
ghostbc97
( 7.8 ore in totale )
Pubblicata: 22 giugno
Gioco fatto bene e abbastanza inquietante su certi aspetti! Mi piace, non vedo l'ora di testare SOMA
blackjack4it
( 9.7 ore in totale )
Pubblicata: 14 giugno
Amnesia: The Dark Descent è capace di tenerti sotto tensione in ogni momento. Passi da un enigma all'altro con la costante sensazione di essere osservato e proprio quando abbassi la guardia..salti sulla sedia! Consigliato a chi è cresciuto con le avventure grafiche ma desidera un (bel) po' di horror e di sana adrenalina che fa sembrare eterni anche quei momenti dove devi semplicemente abbassare una leva. E il bello è che ti viene spontaneamente da dire a te stesso "fai piano, potrebbe sentirti qualcuno". State sempre con le orecchie tese, NON tentate di affrontare qualunque cosa vi si ponga davanti (o alle spalle)...voltatevi, scappate e nascondetevi. Se proprio non potete, state al buio, ma non troppo, il buio può indurvi alla pazzia e farvi vedere cose che non esistono..o forse sì?

Consigliatissimo.
Gianlu
( 0.5 ore in totale )
Pubblicata: 25 maggio
molto bello
Caligine - Philip Stronzo ITA
( 11.1 ore in totale )
Pubblicata: 14 maggio
SINTESI DEL GAMEPLAY

A. è un avventura in prima persona basata sull'esplorazione e la risoluzione di puzzle. Ha una componente Stealth molto marcata perché dovremo essere capaci di nasconderci e aggirare nemici al momento opportuno. La parziale oscurità dell'ambiente sarà motivo di gameplay perché renderà più difficile la visualizzazione dei percorsi, ma sarà anche complice del nostro saperci nascondere. Inoltre, un'esposizione prolungata alle tenebre, ci offuscherà la vista e i sensi, rendendo più sofferente il nostro roaming fino all'accasciarsi sul terreno in preda ad ansia e pazzia. Per sopravvivere a questo buio ansiogeno ci verrà in aiuto una lanterna ricaricabile e un acciarino per accendere le torce sparse nel livello. I puzzle sono di diversa natura e spesso sfrutteranno il motore fisico del gioco che permette un interazione molto naturale con l'oggettistica: aprire porte e cassetti, lanciare sassi, girare maniglie, etc.

ESTRO ARTISTICO

La vera forza di Amnesia risiede nella regia e dunque nell'essere capace di suggestionare i nostri sensi sfruttando suoni, situazioni ed effetti psichedelici. Lovecraft ed Edgar Allan Poe strizzano l'occhio a una narrazione complessa, misteriosa, tenebrosa e decisamente horror. Diari sparsi in tutto il gioco definiranno con la loro letteratura un plot ricco, con personaggi molto ben caratterizzati, carico di colpi di scena. L'intensa atmosfera del gioco sarà sempre nostra compagna e non ci darà mai tregua... dovremo saper sopravviverne per poter aver il coraggio di continuare.
Quell'archetipo mostro che nei sogni di tutti, almeno una volta, ci ha costretti alla fuga, diventa realtà di questo gioco.
Parlando di aspetti negativi, se come regia il gioco rende molto, il level design e la grafica non sfoggiano però grossi esempi di estetica, tutta l'originalità e i criteri di questo gioco arginano questa pecca.

COMPARTO TECNICO

Il motore proprietario di Frictional Games non ha grosse pretese ma nemmeno ci regala grafica di ultima generazione. Per essere un gioco del 2011 risulta graficamente più vecchio, complici anche asset e texture non particolarmente rifiniti. I suoni invece hanno un altissima qualità.

PRO

Grandissima e suggestiva regia capace di farci vivere l'horror in modo intensissimo.
Narrazione di altissima qualità.

CONTRO

Grafica anacronistica.
Puzzle non particolarmente complessi e a volte senza senso.
La componente stealth del gameplay ha fonadamentalmente un valore psicologico, non ci sono grosse penalità nell'essere uccisi, non è Outlast per intenderci.
lagampino0
( 1.7 ore in totale )
Pubblicata: 10 maggio
Prodotto ricevuto gratis
Approfittando di una delle occasionali magie di Steam, mi sono messo in libreria, gratuitamente, quest'ottimo Horror in prima persona, che già giocai all'uscita nel 2010.

Amnesia: The Dark Descent, più che un videogame è una esperienza interattiva in prima persona, da fruire assolutamente nelle giuste condizioni ambientali e soprattutto con un buon sistema di riproduzione audio (cuffie caldamente consigliate).

La discesa nell'oscurità regala momenti di pura angoscia, un senso di ansia e pericolo costante accompagnerà l'utente durante l'intera esperienza.
Non è un titolo impegnativo, non offre puzzle ambientali particolarmente stimolanti... è un'esperienza, narrativa ed esplorativa.

Consigliato a tutti coloro, che come me, hanno apprezzato i Penumbra e agli amanti delle ambientazioni Horror... vi sembrerà di vivere in uno degli incubi di Lovecraft!
Recensioni più utili  Negli scorsi 30 giorni
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
6.3 ore in totale
Pubblicata: 24 luglio
Fa paura ma meno di tu ma
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Recensioni più utili  Complessivamente
24 persone su 24 (100%) hanno trovato questa recensione utile
2 persone hanno trovato questa recensione divertente
Consigliato
7.8 ore in totale
Pubblicata: 11 dicembre 2014
Ok. Anche solo dopo 5 ore di gioco mi sento in dovere di fare questa recensione.

Amnesia: The Dark Descent é una tipologia di horror che, ora come ora, sono "lasciati a morire". Amnesia é un VERO Survival Horror, al contrario di molti """"horror"""" recenti, che basano la """"paura"""" sullo spavento (come Five Nights at Freddy's, che non capisco come faccia ad avere una tale reputazione positiva sullo Steam Store).

Spaventarsi non é avere paura.

Per spaventare una persona basta veramente poco: andarli alle spalle ed esclamare "Buh!" quando meno se l'aspetta.
Per far paura ad una persona, serve davvero un maggior impegno.

Amnesia riesce in questo. Era da molto tempo che non riuscivo a cagarmi nelle mutande a causa di un horror (film, libro, gioco etc.) e avevo quasi "perso le speranze"... Ma con Amnesia mi sono ricreduto.

Questo gioco non riesce soltanto a farti paura, grazie al sonoro davvero eccezionale e alla ambientazione fantastica, ma é in grado di inglobarti completamente all'interno del castello di Brennenbung, luogo dove si svolge il gioco.
E' capace di, letteralmente, torturarti psicologicamente: se indossate delle cuffie, le vostre orecchie saranno continuamente bombardate di suoni inquietanti come pianti, urla, passi, rumori di catene, versi di mostri e chi più ne ha più ne metta.
Altro caratteristica geniale sono gli enigmi: infatti, sarai pur terrorizzato, ma devi comunque tenere il cervello attivo per andare avanti nel gioco.

Per chi ama l'horror, non può non giocare a questo piccolo capolavoro.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
25 persone su 29 (86%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
0.1 ore in totale
Pubblicata: 24 aprile 2014
Bello, sensazionale. I sussurri fuori campo, il vento. La porta che si apre da sola.
Oltre non sono andato però che mi stavo cagando sotto.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
17 persone su 17 (100%) hanno trovato questa recensione utile
5 persone hanno trovato questa recensione divertente
Consigliato
16.6 ore in totale
Pubblicata: 5 ottobre 2015
Ottimo prodotto, ha tutti gli ingredienti ben dosati per farvi vivere un’esperienza da paura ,all’ inizio però vi sentirete un po' a disagio perché avete una visuale un po' ondeggiante , dandovi una sensazione di nausea; tenete conto in ogni caso che il vostro personaggio non ricorda assolutamente nulla e soffre di crisi di panico , per cui dovete imparare a gestirlo con la lampada nell’inventario e i vari acciarini, usateli tranquillamente , ne troverete sempre lungo il percorso , se notate che inizia ad andare in crisi fermatevi vicino a una fonte di luce e aspettate che si calmi . Allo stesso modo imparerete presto anche quando è il momento di andare a nascondervi per evitare il mostro che vi perseguita; sinceramente ho fatto fatica ad accettare di essere inerme di fronte a questo pericolo , non mi andava proprio di accucciarmi in un angolino al buio , avrei voluto tanto acchiappare ciò che avevo sottomano tipo un legno o un bel candelabro di ferro, corrergli in contro e dargliene tante a questa specie di mummia che va in giro come uno zombi !!! Vi giuro ne avrei tratto una soddisfazione ! Sono una donna ma ho anche io una dignità da difendere ,ECCHECAVOLO!!
Ma purtroppo non è così per cui vi consiglio di camminare anche accucciati per non fare rumore e attirare incontri indesiderati . Gli enigmi non sono difficili più che altro macchinari da attivare , un consiglio : girate dappertutto entrate in tutte le porte che trovate perché gli oggetti indispensabili e le pagine da raccogliere sono disseminati dappertutto , se non fate determinate cose rischiate di bloccarvi nel gioco . Consigliato a chi ama gli horror l ’adrenalina è garantita .
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
16 persone su 21 (76%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
9.7 ore in totale
Pubblicata: 11 agosto 2014
Amnesia: The Dark Descent è un videogame sviluppato e pubblicato dalla Frictional Games nel 2010 di genere Aventura - Horror.
A parer mio questo è il videogame piu' spaventoso di tutti i tempi! Non mi riferisco in particolare alla storia principale ma alle Custom Map.
L'atmosfera è perfetta,la grafica molto carina,lo scomparto audio ottimo e la longevità mediocre.
Ciò che ho apprezzato maggiormente di questo titolo è l'atmosfera e l'interagibilità con gli oggetti.
Lo consiglio a tutti gli amanti del genere Horror.

8.5/10
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
16 persone su 21 (76%) hanno trovato questa recensione utile
2 persone hanno trovato questa recensione divertente
Consigliato
7.6 ore in totale
Pubblicata: 12 aprile 2015
Acquistato il pacchetto completo del brand Amnesia su un sito di rivendità, vediamo se si meritano la tanto decantata popolarità che li segue nel panorama horror.

COMPRALO PERCHE
-Graficamente, pur essendo un indie, si difende bene, regalando stanze ricche di particolari (anche se la maggior parte ripropongono gli stessi oggetti) e qualche passaggio davvero ispirato....
-Comparto Sonoro Buono, le OST rendono il tutto più angosciante e i rumori ambientali son talmente frequenti che, giocato con delle cuffie, potrebbero far sobbalzare più di una volta il giocatore senza che effettivamente il pericolo sussista;
-Lato Gameplay regala degli ottimi puzzle ambientali, situazioni sempre fresche e cariche di tensione.... Non vi è possibilità di combattere i nemici se non lanciandogli barili ed oggetti di fortuna o sbattendogli porte in faccia nascondendosi subito dopo per uscire dal loro campo visivo. Ottima Aggiunta l'opzione della proprie psiche che rende ancora di più le varie fasi morte del gioco ancor più angoscianti...non vi è comunque da dire molto, i comandi son basilari e improntati sul realismo.
-Storia Ben Narrata anche se non sarà l'incipit principale nel completare il titolo (vista anche la forma non visiva e ricca di flashback con cui viene narrata)...vi è anche da dire che una volta terminato il titolo, vi chiederete come mai è stato narrata in questa maniera.

NON COMPRARLO PERCHE
-Presenza di Bug Grafici ed improvvisi cali di Frame anche su configurazioni di tutto rispetto, a cui aggiungiamo una non perfetta IA del Nemico possono limitare in parte il gameplay (nulla di Gamebreaking per fortuna)
-Longevità Non Elevata per il costo a cui viene proposto (alto per un indie)

A tutti quelli che cercano un buon horror ricco di tensione e qualche jumpscare, questo è il titolo che fa per voi...attenzione però, la risoluzione dei vari puzzle non è sempre immediata, ma soprattuto è certamente guidata indi si presta ad un pubblico mediamente più avvezzo al videogioco.

VOTO 70/100
Come primo titolo ci siamo certo, se lo giocavo prima di Alien Isolation lo avrei premiato ancor di più per la tensione che sa regalare, è comunque un buon primo passo e con alcuni accorgimenti (Cambiare tipologia di narrazione, migliorare l'IA del "cacciatore", etc.) potrebbe diventare un punto di riferimento per il mondo indie dell'horror vero e proprio (non quelli che ti fanno i boo e poi non ti lasciano dentro niente se non le risate)




Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
6 persone su 6 (100%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Consigliato
9.7 ore in totale
Pubblicata: 14 giugno
Amnesia: The Dark Descent è capace di tenerti sotto tensione in ogni momento. Passi da un enigma all'altro con la costante sensazione di essere osservato e proprio quando abbassi la guardia..salti sulla sedia! Consigliato a chi è cresciuto con le avventure grafiche ma desidera un (bel) po' di horror e di sana adrenalina che fa sembrare eterni anche quei momenti dove devi semplicemente abbassare una leva. E il bello è che ti viene spontaneamente da dire a te stesso "fai piano, potrebbe sentirti qualcuno". State sempre con le orecchie tese, NON tentate di affrontare qualunque cosa vi si ponga davanti (o alle spalle)...voltatevi, scappate e nascondetevi. Se proprio non potete, state al buio, ma non troppo, il buio può indurvi alla pazzia e farvi vedere cose che non esistono..o forse sì?

Consigliatissimo.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
5 persone su 5 (100%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Consigliato
8.3 ore in totale
Pubblicata: 27 settembre 2015
RECENSIONE AMNESIA: THE DARK DESCENT

"Preparatevi ad affrontare un tortuoso viaggio attraverso i meandri più oscuri della mente umana"

Amnesia: The Dark Descent non è un titolo per tutti, ma se riuscirete a tenere a bada la tensione vi ritroverete in un' avventura all' interno di un castello caratterizzato in maniera fantastica, in cui la storia, il misticismo e la psiche umana si fondono in un mix ottimamente riuscito.
Sin dalle prime fasi di gioco ci viene chiarito che Daniel, il protagonista della storia, non è assolutamente in grado di difendersi dai pericoli che affronterà strada facendo; per questo, l' unica arma che ci ritroveremo sarà l'uso dell'intelletto e dello sfruttamento delle ombre a nostro vantaggio per sgattaiolare via da situazioni critiche.
Il gameplay consiste in un' alternanza di fasi esplorative, che richiedono l' utilizzo di oggetti trovati in giro per le mappe di gioco, e fasi in cui dovremo evitare alcuni abomini che vorranno farci la pelle. Sottolineo in maniera particolare le fasi esplorative, condite da numerosi enigmi ambientali che riguardano macchinari da attivare, elementi chimici da combinare, che a mio parere risultano ben riusciti e che permettono di tirare il fiato dopo momenti carichi di tensione. Niente di particolarmente difficile sia chiaro, ma apprezzabile in quanto permette di avanzare nella trama in maniera costante senza pause.
Oltre agli oggetti chiave che ci permetteranno di proseguire, esplorando con perizia le mappe è possibile trovare dei cerini che permettono di illuminare le stanze, oltre che delle dosi di olio, che permettono un utilizzo prolugato della lampada che porteremo con noi, fondamentali per manterere la salute psichica di Daniel a livelli accettabili. Inoltre, la presenza di numerosi testi e note, permette di ampliare la trama ed ottenere utili indizi o veri e propri suggerimenti per gli enigmi ambientali.
Altro aspetto che eccelle nella produzione è il comparto audio; l' esplorazione del castello è un susseguirsi di rumori ambientali, gemiti e altri indicibili versi, mentre le musiche alternano toni cupi durante le fasi più disturbanti, a toni nettamente più confortanti in altri, in cui il titolo regala scorci artistici di alto livello.
Per quanto riguarda la trama, evito di scendere nei particolari, ma la vicenda vissuta da Daniel riesce a tenere alta l' attenzione per tutta la durata del titolo.
Siete ancora qui? Allora indossate le cuffie e spegnete la luce, Amnesia vi aspetta!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
4 persone su 4 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
7.5 ore in totale
Pubblicata: 13 gennaio 2014
Magnifico, sempre pauroso e mai noioso.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
4 persone su 4 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
3.5 ore in totale
Pubblicata: 4 gennaio 2015
Spettacolare! Un gioco con delle atmosfere uniche, uno dei pochi giochi che è riusciuto a mettermi ansia e paura (e a non farmi dormire la notte). Se siete in cerca di un gioco di avventura leggermente sopra le righe questa fa per voi!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente