Prince of Persia The Forgotten Sands is the next chapter in the fan-favorite Sands of Time universe. Visiting his brother's kingdom following his adventure in Azad, the Prince finds the royal palace under siege from a mighty army bent on its destruction.
Valutazione degli utenti:
Complessivamente:
Nella media (545 recensioni) - 545 recensioni degli utenti (67%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 8 giu 2010

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

Acquista Prince of Persia: The Forgotten Sands™

Acquista Prince of Persia: The Forgotten Sands™ Digital Deluxe Edition

L'Edizione Digitale Deluxe include due skin esclusive, una mappa esclusiva, la colonna sonora del gioco, e una copia gratuita digitale di Prince of Persia Le Sabbie del Tempo da giocare subito.

 

Informazioni sul gioco

Prince of Persia The Forgotten Sands is the next chapter in the fan-favorite Sands of Time universe. Visiting his brother's kingdom following his adventure in Azad,
the Prince finds the royal palace under siege from a mighty army bent on its destruction. When the decision is made to use the ancient power of the Sand in a desperate gamble to save the kingdom from total annihilation,
the Prince will embark on an epic adventure in which he will learn to bear the mantle of true leadership, and discover that great power often comes with a great cost. Game features include:
  • Classic Gameplay Reinvented: From huge-scale multi-enemy combat to dizzying feats of acrobatic prowess in gigantic environments enhanced by the Prince's ability to control nature and time,
    Prince of Persia The Forgotten Sands will push the Prince's prodigious abilities to unseen levels.
  • A Blockbuster Experience: Prince of Persia The Forgotten Sands will offer players unforgettable set pieces made possible by the advanced technology offered by the award-winning Anvil engine.
    With all-out war at the gates of the kingdom, the Prince's abilities will be challenged like never before through the course of epic wow moments.
  • Mastery Over Nature: Wielding powers of nature and time, the Prince will have unparalleled mastery over his environment and his enemies.
    The Prince will discover that harnessing the forces of nature itself will prove to be a devastating companion to his ability to rewind time.
  • Return of a Fan-Favorite Franchise: Set between Prince of Persia: The Sands of Time™ and Prince of Persia: Warrior Within™,
    Prince of Persia The Forgotten Sands will provide fans a new chapter in the Prince of Persia universe and deepen their understanding of the Sands of Time series.
 

Online Requirement

A PERMANENT HIGH SPEED INTERNET CONNECTION AND CREATION OF A UBISOFT ACCOUNT ARE REQUIRED TO PLAY THIS GAME. YOU MUST BE AT LEAST 13 TO CREATE A UBISOFT ACCOUNT WITHOUT PARENTAL CONSENT.
UBISOFT MAY CANCEL ACCESS TO ONLINE FEATURES UPON A 30-DAY PRIOR NOTICE PUBLISHED AT http://www.princeofpersia.com

Requisiti di sistema

    Minimum:
    • OS: Windows XP (SP3) / Windows Vista (SP2) / Windows 7
    • Processor: 2.6 GHz dual-core Intel Pentium D or AMD Athlon 64 X2 3800+ (2.2 GHz Intel Core 2 Duo or AMD Athlon 64 X2 4400+ or higher recommended)
    • Memory: 1 GB Windows XP / 2 GB Windows Vista, Windows 7 (2 GB / 4 GB recommended)
    • Graphics: 256 MB DirectX 9.0c–compliant card with Shader Model 3.0 or higher (512 MB recommended) (see supported list*)
    • DirectX®: DirectX 9.0c
    • Hard Drive: 8 GB
    • Sound: DirectX 9.0c–compliant sound card (5.1 sound card recommended)
    • Peripherals Supported: Windows-compliant keyboard, mouse, optional controller (Xbox 360 Controller for Windows recommended)
    • Internet Connection: Broadband Internet connection with 128 kbps or faster
    *Supported Video Cards at Time of Release:

    NVIDIA GeForce 6800 / 7 / 8 / 9 / 100 / 200 / GTX series

    ATI RADEON X1600 / HD 2000 / HD 3000 / HD 4000 / HD 5000 series

    Laptop versions of these cards may work but are NOT supported. These chipsets are the only ones that will run this game.
Recensioni dei giocatori
Customer Review system updated Sept. 2016! Learn more
Complessivamente:
Nella media (545 recensioni)
Tipo di recensione


Tipo di acquisto


Lingua


Ordina per:


(cos'è questo?)
13 reviews match the filters above ( Nella media)
Recensioni più utili  Negli scorsi 30 giorni
8 persone su 9 (89%) hanno trovato questa recensione utile
Sconsigliato
5.9 ore in totale
Pubblicata: 27 settembre

Acqua.
Terra.
Fuoco.
Aria.
Molto tempo fa nel mondo regnava la più completa armonia, poi tutto cambiò quando un uomo decise di liberare l'esercito di Re Salomone condannando il mondo intero. Solo l’avatar, padrone di tutti e quattro gli elementi può fermare tale esercito.
Sono passati 1000 anni dalla distruzione del popolo degli Jinn, ed io son riuscito a scoprire il nuovo avatar, un Principe di Persia col naso brutto brutto.
Ma nonostante la sua esperienza con le sabbie del tempo, il principe ha ancora molto da imparare.
Ma io ne sono certa: Il principe salverà il mondo!


PRO

-Sezioni platform: Ammetto che le sezioni platform sono migliorate tantissimo. Il principe si muove molto velocemente rispetto ai capitoli precedenti.
I "poteri" di stoppare l'acqua o di far comparire pezzi del passato durante le sezioni platform li rendono più movimentati.

-Grafica: Tiene una grafica molto pulita, con texture abbastanza dettagliate e con effetti di luce ben messe.

-Doppiaggio: Capitolo con un doppiaggio ben fatto, peccato che hanno doppiato bene il capitolo più brutto, mentre per quelli più belli hanno un doppiaggio penoso.

CONTRO

-Aspetto del principe: Iniziamo dalle cose meno importanti e meno gravi. L'aspetto del principe non so voi, ma io lo trovo veramente inguardabile.
Ha una faccia orribile, e tiene quel naso che sembra uscito fuori da una scimmia del "pianeta delle scimmie".

-Storia: Molti hanno sorvolato la trama di questo Prince of Persia, a me sinceramente mi ha fatto abbastanza cagare.
La trama dei capitoli precedenti di Prince of Persia (la saga delle sabbie del tempo) mi è piaciuta molto, era narrata molto bene.
Qua in teoria si svolgerebbe dopo il primo capitolo e prima del secondo capitolo.... mi stà abbastanza sul cazzo mettere una storia che non c'entra niente con la "trilogia" in mezzo (sarebbe stato figo se nei capitoli successivi avrebbe parlato un minimo di queste vicende, ma ovviamente uscendo tanti anni più tardi non l'hanno fatto).
La narrazione non mi è piaciuta per niente, e più di qualunque altra cosa il principe non sembra essere stupito di niente... ma che cazzo.
è solo stupito vedere suo fratello che si trasforma piano piano, ma almeno avere qualche espressione da "wow" quanto ricevi dei poteri sovrannaturali?
La tipa di turno (una "Jinn" sconosciuta che non esaudisce i desideri) ogni tanto ci donerà dei poteri... il primo è quello di tornare indietro nel tempo, e già li mi sarebbe piaciuto sentire un commento o ancora di più un dialogo del tipo "Wow di nuovo tornare indietro del tempo? ma te hai qualcosa a che fare con delle sabbie del tempo?" cose di questo tipo, mentre invece sentiremo frasi tipo: "ah, era questo che diceva che mi serviva un po' di tempo :)" Ma vaffanculo!

-Combattimenti/nemici: Ora passiamo alle cose più serie e gravi (anche se la trama di un Prince of Persia è già grave per me), ovvero i combattimenti.
Da un lato ho apprezzato il fatto che non hanno preso i combattimenti pari pari dagli altri capitoli e hanno cercato piuttosto di fare qualcosa di nuovo, però sono i combattimenti più brutti e più facili di sempre.
Lasciamo stare l'aspetto dei nemici che non hanno manco provato a fare qualcosa di originale (dei fottuti scheletri), ma sopratutto.... tengono una IA come quella dei musou.
Ci saranno sempre gruppi grossi di nemici, dove per attaccarvi ci stanno letteralmente 2-3 secondi. Vi danneggeranno poco, e in più avrete solo 2 attacchi: il calcio (che serve solo per buttare a terra i nemici) e l'attacco base con la spada (tenendo premuto si può caricare un colpo più forte), fine!
Non puoi fare combo, puoi schiacciare 5 volte la spada e basta, manco puoi rubare le armi agli avversari, avrai una spada, -pulsante a, pulsante a, pulsante a- e basta, non puoi fare in altra maniera.

-Poteri/elementi: Come citato prima, al posto delle sabbie del tempo, avremo dei poteri da Avatar, ovvero controllare i 4 elementi.
Qua li metto nei contro perchè sono pressochè inutili o troppo sbilanciati.
Io il gioco son riuscito a finirlo tutto solo con la spada, che senso ha sbloccarmi il potere del fuoco (o dell'acqua/ghiaccio) solo per danneggiare lievemente un nemico quando puoi ucciderlo in 2-3 colpi?
Mentre quello della terra (che ti fà costruire un armatura di pietra) è troppo sbilanciata, mi aspettavo la prima volta che ti bloccasse un pochino i danni nei nemici, mentre invece sei letteralmente invincibile per un periodo di tempo, e non è neanche tanto corto. La cosa buffa che puoi aumentare la durata di questo potere, è semplicemente ridicolo fare una abilità così overpowered in un gioco dove i combattimenti li puoi fare a occhi chiusi.
L'unico diciamo abbastnza equilibrato è quello dell'aria, che scatena una vampata d'aria attorno ai nemici mandandoli tutti a terra, l'unico dominio utile che ho apprezzato maggiormente.

-Albero skill sbilanciato: Anche qua fatto veramente male.
Ci poteva stare un albero skill, ma fare in modo che puoi ricevere già qualunque potenziamo fin dall'inizio l'ho trovato abbastanza una cavolata.
L'energia potevano farla un po' verso metà gioco, spendere tot di punti prima di arrivare a potenziarti l'energia (o ancora meglio farla come gli altri capitoli nascondendoli in certe zone). Invece la prima cosa che ho fatto era potenziarmi al massimo l'energia, infatti non ero arrivato neanche a 1/4 di gioco con la barra dell'energia lunghissima.
Non sono a sfavore di un albero delle skill su Prince of Persia, ma che almeno lo facciano bilanciato.

-Boss: Infine il boss, fatto malissimo, un gigante dove ti attaccherà ogni tanto e bisognerà colpirlo in un punto particolare.
Fatto abbastanza male, ma sono due cose che mi fanno arrabbiare:
1) puoi usare ugualmente i tuoi poteri, e quindi puoi usare l'armatura di roccia per essere INVINCIBILE contro il boss
2) Ogni tanto il boss farà respawnare dei nemici a caso solo per farti acquisire salute, veramente vergognoso.

-Difficoltà del gioco: come ho scritto dappertutto è veramente di una facilità unica.
Non c'è manco la difficoltà difficile, c'è solo "Normale" e "facile", non oso immaginare come fosse stata la mia partita se avessi scelto la difficoltà facile.

-Longevità del gioco: 6 ore scarse, durato come un classico Call Of Duty

RIASSUNTO:
Il peggior capitolo della serie, trama inesistente (visto che poi non verrà raccontato nei capitoli successivi), elementi mal riusciti, combattimenti osceni da far risultare un musou più difficile, longevità bassa e difficoltà ridicola.
L'unica cosa positiva sono gli elementi platform dove il principe è molto più veloce dei capitoli precedenti e hanno aggiunto diverse novità.
Sinceramente mi ha deluso veramente tanto questo gioco, ai fan storici di Prince of Persia (la trilogia delle sabbie del tempo) non lo consiglierei di giocarlo.
A quelli nuovi consiglio di giocarvi almeno i primi 3 prima di iniziare questo capitolo.

voto 5/10
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 2 (50%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
7.3 ore in totale
Pubblicata: 19 settembre
Un piacevole salto indietro nel tempo.

Questo bel titolo è riuscito a riportarmi al 2003, quando, per la prima volta, giocai sulla Playstation 2 a "Prince of Persia: Le Sabbie del Tempo". Nostalgia…

Ambientato proprio dopo quest’ultimo e prima di "Spirito Guerriero", il gioco segue le avventure del Principe che, recatosi dal fratello Malik per apprendere l’arte del comando, trova il suo regno sotto assedio. Una volta riunitosi col fratello, lo segue nella cripta del palazzo, dove Malik libera l’esercito di re Salomone, nella speranza che sconfigga i suoi nemici. Com’è immaginabile, l’armata spettrale non accetta ordini da nessuno e trasforma tutti, nemici e amici, in statue di sabbia. Solo Malik ed il Principe si salvano grazie ai pezzi del medaglione che hanno usato per liberare l’armata. I due si ritrovano divisi e toccherà al Principe salvare il regno grazie al provvidenziale aiuto dell’ultima degli immortali Jinn, Razia.

La storia è abbastanza bella, anche se non tanto lunga. Si completa in poco più di 5 ore. Ci sono alcune mappe arena per allungare la durata, ma non le ho provate affatto a causa delle meccaniche di combattimento.

Forse la vera pecca del gioco sono proprio quest’ultime. Il gameplay è il classico della serie: colpi potenti di spada ed acrobazie al limite dell’impossibile, il Principe ci dimostra ancora una volta che le leggi della fisica non lo riguardano. Niente Pugnale del Tempo né armi secondarie, ma resta l’abilità di riavvolgere il tempo grazie al frammento del medaglione (la barra si ricarica sconfiggendo nemici e rompendo anfore). Si aggiungono abilità speciali come lasciare dietro di sé una scia di fuoco, creare scie di ghiaccio e ricoprirsi di un'armatura di pietra, tutte sbloccabili con un albero delle abilità, da riempire con l’esperienza guadagnata nei combattimenti. Novità di questo titolo è l’abilità (acquisita più avanti nel gioco) di solidificare l'acqua e di sfruttare le superfici appena create a proprio vantaggio. Il difetto che ho riscontrato risiede nello stile di combattimento del Principe, meno agile (solo per quanto riguarda il combattimento!) dei precedenti titoli ed incapace di parare i colpi. Inoltre, gli attacchi risultano un po' "legnosi", il che potrebbe essere un problema contro le schiere di nemici molto più numerose rispetto ai precedenti. Fortunatamente, ogni colpo di spada copre praticamente ¾ di area intorno al protagonista, permettendo di colpire molti nemici alla volta. Gli scontri con i boss (tutti giganti) sono piuttosto banali: ci costringono a rotolare tra le loro gambe, andargli alle spalle ed affettar loro i polpacci finché non s’inginocchiano e si lasciano colpire alla testa con un singolo quick time event da un pulsante solo.
Diciamo che dal punto di vista dei combattimenti si sarebbe potuto far meglio, ma ci accontentiamo.

Graficamente il gioco è molto bello, a metà strada tra il realistico ed il cartoon. L’interfaccia è decisamente ispirata al precedente Prince of Persia (2008). L’aspetto del Principe e di Razia ricordano abbastanza quelli di Jake Gyllenhaal e Gemma Arterton, protagonisti del film. Le ambientazioni ricordano "Le Sabbie del Tempo".

Il comparto audio è molto buono, con un doppiaggio italiano ottimo ed una bella colonna sonora a tema orientale (ovviamente).

L’ottimizzazione è discreta, nel senso che il gioco non è pesante, ma si vede lontano un chilometro che è niente più che un port della versione console.
Supporta nativamente i gamepad (grazie al cielo!).

In conclusione, è un buon gioco. Di certo, non il miglior Prince of Persia, ma è un titolo che i fan della serie come me potranno apprezzare. Il prezzo è abbastanza onesto, non più di 10 €, ma conviene prenderlo durante gli sconti, così si risparmia qualcosina e ci si fa un regalino per le feste, via.

Facciamo ora qualche considerazione sul tanto criticato UPLAY. Vediamo quali sono questi "scandalosi" problemi:

1) Uplay rende difficile installare il gioco?
No. L'installazione del gioco avviene in automatico tramite Steam. Niente di nuovo.

2) Uplay è difficile da installare?
No. Se non lo avete già, viene installato in automatico da Steam a seguito dell'installazione del primo gioco Ubisoft che lo richiede. Talvolta può capitare che Steam installi una versione obsoleta di Uplay non funzionante: in tal caso basterà collegarsi al sito Ubisoft, scaricare ed installare la versione aggiornata.

3) Uplay è pesante?
No. Il programma in sé è grande sì e no 200 MB, e non prosciuga memoria dal sistema più di quanta ne prosciuga Steam. Installiamo giochi di +20 GB che richiedono improponibili quantitativi di RAM. Uplay non è un problema da questo punto di vista.

4) È difficile creare un account Uplay?
Se digitare un nome account e una password è difficile, ditemi voi...

5) Non voglio farmi un altro account per giocare!
Ah, e invece diecimila account alternativi su facebook, twitter, linkedin, instagram, pinterest e compagnia bella? Quelli sì, eh?

6) I server Uplay sono spesso offline?
Finora, mai sperimentato questo problema. Ed anche se dovesse succedere, cade il mondo se per un paio di giorni non posso giocare? Credo proprio di no.

7) Se creo un account Uplay, sono visibile al mondo intero?
No. Anche Uplay supporta gli account privati e può essere avviato offline.

8) Devo accedere ogni volta a Uplay quando avvio un gioco Ubisoft da Steam?
No. È possibile collegare l'account di Steam a quello Uplay, e quando si avvia da Steam un gioco Ubi che supporta il collegamento dell'account, si viene collegati in automatico.

9) Quindi, quando chiudo il gioco e voglio uscire da Uplay, dovrò cliccare "disconnetti"?
"Aah... aaah... *gemiti di dolore*... non riesco a cliccare il pulsante... aaah... Dio, perché è così dura cliccare un pulsante?? aaah..."

10) Se mi disconnetto da Uplay, vengo disconnesso in automatico da Steam?
No. Sono due programmi separati.

11) Il mondo potrà vedere quante ore di vita ho buttato su un gioco Ubi sul mio profilo di Steam?
Sì, se il gioco supporta il collegamento degli account. Sarà come avere un normale gioco di Steam.

Queste sono le critiche che si potrebbero fare a Uplay. E come vedete, non stanno in piedi. Quindi, non vedo proprio dove sta il problema nell'usare Uplay. Passo e chiudo.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Recensioni più utili  Complessivamente
4 persone su 5 (80%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
10.5 ore in totale
Pubblicata: 7 ottobre 2014
Questo gioco segna un po' l'ultimo tentativo di far sopravvivere una saga che ha segnato una generazione con la trilogia de "Le sabbie del tempo", non riuscendo nell'intento ma non per questo presentandosi come un brutto prodotto. Anzi. Le sabbie dimenticate si possono descrivere come un'enorme operazione di marketing: non essendo stata molto di successo la via del reboot, Ubisoft si buttò sulla pubblicizzazione cinematografica e su una serie di titoli che riproponevano le meccaniche della celebre trilogia con l'espediente narrativo dell'"interquel" (precisamente collocati tra il primo e il secondo titolo). Titoli che cercavano di aggiornare il consolidato gameplay della trilogia in seguito all'esperienza di enorme successo dei primi due capitoli di Assassin's Creed, ricordiamo nato da un concept proprio di un nuovo PoP. Il tempo e l'esperienza trascorsa dalla software house si fa sentire in un parkour molto più sciolto e meno farraginoso, mentre invece non riesce del tutto il tentativo di innovare più in profondità: i nuovi poteri proposti sono due, uno concettualmente blando (concretizzare parti dello scenario a comando), uno abbastanza interessante (fermare il tempo delle acque facendole passare da stato liquido a solido). La produzione cerca con sforzi immensi di combinare in maniera interessante fino alla fine queste due meccaniche, ma la sensazione di ripetizione è notevole: si sente la mancanza di una più libera manipolazione del tempo, che in questo capitolo rimane abbastanza in ombra, quasi "scontata". Il level design è di livello notevole, crea atmosfere accattivanti non arrivando però mai al livello di complessità immersiva della trilogia (anche se il finale gareggia fortemente per il ruolo di crescendo più epico della saga). Stessa cosa per gli enigmi (ricordano da vicino la trilogia, ma sono decisamente troppo semplicistici) e i combattimenti, dove è tentato un approccio "di massa" in cui però si appiattiscono pesantemente le varianti del combattimento in uno spam di un unico tasto. In questo senso la sensazione che questo gioco lascia è che sia un "PoP, la trilogia: la Demo": cerca di combinare gli elementi più accattivanti della saga in maniera presentativamente accettabile, ma contenutisticamente impoverita. Inspiegabile è l'assenza di vere e proprie boss battle: da momenti impegnativi pieni di situazioni inedite nella trilogia a ripetitivi giganti che tirano mazzate a vuoto. Grandissimo neo del gioco, forse il più macroscopico, è la trama: persino la figura femminile è in questo capitolo completamente scialba, il suo senso di lealtà verso il passato del regno raccontato senza sentimento, lo svolgersi degli eventi non trasmette affatto quel senso di "battaglia contro il destino" che caratterizza in meglio la saga.
In conclusione: Prince of Persia: Le sabbie dimenticate è un po' l'emblema di un'epoca. Visivamente ancora accettabile e capace di far sognare sulle notti d'Arabia, dal gameplay felicemente aggiornato dopo l'evoluzione del concetto di parkour videoludico degli ultimi anni, rimane tuttavia allo stadio di bel guscio vuoto, in una saga che evidentemente non aveva più niente da narrare e a cui giustamente è stata posta la parola "pausa". Discorso a parte meriterebbe l'omonimo titolo per Wii, sicuramente più "fresco" sia dal punto del gameplay che narrativo (anche se forse un po' troppo bighellone), ma questo è un altro discorso. Mi auguro che questa saga torni presto a incantarci con gli standard della trilogia, di cui questo titolo è buon riassunto. Niente di più.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Sconsigliato
16.4 ore in totale
Pubblicata: 11 gennaio 2015
AWFUL GAME
I'm a huge fan of POP, playing sand of time since i was 11, and i swear, this game is bad.
The story it's like the sand of time, same story, different place and character, the gameplay it's so easy (even at the top difficult) that even my cousin could finish in 10 hours (he's 7 years old), it's very very short and the prince it's like a model, not the bad guy that we used to know.

Trust me, if u are a POP fan, don't play this game. DON'T PLAY.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
0 persone su 1 (0%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
9.4 ore in totale
Pubblicata: 24 gennaio
Non è male, di sicuro meglio di quell'aborto cartoonato del precedente: "Prince of Persia".
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
0 persone su 1 (0%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
12.2 ore in totale
Pubblicata: 7 settembre 2014
Siete fan della trilogia delle Sabbie del Tempo annata 2003? Amate correre di qua e di là saltando e scalando muri o altre superfici menando fendenti ed eseguendo acrobazie folli? Vi piace poter correggere i vostri sbagli usando le comode sabbie in dotazione invece di dover bestemmiare e magari rifare gli ultimi 5-10 minuti di giocato? Allora questo è il gioco che fa per voi! Non sarà magico come gli altri 3 capitoli ma ha stile da vendere! Consigliato!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
0 persone su 1 (0%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
20.7 ore in totale
Pubblicata: 10 ottobre 2015
bello molto bello
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 4 (25%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
7.2 ore in totale
Pubblicata: 4 settembre 2014
corto e con combattimenti molto semplici MA il platform stile Prince of Persia c'è ed è pure bello e complicato. non manca nemmeno la figa persiana di turno stile trilogia delle sabbie del tempo. consiglio.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 5 (20%) hanno trovato questa recensione utile
Sconsigliato
0.4 ore in totale
Pubblicata: 15 aprile 2014
FA CAGARE, NEI VIDEO IL FRAME RATE CADE VERTIGINOSAMENTE E SEMBRA DI GUARDARE UN ALBUM DI FOTOGRAFIE
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Consigliato
15.9 ore in totale
Pubblicata: 25 dicembre 2013
Easier than the previouses (specially about the fight movements)....but funny
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Pubblicate di recente
BorderYuzzo
8.8 hrs
Pubblicata: 2 luglio 2014
molto bello, all'inizio ero scettico e non mi stava piacendo, ma col progredire del gioco ha dato il meglio di sé.
Dei giochi della serie delle sabbie del tempo è sicuramente quello coi combattimenti meno impegnativi, addirittura ridicoli, tutto a causa di un sistema di combattimento estremamente semplificato.

D'altra parte invece le parti platformer sono di indiscutibile qualità, specialmente verso la fine del gioco cominciano ad essere impegnative.

Presenta meccaniche da RPG, che sono abbastanza ben implementate ma che personalmente ritengo siano fuori luogo, avrei preferito di gran lunga una buona meccanica di combattimento in vecchio stile al loro posto.

Ottima grafica, perfettamente godibile, e ambientazione molto bella; unico peccato è non avere a disposizione la visuale in prima persona per gustarsela in modo diverso.

Personalmente lo consiglio, ma non bisogna aspettarsi un prince of persia anche solo vagamente simile alla trilogia.