Ancora più caos, più distruzione, più Rufus. Ben tre Rufus scateneranno ogni tipo di pandemonio nella commedia avventurosa point&click a lungo attesa, Goodbye Deponia: L'Organon pianifica la distruzione di Deponia, l'amabile Goal è scomparso (ancora una volta) e sembra proprio che l'anti-eroe Rufus continui ad averla vinta su tutti.
Valutazione degli utenti: Molto positiva (764 recensioni) - 764 recensioni degli utenti (87%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 17 ott 2013

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

Acquista Goodbye Deponia

Acquista Goodbye Deponia Premium

Includes the soundtrack, concept art, deponia animation workbook and “Introduction to the Deponia world” book.

Pacchetti che includono questo gioco

Acquista The Daedalic Armageddon Bundle

Include 11 articoli: Deponia, Chaos on Deponia, Goodbye Deponia, The Whispered World Special Edition, The Dark Eye: Chains of Satinav, A New Beginning - Final Cut, Memoria, The Night of the Rabbit, Edna & Harvey: The Breakout, Edna & Harvey: Harvey's New Eyes, 1954 Alcatraz

 

Aggiornamenti recenti Mostra tutto (5)

20 ottobre 2015

Hot News: "Goodbye Deponia" is now available with Spanish subtitles and Italian voice-over & texts!

We're very happy to announce that our Italian fans can now enjoy "Goodbye Deponia" in their native language. Additionally, our Spanish fans can play "Goodbye Deponia" with Spanish subtitles.

This version is available automatically to all new players. For players who already have a version of "Goodbye Deponia", the Italian version and Spanish subtitles will be available after the next automatic Steam update.

Qué te diviertas!
Buon divertimento!
Your team Daedalic

39 commenti Altre informazioni

Recensioni

“A cool story with many twists, relatively complex puzzles, but most of all the brilliant, omnipresent humor make Goodbye Deponia the best part of the trilogy - and Daedalic finally a worthy heir of LucasArts.”
9.5/10 – GamersGlobal

“Goodbye Rufus and goodbye Deponia. Even 20 years from now, I certainly will remember our trip fondly, telling everyone what a good ride we've had. You will be missed, but not forgotten. Farewell!”
9/10 – Gamereactor

“The dialogue, the bizarre characters and the slapstick humor measure up to those of 'Day of the Tentacle'.”
91% – GameStar

Informazioni sul gioco

Ancora più caos, più distruzione, più Rufus. Ben tre Rufus scateneranno ogni tipo di pandemonio nella commedia avventurosa point&click a lungo attesa, Goodbye Deponia: L'Organon pianifica la distruzione di Deponia, l'amabile Goal è scomparso (ancora una volta) e sembra proprio che l'anti-eroe Rufus continui ad averla vinta su tutti.

Tutto ciò che desiderava l'inventore e spirito libero Rufus era abbandonare il pianeta di Deponia e trasferirsi a Elysium, il paradiso che orbita attorno a Deponia come se fosse una nave spaziale riservata ai ranghi più elevati della società. Goal, l'ex ragazza di Elysian di cui Rufus è ancora follemente innamorato, sembra ancora essere la chiave della sua ricerca...e l'ascensore che lo porterà nello spazio. Alla fine, Rufus ha escogitato un piano perfetto.

E come se non bastasse, tutto quello che potenzialmente sarebbe potuto andare storto all'improvviso prende davvero una brutta piega. Rufus si ritrova (all'inizio è mascherato) in una crociera in alto mare tra gli austeri ufficiali dell'Organon, mentre non c'è ancora traccia di Goal. Quando Rufus si imbatte in una macchina di clonazione, crede di aver trovato la soluzione. Una copia clonata dovrebbe aiutarlo a uscire da questa difficile situazione. Ma un errore inatteso "inspiegabile" causa delle complicazioni e Goal sfugge di nuovo dalle mani del nostro eroe. Ora, deve risolvere tre problemi principali: Deve trovare nuovamente Goal, raggiungere l'Elysium ed evitare che l'intero pianeta di Deponia venga distrutto per mano di Organon.

Tre problemi che solo i Rufus possono risolvere – perciò lo sfortunato inventore decide di clonare se stesso! Questo porta ad alcune pazze diramazioni per il giocatore: In Goodbye Deponia, il giocatore ha occasionalmente bisogno di tenere sotto controllo tutti e tre i
Rufus, utilizzandoli insieme per portare a termine le missioni – anche se Rufus fa davvero del suo meglio.

Goodbye Deponia è l'epica conclusione della trilogia di Deponia e il seguito del miglior gioco tedesco del 2013 (German Computer Game Awards).
La premiata serie Deponia include tre stravaganti serie avventurose provenienti dal pianeta Deponia. La trilogia classica point&click alletterà non solo i fan della commedia ma anche i veterani e chi si approccia per la prima volta al genere avventura. Le serie umoristiche di Deponia impressionano per la loro bellissima grafica tipica dei fumetti, disegnata a mano in 2D, per i dialoghi sarcastici e una buona dose di black humor. Ha ricevuto numerosi premi, incluso il premio German Computer Game Award (Deutscher Computerspielpreis) e tanti altri premi da altri sviluppatori tedeschi.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI


  • Una classica avventura point&click in un mondo unico, sulla scia della tradizione di Douglas Adams, Terry Pratchett e Matt Groening
  • Dai creatori di Memoria, Edna & Harvey: The Breakout, A New Beginning ed Edna & Harvey: Harvey's New Eyes
  • Una conclusione epica delle iconiche serie di Deponia.
  • Stile dei fumetti unico con grafica disegnata a mano HD in 2D
  • Scene di intermezzo con musica e piacevoli animazioni.

Requisiti di sistema

Windows
Mac OS X
SteamOS + Linux
    Minimi:
    • OS: Windows Vista/7/8
    • Processor: 2.5 GHz Single Core Processor or 2 GHz Dual Core Processor
    • Memory: 2 GB RAM
    • Graphics: OpenGL 2.0 compatible with 256 MB RAM (Shared Memory is not recommended)
    • Storage: 3 GB available space
    • Additional Notes: Mouse
    Consigliati:
    • OS: Windows Vista/7/8
    • Processor: 2.5 GHz Single Core Processor or 2 GHz Dual Core Processor
    • Memory: 2 GB RAM
    • Graphics: OpenGL 2.0 compatible with 512 MB RAM (Shared Memory is not recommended)
    • Storage: 3 GB available space
    • Additional Notes: Mouse
    Minimi:
    • OS: Lion (10.7)
    • Processor: 2 GHz (Dual Core) Intel
    • Memory: 2 GB RAM
    • Graphics: 256 MB RAM
    • Storage: 3 GB available space
    • Additional Notes: Mouse
    Minimi:
    • OS: Linux x86_64
    • Processor: 2.5 GHz Single Core Processor or 2 GHz Dual Core Processor
    • Memory: 2 GB RAM
    • Graphics: OpenGL 2.0 compatible with 256 MB RAM (Shared Memory is not recommended)
    • Storage: 3500 MB available space
    • Sound Card: OpenAL compatible
    • Additional Notes: Mouse
Recensioni utili
4 persone su 4 (100%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
11.8 ore in totale
Pubblicata: 15 novembre 2015
Grazie a FX che ha dato vita alla campagna kickstarter sulla Traduzione Italiana di Testo e sopratutto parlato di questo ultimo capitolo della saga di Rufus, mi trovo finalmente qui a dare un parere sull' atto conclusivo delle avventure a Deponia, sarà un finale di storia degno di tal nome? Scopriamolo.

COMPRALO PERCHE
- Graficamente si presente ne più ne meno che come i precedenti capitoli di questa simpatica saga. Infatti, il motore di gioco Visionaire (proprietario della Daedalic) riesce anche in questo capitolo a far la porca figura regalando un lato artistico e di prestazione (girerà anche su un tosta pane) del tutto simile alle miglior produzioni animate. Davvero un piacere sia da guardare che da giocare. (Anche in questo capitolo di Stile ne ha a pacchi)
-Il Comparto sonoro è da premiare, punto....noto comunque un lieve calo nella qualità di doppiaggio e di Lipsync rispetto agli scorsi capitoli, il gioco si lascia comunque ascoltare che è un piacere e mi tocca ammetere che, il doppiaggio italiano è quello in assoluto più azzeccato per le avventure di Rufus e Co. (Troverete qualche personaggio doppiato da amatori, non spaventatevi è tutto dovuto alla campagna crowfunding svolta)
-Lato ludico il titolo si presenta ne più ne meno come il classico delle avventure punta e clicca. I picchi di difficoltà son calati e seppur noto una certa casualità in un paio di enigmi devo dire che è un titolo che si lascia pienamente giocare anche a chi, di questo genere, non ne è molto avvezzo. Tutorial esaustivo
-Come dicevo ad inizio recensione è l'atto conclusivo della storia di Rufus e quindi ci si ritroverà a titolo completato a tirare un pò le somme dell'intera saga. Normalmente una narrazione del capitolo finale in questa maniera l'avrei bocciata (si è ritornato agli sketch infantili di Rufus del primo episodio e si è perso quel minimo di maturità che si era raggiunta nel secondo capitolo). E' vero, sicuramente questo capitolo non ha il finale scoppiettante del primo e non avrà l'abilità narrativa del secondo (sotto certi aspetti anche la profondità intrinseca della storia dello stesso) ma si lascia seguire non regalando buchi neri nel corso della propria narrazione e regalando di tanto in tanto colpi di scena (certi prevedibili ma comunque godibili e apprezzabili). Il Finale spacca decisamente il tutto ma, per quanto mi riguarda, è stata dopotutto, la miglior scelta da parte di Daedalic per lasciarti davvero qualcosa dopo averlo giocato!
-La longevità si attesta su Buoni Livelli infatti, anche per questo capitolo, non riusciremo a finirlo se non prima di aver superato abbondantemente le 10 ore di gioco (per un totale di 30ore per l'intera saga....mica male per un low budget)
-Il Canzoniere Huzzah

LASCIALO A STEAM PERCHE
-Occorre necessariamente giocare ai precedenti capitoli (in aiuto di questo fattore arriva la Complete Edition che li racchiude tutti)
-Chi non ha apprezzato i precedenti capitoli non apprezzerà certamente questo
-Risoluzione ai vari enigmi proposti dai giochi decisamente inferiore e con quel "brio" in meno che avevano i precedenti capitoli

Che dire se non: "Ottimo lavoro Daedalic!"
Era da Monkey Island che non mi divertivo così tanto con un punta e clicca ed il doppiaggio italiano e quella chicca in più che te lo fanno letteralmente amare. Certo, se siete amanti dei punta e clicca belli tosti forse questo non è un titolo che saprà soddisfare i vostri palati ma vi posso assicurare che le ore che dedicherete a questo titolo saranno sicuramente ben utilizzata (anche se per alcuni di voi, un finale del genere, potrebbe ampiamente deludere....ma vi consiglio di riguardarvi bene indietro e vedere ciò che è realmente accaduto in questa divertentissima saga)

VOTO al singolo capitolo 80/100
VOTO all'intera SAGA 85/100
Non siamo riusciti purtroppo ad elevare la saga di Rufus a Masterpiece (forse più per colpa degli enigmi che per colpa della storia) ma sicuramente è un titolo che non deve assolutamente mancare a chi si riten fan, delle avventure grafiche
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
3 persone su 3 (100%) hanno trovato questa recensione utile
7.8 ore in totale
Pubblicata: 7 settembre 2015
Fine della trilogia, fine delle peripezie di Rufus. Nonostante alcune approssimazioni e dimenticanze, il finale di Deponia è di quelli col botto, con numerosi spunti di discussione. In ogni caso, per chi ha giocato i primi due, non ci sono scuse che reggano: ha l'obbligo morale di acquistare e giocare Goodbye Deponia.

Cheers...all'idiota che non ti aspetti.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
3 persone su 4 (75%) hanno trovato questa recensione utile
18.3 ore in totale
Pubblicata: 24 ottobre 2015
finalmente in italiano!!!!!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
20.5 ore in totale
Pubblicata: 25 ottobre 2015
Addio Deponia non è solo un degno prodotto che chiude una trilogia cominciata qualche anno fa , ma è anche una delle migliori avventure grafiche di sempre , che tende a coinvolgerti tantissimo con una bellissima trama , dialoghi divertenti e strampalati , ed enigmi che sanno mettere alla prova la logica ,seppur sono lontani dai livelli avuti con la Lucas anni 90' .
Con un totale di 20 ore spese in pochissimi giorni , posso dire di aver divorato un videogioco pazzesco , che si piazza ai livelli del primo Deponia ,e poco manca che lo supera .
Qui si sente il bisogno di ringraziare non solo la Daedalic , ma anche chi ha contribuito a far si che Addio Deponia venisse doppiato(eh porca t+++ che doppiaggio signori !) in italiano come era accaduto gia coi primi 2 episodi . Perchè proprio con l apporto dei bakers che si è potuto assistere ad un divertimento maggiore attraverso dei personaggi straordinariamente caratterizzati e con voci magnifiche, fattore che manca nelle avventure grafiche di oggi che in maggioranza vengono messe sul mercato con i soli sottotitoli .
A livello di gameplay vanno segnalati numerosi omaggi e citazioni ad altri film o videogiochi famosi e alcune sequenze di gioco che vogliono omaggiare Day of the tentacle (giocando capirete da soli).Il gioco propone una varietà enorme di enigmi e spesso anche basati su minigiochi all'apparenza stupidi ,ma che non lo sono .
Quello che ovviamente mi aspettavo era un finale decente e sono stato sorpreso in positivo . Di sicuro ci sarà quello che romperà criticando che ha perso il proprio tempo giocandoci ,ma per me è stata una bellissima esperienza videoludica .
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
27 persone su 31 (87%) hanno trovato questa recensione utile
3 persone hanno trovato questa recensione divertente
13.0 ore in totale
Pubblicata: 9 ottobre 2015
The final chapter of developer Daedalic Entertainment's award-winning point-and-click adventure series is sadly coming to a close. Goodbye Deponia completes the trilogy following the exploits of one of the most hilarious antiheroes ever to grace the gaming scene. Since the first game, Rufus has failed in every attempt to escape the garbage world of Deponia and enter a life of luxury on the floating spaceship city called Elysium. Does Goodbye Deponia finally see our "hero" achieve his dream? Well, no spoilers here. You'll have to finish the story and see for yourself.

What I can tell you is that Goodbye Deponia keeps the exact gameplay formula from the past games, but cranks up the insanity to stratospheric levels. I wouldn't have thought it possible after some of the jaw-dropping moments found in the second game of the series, Chaos on Deponia. After all, we saw Rufus offer a shoe to a homeless person to eat, purposely get our leading lady Goal struck by lightning, and knowingly had baby dolphins chopped up and processed into cans of tuna.

I kept wondering whether Goodbye Deponia would finally see Rufus mature, and even find his moral center. Nope. Rufus is just as egotistical, self-congratulatory, and selfish as ever, with a horseshoe shoved firmly up his ♥♥♥♥. At times, you'll be ashamed at yourself for laughing at some of his pranks, but it's impossible not to. The scriptwork in this final chapter is absolutely flawless, and delivered pitch perfect by the veteran cast of voice actors.

But it's not just Rufus and his antics that deliver a gold-star performance. The entire ensemble is crafted with loving care, each character with their own personality that after two games you will have found yourself emotionally attached to: Doc as the master tinkerer that Rufus is always trying to belittle, Bozo and his pacifist nature, even Rufus' snobbish "twin" Cletus, whom you're never quite sure who's side he's on. And lest we forget Goal, whom Rufus tries to charm to no end, who is more adorable than ever... you'll see why.

As a point-and-click adventure game, Goodbye Deponia follows all the standard conventions. Gameplay consists of jaunting through areas, searching for items to pick up and interact with, with puzzles scattered around that require solving in order to advance the story. However, the Deponia series crashes through conventional realism barriers due to the nature of the story and the idea that any item can be plausibly accepted by the player since the action occurs on a planet comprised of trash. Thus, Goodbye Deponia requires you to think outside of the box... way outside. Any obtainable object can be placed in Rufus' coat pockets, no matter the size, whether it's a living creature or an open flame. These objects can sometimes be combined to create new items.Characters help at impasses by retaining any conversation options that provide hints to solving the particular dilemma.

Visually, Goodbye Deponia is as gorgeous as ever. It's not so much a technical improvement over the last two games, but rather a clear sense of style and creativity that comes from Daedalic's artist, and the dedication that goes into each hand-drawn scene. The background animations in each area depict the dilapidation of the garbage world, although the actual travel of each character has set animations that at times feels out of place.

The music and sound effects feel genuine to the backdrop. Everywhere you go there are oddly constructed gadgets and poorly maintained appliances that fizzle, rattle, and chug along. The ambient music is filled with industrial-style synthesized beats, all very appropriate to the scene. And of course, the break in between each chapter is one I eagerly look forward to, where our banjo-playing bard of a narrator regales us with a jovial recap of the action and the manly chorus closes it out, followed by an epic orchestral climax

I apologize for anyone hoping for more tidbits about the story itself, but as the final chapter in a cult-inducing series, I have little doubt that fans will want to experience each sidesplitting moment of Goodbye Deponia for themselves. It is a great finish to a truly original tale, and a trilogy that anyone not already familiar with the series should absolutely purchase and enjoy. The only tragedy of Goodbye Deponia is that it truly is the final farewell to all our friends on Deponia.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente