Infiltrati nelle postazioni dei terroristi, acquisisci le informazioni critiche con ogni mezzo necessario, agisci con estremo giudizio, ed esci senza lasciar traccia!Tu sei Sam Fisher, un agente segreto altamente qualificato del ramo segreto dell'NSA: Third Echelon.
Valutazione degli utenti:
Recenti:
Molto positiva (15 recensioni) - 93% delle 15 recensioni degli utenti pubblicate negli ultimi 30 giorni sono positive.
Complessivamente:
Molto positiva (571 recensioni) - 571 recensioni degli utenti (87%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 18 feb 2003

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

non disponibile in Italiano
Questo prodotto non è disponibile nella tua lingua. Prima di eseguire l'acquisto, controlla la lista delle lingue disponibili.

Acquista Tom Clancy's Splinter Cell®

Pacchetti che includono questo gioco

Acquista Tom Clancy's Splinter Cell Elite Echelon Edition

Include 4 articoli: Tom Clancy's Splinter Cell Chaos Theory®, Tom Clancy's Splinter Cell Conviction™ Deluxe Edition, Tom Clancy's Splinter Cell Double Agent®, Tom Clancy's Splinter Cell®

 

Informazioni sul gioco

Infiltrati nelle postazioni dei terroristi, acquisisci le informazioni critiche con ogni mezzo necessario, agisci con estremo giudizio, ed esci senza lasciar traccia!
Tu sei Sam Fisher, un agente segreto altamente qualificato del ramo segreto dell'NSA: Third Echelon. L'equilibrio del mondo è nelle tue mani, dal momento che il cyber terrorismo e le tensioni internazionali stanno per sfociare nella Terza Guerra Mondiale.
  • Vai Oltre le Notizie dei giornali entrando nel Vero Mondo dello Spionaggio Moderno - Entra nel realistico universo di Tom Clancy. Equipaggiati con le ultime tecnologie e armi segrete operative sul campo.
  • Un Nuovo Livello di Azione Stealth - Tutte le migliori azioni stealth, più molte nuove mosse. Ambientazioni altamente interattive che daranno ai giocatori più opzioni di gameplay e la possibilità di rendere le proprie azioni strategiche.
  • Ambientazioni Profonde. Un'Immersione Senza Precedenti - Incredibili ambientazioni grazie all'Unreal™ engine. Effetti di luce dinamici ed un sonoro che corrispondono alla realtà.
  • Eventi Mozzafiato su Scala Globale - Oltre 20 ore di azione stealth. Numerosi obiettivi di missione che possono essere conseguiti con diversi mezzi per un'incrementata rigiocabilità.

Requisiti di sistema

    Minimum:
    • Supported OS: Microsoft Windows® 2000/XP
    • Processor: Pentium® III or AMD Athlon™ 800 MHz
    • System Memory: 256 MB of RAM or above
    • Video Card: 32 MB 3D video card (64
    • Sound Card: Direct X 8.1 compliant sound card (
    • DirectX Version: DirectX® version 8.1 or higher
    • Hard Disk: 1.5 GB available hard disk space
    • Multiplayer: Broadband Internet connection
    Recommended:
    • Supported OS: Microsoft Windows® 2000/XP
    • Processor: Pentium® III or AMD Athlon™ 1.0 GHz
    • System Memory: 256 MB of RAM or above
    • Video Card: 64 MB 3D video card/
    • Sound Card: Direct X 8.1 compliant sound card with surround system
    • DirectX Version: Direct X 8.1
    • Hard Disk: 2.1 GB available hard disk space
    • Note: For an up-to-date list of supported chipsets, video cards, and operating systems, please visit the FAQ for this game at: http://support.ubi.com.
Recensioni dei giocatori
Sistema delle recensioni degli utenti aggiornato! Ulteriori informazioni
Recenti:
Molto positiva (15 recensioni)
Complessivamente:
Molto positiva (571 recensioni)
Pubblicate di recente
sbiancucci
( 0.6 ore in totale )
Pubblicata: 17 novembre 2015
Tutto molto bello se non fosse che ho pagato per un gioco che non funziona. Si apre e parte. Il problema sono i tasti che non funzionano. Se potete risolvere per cortesia oppure dirmi come fare perche è un qualcosa di pagato. Grazie
Mr. Orange
( 10.1 ore in totale )
Pubblicata: 23 ottobre 2015
Beh, cosa posso dire di questo piccolo (ai tempi della sua uscita) capolavoro? Un gran giocone, non c'è molto altro da dire. Figlio di uno scittore e di una Ubisoft (quando sfornava giochi belli), che a suavolta, Figlio di una Xbox e di una PS2 che, fin dalle prime immagini e slogan, promettevano non poco. Infatti, le premesse furono esaudite. Il buio è la tua arma vincente, costringi i tuoi nemici a collaborare oppure usali come scudo! Premesse che hanno portato questo brand all'apice, un brand che dopo questo capitolo continuò, a parte qualche eccezione, a migliorarsi, sfidandosi addirittura con una delle mie saghe preferite, Metal Gear Solid. Splinter Cell combina quel realismo e tatticismo in più che non si vedono in MGS. Si può subito vedere che il nostro protagonista, Sam Fisher, non è un soldato come Snake e co. ma un uomo capace di morire sotto pochi colpi se non si studia ogni singolo passo. Purtroppo pecca di trama, infatti, è uno delle pochissime (per fortuna) note negative riguardante il gioco, in quanto è abbastanza banale. Il gameplay è studiato in una maniera approfondita ma con qualche lacuna: il maledetto mirino (del cecchino) che è peggio della mira di Snake quando prendeva in mano il PSG-1, la imprevedivibilità della IA per quando riguarda l'afferrare un nemico, che molto spesso si accorge di te senza che questo è impossibile, e per finire, il doppiaggio. Si, Il doppiaggio, è una cosa che mi ha amareggiato non poco. Il non sentire la voce di Ward è stato uno dei colpi più brutti, sia per i ricordi che per la funzionalità, in quanto manca il doppiaggio o almeno i sottotitoli in italiano (nonostante conosco la lingua inglese, ma comunque con delle lacune) appunto. Ma comunque ha molto da dire, sia per la sua capacità di poter essere un ombra capace di osservare qualunque persona/oggetto, prendendolo/a in una maniera fantasiose (anche se limitate), come fare una spaccata fra due muri e cadere addosso ad un nemico, oppure l'ansia che un menico può metterti, quando sei vicino a lui, nel buio (probabilmente questo è dovuto al problema della IA detta prima), la vastita di oggetti che può permetterti di passare inosservato, e il visore. Quel visore che ha dato quel tocco di originalità al tutto, nonostante è indispensabile, dato che lo si userà per il 90% del gioco. Insomma Ubisoft, Tom Clancy non c'è più ma la saga videoludica è nelle tue mani.. Continua a creare nuovi capitoli e belli soprattutto per questo brand!
Yaz
( 8.7 ore in totale )
Pubblicata: 23 ottobre 2015
E' stato il mio secondo gioco Stealth (il primo fu Metal Gear Solid), che dire? Quando lo giocai nei tempi del 2003, era stupendo e mi piacevano moltissimo le meccaniche di gioco Stealth, e sopratutto il doppiaggio italiano con Luca Ward, che da una voce a Sam Fisher secondo me azzeccata.
Non ho molto da dire, visto che funziona alla perfezione e non mi ha dato nessun problema, i FPS vanno oltre il 130.

Pro:

+ Trama
+ 120+ FPS
+ Doppiaggio Italiano

Con:

- Niente
☢☢Crono405☢☢︻デ═一
( 3.7 ore in totale )
Pubblicata: 19 agosto 2014
Una delle saghe più durevoli ma al contempo sofferte di Ubisoft, quella della cellula fantasma, ha visto nel precedente episodio Conviction una serie di cambiamenti estremamente dibattuti. Meno rigoroso rispetto agli albori, il gioco presentava venature maggiormente action e uccisioni spettacolari, ma i puristi non hanno apprezzato particolarmente le tante defezioni a carico del lato stealth, come l'impossibilità di occultare i cadaveri nemici. Ne è seguita una sorta di crisi creativa che ha portato a spostare i lavori negli studi di Ubisoft Toronto, capitanati dall'affascinante Jade Raymond, per riportare il franchise allo splendore di un tempo. La cellula ritrovata Dopo tre lunghi anni siamo finalmente arrivati al momento fatidico, Sam Fisher è tornato con un'avventura nuova di zecca che si ricollega agli eventi narrati nei capitoli precedenti, tra questi il rapporto con la figlia Sarah e il ritorno di colleghi storici della serie; anche se è possibile seguire le vicende senza conoscere questi riferimenti, risulta chiaro come la storia sia sostanzialmente una continuazione di Conviction, dal quale riprende i toni. Una nuova minaccia rischia di oscurare la serenità del paese, quella degli Ingegneri, una pericolosissima organizzazione terroristica dotata di tecnologie all'avanguardia. Dopo un sanguinoso assalto alla base militare di Guam il gruppo informa le autorità sulle proprie malsane intenzioni, una serie di attacchi terroristici scanditi su quella che viene definita la lista nera. Viene quindi allestito un nuovo gruppo antiterroristico denominato Fourth Echelon, in grado di muoversi a bordo del tecnologico aeroplano Paladin e che vede tra i suoi componenti il nostro buon Sam Fisher. Sfruttando proprio il pannello principale del Paladin, dobbiamo affrontare una lunga serie di missioni in luoghi disparati per indagare sulle operazioni effettuate dagli Ingegneri, in modo da scoprire la loro identità e porre fine all'incubo della loro minaccia.
LetMosquito1
( 6.7 ore in totale )
Pubblicata: 30 giugno 2014
Molto bello soprattutto perche mi ricorda il primo su ps2 :)
dicks out for harambe
( 2.3 ore in totale )
Pubblicata: 11 febbraio 2014
Chi si ricorda del vecchio Splinter Cell?
A dirla tutta pure io me ne ero scordato, sebbene ci giocai un sacco nel lontano 2004, ahimè non comprandolo all'uscita.
E' stato veramente un piacere ritrovarlo nel negozio del nostro caro Steam, tanto che non ho resistito alla tentazione di comprarlo.
Che dire, è veramente un ottimo titolo, che coinvolge in maniera quanto più realistica possibile il giocatore, introducendolo in questa atmosfera stealth fatta veramente coi fiocchi.

Oltretutto questo è la riprova di come l'aggiunta di qualche "sciocchezza" faccia la differenza tra un gioco soddisfacente e uno nella media: sto parlando, per esempio, della possibilità di ridurre ed aumentare la velocità del giocatore, che sembra una pochezza in sè, ma il suono prodotto dalla eccessiva frequenza dei nostri passi e dalla poca cautela potrebbe allertare i "cattivoni"; senza contare l'indice di visibilità ( chiamiamolo così, dai ): si tratta infatti di quella barretta al lato destro dello schermo che ci indica quanto siamo visibili.
La cosa che ho più gradito è infatti lo sfruttare l'ambiente circostante per trarne vantaggio e nasconderci in maniera più efficace: Sparare a oggetti luminosi, come luci o televisioni, ci renderà ovviamente meno visibili agli occhi altrui, e lanciare lattine per creare un diversivo sonoro ci consentirà, seppur per un breve lasso di tempo, di passare inosservati.
La storia, per quanto mi possa ricordare, è abbastanza coinvolgente.

Ricorda un titolo simile uscito meno di un decennio prima, non trovate?

10/10.
zGirphius
( 10.0 ore in totale )
Pubblicata: 22 dicembre 2013
epico anche se e un videogioco vecchio e assolutamente epico altro che COD
Nesh
( 9.7 ore in totale )
Pubblicata: 21 novembre 2013
Il primo capitolo della mia serie stealth preferita per eccellenza.
Con la creazione di Third Echelon, nascono gli splinter cell, il cui primo membro è Sam Fisher, l'uomo che diventerà leggenda.
Il Gameplay è abbastanza semplice quanto complesso: sei una spia, lavora nell'ombra senza farti notare da nessuno, oppure annienta chiunque si metta in mezzo fra te e i tuo obbiettivo.
Consigliato a tutti coloro che cercano un gioco coinvolgente ed impegnativo.
Thresher3253
( 0.7 ore in totale )
Recensione di una copia anticipata
Pubblicata: 25 giugno 2011
Quando mi dicono che Metal Gear Solid è l'esperienza stealth definitiva io me la rido e penso al prode Sam Fisher. A prescindere dalle qualità e differenze delle due serie, io ritengo che la saga di Splinter Cell abbia rivoluzionato il concetto stesso di stealth: armi silenziate, nascondigli e basso profilo sono i concetti base dei primi tre capitoli di questa serie firmata Tom Clancy. Muovendosi tra cospirazioni e agenzie segrete, Sam Fisher deve superare il livelli e completare le missioni sgusciando alle spalle dei propri nemici, nascondendosi nelle ombre e sfruttando la vasta gamma di gadget che ha a disposizione, tra cui diversi tipi di visori, proiettili speciali, telecamere e tanti altri strumenti. I momenti infarciti di proiettili non mancano, anche se non è consigliabile sfruttare costantemente questo approccio. Consigliatissimo.
Recensioni più utili  Complessivamente
7 persone su 8 (88%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
0.7 ore in totale
Recensione di una copia anticipata
Pubblicata: 25 giugno 2011
Quando mi dicono che Metal Gear Solid è l'esperienza stealth definitiva io me la rido e penso al prode Sam Fisher. A prescindere dalle qualità e differenze delle due serie, io ritengo che la saga di Splinter Cell abbia rivoluzionato il concetto stesso di stealth: armi silenziate, nascondigli e basso profilo sono i concetti base dei primi tre capitoli di questa serie firmata Tom Clancy. Muovendosi tra cospirazioni e agenzie segrete, Sam Fisher deve superare il livelli e completare le missioni sgusciando alle spalle dei propri nemici, nascondendosi nelle ombre e sfruttando la vasta gamma di gadget che ha a disposizione, tra cui diversi tipi di visori, proiettili speciali, telecamere e tanti altri strumenti. I momenti infarciti di proiettili non mancano, anche se non è consigliabile sfruttare costantemente questo approccio. Consigliatissimo.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
4 persone su 4 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
6.7 ore in totale
Pubblicata: 30 giugno 2014
Molto bello soprattutto perche mi ricorda il primo su ps2 :)
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
4 persone su 5 (80%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Consigliato
8.7 ore in totale
Pubblicata: 23 ottobre 2015
E' stato il mio secondo gioco Stealth (il primo fu Metal Gear Solid), che dire? Quando lo giocai nei tempi del 2003, era stupendo e mi piacevano moltissimo le meccaniche di gioco Stealth, e sopratutto il doppiaggio italiano con Luca Ward, che da una voce a Sam Fisher secondo me azzeccata.
Non ho molto da dire, visto che funziona alla perfezione e non mi ha dato nessun problema, i FPS vanno oltre il 130.

Pro:

+ Trama
+ 120+ FPS
+ Doppiaggio Italiano

Con:

- Niente
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Consigliato
3.7 ore in totale
Pubblicata: 19 agosto 2014
Una delle saghe più durevoli ma al contempo sofferte di Ubisoft, quella della cellula fantasma, ha visto nel precedente episodio Conviction una serie di cambiamenti estremamente dibattuti. Meno rigoroso rispetto agli albori, il gioco presentava venature maggiormente action e uccisioni spettacolari, ma i puristi non hanno apprezzato particolarmente le tante defezioni a carico del lato stealth, come l'impossibilità di occultare i cadaveri nemici. Ne è seguita una sorta di crisi creativa che ha portato a spostare i lavori negli studi di Ubisoft Toronto, capitanati dall'affascinante Jade Raymond, per riportare il franchise allo splendore di un tempo. La cellula ritrovata Dopo tre lunghi anni siamo finalmente arrivati al momento fatidico, Sam Fisher è tornato con un'avventura nuova di zecca che si ricollega agli eventi narrati nei capitoli precedenti, tra questi il rapporto con la figlia Sarah e il ritorno di colleghi storici della serie; anche se è possibile seguire le vicende senza conoscere questi riferimenti, risulta chiaro come la storia sia sostanzialmente una continuazione di Conviction, dal quale riprende i toni. Una nuova minaccia rischia di oscurare la serenità del paese, quella degli Ingegneri, una pericolosissima organizzazione terroristica dotata di tecnologie all'avanguardia. Dopo un sanguinoso assalto alla base militare di Guam il gruppo informa le autorità sulle proprie malsane intenzioni, una serie di attacchi terroristici scanditi su quella che viene definita la lista nera. Viene quindi allestito un nuovo gruppo antiterroristico denominato Fourth Echelon, in grado di muoversi a bordo del tecnologico aeroplano Paladin e che vede tra i suoi componenti il nostro buon Sam Fisher. Sfruttando proprio il pannello principale del Paladin, dobbiamo affrontare una lunga serie di missioni in luoghi disparati per indagare sulle operazioni effettuate dagli Ingegneri, in modo da scoprire la loro identità e porre fine all'incubo della loro minaccia.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
0 persone su 1 (0%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
10.0 ore in totale
Pubblicata: 22 dicembre 2013
epico anche se e un videogioco vecchio e assolutamente epico altro che COD
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Consigliato
2.3 ore in totale
Pubblicata: 11 febbraio 2014
Chi si ricorda del vecchio Splinter Cell?
A dirla tutta pure io me ne ero scordato, sebbene ci giocai un sacco nel lontano 2004, ahimè non comprandolo all'uscita.
E' stato veramente un piacere ritrovarlo nel negozio del nostro caro Steam, tanto che non ho resistito alla tentazione di comprarlo.
Che dire, è veramente un ottimo titolo, che coinvolge in maniera quanto più realistica possibile il giocatore, introducendolo in questa atmosfera stealth fatta veramente coi fiocchi.

Oltretutto questo è la riprova di come l'aggiunta di qualche "sciocchezza" faccia la differenza tra un gioco soddisfacente e uno nella media: sto parlando, per esempio, della possibilità di ridurre ed aumentare la velocità del giocatore, che sembra una pochezza in sè, ma il suono prodotto dalla eccessiva frequenza dei nostri passi e dalla poca cautela potrebbe allertare i "cattivoni"; senza contare l'indice di visibilità ( chiamiamolo così, dai ): si tratta infatti di quella barretta al lato destro dello schermo che ci indica quanto siamo visibili.
La cosa che ho più gradito è infatti lo sfruttare l'ambiente circostante per trarne vantaggio e nasconderci in maniera più efficace: Sparare a oggetti luminosi, come luci o televisioni, ci renderà ovviamente meno visibili agli occhi altrui, e lanciare lattine per creare un diversivo sonoro ci consentirà, seppur per un breve lasso di tempo, di passare inosservati.
La storia, per quanto mi possa ricordare, è abbastanza coinvolgente.

Ricorda un titolo simile uscito meno di un decennio prima, non trovate?

10/10.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Consigliato
9.7 ore in totale
Pubblicata: 21 novembre 2013
Il primo capitolo della mia serie stealth preferita per eccellenza.
Con la creazione di Third Echelon, nascono gli splinter cell, il cui primo membro è Sam Fisher, l'uomo che diventerà leggenda.
Il Gameplay è abbastanza semplice quanto complesso: sei una spia, lavora nell'ombra senza farti notare da nessuno, oppure annienta chiunque si metta in mezzo fra te e i tuo obbiettivo.
Consigliato a tutti coloro che cercano un gioco coinvolgente ed impegnativo.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Consigliato
10.1 ore in totale
Pubblicata: 23 ottobre 2015
Beh, cosa posso dire di questo piccolo (ai tempi della sua uscita) capolavoro? Un gran giocone, non c'è molto altro da dire. Figlio di uno scittore e di una Ubisoft (quando sfornava giochi belli), che a suavolta, Figlio di una Xbox e di una PS2 che, fin dalle prime immagini e slogan, promettevano non poco. Infatti, le premesse furono esaudite. Il buio è la tua arma vincente, costringi i tuoi nemici a collaborare oppure usali come scudo! Premesse che hanno portato questo brand all'apice, un brand che dopo questo capitolo continuò, a parte qualche eccezione, a migliorarsi, sfidandosi addirittura con una delle mie saghe preferite, Metal Gear Solid. Splinter Cell combina quel realismo e tatticismo in più che non si vedono in MGS. Si può subito vedere che il nostro protagonista, Sam Fisher, non è un soldato come Snake e co. ma un uomo capace di morire sotto pochi colpi se non si studia ogni singolo passo. Purtroppo pecca di trama, infatti, è uno delle pochissime (per fortuna) note negative riguardante il gioco, in quanto è abbastanza banale. Il gameplay è studiato in una maniera approfondita ma con qualche lacuna: il maledetto mirino (del cecchino) che è peggio della mira di Snake quando prendeva in mano il PSG-1, la imprevedivibilità della IA per quando riguarda l'afferrare un nemico, che molto spesso si accorge di te senza che questo è impossibile, e per finire, il doppiaggio. Si, Il doppiaggio, è una cosa che mi ha amareggiato non poco. Il non sentire la voce di Ward è stato uno dei colpi più brutti, sia per i ricordi che per la funzionalità, in quanto manca il doppiaggio o almeno i sottotitoli in italiano (nonostante conosco la lingua inglese, ma comunque con delle lacune) appunto. Ma comunque ha molto da dire, sia per la sua capacità di poter essere un ombra capace di osservare qualunque persona/oggetto, prendendolo/a in una maniera fantasiose (anche se limitate), come fare una spaccata fra due muri e cadere addosso ad un nemico, oppure l'ansia che un menico può metterti, quando sei vicino a lui, nel buio (probabilmente questo è dovuto al problema della IA detta prima), la vastita di oggetti che può permetterti di passare inosservato, e il visore. Quel visore che ha dato quel tocco di originalità al tutto, nonostante è indispensabile, dato che lo si userà per il 90% del gioco. Insomma Ubisoft, Tom Clancy non c'è più ma la saga videoludica è nelle tue mani.. Continua a creare nuovi capitoli e belli soprattutto per questo brand!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Sconsigliato
0.6 ore in totale
Pubblicata: 17 novembre 2015
Tutto molto bello se non fosse che ho pagato per un gioco che non funziona. Si apre e parte. Il problema sono i tasti che non funzionano. Se potete risolvere per cortesia oppure dirmi come fare perche è un qualcosa di pagato. Grazie
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente