Questo contenuto ha bisogno del gioco di base Total War™: ROME II - Emperor Edition su Steam per funzionare.

Valutazione degli utenti: Perlopiù positiva (35 recensioni)
Data di rilascio: 22 ott 2013
Etichette popolari definite dagli utenti per questo prodotto:

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

Contenuti scaricabili

Questo contenuto ha bisogno del gioco di base Total War™: ROME II - Emperor Edition su Steam per funzionare.

Acquista Total War: Rome II - Nomadic Tribes Culture Pack

 

Riguardo questo contenuto

Total War™: ROME II – Pacchetto Cultura Tribù nomadi

Informazioni sul DLC:

Il Pacchetto Cultura Tribù nomadi aggiunge una nuova cultura composta da tre fazioni giocabili a Total War: ROME II, da utilizzare nelle modalità Campagna per giocatore singolo o multigiocatore e nelle battaglie personalizzate e multigiocatore.

Il Pacchetto Cultura Tribù nomadi permette ai giocatori di ROME II di impersonare i feroci Roxolani, gli indipendenti Massageti e i fieri Sciti reali. Formate da esperti predoni e cavalieri leggendari, le tribù nomadi sono pronte a lasciare le steppe e a colpire i facili bersagli degli imperi sedentari.

Con la loro indipendenza, la potente cavalleria e la capacità di radunare vigorosi eserciti in breve tempo, le tribù nomadi aggiungono una dimensione culturale totalmente nuova a ROME II.

Nuove caratteristiche:

Nuove fazioni giocabili – Roxolani, Massageti e Sciti reali offrono ciascuno un nuovo modo di affrontare la campagna con le loro unità militari, i tratti distintivi e gli stili di gioco esclusivi.

I Roxolani sono mercanti e conquistatori, e combattono al meglio quando si trovano in territorio nemico; gli Sciti reali sono arcieri esperti ed eccezionali artigiani; mentre lo spirito indipendente dei Massageti li fa combattere al meglio quando difendono il proprio territorio, e la loro esperienza nell'allevamento assicura ottime entrate dal bestiame.

Nuovi tratti culturali – Tutte le tribù nomadi hanno slot di reclutamento extra nelle loro province di origine, che consentono di creare eserciti rapidamente. Razzie e saccheggi sono inoltre diventati per loro una forma d'arte, consentendo di ottenere guadagni maggiori rispetto alle altre fazioni.

Nuovi obiettivi culturali – Le tribù nomadi possiedono nuove condizioni di vittoria militari, economiche e culturali, oltre a una serie esclusiva di obiettivi bonus ispirati alla storia delle steppe. Ogni fazione, inoltre, dovrà affrontare specifici problemi ed eventi.

Nuova tradizione militare – Gli eserciti delle tribù nomadi hanno una nuova ed esclusiva tradizione militare: Orda nomade. Questa tradizione aumenta il raggio di movimento dell'esercito, il morale delle unità quando combattono in territorio nemico e, in proporzione all'ampio utilizzo di cavalli e cavallerizzi da parte delle tribù, riduce il conto di reclutamento delle unità di cavalleria.


Nuove unità:

Il Pacchetto Cultura Tribù nomadi offre fazioni che, con esperti arcieri e cavalieri senza pari, si affidano alla cavalleria come spina dorsale del proprio esercito. Con diversi cavallerizzi armati di spada, arco, giavellotto e lancia, il Pacchetto Cultura Tribù nomadi introduce anche molte letali unità a cavallo.

MASSAGETI: truppe corazzate

Lancieri saci nobili corazzati

Ben pochi possono resistere a una carica di questi nobili esperti e corazzati.

Catafratti saci

Corazzati dalla testa ai piedi, questi cavalieri pesanti possono schiacciare chiunque si metta sulla loro strada.

Arcieri catafratti saci a cavallo

Pesanti corazze e una grande abilità nel tiro con l'arco assicurano la vittoria a questi esperti cavallerizzi.

ROXOLANI: esperti nella mischia

Lancieri reali sarmati

Lance letali rendono questi cavalieri pesanti una forza spaventosa e mortale.

Cavallerizzi sarmati

Nati per stare in sella, questi cavallerizzi armati di lancia combattono da vicino e con violenza contro gli avversari.

Cavalieri sarmati

Un uomo esperto in sella, un cavallo e una lancia possono essere una combinazione letale.

SCITI REALI: esperti nelle armi da lancio

Arcieri a cavallo reali

Poche visioni sono più terrificanti di una squadra di arcieri sciti a cavallo pronti a scoccare.

Schermagliatori sciti reali

I nemici della Scizia temono, giustamente, questi esperti giavellottieri a cavallo e le spade che brandiscono dopo aver sferrato il primo attacco.

Nuovi edifici:

Le truppe nomadi sono fiere della loro indipendenza e vivono nelle tende. Questo appare evidente nella mappa della campagna osservando i loro insediamenti e le loro città, composti principalmente da tende e yurte piuttosto che da strutture in mattoni e pietra. Inoltre le loro catene degli edifici sono diverse da tutte le altre fazioni presenti in ROME II; rispecchiano lo stile di vita nomade e assegnano bonus che potenziano le capacità dei nomadi come pastori, cavalieri e arcieri.

Cibo:

Visto lo stile di vita itinerante delle tribù nomadi le loro riserve di cibo - e, in misura maggiore rispetto alle altre fazioni, i loro introiti – dipendono principalmente dall'allevamento degli animali. Per questo motivo la loro catena di produzione del cibo comincia con i Recinti di pecore per poi passare alla Tessitrice e in seguito al Costruttore di yurta.

Una seconda catena di accampamenti sostituisce le fattorie nelle catene di edifici standard, e offre bonus sempre maggiori agli introiti provenienti dal bestiame. La catena di accampamenti parte con il Campo dei nomadi, che poi diventa Campo di carri e infine Campo reale.

Ricerca

I saggi della tribù discutono con gli indovini cercando modi per migliorare la società tribale. La catena di ricerca delle tribù nomadi parte con la Tenda di enarei, che poi diventa Conclave di enarei e infine Enarei reali, e aumenta la velocità con la quale vengono sviluppate nuove tecnologie.

Scuderie

Le tribù nomadi utilizzano molto i cavalli per il commercio, i viaggi e la guerra, allevando le loro mandrie nella steppa sconfinata. La catena delle scuderie comincia con i Cavalli selvatici, che poi diventano Grossa mandria e infine Mandria reale.

Religione

Le tribù della grande steppa hanno i loro dei, e questo si riflette nella creazione di boschetti, altari e santuari unici. Le catene di costruzione relative a ciascun dio conferiscono bonus a vari aspetti dello sviluppo nomade come ricerca, introiti dall'allevamento, livello degli agenti e ordine pubblico. Alcune catene assegnano bonus anche a due delle unità fondamentali dell'esercito nomade: cavalleria da mischia e arcieri a cavallo.

Inoltre l'apice della catena religiosa dà accesso a una nuova meraviglia: il Campo di kurgan. Questo gigantesco tumulo funerario potenzia l'influenza culturale della tribù e aumenta notevolmente gli introiti provenienti dall'allevamento.

Storia delle fazioni:

Gli Sciti reali
Gli Sciti reali sono l'elite sociale e tribale della società nomade, e la loro abilità militare è pari solo all'amore per l'oro e l'ostentazione. Chiunque confonde questo lusso per debolezza di solito muore trafitto dalle lance degli sciti prima di rendersi conto dell'errore.

I Massageti
I Massageti sono una confederazione di tribù di fieri guerrieri della steppa. Ciro il Grande, fondatore dell'impero achemenide, cadde in battaglia contro di loro mentre guidava un esercito persiano nelle steppe. Sin da allora sono rimasti un popolo pericoloso, temuto e rispettato dai suoi vicini.

I Roxolani
Ogni uomo ha il suo momento di gloria, e lo stesso vale per le tribù. A mano a mano che gli Sciti si indeboliscono, i Roxolani sono pronti a levare le spade al loro posto. In sella ai loro possenti cavalli delle steppe stanno per scoprire le ricchezze del mondo "civilizzato". Quali gloriose battaglie li attendono?

Requisiti di sistema

Windows
Mac OS X
    Minimum
    • OS: XP/ Vista / Windows 7 / Windows 8
    • Processor:2 GHz Intel Dual Core processor / 2.6 GHz Intel Single Core processor
    • Memory:2GB RAM
    • Graphics:512 MB DirectX 9.0c compatible card (shader model 3, vertex texture fetch support).
    • DirectX®:9.0c
    • Hard Drive:35 GB HD space
    • Additional:Screen Resolution - 1024x768
    Recommended:
    • OS:Windows 7 / Windows 8
    • Processor:2nd Generation Intel Core i5 processor (or greater)
    • Memory:4GB RAM
    • Graphics:1024 MB DirectX 11 compatible graphics card.
    • DirectX®:11
    • Hard Drive:35 GB HD space
    • Additional:Screen Resolution - 1920x1080
    • Operating System: OS X 10.7.5
    • Processor: 1.7 GHz Intel Core i5
    • RAM: 4 GB RAM
    • Hard Drive: 25 GB
    • Video Card: 512 MB AMD Radeon HD 4850, NVidia GeForce 640 or Intel HD 4000
    • Screen Resolution: 1024x768.

    Unsupported graphics chipsets for Mac: NVidia GeForce 9 series, GeForce 300 series, GeForce Quadro series, AMD Radeon HD 4000 series, Radeon HD 2000 series
    • Operating System: OS X 10.7.5 (or later)
    • Processor: 2nd Generation
    Intel Core i5 (or greater)
    • RAM: 8 GB RAM
    • Hard Drive: 25 GB
    • Video Card: 1 GB NVidia 750 (or better)
    • Screen Resolution: 1920x1080.

    Unsupported graphics chipsets for Mac: NVidia GeForce 9 series, GeForce 300 series, GeForce Quadro series, AMD Radeon HD 4000 series, Radeon HD 2000 series
Recensioni utili dai clienti
18 persone su 19 (95%) hanno trovato questa recensione utile
Pubblicata: 8 marzo
As someone who has played through nearly all of the dlcs for Rome 2, I can tell you this one is the most unique.
The Nomadic Tribes culture pack allows you to play as the Royal Scythians, whose starting position is modern day ukraine,the Roxolani, and the Massagetae, whose starting positions are respectively northwest and southwest Kazakshtan. The distance of these provinces from the heart of Europe really makes this campaign a struggle, and for the most part your first 1/4 of the campaign will be spent fighting other nomads with similar rosters, amplifying the challenge. There are new building trees for nomads, and the culture certainly distinguishes itself from any other barbarians. The new units the nomads are given diffrentiate playstyles, the Massagetae, for example, are heavily armored and therefore can hold their own against both powerful cavalry units and swarming spear units. The Roxolani have units that promote fast charges that cripple an enemy, but should not stay in the fray too long. And lastly, the Scythians possess the best skirmisher cav. in the game, allowing them to devastate both melee and cav. units.

I do have some problems with this dlc, one of which is that the nomads appear identical to the barbarians, with a germanic look to them, when they were in fact of Indo-Iranian blood. This just feels like laziness from CA and a lack of understanding of ethnicity. Another problem I have is that on the campaign map, the Nomads don't feel particularly distinguished from any other factions and capture and occupy settlements with the rest of them. This just bugs me completely, because I had assumed the nomads would possess a lifestyle similar to the migrators in TW Atilla, never really settling in one place until they have the wherewithal to do so. Lastly, this culture pack should not be paid dlc, given the lack of any playable nomads in the basegame, and their pisspoor rosters before this dlc.

However, I would encourage anyone who feels like the base game is missing diversity to purchase this dlc, as the Nomads truly feel unique and different from more "landed" factions.

Pros:

-Diverse Rosters
-Difficult Start Pos.
-New Buildings and Tech Trees
-Factions possess different playstyles


Cons:

-Paid DLC
-Factions feel ethnically identical to barbarians
-Lack of "Migratory" lifestyle

Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
3 persone su 6 (50%) hanno trovato questa recensione utile
Pubblicata: 13 aprile
The nomadic tribes have a ton of potential, but a modder would have done it better (and free). The roster is actually better than some, but trade is stifled all around; even if you offer enough money that you're looking at a 20 turn ROI. It's ridiculously done, the various "Notorious Family member" scenarios are often forced and hurried with unsatisfying results, and for $7.99 I expected more.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
70 persone su 86 (81%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Pubblicata: 1 novembre 2014
With this great culture pack, you can play as Attila the Hun without actually buying Total War Attila! 5 stars!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
35 persone su 46 (76%) hanno trovato questa recensione utile
Pubblicata: 3 ottobre 2014
The nomadic factions pack is , I believe , a must-have pack for all dedicated players in the game . It offers a completely new culture with a completely new playstyle that demands from the player to be on the edge constantly and to watch his troops' actions all the time. It offers a challenging new way of playing Rome 2 and an intersting culture which changes completely the way you play . No heavy infantry troops that have little range of movement capabilities . The Nomadic Tribes are all about speed and horses , so they require extra attention when in the battlefield . I absolutely recommend this to any player who wants to give his game a new feel .
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
50 persone su 72 (69%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Pubblicata: 8 ottobre 2014
$7.99 is asking a lot for this. I got it when it was free for the first week it came out and I thought it was pretty lack luster. Only get this if you enjoy pure cavalry armies and wait for it to be on sale.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente