'In the hallways of the ancients, the Keepers have existed forever.' The legend also claims that whoever unites these rings with the artifacts of the parallel worlds will achieve great power and immortality.
Valutazione degli utenti:
Complessivamente:
Nella media (105 recensioni) - 105 recensioni degli utenti (55%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 24 giu 2004

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

Acquista Aura: Fate of Ages (NA)

Pacchetti che includono questo gioco

Acquista The New Adventure Company Hits Collection

Include 15 articoli: 15 Days, Aura: Fate of the Ages, Black Mirror, Black Mirror II, Black Mirror III, The Book of Unwritten Tales, The Book of Unwritten Tales 2, The Book of Unwritten Tales: The Critter Chronicles, Dark Fall: The Journal, Dark Fall 2: Lights Out, The Moment of Silence, The Mystery of the Druids, Overclocked: A History of Violence, The Raven - Legacy of a Master Thief, Safecracker: The Ultimate Puzzle Adventure

 

Informazioni sul gioco

'In the hallways of the ancients, the Keepers have existed forever.'
The legend also claims that whoever unites these rings with the artifacts of the parallel worlds will achieve great power and immortality.
In unique worlds of dreams and reality, magical, mechanical and ethereal lands, take on the quest to find the artifacts cleverly concealed throughout the lands. Four parallel worlds await you on your journey: The Ademika Valley, The Mechanical World, The Isoteric World, and lastly, the Island of Unity, each with different environments to explore, challenges to encounter and a variety of indigenous puzzles to solve.
Lose yourself in this fantastic and rich adventure, uncover the smallest details, collect information, solve the enigmas and unravel the saga of intrigue, exploration and treachery that is AURA: Fate of the Ages.

Key features:

  • First-person puzzle exploration game
  • An original fantasy-based mass appeal, unique and original storyline.
  • Mouse driven, with an intuitive point-and-click interface
  • Unbelievably realistic and beautiful pre-rendered graphics and environments
  • Original orchestral musical score and immersive ambient soundtrack
  • Inventive and original puzzles

Requisiti di sistema

    Minimum:
    • OS: Windows® 98SE/ME/2000/XP
    • Processor: 800 MHz Pentium® III
    • Memory: 64 MB RAM (128 MB Recommended)
    • Graphics: 32 MB DirectX 8/9 Compatible 3D Video Card (or Higher)
    • DirectX®: DirectX 8.1
    • Hard Drive: 1.3 GB Hard Disk Space ( 2.4GB Recommended)
    • Sound: 32 MB DirectX 8/9 Compatible 3D Video Card (or Higher)
Recensioni dei giocatori
Customer Review system updated Sept. 2016! Learn more
Complessivamente:
Nella media (105 recensioni)
Review Type


Purchase Type


Language


Display As:
1 reviews match the filters above ( Positiva)
Recensioni più utili  Complessivamente
2 persone su 2 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
8.5 ore in totale
Pubblicata: 31 maggio
Aura: Fate of the Ages è un Myst-like parecchio carino, con una trama trascurabile di cui non frega niente a nessuno (noi siamo l'allievo di un tizio che deve raccogliere roba viaggiando attraverso vari mondi perché sì) e incentrato su alchimia, magia e portali dimensionali, con una spruzzata della tecnologia tipica dei Syberia.

Graficamente non è male benché costretto ai 4:3, e specialmente le animazioni dei marchingegni e degli effetti speciali magici sono belle da vedere.
Il movimento è a caselle ma fortunatamente la visuale è libera, perciò possiamo comodamente guardarci intorno senza dover cambiare inquadrature ogni volta.

Gli enigmi non mi hanno deluso e sono cervellotici il giusto, più che altro basati su simboli e cose da abbinare nella corretta sequenza, ma con un po' di ragionamento e tentativi si riesce a risolverli quasi tutti senza eccessivi problemi.
Il gioco fornisce anche dei suggerimenti, ovvero degli schizzi vaghissimi su cosa fare e dove, ma poche volte risultano veramente utili, e nel caso di un enigma sono addirittura controproducenti perché complicano il tutto creando confusione. Al netto degli indizi, è comunque uno di quei classici titoli in cui avere un bloc notes e una penna vicino è vitale, ed è una cosa che ho sempre adorato.

Il problema più fastidioso di questo gioco è però la ricerca degli hotspot: come di consueto, per raggiungere un posto si deve cercare il punto in cui il puntatore diventa effettivamente una freccia, ma non sempre è dove dovrebbe essere, a volte si devono fare giri assurdi senza motivo oppure è uno spazio così limitato che manco si riesce a trovare. Non va meglio con gli oggetti: quelli su cui interagire colorano il pallino verde dell'icona di un verde un pelo più brillante… davvero comprensibile. Cambiare del tutto icona pareva brutto? Alla fine il modo più semplice per trovarli (e alcuni sono minuscoli e limitati a una ben determinata parte del marchingegno) è tenere un oggetto su schermo e spostarlo su tutto per vedere se si illumina, visto che perlomeno così si riescono a distinguere.

Le musiche invece sono molto d'atmosfera seppur con alcuni effetti sonori random che non c'entrano nulla (porte che sbattono, wut?), mentre il doppiaggio dei vari personaggi che si incontrano è stato realizzato col minimo impegno necessario. Se non altro i sottotitoli italiani sono giusti.

Mi è durato circa 8 ore e tralasciando quanto detto sopra non mi ha mai particolarmente annoiato, ma purtroppo il gioco finisce con un cliffhanger. Da quanto leggo era in programma una trilogia, esiste un Aura 2 che riparte da qui (anche se non è disponibile su Steam), ma il problema si ripropone: anche quello credo finisca allo stesso modo, con l'aggravante che Aura 3 non è mai stato rilasciato.
Ma in fondo, obiettivamente, chissenefrega della trama e di come finisce?
L'importante è che abbia begli enigmi, e questo li ha.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Consigliato
5.0 ore in totale
Pubblicata: 24 marzo 2014
Aura: Mondi paralleli è un'avventura grafica nel vero senso della parola. Colpisce molto la grafica, che per un punta e clicca del 2004 è veramente eccelsa, curata fin nei minimi particolari, con sequenze animate di tutto rispetto, luminose e fluide. Gli enigmi rispecchiano ciò che gli appassionati di questo genere vogliono: sono difficili, alcuni anche molto ostici ed originali (ma se avete giocato a Myst nulla vi sorprenderà o vi fermerà!). Al tempo in cui lo giocai mi fecero sudare non poco. La storia, io personalmente, l'ho trovata semplice, non ci sono colpi di scena come in altre avventure, giusto qualche personaggio incontrato qua e la.

Di sicuro un'avventura di successo, adatta a chi ama le sfide.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente