Nei panni del miglior detective di sempre dovrai scovare indizi, interrogare i sospetti e svelare un mistero in una storia piena di colpi di scena!
Valutazione degli utenti:
Recenti:
Molto positiva (15 recensioni) - 86% delle 15 recensioni degli utenti pubblicate negli ultimi 30 giorni sono positive.
Complessivamente:
Molto positiva (1,464 recensioni) - 1,464 recensioni degli utenti (84%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 25 set 2012

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

Acquista Testament of Sherlock Holmes

Pacchetti che includono questo gioco

Acquista The Sherlock Holmes Collection

Include 6 articoli: Sherlock Holmes - Nemesis, Sherlock Holmes versus Jack the Ripper, Sherlock Holmes: The Awakened - Remastered Edition, Sherlock Holmes: The Mystery of the Persian Carpet, Sherlock Holmes: The Silver Earring, The Testament of Sherlock Holmes

 

Recensioni

“One of the legendary sleuth's greatest investigation”
8 out of 10 – GameSpot

“A Testament to the genre”
4.5 out of 5 – Gamezebo

“It is every bit as gripping as you would expect from a tale about the great detective”
8 out of 10 – Hooked Gamers

Informazioni sul gioco

TU SEI SHERLOCK HOLMES E QUESTA È LA TUA INDAGINE!

Impersona il più grande di tutti gli investigatori in Il testamento di Sherlock Holmes, un grande gioco d'indagine ambientato in una Londra del 1898 fedelmente riprodotta. Sospettato in un caso di furto, frode e fraudolenza, Sherlock Holmes affronterà una vera e propria discesa negli inferi, in quello che diventerà senza dubbio uno dei suoi casi più emozionanti. Ritroverai tutti gli elementi di una grande indagine: dovrai esaminare le scene del crimine, trovare indizi, seguire piste, interrogare i sospettati e svelare il mistero celato dietro una grande avventura, con una trama mozzafiato, ricca di colpi di scena!

Caratteristiche principali:

  • Conduci l’indagine più oscura di Holmes: esamina scene del crimine, trova indizi, interroga i sospettati
  • Scopri il lato oscuro di Sherlock Holmes in una storia mozzafiato, ricca di colpi di scena
  • Scopri nuovi indizi e nuove piste esplorando dettagliate località londinesi

Requisiti di sistema

    Minimi:
    • Sistema Operativo:WINDOWS XP SP3/WINDOWS VISTA SP2/WINDOWS 7
    • Processore:AMD/INTEL DUAL-CORE 2 GHZ
    • Memoria:2048 MB RAM
    • Grafica:ATI RADEON HD 2600 XT/NVIDIA GEFORCE 8600 GT DA 256 MB O SUPERIORE 100% COMPATIBILE CON DIRECTX 9 E SHADER 3.0
    • DirectX®:9.0c
    • Hard Disk:14 GB di spazio su disco
    • Audio:COMPATIBILE CON DIRECTX 9
Recensioni dei giocatori
Sistema delle recensioni degli utenti aggiornato! Ulteriori informazioni
Recenti:
Molto positiva (15 recensioni)
Complessivamente:
Molto positiva (1,464 recensioni)
Pubblicate di recente
admcmei
9.1 hrs
Pubblicata: 9 agosto
Secondo me il migliore della saga finora (cioè, fino alla sua uscita, non ho giocato ai due seguiti). Dopo il precedente deludentissimo e poco ispirato capitolo la saga fa un salto di qualità gigantesco a partire dal reparto grafico finalmente all'avanguardia. La storia è avvincente con un'ottima cornice e un bel colpo di scena finale, le meccaniche interessanti e ben congegnate e i puzzle mediamente molto divertenti, non facili ma nemmeno troppo oscuri, nel senso che si capisce quasi sempre subito almeno la meccanica. Per me gioco promosso a pieni voti. Unico difetto ogni tanto (di solito all'inizio di una "scena") i fps mi crollavano da 60 a 30 creando un effetto abbastanza sgradevole ma della durata di un paio di secondi quindi insomma, niente di grosso. Peccato per le cutscene, come capita spesso nei gioci moderni finiscono per essere peggiori visivamente della grafica in-game. Carini i credit finali.
Barbarezza
8.6 hrs
Pubblicata: 27 luglio
No.
La trama in generale è molto carina, ma presenta veramente TROPPI buchi e troppe forzature, e la narrazione non è esattamente delle migliori (nonostante sia semplicissima allo stesso tempo, io sul serio non capisco come hanno fatto).
Per carità, su altri tipi di gioco avrei anche sorvolato, ma su un'avventura grafica mi aspetto sicuramente che non ci siano errori di questo genere sulla sceneggiatura e sullo sviluppo.
Animazioni a dir poco pessime,veramente, e riciclate più e piu volte in situazioni dove palesemente sono fuori luogo.
Il personaggio di Sherlock è ben caratterizzato tuttavia, e rispecchia abbastanza bene quello originale, quindi almeno si rimane poco delusi da questo punto di vista.
Ergo, se siete fan del detective inglese, forse vi potrebbe regalare qualcosa.
lucasart
10.2 hrs
Pubblicata: 11 luglio
The Testament of Sherlock Holmes, avventura grafica del 2012 targata Frogware, è probablmente la migliore rappresentazione videoludica dell'essenza del celebre personaggio di Doyle, sia sul piano narrativo che su quello puramente investigativo.

In questa nuova avventura ambientata nella Londra del 1898 troveremo Sherlock Holmes quale principale sospettato in un caso di furto, frodi e inganni. Non essendo in grado di dimostrare la propria innocenza, Holmes inizia rapidamente s a perdere la fiducia dei concittadini di Londra, della polizia di Scotland Yard e persino quella del dottor Watson incomincerà a vacillare.

Iniziamo col dire che, quasi fino alla fine del gioco, i ragazzi di Frogware sono riusciti a mettere in scena una trama ottima, piena di tensione e colpi di scena. Partendo da un caso molto semplice, che funge da tutorial per il giocatore, passeremo tra brutali omicidi e complicati inganni e pian piano condivideremo tutti i dubbi che sconvolgeranno il fidato dr Watson. Tutta la parte centrale dell'avventura è magistralmente curata, fino al grande plot twist, un po' telefonato per chi è affine al personaggio ma comunque ben orchestrato. La parte finale, purtroppo, è quella che funziona meno, mancando soprattutto del mordente che si respira nelle fasi precedenti.

Per quanto riguarda il gameplay, il gioco offre una sfida adeguata in cui l'ottima esplorazione e la risoluzione di enigmi risultano ben bilanciati. Non ci troveremo quasi mai a dover combattere contro il "pixel hunting" spinto, ed è un bene visto l'enome quantità di puzzle e oggetti interattivi che caratterizzano gli innumerevoli scenari. I momenti migliori sono sicuramente quelli legati alla ricerca di indizi nelle varie scene del crimine, che regalano un'atmosfera alla CSI dell'Ottocento. Meno riusciti, invece, quei diversi puzzle meccanici e quelli basati su logiche matematiche, non tanto per la loro poca pertinenza con il resto o per la loro difficoltà ma per il fatto che spesso sono macchinosi e poco chiari, allungando così artificialmente i tempi di gioco.
A tutto ciò, infine, si aggiunge una piacevole variazione sul tema, ovvero il sistema di deduzioni: quando avremo raccolto e analizzato tutti gli indizi presenti in una determinata locazione, si sbloccherà un taccuino dove dovremo ricostruire quanto accaduto sulla scena del crimine. Sono momenti rari, 3 in totale, che ben richiamano la caratterizzazione del celebre investigatore, tuttavia abbastanza lineari, potremo sbagliare tranquillamente senza ripercussioni, e che soprattutto non si collegano al sistema di dialoghi, anch'essi pochi e senza possibilità di errore. Un peccato.

Dal punto di vista tecnico, il gioco si difende piuttosto bene: il motore grafico, pur non brillando per leggerezza e ottimizzazione, regala scorci di Londra suggestivi e pieni di atmosfera, curati nei minimi particolari. Altrettanto buoni i modelli dei vari personaggi, anche quelli delle comparse, anche se queste soffrono di una certa ripettività. Particolare, la possibilità di utilizzare tre diverse visuali, in prima persona, in terza e in un sistema che ricorda le avventure con fondali statici. Un interessante scelta che serve ad accontentare tutti; peccato che, a causa della rigidità dei movimenti, è praticamente consigliata solo la prima persona.
Doppiaggio ottimo quello inglese, l'accento British dei vari personaggi è molto piacevole da ascoltare, peccato non sia perfettamente sincronizzato con il labiale.

In definitiva, The Testament of Sherlock Holmes è un'avventura che farà felici tutti i fan dell'investigatore di Doyle e, più in generale, chiunque è alla ricerca di un gioco scritto bene, longevo (minimo 12 ore) e con enigmi all'altezza dei migliori esponenti del genere.
raindog84
8.8 hrs
Pubblicata: 19 marzo
Bell'episodio, lungo e coinvolgente.
Don Piano
40.4 hrs
Pubblicata: 4 marzo
Questo capitolo rispolvera i lati più controversi di Sherlock Holmes, forse la prima a dipingere il personaggio in un modo più simile a come l'ha concepito il suo autore originale.

Una grafica molto più accattivante accompagna una narrazione fatta di scelte quanto meno discutibili e dubbi sulla natura stessa del nostro "eroe": il fine giustifica i mezzi?
Un dilemma costante con cui arrovellarsi, soprattutto una volta giunti di fronte a Danny "l'incudine".

Diversi casi e varie location, il tutto concatenato da una trama orizzontale che, come detto più su, ricalca i racconti classici confezionando una buona avventura ricca di azione, colpi di scena e puzzle, anche piuttosto impegnativi.

Tirando le somme: piuttosto interessante, da provare se non altro per sperimentare il gameplay davvero originale.
Lucafg
14.2 hrs
Pubblicata: 19 febbraio
Ho giocato a tutte le avventure grafiche di Sherlock Holmes e le trovo tutt'ora divertenti, rispettose del personaggio e in grado di far rivivere le atmosfere dei libri di Conan Doyle. Anche questa non fa eccezione. Se vi avvicinate per la prima volta alla serie, consiglio di iniziare con l'ultimo titolo, Crime & Punishment.

Voto: 7.75/10
D2OTTO
14.1 hrs
Pubblicata: 1 febbraio
In questo gioco vestirete i panni sia di Sherlock che di Watson, e vi ritroverete a cercare indizi per un caso in cui sembra coinvolto... lo stesso Holmes!
Gioco sicuramente intrigante, pieno zeppo di enigmi che a volte sono lampanti, altre volte un po' meno, ma praticamente tutti belli!
Unica pecca è il sistema "intuizionistico" di Sherlock, che molto spesso riporta in luoghi già visitati. La storia però compensa alla grande questo difetto!
Gioco bellissimo, con un finale che merita!
Il Vile Ezio Greggio
33.2 hrs
Pubblicata: 9 gennaio
Un ottim rompicapo, molto belli gli enigmi alcuni anche relativamente difficili. Consigliato.
Sasuke Uchiha
14.1 hrs
Pubblicata: 18 dicembre 2015
Bel gioco a parte qualche problema di calo di frame rate che ho visto essere presente anche su consolle, ma che essendo una avventura investigativa nella quale non bisogna sparare a destra e sinistra non da particolarmente fastidio. la trama è molto bella, gli enigmi alcuni difficili altri no, se siete fan del grande ma strambo sherlock è un must.
spinhead82
46.0 hrs
Pubblicata: 5 dicembre 2015
Il gioco è anche carino, ma crasha davvero troppo. Consigliatissimo salvare prima di qualsiasi caricamento o animazione. I minigiochi presentano una difficoltà ben studiata e risultano divertenti. Però a volte proprio non va di rifarli perchè il client è crashato. Se vi affascina da sempre la figura di Sherlock Holmes (probabile se state leggendo) compratelo, ma solo se con una buona offerta. Un prezzo adatto è 8-10 euro.
Dimenticavo: in realtà la trama si svolge quasi in automatico, a voi tocca girare per solo raccogliere le prove, effettuare le deduzioni da una lista limitata di opzioni e giocare ai sottogiochi. L'interazione con oggetti e personaggi inutili è praticamente impossibile. Vediatelo quindi come un film interattivo con qualche minigioco.
Recensioni più utili  Complessivamente
6 persone su 7 (86%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Consigliato
21.8 ore in totale
Pubblicata: 18 gennaio 2015
"Elementare, Watson."

PROS:
-Storia inedita e avvincente
-Personaggi principali carismatici
-Gameplay solido
-Comparto grafico nel complesso gradevole
-3 visuali di gioco disponibili (terza persona, prima persona e visione assonometrica)
-Buona ricostruzione della Londra vittoriana (sia dal punto di vista estetico che storico) che favorisce l'immersione del giocatore

CONS:
-Doppiaggio insufficiente
-Bug occasionali
-Manca il doppiaggio audio italiano
-Enigmi talvolta frustranti a causa delle istruzioni parziali che ci fornisce il gioco
-Comparto tecnico poco curato
-Una o due sequenze non molto ispirate

Lo studio indipendente Frogwares riesce a portare in scena una storia inedita davvero coinvolgente e ben costruita, senza storpiare il personaggio e l'atmosfera dei romanzi di Sir Arthur Conan Doyle. Se siete appassionati di gialli, di avventure grafiche o, in particolare, di Sherlock Holmes, non rimarrete delusi. Assolutamente consigliato.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
4 persone su 4 (100%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Consigliato
16.0 ore in totale
Pubblicata: 3 novembre 2015
I punti forti di questa avventura grafica sono il soggetto e la giocabilità.
La storia è avvincente, divertente e in grado di offrire qualche buon colpo di scena. Gli enigmi e le indagini non sono mai gratuiti e di difficoltà media. Il desiderio di scoprire come si svolgerà il racconto tiene attaccati al video e la non eccessiva complicazione dei puzzle non inficia la scorrevolezza.
La sceneggiatura in alcuni passaggi può sembrare un po' forzata e tutto il percorso dell'indagine procede a "corridoio": non si può sbagliare, non si può girare sperduti tra varie location, tutto è lineare e i dialoghi portano sempre ad una risoluzione positiva. Una volta trovati gli indizi (cosa abbastanza facile e, volendo, "facilitata") si deve scoprire cosa fare e come agire. Non trovare gli indizi e non arrivare a capire come risolvere un enigma è pressoché impossibile, data la struttura incanalante del gioco. Se da un lato tutto questo abbassa il livello di sfida, dall'altro rassicura il giocatore e favorisce la sua immersione nell'affascinante epoca vittoriana (del resto, investire ore a cercare di risolvere un enigma o per capire cosa fare intaccherebbe l'atmosfera).
Gli ambienti sono ben disegnati, il fascino dell'epoca efficacemente evocato e non mancano alcune note horror, fedeli allo stile di Conan Doyle.
Le animazioni dei personaggi sono leggermente rigidi ma il tutto è compensato da un eccellente doppiaggio in inglese (con sottotoli in italiano) e dalla possibilità di giocare in soggettiva. le psicologie dei personaggi sono curate e aggiungono spessore alla vicenda narrata.
Gustosi tocchi di classe sono alcuni rimandi ad altre avventure grafiche holmsiane prodotte dalla Frogwares, la struttura metanarrativa a scatole cinesi (come nei racconti originali il narratore è il buon vecchio Watson ma, in questo caso, il diario di Watson è a sua volta letto da un gruppo di ragazzini...) e la possibilità di cambiare personaggio giocante nel corso del gioco (si impersonerà anche Toby, chi conosce "Il segno dei quattro" ricorderà...).
Gioco da possedere, giocare, goderselo e magari giocare una seconda volta!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
3 persone su 3 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
4.6 ore in totale
Pubblicata: 2 luglio 2014
Sherlock Holmes torna più in forma che mai.
In questo gioco, Holmes sarà molto più sorprendente, per le azioni che farà.
Storia avvincente, ed enigmi niente male.
Anche sul punto di vista tecnico è del tutto rispetto. Grafica non eccezzionale, ma ben fatta. Le espressioni nei volti delle persone a volte fanno capire se mente o no, e vuol dire che sono ben fatte.
Approvato per i fan di vecchia data come me, o anche per i novizi.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
3 persone su 3 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
11.4 ore in totale
Pubblicata: 29 ottobre 2014
Bello!

PRO:
- Bella storia
- Grandi colpi di scena verso il finale
- "Sesto senso" utile
- Enigmi saltabili in caso di "disperazione" (usato personalmente un paio di volte)

CONTRO:
- A volte un po' scontato
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
11 persone su 19 (58%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
32.3 ore in totale
Pubblicata: 2 novembre 2014
Questa ,non è la mia prima avventura con sherlok, mi sono già divertita altre volte a investigare ,cercare indizi, risolvere enigmi. Devo dire che anche questo episodio non mi ha deluso, ho trovato le stesse conformazioni dei precedenti, anzi dirò di più, recandosi nelle varie locazioni , si può notare tanti piccoli particolari che richiamano alle storie precedenti . Un fiore all'occhiello di questo gioco è sicuramente la ricostruzione dettagliata dei quartieri di Londra nel 1898 , girando x le strade si respira un'atmosfera sia di bellezza ,che di degrado, il tutto può donarci dolci parentesi emozionali, tra un'imvestigazione e l'altra. Per chi ama questo genere, non può farsi sfuggire anche questa singolare ed unica impresa dell' impareggiabile Sherlok holmes.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
2 persone su 2 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
24.2 ore in totale
Pubblicata: 5 aprile 2014
(SPOILER)
Le adventure di Sherlock Holmes hanno una difficoltà che le altre adventure non hanno: l'impossibilità per il giocatore di 'essere' Sherlock Holmes (per inciso, discorso simile si può fare per gli altri detective 'di cervello' come Poirot ed Ellery Queen). Chiunque abbia letto Conan Doyle sa che l'investigatore per eccellenza ha un bagaglio culturale anomalo e non raggiungibile dalle persone normali: chi conosce tutti i tipi di tabacco, tutte le tipologie del terreno ecc? Chi riesce a 'osservare', cogliendo i minimi particolari, e non solo a 'guardare' in modo superficiale? Ecco, un videogioco deve contenere questi aspetti, deve cercare di imprimere nel giocatore le conoscenze ed il modo di pensare di Sherlock Holmes. In 'The Testament of Sherlock Holmes' la cosa che mi è piaciuta a questo riguardo è che spesso siamo stati 'fuori' dai ragionamenti di Sherlock, analogamente a come lo siamo quando sentiamo nei romanzi le conclusioni stupefacenti che Sherlock ci illustra, mentre per noi prima della sua spiegazione tutto era solo nebbia e mistero. Nel gioco poi è rimarchevole anche lo stratagemma della 'tabella degli indizi' tramite la quale noi giocatori possiamo creare le connessioni tra i vari indizi: a me sembra proposta come se nell'usarla impersonassimo in realtà Watson, non Sherlock, il quale invece si limita solo a darci la benedizione del ben fatto, mentre lui sapeva già tutto. Azzeccatissima è la presenza di Moriarty, che è sempre stato per Sherlock l'immedesimazione per eccellenza del crimine, e per mano del quale una volta Conan Doyle lo fa addirittura morire, per poi risuscitarlo nei suoi romanzi pressato dalle veementi proteste dei suoi lettori. Le note stonate del gioco sono i troppi puzzle, completamente estranei alla figura di Sherlock. Poi ho trovato fuori luogo la considerazione fatta da Watson nel gioco sul fatto che Irede Adler sia stata l'unica donna 'amata' da Sherlock: Sherlock non 'amava' donne come si intende normalmente, ogni cosa era fatta da lui secondo ferrea logica per assicurare alla giustizia l'ennesimo criminale; nel caso di Irene Adler, semplicemente Sherlock aveva ammirato, unica tra tuttev le damigelle che aveva incontrato, le sue spiccate doti di intelligenza e signorilità, essendo stato per altro da lei sconfitto in astuzia. Anche il finale con la bambina in braccio, non è da Sherlock, come non è da Sherlock la sua successiva educazione (ma chi è poi questa bambina?), ma la capisco come il modo di dare un taglio interpretativo un po' personalizzato del personaggio, come epilogo di una storia originale, inventata dagli autori del gioco, ma non aderente fedelmente al personaggio inventato da Conan Doyle. Per quanto riguarda la storia in se stessa, quel che mi interessa di più in questo caso è la rigorosità logica della storia, e devo dire che non tutto è spiegato in modo logico e coerente, qualche volta ci sono evidenti concessioni al colpo di scena, come nel caso della sua finta morte, che un dottore come Watson dovrebbe avere smascherato. Oppure: a cosa serviva il pacchetto che Holmes aveva portato a casa del giudice Becket? Oppure: perchè il nipote del vescovo era terrorizzato a vedere Sherlock?
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
10.6 ore in totale
Pubblicata: 14 marzo 2014
Il testamento di Sherlock Holmes è un avventura sviluppata da Frogwares e pubblicata da Focus Home Interactive. Le vicende a sfondo poliziesco, sono incentrate su un caso in particolare del famoso Detective Londinese Sherlock Holmes e del suo fidato assistente, nonchè medico Jhon Watson. Rilasciato in europa il 20 Settembre 2012 il gioco è stato sviluppato per Microsoft Windows, Xbox 360 e Playstation 3.
Ci troviamo in una soffitta, 3 bambini la esplorano ed entrano in possesso di un diario che narra le avventure di Sherlock Holmes. Iniziano a leggerlo e qui inizia la nostra avventura. Siamo nella Londra di fine 800 (1898), e Sherlock è alle prese con uno dei casi forse più incisivi della sua carriera di detective, infatti un noto giornale scandalistico inizia a pubblicare articoli che screditano la sua immagine facendo perdere così la fiducia che i cittadini e lo stesso Watson hanno riposto in lui. Tutto inizia con il caso iniziale del gioco (che sarà quello che alla fine ci servirà da tutorial) in cui Holmes verrà accusato di aver falsificato il gioiello che in realtà ha aiutato a ritrovare. Verrà in seguito accusato di furto, frode e doppio gioco. Per dimostrare la sua innocenza dovrà quindi risolvere un intricato caso che inizia con l’omicidio di una carica ecclesiastica.. Il gioco è una classica avventura dinamica, sposteremo il personaggio da un posto all’altro, ma il gioco sarà principalmente incentrato sul ritrovamento di oggetti, soluzione di enigmi e dialogare con i personaggi. Avremmo a disposizione una tabella di deduzione che noi stessi dovremmo compilare man mano che otterremo tramite le indagini, nuove informazioni sul caso. A differenza di altri titoli simili, il personaggio si muoverà con i tasti wasd per la tastiera o con le levette analogiche per i controller (non è quindi un punta e clicca alla Syberia per intenderci, ma lo stile di gioco lo ricorda molto).
Con una cura per i dettagli davvero notevole, il comparto grafico di questo titolo davvero ottimo. Sviluppato con il motore Unreal Engine 3 (Il primo gioco che lo ha utilizzato è stato Gears Of War), si può anche notare un ottimo contrasto di luce e ombra. Tuttavia la stilizzazione dei personaggi non è delle migliori, e sebbene si sia cercato di definirli quanto il più possibile, risultano tuttavia poco definiti dal punto di vista delle animazioni. Dal punto di vista sonoro il gioco ha, se non eccellente, una colonna sonora che sa accompagnare i vari momenti dell’avventura senza annoiare o risultare fastidiosa. Il doppiaggio in inglese è ottimo e sempre sincronizzato e i rumori di sottofondo sempre azzeccati. I controlli sono abbastanza semplici, a volte risulta frustrante far muovere i personaggi che si piantano in un posto e invece di andare avanti girano su stessi. Ma nonostante questo piccolo difetto poi è filato tutto liscio.
Il gioco dura sulle 10 ore, dieci ore piacevoli anche per i non amanti del detective (io ad esempio non ho mai letto un libro di Doyle su Sherlock), i personaggi sono stati caratterizzati abbastanza bene e Sherlock ha quell’umorismo particolare che mi hanno comunque sempre descritto. La trama è sviluppata in modo tale da lasciarvi sempre con l’amaro in bocca e darvi la spinta di proseguire per sapere cosa succederà in seguito e perché qualcosa è già accaduto. Inoltre verso le 6 ore di gioco succederà qualcosa di così inaspettato che non riuscirete più a staccarvi dal titolo (per me per lo meno è stato così).

In sintesi consiglio questo gioco sia agli amanti delle avventure che ai non amanti. E’ un titolo leggero e non molto longevo, e nonostante quei piccoli difetti è davvero un titolo valido. Nella mia personale scala da 1 a 10 lo promuovo a pieni voti con un 8. Ottima trama, ottima riproduzione di una Londra ottocentesca, ottima cura dei dettagli.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
28.4 ore in totale
Pubblicata: 22 gennaio 2014
A mio parere personale ho trovato questo gioco molto carino e uno stimolo per la mente, qualche grattacapo ce l'ho avuto in qualche enigma ma al tempo stesso qualcuno si risolve con facilità disarmante... E la storia in se è molto bella, tradimenti, oscure nature dei personaggi, povertà e ricchezza... A chi piace il genere lo consiglio!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Consigliato
13.6 ore in totale
Pubblicata: 15 settembre 2015
Di questo gioco mi piace tutto, le ambientazioni, i personaggi, ma in particolar modo gli enigmi!
Ovviamente non è un gioco per chi ama l'azione, essendo un gioco abbastanza tranquillo; è consigliatissimo per coloro a cui piace risolvere misteri e passare qualche ora tra colpi di scena e intrighi soliti del genere.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
0 persone su 1 (0%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
9.3 ore in totale
Pubblicata: 8 marzo 2015
per i fan di HOLMES
ATTENTI però bisogna seguire un certo percorso per solvere enigmi.
OTTIMI DIALOGHI e scenografia
solo in inglese però
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente