Discover dark secrets in this chilling point and click adventure as you encounter an ancient evil lurking in the walls of the home that holds a terrible connection to a timeless struggle between man and magic.
Valutazione degli utenti: Perlopiù positiva (35 recensioni) - 35 recensioni degli utenti (71%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 6 ott 2008

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

Acquista Rhiannon: Curse of the Four Branches

LUNAR NEW YEAR SALE! Offer ends 12 febbraio

-88%
$5.99
$0.71
 

Recensioni

“...it’s a joy to play — and experience.”
75% – GameZone

“Welsh spooks, ancient myths, and subtle scares abound in this stylish point-and-click adventure.”
75% – GameSpot

“It's the perfect title for people who dig history, mystery and the paranormal, not to mention people who like to think when they game.”
75% – IGN

Edizione deluxe digitale

Premium version of Rhiannon: Curse of the Four Branches includes these added features:

  • In-game tutorial
  • Interactive Map
  • In-game hint system
  • Improved navigation

Informazioni sul gioco

Rhiannon is hearing noises and seeing things she can’t explain. Living in her family’s remote farmstead miles from friends and neighbours and having ambitious, busy parents, Rhiannon is alone. Her parents believe her stories to be an overactive imagination and teenage angst. So the Sullivan’s decide to take their daughter away for a break and have asked you to look after their home.

The moment you enter, you suspect that something is not right. Rhiannon’s stories are true and the farmstead is engulfed in supernatural happenings as an ancient myth spills over into reality.

Discover dark secrets in this chilling point and click adventure as you encounter an ancient evil lurking in the walls of the home that holds a terrible connection to a timeless struggle between man and magic.

  • Set in present day, the plot draws from ancient Welsh myths and legends
  • Explore the eerie Welsh farmstead, from the imposing house, to its extensive grounds and buildings
  • First-person point-and-click with approximately 20 to 30 hours of largely non-linear gameplay
  • Involved multi-threaded plot
  • Features classic themes such as: magic, paranormal phenomena, and technological gadgets
  • Interact with a comprehensive inventory of nearly 200 items
  • Engaging and unusual challenges, mostly plot and inventory driven
  • A haunting musical score will send chills up your spine
  • Solid chapter structure to the compelling and ultimately uplifting story

Requisiti di sistema

    Minimi:
    • OS: Windows XP, Vista, 7, 8
    • Processor: 1.5 GHz Intel® Pentium® 3 or AMD® Athlon® processor
    • Memory: 512 MB RAM
    • Graphics: 64 MB DirectX compatible Sound Card
    • DirectX: Version 9.0c
    • Storage: 3 GB available space
    • Sound Card: DirectX compatible Sound Card
    • Additional Notes: Mouse, Keyboard
Recensioni utili
2 persone su 2 (100%) hanno trovato questa recensione utile
14.0 ore in totale
Pubblicata: 13 ottobre 2015
Se siete patiti di avventure grafiche indipendenti a schermate fisse come Dark Fall 1, Barrow Hill e Scratches, continuate pure a leggere. Se invece le avete trovate noiose, lasciate pure perdere, perché Rhiannon è esattamente uguale, sia come meccaniche che come sviluppo.

Opera prima e unica di un team di ben tre persone che non hanno mai realizzato un videogioco prima e che dopo aver giocato ai titoli sopracitati si sono detti "Beh.. possiamo provarci anche noi", Rhiannon: Curse of the Four Branches segue le imprese di Chris, un tizio a caso a cui una coppia di amici ha chiesto di badare alla loro tenuta nel Galles mentre sono via con la loro figlia adolescente, Rhiannon, sulla quale la nuova casa in cui si sono trasferiti sembra avere un'influenza negativa. Chris, esplorando la magione e le zone boschive circostanti, comprenderà ben presto la natura dell'entità che sembra infestare quel luogo e, invece di andarsene dicendo "♥♥♥♥ this" o di far saltare tutto per aria come farebbe chiunque, decide di mettersi all'opera per contrastarla e possibilmente bandirla una volta per tutte, sfruttando sia la moderna tecnologia che antichi rituali.

Rhiannon, come detto, sfrutta lo spostamento a caselle con schermate fisse e frecce per girarsi, qui più rapido del solito anche grazie all'ottima idea di poter usare il fast travel dalla mappa per andare da un capo all'altro della zona senza doversi scorrere trenta schermate ogni volta.
Al contrario di Dark Fall o Scratches, Rhiannon non è un gioco "horror" ma solamente paranormale, quindi Chris si sposterà attraverso aree ben illuminate, aperte e boschive, dalla grafica tipicamente low budget ma rese comunque molto bene. Non mancherà comunque qualche piccolo jumpscare improvviso, che paradossalmente sembrano più efficaci in questi titoli a schermate fisse, perché accadono quando non ce lo si aspetta e non si può nemmeno guardare da un'altra parte.

Il gioco è diviso in 5 capitoli principali, uno iniziale e gli altri 4 dedicati ognuno a un elemento, e propone gli stessi temi dei giochi menzionati all'inizio, cosa ancora più evidente dagli enigmi presenti: non mancheranno infatti i soliti riconoscimenti di piante, decifrazioni di alfabeti, abbinamenti elementali e basati su colori e simboli, e via discorrendo.
La cosa che più apprezzo di questi titoli, però, è l'enorme lavoro di ricerca e di studio che c'è dietro, tra mitologia (qui gallese - dove vivono anche i tre sviluppatori), scienza e quant'altro. Questo si traduce in moltissimi testi da leggere (solo in inglese, non so se esista una versione italiana, ma di certo non su Steam), con articoli, saggi, trattati, racconti da capire, da interpretare, e che costringono a fare collegamenti mentali tra più cose al fine di risolvere gli enigmi presenti. Insomma, è uno di quei giochi dove è normale prendere parecchi appunti su un bloc notes.
Altra novità è una sorta di "checklist" per aiutarci a capire quali compiti abbiamo già svolto e quali no, ma per quanto utile è un'arma a doppio taglio. Non è raro infatti veder comparire incarichi che Chris evidentemente ha già capito di dover fare "Perché sì" seppur privo di indizi che possano portarlo in quella direzione, perciò spesso noi non ci siamo ancora arrivati e dobbiamo solo fidarci delle sue intuizioni.

Per il resto, come per i pregi, si porta dietro anche gli stessi difetti degli altri titoli: in più di un'occasione, anche se abbiamo già tutti gli oggetti e sappiamo come risolvere un enigma, sarà prima necessario trovare *quella* singola cosa per far procedere la trama e permetterci di proseguire. Non c'è tantissimo pixel hunting, giusto in un paio di occasioni (specialmente un certo documento obbligatorio per andare avanti nascosto in un anfratto quasi introvabile - l'unica volta in cui ho dovuto usare una guida), ma quando c'è può essere comunque un po' fastidioso.
Ovviamente neanche tutti gli enigmi sono riuscitissimi, come i capitoli (quello dell'Acqua è un po' palloso e gli ultimi si finiscono in fretta una volta capito il meccanismo generale), ma in generale non ho particolari critiche da fare a riguardo, sono in larga parte intelligenti e ben costruiti.
Il comparto audio invece è un po' carente, ha buoni effetti sonori e qualche traccia carina, ma l'80% del tempo c'è semplicemente silenzio, specialmente in casa. Una seppur minima musica di sottofondo costante avrebbe aiutato.

Con una longevità di almeno una dozzina di ore, è un acquisto più che consigliato agli amanti di questo particolare genere di AG. Se come me avete adorato gli altri, vi piacerà un sacco anche Rhiannon, che nonostante l'esiguità e l'inesperienza del team è un'avventura davvero piacevole e ben realizzata.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
20 persone su 25 (80%) hanno trovato questa recensione utile
2 persone hanno trovato questa recensione divertente
12.1 ore in totale
Pubblicata: 24 novembre 2014
I just finished this Welsh point-and-click adventure game. You find yourself in a desolate farmhouse in Wales and get to investigate strange ghost-demon related activity there. Let's begin with the fact that it was fun at some times and some of the puzzles were enjoyable. Some moments of the story, too. On the other hand, many of the puzzles were very typical (find a light bulb to enter an unlit room etc.), some of the puzzles were randomly stupid. Many of the parts of the storyline are boring and they feel really random and illogical.

The game was made in 2008, but it feels like 1997. Graphics is OK at times, but most of the time it feels like a high school project, same goes with animation (but there isn't much of that). Music is almost non existant and when it's there, it feels like MIDI made by a single person over a weekend...

Rhiannon was made by a three person development team with Wintermute - freeware amateur software for creating point-and-click games. I got it in a game bundle, but I wouldn't recommend paying more than $1 for this game.

Also, there are bugs. Sometimes inventory items disappear. Sometimes menu buttons (MAP) disappear. If you save afterwards, you'll never get them back. It is a known and never corrected issue.

To sum up: if you ever played a point-and-click adventure game, you probably won't enjoy Rhiannon. If you haven't, you may enjoy it. I wouldn't recommend it though.

GRAPHICS: 4/10
AUDIO: 3/10
GAMEPLAY: 3/10
STORY: 2/10
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
17 persone su 20 (85%) hanno trovato questa recensione utile
9.7 ore in totale
Pubblicata: 20 maggio 2014
Whilst I haven't played many games of the Point and Click genre, I do know that the game Scratches has a much bigger map than this one. The voice acting is good, and the graphics aren't too bad but certainly not top notch either. You may find the fonts used throughout the game (even on the main menu) offputting as they don't blend well with the game or interface in my opinion.

I bought it at a discounted price, but to be honest I am having trouble deciding whether or not it was worth that. The storyline was good but, leaves a lot to be answered as we never do meet the girl who is the 'damsen in distress' throughout the entire game. That being said though, it has an interesting theme and I did enjoy the puzzles for the most part.

As for the horror factor, there were a couple of parts that made me jump but it's not really a scary game. The music throughout was sub-par, but bear in mind this may have been made on a small budget.

In conclusion, if you like point and click games Rhiannon: Curse of the Four Branches has some tricky puzzles, and will be worth picking up at a discounted price. If you are looking for horror, this is very mild at best. And if bad fonts bother you, I wouldn't go for it. Still, I'd recommend it as I managed to finish the game and the story is fairly thorough.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
16 persone su 19 (84%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
14.7 ore in totale
Pubblicata: 3 dicembre 2014
PROS:
+ Good atmosphere
+ Intriguing story
+ Interesting puzzles
+ Decent graphics
+ Passable music score
+ Adequate voice acting
+ Fair length

CONS:
- Annoying movement system
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
8 persone su 11 (73%) hanno trovato questa recensione utile
2.3 ore in totale
Pubblicata: 8 novembre 2014
A lovely but flawed hard adventure game. Would be especially attractive to fans of Myst/Riven.

The story is very engaging, and the puzzles are "realistic" in that they are never obvious. There is no hand-holding: it's very challenging. Not quite Riven-challenging, but you better take care to look closely at every clue. The puzzles are fair, but sometimes the clues are extremely subtle. For fans of hard puzzles, it would be greatly rewarding to solve them through patience and sheer perseverence. If you're looking for a casual point-and-click, however, this is definitely not it. With a walkthrough, though, it could definitely be a more casual experience.

The UI is annoying: many times you have to click in a very small area, but there is no indication if you get it wrong. Too many times I had the right idea, but thought I was mistaken because I didn't click at exactly the right place. That felt quite unfair.

Another problem is the rather weird pace. You would think that puzzles would get harder towards the end, but suddenly they become easier. It almost feels rushed. Well, except for the very last puzzle ... those always have to make no sense, right?
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente