FRONTE NEMICO è il primo vero FPS moderno ambientato nella seconda Guerra Mondiale con livelli aperti e combattimenti estremamente interattivi, che rompono i modelli standard dell'esperienza di gioco offerta da FPS con un copione molto lineare, regalando al giocatore la completa libertà di scegliere il suo stile di gioco.
Valutazione degli utenti: Nella media (1,015 recensioni)
Data di rilascio: 10 giu 2014

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

Acquista Enemy Front

 

Riguardo questo gioco

Enemy Front è il primo vero FPS moderno ambientato nella seconda Guerra Mondiale con livelli aperti e combattimenti estremamente interattivi, che rompono i modelli standard dell'esperienza di gioco offerta da FPS con un copione molto lineare, regalando al giocatore la completa libertà di scegliere il suo stile di gioco. Combattimento intenso, cecchinaggio, furtività e sabotaggi sono tutti approcci possibili per il giocatore che massimizzano la sua partecipazione e la rigiocabilità.
Immerso nell'ambientazione viscerale di località europee mozzafiato, il giocatore impersona il corrispondente di guerra americano Robert Hawkins, che lotta fianco a fianco con i combattenti della Resistenza contro la mostruosa e malefica potenza nazista in Francia, Germania, Norvegia e durante la Rivolta di Varsavia.


  • Scegli lo stile di combattimento che preferisci. Il gameplay fonde l'azione rapida degli FPS con l'entusiasmante furtività del cecchinaggio di precisione e i sabotaggi letali nel primo gioco con livelli aperti ambientato nella seconda Guerra Mondiale.
  • Semina morte da lontano: usa i fucili da cecchino per decimare le fila dei nemici e colpire gli ufficiali, i cecchini nemici e gli artiglieri con le armi pesanti con precisione letale.
  • Immagini mozzafiato, ambienti interattivi e azione spettacolare nelle molte operazioni della Resistenza durante la seconda Guerra Mondiale.
  • Scegli la tua arma: un arsenale completo delle armi della seconda Guerra Mondiale con tutte le categorie di pistole, mitra, fucili d'assalto, fucili da cecchino così come armi tipiche della Resistenza tra cui mitra Sten, pistola Welrod con silenziatore e mitra Lampo.
  • Domina il campo di battaglia: unisci ricognizione, esplosivi e abilità nel tiro per confondere e tendere agguati alle truppe naziste numericamente superiori.
  • Ambientazioni affascinanti e distruttibili e un'IA tattica avanzata rendono il combattimento sempre gratificante e dinamico.
  • 10 ore di campagna giocatore singolo estremamente rigiocabili e 12 ore di multigiocatore online supportate dalla tecnologia CRYENGINE.

Requisiti di sistema

    Minimum:
    • OS: Windows XP, Vista or Windows 7, with the latest Service Pack
    • Processor: Intel Core 2 Duo at 2Ghz, or AMD Athlon 64 x2 2Ghz, or better
    • Memory: 3 GB RAM
    • Graphics: NVidia 8800GT with 512Mb RAM or better
    • DirectX: Version 9.0c
    • Hard Drive: 10 GB available space
Recensioni utili dai clienti
5 persone su 6 (83%) hanno trovato questa recensione utile
10.4 ore in totale
Pubblicata: 11 marzo
Un normale FPS ambientato durante la seconda guerra mondiale dove vestiremo i panni di un reporter americano che, per uno scoop, gira l'europa massacrando nazisti.
Se dovessi descrivere questo gioco in poche parole direi :"Bello da vedere, insipido da giocare". Enemy Front, al di fuori del cryengine (ci sono alcuni piccoli glitch grafici, come oggetti che volano, e problemi con la gestione della fisica), non ha alcun tratto distintivo.
Il gioco permette un approccio furtivo, che viene però vanificato dalla demezna artificiale, preferendogli un più classico assalto alla rambo: "Ambientazioni affascinanti e distruttibili e un'IA tattica avanzata rendono il combattimento sempre gratificante e dinamico" , un esempio di pubblicità ingannevole.
L'IA è la nota più dolente di questo gioco ed è un vero peccato, visto che le sparatorie in se sono divertenti; i nemici durante uno scontro a fuoco cercano un riparo, ma in molti casi caricano il giocatore o, peggio, rimangono dietro il riparo dando le spalle alla minaccia incombente (o rimangono del tutto ignari di quanto sta accadendo a 2 metri da loro).
Io non me la sento di consigliare il gioco a prezzo pieno ( e ci mancherebbe), però se lo trovate a poco (5€ o qualche bundle, come questo http://isthereanydeal.com/specials/#/search:%23%3A1676;/scroll:%23gamelist ) e cercate un normalissimo FPS moderno prendetelo pure.


6-/10
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
5 persone su 7 (71%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
0.8 ore in totale
Pubblicata: 3 aprile
Dal punto di vista grafico potevano fare di più, ma risulta comunque un gioco molto bello, di certo non merita quel 52/100 e tutte quelle recensioni negative.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
11.6 ore in totale
Pubblicata: 29 luglio
Enemy Front non fa certo parte della cerchia dei migliori sparatutto in circolazione nè sarà ricordato tra qualche anno e rappresenta purtroppo la dimostrazione di come buone idee finiscano sempre per essere rovinate.

Partendo dalla storia essa non è certo all'ultimo grido e manca di un vero e proprio mordente ma tutto sommato in un'era videoludica in cui gli zombi la fanno da padrone in ogni genere e titolo fa felici vestire i panni di un giornalista eroe della resistenza rivivendo parte della sua vita e della guerra, con missioni e obiettivi disersificati in cui non basta sparare ma spesso è più sicuro utilizzare un approccio stealth.

Il nostro personaggio non è un campione di velocità o resistenza dato che impiegherà un sacco a ricaricare la propria arma e basteranno una manciata di colpi per stenderlo (indipendentemente dal livello di difficoltà scelto), probabilmente frutto di una programmazione non eccelsa più che di cercare di dare realismo al titolo.

Graficamente il gioco non è malvagio ma è ben lontano dall'essere un titolone dato che non sfrutta appieno il CryEngine3; le ambientazioni sono buone ma gli scenari mancano di interattività (non è possibile nemmeno rompere le bottiglie o qualsiasi oggetto che non faccia parte della missione) mentre i nemici si contraddistinguono per due-tre modelli ripetuti all'infinito.
Trovo infine inspiegabile la scelta di bloccare il framerate a 30 FPS se si avvia il gioco in risoluzione 1920X1980 e modalità Big Picture, problema che si può risolvere solo abbassando la risoluzione.

Il sonoro si contraddistingue per un discreto doppiaggio (esclusivamente in inglese, ma i tedeschi parlano la loro lingua) e delle musiche che non renderanno fastidioso il proseguimento del gioco ma nemmeno finiranno per essere ricercate su Youtube.

A livello di giocabilità sono supportati mouse & tastiera e anche il controller per Xbox 360. La prima configurazione è praticamente obbligatoria non solo perchè parliamo di uno sparatutto ma sopratutto perchè questo è uno dei pochi giochi che risulta davvero peggiore (e a dirla tutta persino più difficile) se giocato con controller dato che si perde la precisione e il tutto risulta legnoso e mal ottimizzato, fatto ancora più strano visto che il gioco è uscito anche su console.

Per quanto riguarda la longevità della modalità storia ho impiegato circa 10 ore per completare la stessa (più la missione aggiuntiva Saint-Nazaire che è slegata dalla storia) con la maggioranza degli obiettivi secondari e utilizzando un approccio mix tra stealth e sparatutto puro, una durata sopra la media e che può essere maggiore se si cerca di completare il resto degli achievements.

Mi sarebbe piaciuto dare anche uno sguardo alle modalità multiplayer peccato che i server siano un deserto e non esista la possibilità di inserire i bot.

Per quanto riguarda i problemi di cui molti lamentano personalmente mi è capitato in due occasioni di non riuscire ad avviare il gioco in modalità Big Picture e di ritornare al desktop per poi riavviare il gioco senza problemi come se niente fosse, ma sopratutto di incontrare qualche glitch (come ad esempio nemici che si bloccano o l'impossibilità di posizionare una carica di esplosivo su un bersaglio o che il timer della carica stessa esplodesse prima del tempo).

In conclusione lo sconsiglio per i difetti sopra indicati ma se proprio volete dargli una chance aspettate di trovarlo nei cestoni delle offerte a 5-10 euro.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
116 persone su 153 (76%) hanno trovato questa recensione utile
13.8 ore in totale
Pubblicata: 15 febbraio
Enemy Front puts you in the shoes of an intrepid American reporter covering the war’s more inglorious theaters. Though it's packaged as a first-person shooter, it feels more like a puzzle game with guns. Case in point: I'm early in the single-player campaign, and I need to blow up a bridge in the French countryside. The main path to my objective is stocked with a half-dozen Nazi strongholds, and when I'm spotted, all the soldiers come pouring out as though they're controlled by an alien hive mind. After dying over and over again, I accidentally discover an alternate path that lets me flank everyone, sneak my way to the bridge, then watch it come tumbling down without firing a shot. That discovery makes me feel smarter, and it’s far more rewarding than blasting away hordes of enemies.If you’re saying to yourself “oh man, I hate stealth games”, don’t sweat it; Enemy Front still gives you plenty of opportunities to blow stuff up. There are scads of missions where you rush through bombed-out buildings in close-quarters combat, manning machine guns, sniping from church towers, and destroying tanks with Panzerfausts. These action segments are smart punctuation to the larger missions where stealth is clearly the best path to success.Almost as impressive as the variety of action Enemy Front delivers are the areas you’ll explore. The bombed-out horrors of Warsaw are strikingly juxtaposed with the bright French countryside and the bitter cold of snowy Norway. Even the loading screens contain gorgeous, original 3D visuals that depict moments in time from the viewpoint of very different character-- army officers, terrorized civilians, and nonchalant soldiers doing their duty.Enemy Front also doesn't hold back on controversial subjects. At various points, you’ll come across depictions of atrocities being committed against civilians and partisans--and if you don’t act quickly, you’ll be confronted with the nasty results. Choosing to rescue a person who's about to be executed may be a heroic act, but it also means getting discovered and attacked by the enemy. Later on, you’ll have a harrowing walk through a barely-functioning Warsaw hospital that's under constant bombardment. In its crumbling halls, dying people beg for assistance--you can choose to help them or not. There are few easy choices.That said, I can't help but wonder if Enemy Front was too ambitious a project, as there are a host of problems that really detract from the experience. Transitions in and out of cutscenes are very rough, and the sound mix makes it difficult to hear what characters are saying over the orchestral score. You meet a host of characters as the story unfolds, but the brevity of the conversations doesn't explain your transformation from a notebook-carrying reporter to a gun-toting one-man army; why exactly are you willing to risk your life for these people you barely know? What's more, bizarre moments are frequent. Watching a fellow soldier fire an invisible rifle through a window is a bit strange, as is seeing an unmanned rifle flop around on the floor, repeatedly shooting at the walls as though it has some sort of grudge against concrete structures.Then there's the AI characters and enemies, whose behaviors are often erratic. Enemy soldiers rush right at with the intent to kill, then stand there for a moment or two before opening fire.The single-player campaign is the heart of Enemy Front, but there is a functional--if bare-bones--multiplayer component as well. Featuring three run-of-the-mill modes and a handful of interesting combat arenas, it offers little depth and feels tacked-on.In some ways, Enemy Front succeeds in standing out in a crowded genre. Impressive visuals and expansive levels merge create memorable locations. And though some stages very obviously award stealthier playstyles, the gunplay is enjoyable when you're not overwhelmed with enemies. Unfortunately, a raft of weird bugs, mindless enemy behavior, and a multiplayer mode that feels like an afterthought shoot Enemy Front's potential square in the heart.Overall 6/10.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
49 persone su 60 (82%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
11.0 ore in totale
Pubblicata: 13 giugno
Enemy Front is a World War II themed FPS game. This game kind of snuck under the radar, as I can't remember it being released. You play as an American war correspondent who is caught up with various different Resistance groups across Europe during the war.

The game uses CryEngine 3, so you can safely assume the graphics are going to be top notch but you will need a fairly hefty rig to play them on full though. I am not sure why there is so much lens flare going on, since normally games have silly amounts of it to make up for lackluster graphics.

Game play wise, Enemy Front is an FPS at core, but there are quite a lot of times where stealth is required, the stealth parts of the game are actually a lot better than the gun play, I loved sneaking around the enemies base sabotaging lighting systems, distracting guards and finding alternative routes through rooms. It's certainly not on the level of Dishonored for stealth, but it is refreshing to see a World War II include it as a feature. Another aspect that is done very well, are the Sniper sections; what's better than sitting back hidden in the trees popping the heads of Nazis? Can't think of much! It's so satisfying to see groups of guards become so confused as their comrades slowly start dropping to the floor.

That brings me onto the AI, sadly it's not the smartest, you can be shooting your un-silenced gun in clear view of a guard, and he won't notice you; sadly this removed some of the immersion for me, leaving me a little confused at times whether a guard will hear me or not in some situations.

Each of the levels in Enemy Front are giant. There are about twelve levels in total, and each one has lots of hidden secrets, pick ups and Easter eggs to find. There has been a lot of work put into the environment here which most people will probably just pass on by, but there is a lot to see if you take the time to explore buildings and rooms off the beaten path - nothing that will effect your game play though.

I didn't find the game to be over difficult; there is a nice gentle raise in difficulty as you progress through the game so you don't suddenly become overwhelmed. You certainly get the "Bad @ss" feel when you manage to mow down a squad of enemies all on your own, and you will quite easily be able to take on more than just a single squad too.

The single player story took me about eight hours to complete; as I said above, there are about twelve levels to play through, each level has several objectives and secondary objectives if you wish to play it too the full. Secondary objectives only really offer ammo resupplies, so you don't really miss out on much if you skip over them.

So to conclude, I would recommend people consider picking Enemy Front up. The game does come with a pretty steep price tag, and I believe I picked this up for £10 off ♥♥♥, so at that price I think I have found a bargain, but I wouldn't say it's worth the full £29,99. Keep your eyes out for when this drops below 50%.

If you found this review helpful, please consider giving it a thumbs up. You can also find more reviews over at http://www.completingthebackloggroup.com/

http://store.steampowered.com/app/256190
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente