Hell is an experiment you can't survive in Outlast, a first-person survival horror game developed by veterans of some of the biggest game franchises in history. As investigative journalist Miles Upshur, explore Mount Massive Asylum and try to survive long enough to discover its terrible secret... if you dare.
Valutazione degli utenti:
Recenti:
Molto positiva (264 recensioni) - 94% delle 264 recensioni degli utenti pubblicate negli ultimi 30 giorni sono positive.
Complessivamente:
Estremamente positiva (22,999 recensioni) - 22,999 recensioni degli utenti (96%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 4 set 2013

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

Acquista Outlast

 

Recensioni

“Easily one of the scariest games I've ever played”
9.5/10 – Bloody Disgusting

“"...what (Outlast) can definitely claim to be is a great game... It’ll also intrigue, terrify and surprise you. Outlast is not an experiment in how games can be scary, it’s an exemplification...”
Rock Paper Shotgun

“Outlast is the perfect nightmare. ...it's absolutely petrifying. I love it”
4.5/5 – Joystiq

Informazioni sul gioco

Hell is an experiment you can't survive in Outlast, a first-person survival horror game developed by veterans of some of the biggest game franchises in history. As investigative journalist Miles Upshur, explore Mount Massive Asylum and try to survive long enough to discover its terrible secret... if you dare.

Synopsis:

In the remote mountains of Colorado, horrors wait inside Mount Massive Asylum. A long-abandoned home for the mentally ill, recently re-opened by the “research and charity” branch of the transnational Murkoff Corporation, the asylum has been operating in strict secrecy… until now.

Acting on a tip from an anonymous source, independent journalist Miles Upshur breaks into the facility, and what he discovers walks a terrifying line between science and religion, nature and something else entirely. Once inside, his only hope of escape lies with the terrible truth at the heart of Mount Massive.

Outlast is a true survival horror experience which aims to show that the most terrifying monsters of all come from the human mind.

Features:

  • True Survival Horror Experience: You are no fighter - if you want to survive the horrors of the asylum, your only chance is to run... or hide
  • Immersive Graphics: AAA-quality graphics give players a detailed, terrifying world to explore
  • Hide and Sneak: Stealth-based gameplay, with parkour-inspired platforming elements
  • Unpredictable Enemies: Players cannot know when - and from where - one of the asylum’s terrifying inhabitants will finally catch up to them
  • Real Horror: Outlast’s setting and characters are inspired by real asylums and cases of criminal insanity

Warning:

Outlast contains intense violence, gore, graphic sexual content, and strong language. Please enjoy.

Requisiti di sistema

Windows
Mac OS X
SteamOS + Linux
    Minimi:
    • Sistema operativo: Windows XP / Vista / 7 / 8 - 64 bits *
    • Processore: 2.2 GHz Dual Core CPU
    • Memoria: 2 GB di RAM
    • Scheda video: 512 MB NVIDIA GeForce 9800GTX / ATI Radeon HD 3xxx series
    • DirectX: Versione 9.0c
    • Rete: Connessione Internet a banda larga
    • Memoria: 5 GB di spazio disponibile
    • Scheda audio: DirectX Compatible
    • Note aggiuntive: * 32 bits systems are not officially supported, but should work if configured to provide 3Gb of user-mode address space. See http://msdn.microsoft.com/en-us/windows/bb613473 or http://steamcommunity.com/sharedfiles/filedetails/?id=175801311
    Consigliati:
    • Sistema operativo: Windows Vista / 7 / 8 - 64 bits
    • Processore: 2.8 GHz Quad Core CPU
    • Memoria: 3 GB di RAM
    • Scheda video: 1GB NVIDIA GTX 460 / ATI Radeon HD 6850 or better
    • DirectX: Versione 9.0c
    • Rete: Connessione Internet a banda larga
    • Memoria: 5 GB di spazio disponibile
    • Scheda audio: DirectX Compatible
    Minimi:
    • Sistema operativo: OS X 10.9
    • Processore: 2.2 GHz Dual Core CPU
    • Memoria: 4 GB di RAM
    • Scheda video: GeForce GT 750M / Intel Iris Pro 5200 / Radeon HD 3xxx
    • Memoria: 5 GB di spazio disponibile
    • Scheda audio: Standard
    Consigliati:
    • Sistema operativo: OS X 10.9
    • Processore: 2.8 GHz Quad Core CPU
    • Memoria: 4 GB di RAM
    • Scheda video: 1GB NVIDIA GTX 460 / ATI Radeon HD 6850
    • Memoria: 5 GB di spazio disponibile
    • Scheda audio: Standard
    Minimi:
    • Sistema operativo: Ubuntu 12 / Fedora 20 / Steam OS
    • Processore: 2.2 GHz Dual Core CPU
    • Memoria: 4 GB di RAM
    • Scheda video: GeForce GT 750M / 9800GTX / Radeon HD 3xxx. OpenGL 3.2+
    • Memoria: 5 GB di spazio disponibile
    • Scheda audio: Standard
    Consigliati:
    • Sistema operativo: Ubuntu 14 / Fedora 21 / Steam OS
    • Processore: 2.8 GHz Quad Core CPU
    • Memoria: 4 GB di RAM
    • Scheda video: 1GB NVIDIA GTX 460 / ATI Radeon HD 6850. OpenGL 4.x+
    • Memoria: 5 GB di spazio disponibile
    • Scheda audio: Standard
Recensioni dei giocatori
Customer Review system updated Sept. 2016! Learn more
Recenti:
Molto positiva (264 recensioni)
Complessivamente:
Estremamente positiva (22,999 recensioni)
Tipo di recensione


Tipo di acquisto


Lingua


Display As:


(what is this?)
250 reviews match the filters above ( Molto positiva)
Recensioni più utili  Negli scorsi 30 giorni
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
3.8 ore in totale
Pubblicata: 18 settembre
Grullo
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Recensioni più utili  Complessivamente
104 persone su 118 (88%) hanno trovato questa recensione utile
6 persone hanno trovato questa recensione divertente
Consigliato
22.0 ore in totale
Pubblicata: 6 gennaio 2014
Se avete amato Amnesia (il primo eh) allora adorerete anche Outlast. Atmosfera, paura e il fottutissimo buio. Non vedrete mai un cazzo e non vi basteranno mai le batterie. Quei cazzo di pazzi sbucheranno da tutte le parti e dovrete scappare sempre. SEMPRE! BOOOOOOOOOH!

Fanculo, ci ho lasciato 5 cuori (ringrazio gli altri tizi morti per avermi donato il loro) e ho fatto settordici bypass...ma ne è valsa fottutamente la pena. Bella grafica dettagliatissima, shader che ti fanno cagare in mano anche se non li vedi, perchè si, tu non vedrai mai niente e non avrai nemmeno il tempo di farlo perchè starai tutto il tempo con la videcamera spenta per paura di trovarti qualcosa in faccia!

Volete che la vostra ragazza vi lasci? Per san valentino regalategli questo gioco! Il suo cuore cederà e voi sarete finalmente liberi di andare con quella sgualdrina della colf che non avete i soldi per pagare se non i natura!

A proposito, ci sono 2 falli enormi che vi perseguiteranno per tutto il gioco! Quindi occhio a quando arrivate alle docce e vi chinerete a raccogliere le batterie... è un attimo!

Se ci tenete alla vostra salute psicofisica non compratelo. Se siete Sadici o Masochisti allora compratelo/regalatelo e fatevi del male! Oppure comprate Unhearted ibn betulla o come cavolo si chiama. Questo fa ancora più paura e sboccherete ad ogni salto o capriola.

Timballo Approved!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
29 persone su 33 (88%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
11.8 ore in totale
Pubblicata: 10 gennaio 2014
"Finalmente L'Horror". Questa è la frase che in più di qualche circostanza balenava nella mia mente mentre giocavo ad Outlast. E davvero possiamo dire FINALMENTE. Erano anni che si sentiva la mancanza , o perlomeno si sentiva la mancanza della sua buona riuscita. Si perchè in tanti hanno provato a farlo ritornare in auge, ma davvero in pochissimi ci sono riusciti sufficentemente.
I ragazzi di Red Barrels hanno confezionato un esperienza horror davvero con i controfiocchi, immergendo il giocatore nelle disavventure di un giovane reporter in cerca dello scoop della secolo all'interno di un ospedale psichiatrico, famoso per aver portato avanti delle ricerche di dubbia moralità.
Sul fronte del puro gameplay, Outlast obbliga il giocatore a muoversi con prudenza all'interno del ospedale, dato che non avremmo nessun arma a nostra disposizione e quindi l'unica soluzione possibile in caso di guai sarà quella di scappare per nascondersi. Questa meccanica di gioco funziona egregiamente, e crea nel giocatore il giusto stato di angoscia e paura ad ogni passo intrapreso.
Outlast però non è comunque esente da difetti.
Sul fronte tecnico il gioco non brilla certo per qualità delle texuture e per un grande numero di poligoni, ma il risultato finale viene comunque compensato dalla buona gestione delle fonti di illuminazione ed da discreti effetti particellari.
La longevita è piuttosto bassa, e si finisce il gioco in circa 5 ore, ma è anche vero che è venduto a prezzo baduget, il che giustfica in parte questo difetto.
Come ultima cosa c'è da segnalare un finale troppo sbrigativo e con poco mordente, che lascia l'amaro in bocca. Detto ciò, anche al fronte dei difetti da me segnalati, non posso che promuore il suddetto gioco, l'unico dopo tanti anni ad avermi fatto saltare dalla sedia in molte occassioni.

Voto 7,5\10
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
22 persone su 22 (100%) hanno trovato questa recensione utile
9 persone hanno trovato questa recensione divertente
Consigliato
3.4 ore in totale
Pubblicata: 26 marzo 2015
Comprai Outlast nel mese in cui uscì, lo installai tranquillamente e fremevo dalla voglia di provarlo adorando i giochi horror. Lo iniziai. All'inizio tutto tranquillo... che posso dire dopo averlo giocato per neanche un'ora? Disinstallato immediatamente per la paura! A distanza di quasi due anni dall'acquisto ci sto rigiocando e, stranamente, avendo più coraggio nel giocarlo, posso dire che è un gioco stupendo, un horror così (a parer mio) non si vedeva da tanti anni. Se avete voglia di cagarvi in mano e di avere qualche infarto, lo consiglio vivamente.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
25 persone su 28 (89%) hanno trovato questa recensione utile
2 persone hanno trovato questa recensione divertente
Consigliato
12.6 ore in totale
Pubblicata: 9 agosto 2015
OUTLAST

Allora premettiamo che questo gioco , a mio modesto parere , lo debbano prendere solo due categorie di persone :
1-Coloro che amano gli horror non possono non avere questo bel titolo
2-Coloro che di fronte all’ansia ed alla tensione non si spaventano , anzi , sono pieni di adrenalina nell’affrontare un gioco tipo questo
Invece per le persone che hanno paura della tensione o sono tese di fronte alla paura consiglio vivamente o di non comprare il gioco o di essere consapevoli a quello che si va incontro…
Già dalla trama si capisce come può essere claustrofobico : siete un reporter investigativo che si addentra in un manicomio/ospedale (dove sono in corso terribili esperimenti sugli esseri umani ) pieno di porte-corridoi-sotterranei-stanze buie e tetre-uomini malati innocui e cattivi-sangue-torture che vedremo fare anche su di noi…ecc…il tutto armati di …. UNA TELECAMERA , quindi , potrete solo scappare…e mentre lo fate sentirete il vostro cuore andare a mille all’ora ed avere il fiatone : il tutto condito da musiche perfettamente in stile horror e questo vi assicuro che vi metterà addosso una tensione altissima anche se siete smaliziati…
Il finale del gioco aggiungerà ancora più angoscia !
Il dlc Whistleblower ( fatto veramente bene ) vi mette nei panni di un programmatore che , beccato a fare la spia su questi esperimenti , viene internato come cliente : il tutto si svolge nello stesso arco temporale della storia principale , ma dietro gli occhi di questo personaggio : questo Dlc mette ancora più tensione , quindi , attenti !
Voto 77/100
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
26 persone su 31 (84%) hanno trovato questa recensione utile
24 persone hanno trovato questa recensione divertente
Consigliato
16.9 ore in totale
Pubblicata: 7 dicembre 2014
Hai problemi di stitichezza?, per te andare in bagno ogni volta è sempre un inferno?, sei stanco di assumere lassativi e oli per favorire la naturale regolarità?, Nessun problema!!, ho io la soluzione per te, si chiama OUTLAST!
Dopo aver giocato a questo titolo rimpiangerete la vostra stitichezza, scherzi a parte il gioco è davvero ben fatto, grafica e storia sono eccellenti e ogni volta che entrerai in una nuova stanza sarai sempre sul "chi va là?", i "mutati"sono ben fatti e trovando le cartelle cliniche capirai sempre di più la storia dei paziente e del manicomio, l'idea della videocamera a visione notturna per esplorare i luoghi privi di luce l'ho trovata una idea fantastica e questo farà salire la tensione al giocatore dato che dovrai trovare le batterie per alimentarla.
OUTLAST quindi è veramente un titolo valido e una volta completato il gioco non potrete fare a meno di comprare il suo "DLC" il quale vi avverto subito che è il 30% più pauroso e disturbato del titolo principale ma fondamentale per capire la storia al 100%
Detto questo vi consiglio vivamente di comprarlo, voto 9.5/10
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
16 persone su 16 (100%) hanno trovato questa recensione utile
4 persone hanno trovato questa recensione divertente
Consigliato
7.3 ore in totale
Pubblicata: 6 giugno
Che dire...ho perso più anni della mia vita qui che in Amnesia e Penumbra messi insieme.

Outlast è un gioco da etichettare come un horror psicologico nel quale saremo Miles,un giornalista che ricevuta una lettera anonima andrà a indagare nel manicomio di Mount Massive.

Il gioco è un horror in prima persona dove si potrà soltanto scappare e nascondersi dai nemici (pena la morte)
l'ambientazione è molto inquietante tra le urla dei pazzi,i rumori di origine sconosciuta,i corridoi bui ecc...
La feature di Outlast che lo distingue dagli altri giochi è la telecamera che permetterà al giocatore di filmare la sua disavventura per ricavarci delle note dalla quale potremo leggere i commenti del protagonista e semprela telecamera ci permetterà di muoverci nel buio grazie alla Night Vision mode (alias non vedo un cazzo dopo venti metri vision)
I nemici variano e sono ben fatti,l'unica cosa su cui faccio un pò lo gnorri è l'IA poichè sembra che girino sempre nel posto in cui sei tu sembrando che sappiano dove tu sia e invece no (e in più dio parcheggio Chris Walker va a cagare su un prato di ortiche va...)

Piccola avvertenza,il gioco è rated M poichè è violento ma non considerate il violento come un:
" ah ma si vedranno 2 schizzi di sangue"
No si vedranno budella,sangue a fiotti e quant'altro...GENITALI COMPRESI!!!

Non faccio spoiler sulla storia,ma vi sto a dire solo...preparate la vostra mente per conseguenze inaspettate ogni volta che succede qualcosa.

Voto 8.5/10
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
25 persone su 32 (78%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
11.3 ore in totale
Pubblicata: 14 luglio 2014
Outlast è un videogame di genere Indie - Horror psicologico,pubblicato dalla Red Barrels nel 2013.
La storia è ambientata in un ospedale psichiatrico,precisamente negli Stati Uniti,dove si narrano avvenimenti strani.
Tu,Miles Upshur,sei un giornalista e andarai ad indagare riguardo questi avvenimenti!
La grafica è molto buona,il gameplay è abbastanza originale (ho apprezzato l'uso della videocamera e il fatto di potersi girare indietro mentre si corre),le musiche e i suoni sono perfetti mentre la longevità mediocre.
Mi ha divertito tantissimo questo titolo e mi ha spinto sempre ad andare avanti.Non fa molta paura...giusto due o tre spaventi però ne vale la pena acquistarlo!
Non c'è molto da dire,secondo me bisogna averlo nella libreria di Steam!

8.5/10
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
15 persone su 15 (100%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Consigliato
24.7 ore in totale
Pubblicata: 7 maggio 2014
ottimo gioco per chi ha necessità di infarti
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
13 persone su 13 (100%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Consigliato
10.5 ore in totale
Pubblicata: 28 gennaio 2015
Un gioco da possedere per tutti gli amanti dell'horror.
Forse l'unico gioco che ho difficoltà a giocare di notte al buio con le cuffie,
riesce a mantenerti in uno stato di ansia costante nonostante sia molto semplice.

Uno splendido lavoro, anche se graficamente non pulitissimo, riesce ad immergervi in un manicomio in cui le cose hanno preso una bruttissima piega, armati solo della vostra telecamera che riuscira a fare un po di luce in ambienti bui, batteria permettendo, vi troverete ad affrontare questa avventura esplorando ogni stanza per avere informazioni e trovare una via di fuga.
Le atmosfere sono molto funzionali, e se siete coraggiosi vi consiglio di giocarlo con le cuffie per ascoltare ogni piccolo dettaglio, dalle musiche agli effetti.

Ci voleva un Indie a lustrare un po il genere horror e a ridargli vita migliorando di molto le basi segnate dal buon Amnesia
e a ricordarci che è dura affrontare il buio se non hai una pistola con te...

ho apprezzato Dead Space e Dead Space 2, il buon e trascurato ZombiU, Amnesia, ho giocato quasi tutti ma amato solo i primi Resident Evil e Silent Hill (specialmente il 2) e adorato quel capitolo assurdo di nome Silent Hill 4: The Room che in realtà di Silent Hill non aveva nulla ma in cui cominciavi ad essere piuttosto inerme contro alcuni mostri.
Ho giocato un po a tutti i giochi etichettati come Horror che spesso cercavano solo di attirare l'attenzione malcelando un gioco d'azione, in realtà piu vicini a titoli come Bioshock (validissimi assolutamente) ma che oltre a fare la scenetta che ti coglie di sorpresa per il resto vai avanti ben protetto dai tuoi miliardi di proiettili,

In conclusione, vi assicuro che questo gioco vale ogni centesimo e se giocato bene vi spaventerà a morte.
Buona fortuna.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Pubblicate di recente
Flama Gamer
37.5 hrs
Pubblicata: 12 settembre
Gioco Fantastico, non vedo l'ora che esca il 2. Qualcuno sa quando uscirà? Grazie ;D
Bartimeus
9.2 hrs
Pubblicata: 10 settembre
Siete Miles Upshar, un semplice reporter freelance con una predilizione particolare verso eventi non esattamente di cronaca rosa.
Una mail inviata da uno sconosciuto che narra la storia di una misteriosa tragedia avvenuta nel manicomio di Mount Massive, vi spinge ad afferrare la videocamera e a salire frettolosamente in macchina, attanagliati dalla voglia di portare alla luce la verità.
Outlast inizia di fronte alla sagoma incombente e minacciosa del manicomio, stagliato contro la luce rossastra del tramonto.
Fin dai primissimi minuti vi accorgerete di essere già inesorabilmente attratti dall'atmosfera opprimente e ansiogena del titolo. Stanze silenziose, corridoi completamente bui, saloni avvolti dalle fiamme e giardini flagellati dalla grandine sono soltanto alcuni degli ambienti che vi troverete ad esplorare e filmare mentre vi farete strada attraverso ammassi di budella viscide e snervanti monologhi sussurrati da pazzoidi sfigurati che due volte su tre vorranno strapparvi la pelle di dosso.
La grafica, nonostante il titolo sia piuttosto "datato", è decisamente ispirata. Giochi di ombre, fonti luminose strategicamente piazzate e macchie di sangue vivido e fin troppo realistico rendono alla perfezione l'atmosfera da incubo in cui vi muoverete.
Sensazionale il comparto sonoro, sia per i suoni d'ambiente (pioggia contro i vetri, ansiti strozzati, urla disperate...) che per la martellante colonna sonora, costituita fra le altre cose da note frenetiche che accompagnano la fuga, stridenti e inquietanti melodie da pelledoca e abissi interminabili di totale silenzio.
10/10

La trama di Outlast segue due strade: la prima, la vicenda della tragedia e del progetto Walrider, fa da cornice agli avvenimenti che il povero Miles si trova a fronteggiare una volta entrato nel manicomio. Questa prima story line nessuno ve la spiegherà mai per filo e per segno. Dovrete essere voi a cercare di raccogliere quanti più indizi possibile nei documenti sparsi in giro, spulciando le note sul vostro taccuino o ascoltando le dichiarazioni apparentemente insensate dei pazienti di Mount Massive. La storia, che tocca temi piuttosto "pesanti" fra cui possessioni demoniache e sadici esperimenti su cavie umane, saprà creare in voi la voglia di cercare, unire gli indizi, cercare ancora, tentare ipotesi azzardate nonostante l'orrore intorno a voi cresca esponenzialmente fino a farvi dubitare della vostra stessa sanità mentale.
Fin dai primi passi nei corridoi della gigantesca struttura sarete un tutt'uno con il protagonista e ben presto vi renderete conto che sarà impossibile lasciare le urla, le scritte insanguinate sui muri e le parole farfugliate dagli psicopatici fuori dalla vostra testa.
Non ne uscirete vivi.
8,5/10

Un gameplay semplice e intuitivo, pochi comandi essenziali con i quali prenderete dimestichezza fin da subito. Sostanzialmente si tratterà di interagire, scappare e nascondersi, e se da un lato potrebbe apparirvi una serie di azioni fin troppo ripetitive, dall'altra posso assicurarvi che l'adrenalina e il terrore raggiungeranno livelli così alti che ringrazierete il cielo di non dover gestire miliardi di tasti tutti diversi. Mentre sarete impegnati a fuggire da morte certa, sarete aiutati da uno dei level design più intuitivi di sempre. Malgrado la struttura a tunnel infatti, gli ambienti sono stati creati con un'esattezza e un'intuitività tali da permettervi quasi sempre di trovare una via di fuga nonostante i ritmi feroci e la musica serrata.
Parlando del gameplay di Outlast non si può non nominare l'elemento che ha reso celebre il lavoro dei ragazzi di Red Barrel: la videocamera. La torcia comunemente utilizzata in quasi ogni altro titolo horror per illuminare la via, in Outlast é infatti stata sostituita dalla tremolante luminescenza verdastra della nostra telecamera portatile. Grazie ad essa potremo inoltrarci in aree altrimenti prive di luce e registrare ogni elemento dell'ambiente che ci circonda. Peccato però per la durata della batteria, che tenderà a scaricarsi a velocità folle costringendoci ad attraversare intere zone avvolti dal buio e ad esplorare continuamente nuove stanze alla disperata ricerca di un ricambio.
Come ogni altro videogioco horror, Outlast fa dell'ignoto la sua arma più letale. Non sapere chi è in agguato dietro la porta o girovagare per ore senza conoscere l'uscita sono azioni che hanno un impatto sulla psicologia del giocatore soltanto la prima volta in cui si affronta il titolo. Questo sistema inevitabilmente mina la rigiocabilità di un prodotto che fin dalla vostra seconda run, (nonostante la possibilità di aumentare la difficoltà), saprà di già visto.
9, 5/10

Una tra le esperienze più brutali e disturbanti del mondo dei videogames 9,3/10
mindblind
12.9 hrs
Pubblicata: 29 agosto
Un gioco che fa davvero paura!
@thespecialgame
0.4 hrs
Pubblicata: 1 agosto
mi ha fatto cagare sotto
Marantoize The Renegade
2.7 hrs
Pubblicata: 30 luglio
Vi piacciono gli horror psicologici ...beh allora avete quasi trovato il gioco che fa per voi
Il gioco in se è buono ,non annoia, ti mette tensione ,gioca con la tua mente..ovviamente i jumpscare ci sono ...ma in un horror te lo aspetti...cosigliato XD
samsepi0l
5.8 hrs
Pubblicata: 11 luglio
best horror game I've ever tried.
He puts anxiety and terror, highly recommended.
ps: it reminded me so much of the AHS Asylum atmosphere
Volscente YouTube Italia
12.4 hrs
Pubblicata: 2 luglio
Gioco davvero divertene e spaventoso! Ecco il link al video dove lo completo tutto in una sola live (Con facecam) Buon divertimento! https://www.youtube.com/watch?v=o8R5NpeN4ic&list=PLXVtgSvB_jTGWbg9giJ34yba44cwxgMvz&index=21
pietro_capitani
1.6 hrs
Pubblicata: 1 luglio
veramente un bel gioco
✪ proud
2.9 hrs
Pubblicata: 30 giugno
too spooky for me
cant even look straight in the camera
still 8/10 spooy af