Cinders is a mature take on a classic fairytale with a heavy emphasis on player choices and role playing.
Valutazione degli utenti:
Complessivamente:
Molto positiva (443 recensioni) - 443 recensioni degli utenti (89%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 20 giu 2012

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

non disponibile in Italiano
Questo prodotto non è disponibile nella tua lingua. Prima di eseguire l'acquisto, controlla la lista delle lingue disponibili.

Acquista Cinders

 

Recensioni

“MoaCube focuses on the women of the tale and what made them who they are. The game is about nuance, is about understanding the motivations of another human being.”
Kotaku

“Asides from being delightfully well-written, highly replayable and filled with complex, convoluted characters, Cinders is also beautiful.”
IndieGames

“A visual novel that presents the deepest, most complex, most original, and ultimately most compelling re-imagination of the Cinderella universe.”
91/100 – RPGFan

Informazioni sul gioco

Cinders is a mature take on a classic fairytale with a heavy emphasis on player choices and role playing.

Cinders is a witty young woman living with an overbearing stepmother and her two daughters, as if she was reenacting a certain well-known fairytale. But unlike its protagonist, Cinders is not afraid of taking fate into her own hands. Even if it means breaking the rules…

The game takes a look at four women and what made them who they are. It’s a story about balancing freedom and dreams with circumstance and harsh reality. About growing up and finding out the true meaning of independence. Distancing itself from the judgmental simplicity of the original, Cinders tries to explore the more complex nature of oppression, responsibility and innocence.

With 120 decision points, over 300 options to choose from, and multiple endings, Cinders gives you total control over the main character’s personality and how her story unfolds.

Links

Official website
Twitter
Facebook
Tumblr

Requisiti di sistema

Windows
Mac OS X
    Minimi:
    • Sistema operativo: Windows XP/Vista/7/8/10
    • Memoria: 512 MB di RAM
    • DirectX: Versione 9.0
    • Memoria: 200 MB di spazio disponibile
    Minimi:
    • Sistema operativo: OS X 10.5 or higher
    • Memoria: 512 MB di RAM
    • Memoria: 200 MB di spazio disponibile
Recensioni dei giocatori
Sistema delle recensioni degli utenti aggiornato! Ulteriori informazioni
Complessivamente:
Molto positiva (443 recensioni)
Pubblicate di recente
Ruindur
2.2 hrs
Pubblicata: 15 luglio 2014
Ho acquistato Cinders come parte di un Humble Bundle, attratto dal suo stile grafico e dalla premessa narrativa: una classicissima fiaba, "Cenerentola" nientemeno, ri-raccontata come un vecchio Librogame, un "Choose your own adventure" per gli anglofili. Un racconto ramificato nel quale scegliere, di volta in volta, una versione diversa della "nostra" Cinders. Ma non è questo l'aspetto veramente interessante della visual novel in questione, quanto il fatto che sia scritta in maniera ottima. Ogni personaggio - Cinders, le sue sorellastre Sophia e Gloria, sua madre, Lady Carmosa, e gli altri comprimari - emerge in maniera "viva" dal testo di questa specie di "improvvisazione sul tema". Ognuno di essi mostra una piccola parte del suo carattere sulla base delle scelte del lettore-giocatore, lasciando sottintendere una profondità notevole di motivazioni, sentimenti, opinioni che (e qui viene il bello) tende a cambiare a seconda delle scelte (a onor del vero non tantissime) che si fanno durante il racconto.
Cinders non è semplicemente un gioco: è una riflessione sulla Fiaba, un affresco delle diverse sfaccettature delle personalità femminili, un "non è tutto semplice come sembra" (provate a chiedervi: ma perché la matrigna e le sorellastre sono per forza "cattive"? E se Cenerentola si fosse messa nei loro panni?).
Inoltre, e giova sempre ricordarlo, non ci sono molte fiabe che vadano oltre lo stereotipo della poverella che diventa principessa. Cinders è molto di più: è una ragazza che ha la possibilità di rifiutare il dono delle fate, di proclamare la sua indipendenza, di rifiutare persino la proposta di matrimonio del Principe. Dipende tutto dal giocatore: dunque, voi chi volete essere veramente?
In definitiva: non è un'esperienza per tutti, ma solo per chi ama la gioia di una storia ben raccontata e vuole divertirsi a "ritoccarla" godendosi, allo stesso tempo, delle illustrazioni notevoli, un commento musicale assolutamente adeguato e la possibilità di rigiocarlo tante volte quanti sono i finali alternativi della storia (potendo, va detto, saltare tutto il testo già letto in precedenza). Avvertenza: non è un gioco (si "gioca" poco, a meno che per giocare non intendiamo "usare l'immaginazione" e non i pollici) ed è FONDAMENTALE conoscere bene l'inglese.
rebaf
3.4 hrs
Pubblicata: 18 giugno 2014
Chi avrebbe mai detto che la storia di Cenerentola sarebbe stata ancora in grado di stupirmi nel 2014? Eppure il lavoro di MoaCube riesce nell’impresa di stupire nonostante parta proprio da una delle più classiche fiabe popolari. La storia della giovane ragazza schiavizzata dalla sua matrigna ha una tradizione antichissima, tanto che le sue primissime versioni arrivano sia dall’Egitto dei Faraoni che dalla Cina imperiale. Il grande successo arrivò con la rivisitazione da parte dei celeberrimi fratelli Grimm e grazie al conseguente adattamento cinematografico d’animazione a firma Disney.

MoaCube, un collettivo indie inizialmente creato da due polacchi ma ora aperto a collaborazioni da tutto il mondo, si era fin’ora misurata con RPG tattici, roguelike e shooter, ma mai con una visual novel, genere decisamente orientale che negli ultimi anni ha sa♥♥♥♥ raccogliere alcuni appassionati anche in occidente. Vi avevo già parlato di un’altra strana visual novel occidentale che giocava a mischiarsi con un puzzle-game, Unhack, tuttavia in Cinders ogni cosa è tesa per riportarci un’esperienza di gioco più classica ma non per questo meno interessante e varia. Tutto parte da una rivisitazione totale dell’universo classico di Cenerentola, inserito nel tipico contesto di “novelle interattive”.

Leggi la recensione completa su TheShelterNetwork: http://theshelternetwork.com/cinders-2/
Recensioni più utili  Complessivamente
Consigliato
3.4 ore in totale
Pubblicata: 18 giugno 2014
Chi avrebbe mai detto che la storia di Cenerentola sarebbe stata ancora in grado di stupirmi nel 2014? Eppure il lavoro di MoaCube riesce nell’impresa di stupire nonostante parta proprio da una delle più classiche fiabe popolari. La storia della giovane ragazza schiavizzata dalla sua matrigna ha una tradizione antichissima, tanto che le sue primissime versioni arrivano sia dall’Egitto dei Faraoni che dalla Cina imperiale. Il grande successo arrivò con la rivisitazione da parte dei celeberrimi fratelli Grimm e grazie al conseguente adattamento cinematografico d’animazione a firma Disney.

MoaCube, un collettivo indie inizialmente creato da due polacchi ma ora aperto a collaborazioni da tutto il mondo, si era fin’ora misurata con RPG tattici, roguelike e shooter, ma mai con una visual novel, genere decisamente orientale che negli ultimi anni ha sa♥♥♥♥ raccogliere alcuni appassionati anche in occidente. Vi avevo già parlato di un’altra strana visual novel occidentale che giocava a mischiarsi con un puzzle-game, Unhack, tuttavia in Cinders ogni cosa è tesa per riportarci un’esperienza di gioco più classica ma non per questo meno interessante e varia. Tutto parte da una rivisitazione totale dell’universo classico di Cenerentola, inserito nel tipico contesto di “novelle interattive”.

Leggi la recensione completa su TheShelterNetwork: http://theshelternetwork.com/cinders-2/
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Consigliato
2.2 ore in totale
Pubblicata: 15 luglio 2014
Ho acquistato Cinders come parte di un Humble Bundle, attratto dal suo stile grafico e dalla premessa narrativa: una classicissima fiaba, "Cenerentola" nientemeno, ri-raccontata come un vecchio Librogame, un "Choose your own adventure" per gli anglofili. Un racconto ramificato nel quale scegliere, di volta in volta, una versione diversa della "nostra" Cinders. Ma non è questo l'aspetto veramente interessante della visual novel in questione, quanto il fatto che sia scritta in maniera ottima. Ogni personaggio - Cinders, le sue sorellastre Sophia e Gloria, sua madre, Lady Carmosa, e gli altri comprimari - emerge in maniera "viva" dal testo di questa specie di "improvvisazione sul tema". Ognuno di essi mostra una piccola parte del suo carattere sulla base delle scelte del lettore-giocatore, lasciando sottintendere una profondità notevole di motivazioni, sentimenti, opinioni che (e qui viene il bello) tende a cambiare a seconda delle scelte (a onor del vero non tantissime) che si fanno durante il racconto.
Cinders non è semplicemente un gioco: è una riflessione sulla Fiaba, un affresco delle diverse sfaccettature delle personalità femminili, un "non è tutto semplice come sembra" (provate a chiedervi: ma perché la matrigna e le sorellastre sono per forza "cattive"? E se Cenerentola si fosse messa nei loro panni?).
Inoltre, e giova sempre ricordarlo, non ci sono molte fiabe che vadano oltre lo stereotipo della poverella che diventa principessa. Cinders è molto di più: è una ragazza che ha la possibilità di rifiutare il dono delle fate, di proclamare la sua indipendenza, di rifiutare persino la proposta di matrimonio del Principe. Dipende tutto dal giocatore: dunque, voi chi volete essere veramente?
In definitiva: non è un'esperienza per tutti, ma solo per chi ama la gioia di una storia ben raccontata e vuole divertirsi a "ritoccarla" godendosi, allo stesso tempo, delle illustrazioni notevoli, un commento musicale assolutamente adeguato e la possibilità di rigiocarlo tante volte quanti sono i finali alternativi della storia (potendo, va detto, saltare tutto il testo già letto in precedenza). Avvertenza: non è un gioco (si "gioca" poco, a meno che per giocare non intendiamo "usare l'immaginazione" e non i pollici) ed è FONDAMENTALE conoscere bene l'inglese.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente