1954: Alcatraz – The cash is out there. But who will get it? Joe's doing 40 years on Alcatraz for a heist on an armored truck. The loot is still hidden out there, but only Joe knows where it is. In the streets of San Francisco, Joe's ex-accomplices and his wife are eager to find the stolen money. Who will get their hands on the dough?
Valutazione degli utenti:
Recenti:
Nella media (15 recensioni) - 66% delle 15 recensioni degli utenti pubblicate negli ultimi 30 giorni sono positive.
Complessivamente:
Perlopiù positiva (472 recensioni) - 472 recensioni degli utenti (76%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 11 mar 2014

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

Acquista 1954 Alcatraz

Pacchetti che includono questo gioco

Acquista The Daedalic Armageddon Bundle

Include 11 articoli: Deponia, Chaos on Deponia, Goodbye Deponia, The Whispered World Special Edition, The Dark Eye: Chains of Satinav, A New Beginning - Final Cut, Memoria, The Night of the Rabbit, Edna & Harvey: The Breakout, Edna & Harvey: Harvey's New Eyes, 1954 Alcatraz

 

Recensioni

“It manages to draw the player in, not only because a prison escape is impressive, but because escaping from Alcatraz is especially daunting.”
Snackbar Games

“Gene Mocsy and Daedalic should be proud, as this is easily one of the most intriguing point-and-clicks around.”
Gaming Lives

“1954 Alcatraz is an interesting adventure to get lost in for a while.”
God Is A Geek

Informazioni sul gioco

1954: Alcatraz – The cash is out there. But who will get it?

Joe's doing 40 years on Alcatraz for a heist on an armored truck. The loot is still hidden out there, but only Joe knows where it is. In the streets of San Francisco, Joe's ex-accomplices and his wife are eager to find the stolen money. Who will get their hands on the dough?

In this interactive Point & Click adventure by Daedalic Entertainment and Irresponsible Games - the team of Gene Mocsy - Joe and his wife Christine will be playable characters. Players will decide between love, treachery, life and death: will Christine assist Joe during his prison break? Will they recover the fortune together? Or will they succumb to greed? Will Christine deceive her husband, taking revenge for all the disappointments and a marriage that brought her nothing but hardship? Will she just turn her back on Joe and hit the road with his former accomplices? Or will Joe gain everything in the end?

1954: Alcatraz offers all what makes a great adventure: challenging puzzles, a mature crime story with a dynamic plot and various possible outcomes, and a whole bunch of shady characters: brutal felons, making life on The Rock even harder for Joe, while outside not only his partners-in-crime but also snoops and cops are after the money and Christine. The cinematic San Francisco of the 1950s, caught in a gritty comic style is a harsh place. But it's also a place where 1954: Alcatraz can also pay homage to history and zeitgeist, in form of the Beatnik culture and other contemporary themes.
.

Key Features

  • Two playable characters: the gangster couple Joe and Christine
  • More than 20 additional 3D animated characters
  • More than 60 hand drawn backdrops, based on original footage of San Francisco, North Beach and Alcatraz
  • Challenging puzzles and exciting dialogues by Gene Mocsy, co-writer of Ghost Pirates of Vooju Island
  • Atmospheric Beat and Jazz soundtrack by Pedro Macedo Camacho (Fairytale Fights, Ghost Pirates of Vooju Island, A Vampyre Story, Audiosurf)
  • In-game decisions extensively influence the plot and lead to various endings

Requisiti di sistema

    Minimi:
    • Sistema operativo: Vista/7/8
    • Processore: 2.5 GHz (Single Core) oder 2 GHz (Dual Core)
    • Memoria: 3 GB di RAM
    • Scheda video: GeForce 200-series/Radeon 300-series/Intel HD 3000-series or better
    • Memoria: 6 GB di spazio disponibile
    • Scheda audio: DirectX 9.0c compatible
Recensioni dei giocatori
Sistema delle recensioni degli utenti aggiornato! Ulteriori informazioni
Recenti:
Nella media (15 recensioni)
Complessivamente:
Perlopiù positiva (472 recensioni)
Pubblicate di recente
Pitz72
7.8 hrs
Pubblicata: 18 agosto
Ci sono moltissimi elementi interessanti anche a livello narrativo. Alcune cose sono anche molto divertenti, soprattutto proprio il rapporto tra i due "protagonisti" sebbene da un punto di vista del gioco la parte di lui è assolutamente inferiore rispetto a quella di lei. Simpatica la possibilità di inserire un filtro che da una certa atmosfera noir al gioco.
Carino.
rob.ferrario
5.2 hrs
Pubblicata: 1 aprile
Good point and click adventure, with an original setting and unusual noir theme. I enjoed it BUT be warned that the challenge level is rather simple and the game pretty short (I finished it in 5 hours). I'm saying PRETTY short because I bought it when on sale. At full price it would be OUTRAGEOUSLY short.
In addition to that, for all those of you who, as me, are not english mothertongue, there are a lot of slang expressions which are not easy to understand even with subtitles on.
MattiaM91
11.9 hrs
Pubblicata: 9 gennaio
Davvero un ottima avventura grafica vecchio stile, dai creatori del già ottimo DEPONIA!
Mi ha divertito parecchio, bella storia, bella grafica e ambientazione anni 50 (gangster nightclub criminalità ecc) davvero molto accattivante! Il doppiaggio è in Inglese ma è completamente sottotitolato in Italiano.
Molto bello il fatto che si possano compiere azioni non obbligatorie, come ad esempio uccidere determinati personaggi oppure no, oltretutto conta ben tre finali differenti, cosa non da poco per un gioco di questo tipo.
A mio avviso l'unico aspetto negativo (se così si può definire) sta nel fatto di essere forse un po troppo corto, per il resto acquisto obbligato per ogni amante delle avventure grafiche vecchia scuola.
gennyshark
13.5 hrs
Pubblicata: 26 ottobre 2015
Adventure cruda è questa "1954 Alcatraz". Fredda e sporca come una canna di una Beretta, o di una Browning, come direi se fossi meno campanilista. Il contenuto è tale che la sconsiglio decisamente alle fasce della gioventù acerba ed alle persone di facile impressionabilità: non ci sono affatto scene di sesso o turperie dissacranti, ma il linguaggio, alcune situazioni, alcune scene richiedono una certa elasticità e maturità mentale. Tra parentesi, credevo che gli anni come il 1954, quando è stata ambientata la storia dell'adventure, fossero più 'conformi, non come i nostri, pieni di tensioni su questioni sociali e morali come l'omosessualità. In questa loro fatica, Daedalic ha preferito dar vita ad una coppia protagonista ben adattata al clima dell'adventure, che vive a suo agio nel mondo dei criminali, non ha scrupoli a delinquere e lo fa... Non credo che molti uomini terrebbero testa a lei, Christine, che sembra navigata e ben adattata alla ciminalità ed al vivere senza troppi scrupoli: credo che il suo fascino si nutra molto di questo suo carattere. Per quanto mi riguarda, rispetto al coniuge Joe, troppo incolore e scontato, è lei che più mi ha affascinato, fermo restando che mi ha un po' deluso una mancata e più spinta caratterizzazione di ambedue. Il sonoro è ben fatto, con un jazz molto azzeccato, e con fini accompagnamenti di sax e piano. La grafica è colorata ma non allegra, con personaggi dai lineamenti spigolosi ed affilati, forse troppo. Gli enigmi si risolvono con fluidità. Una osservazione sulla operatività del salvataggio, che secondo me, obbliga a qualche passaggio di troppo; inoltre il caricamento delle schermata mi sembra troppo lungo, e molte animazioni di interazione tra i personaggi o con il fondale è approssimativa. La pubblicità del gioco fa anche cenno a vari finali dipendenti dalle scelte che si fanno in esso, ma io non ho verificato.
droda
9.2 hrs
Pubblicata: 25 settembre 2015
Una avventura "vecchio stile" che si lascia giocare. Non lunghissima, ma ben fatta. Un bug o due, per cui ricordatevi di salvare di tanto in tanto!
VinzSirio
5.4 hrs
Pubblicata: 16 agosto 2015
[ITA] 1954 Alcatraz è un'avventura punta e clicca insolita, poiché la narrazione (e quindi il gameplay) si svolge in due luoghi diversi ed in maniera contemporanea. I protagonisti giocabili sono due, Joe e Christine, e potremo scegliere in tempo reale quale dei due personaggi utilizzare.

Joe è stato arrestato per un'accusa di furto ed è rinchiuso ad Alcatraz, per cui la sua avventura si svolgerà sulla famosa isola, con l'obiettivo principale di fuggire.
Al contrario, Christine, che è la moglie di Joe, si muoverà negli ambienti cittadini, alla ricerca degli indizi lasciati dal marito sul presunto bottino della rapina. Lo scopo di Christine sarà anche quello di aiutare a distanza Joe ed in alcune occasioni le due storie si intrecceranno, fino a convergere nell'epilogo.

L'avventura è costellata di bivi, che condurrano a finali diversi, a seconda delle azioni intraprese sia da Joe che da Christine. Per questo motivo, anche se l'avventura non è particolarmente longeva, per sbloccare tutti i finali e gli achievement, sarà necessario rigiocarla almeno un paio di volte.

Il tono intrapreso da Daedalic in quest'avventura è quello della dark comedy: lo stile fumettoso in cel shading dei personaggi e degli ambienti fa da sfondo a vicende ben più macabre e sinistre. Sesso, mafia, violenze e atroci omicidi saranno ricorrenti nella storia, anche se non mancano personaggi e vicende più pacati a smorzare i toni.

Gli enigmi non saranno sempre all'altezza, molte volte rimarrete bloccati perché le azioni da intraprendere per proseguire non sono del tutto logiche o facilmente intuibili.

Ad ogni modo, 1954 Alcatraz è un'avventura divertente da giocare, anche se non riesce ad entrare tra gli "indimenticabili del genere", principalmente per la brevità della storia. Anche la possibilità di scambiare i personaggi in tempo reale non è una trovata completamente nuova, ma risulta comunque un ottimo espediente narrativo. Acquistatelo in saldo, di sicuro non ve ne pentirete.

PRO

+ Due personaggi giocabili
+ Ambientazioni curate
+ Doppiaggio ben caratterizzato
+ Atmosfera ben riuscita
+ Bivi e finali multipli


CONTRO

- Un po' troppo breve
- Enigmi non sempre intuitivi e logici


VOTO: 6,5/10
ExDuelist
15.7 hrs
Pubblicata: 9 agosto 2015
Un'avventura grafica che nel complesso non sfigura ma che neppure eccelle. Alcune meccaniche di risoluzione enigmi richiedono forse troppo intuito al giocatore, potrebbe capitare di non riuscire a proseguire non avendo idea di cosa dover fare. Graficamente piacevole, il cell shading e i fondali sono di buona qualità, di contro si può incappare in alcuni bug d'animazione o interfaccia.
thekingmaster
7.8 hrs
Pubblicata: 15 giugno 2015
Bellissimo. Un'avventura, davvero.
Il fani
13.6 hrs
Pubblicata: 5 maggio 2015
Pro:
-Interessante meccanica di switch tra i 2 personaggi , i quali compiendo determinate azioni aiutano l'altro protagonista nel completare i propri obbiettivi
-Colonna sonora ben realizzata , che aiuta a immergersi nelle atmosfere del gioco
-Per la storia che racconta il gioco dura il giusto

Contro:
-Trama piatta e banale
-Personaggi principali e secondari da dimenticare (i personaggi secondari sono inoltre inutili)
-Non è presente nemmeno l'ombra di un enigma o rompicapo difficile da risolvere
In conclusione: 1954 Alcatraz è un gioco mediocre ha i suoi pregi ma ha anche tanti difetti , se cercate delle avventure grafiche targate Daedalic vi consiglio caldamente di passare ad un altro gioco.
VOTO: 7/10
Mccoy
8.7 hrs
Pubblicata: 23 aprile 2015
Con "1954:Alcatraz" si entra in un atmosfera molto noir che non sfigurerebbe di fronte a "il Padrino" o "The Untouchables". Il gameplay è molto classico con inventario e dialoghi in primo piano, ma sono sperimentali le tematiche decisamente mature, come la droga o l'omosessualità, che un po' stridono con la grafica cartoon; esperimento tra l'altro già tentato in parte anche dai Pendulo Studios con Yesterday. Un altro aspetto interessante è quello delle scelte, sia nei dialoghi che nelle azioni; alcuni enigmi saranno opzionali, altri risolvibili in più modi, altri ancora del tutto nascosti. Peccato però che le scelte non influenzino se non in uno o due casi l'andamento della vicenda o il finale (sebbene con alcune azioni ci sia la possibilità di sbloccare un finale nascosto). Il fatto di non palesare le scelte, come avviene in altri giochi come Dreamfall Chapters o Life is Strange, porta a fare scelte istintive, senza pensarci su troppo, il guaio è che però non influenzano il finale che resta a completa discrezione del giocatore. Così l'idea dia zione-conseguenza finisce per dissolversi e con essa un elemento chiave di successo per un gioco di questo tipo. Altro punto debole e la esagerata scarsezza di animazioni e cut-scene, neppure nei finali che finiscono per assomigliarsi tutti.
Il giudizio sul gioco è difficile. Sicuramente merita di essere giocato almeno una volta; potrebbe piacere, come non piacere.
Recensioni più utili  Complessivamente
8 persone su 8 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
8.7 ore in totale
Pubblicata: 23 aprile 2015
Con "1954:Alcatraz" si entra in un atmosfera molto noir che non sfigurerebbe di fronte a "il Padrino" o "The Untouchables". Il gameplay è molto classico con inventario e dialoghi in primo piano, ma sono sperimentali le tematiche decisamente mature, come la droga o l'omosessualità, che un po' stridono con la grafica cartoon; esperimento tra l'altro già tentato in parte anche dai Pendulo Studios con Yesterday. Un altro aspetto interessante è quello delle scelte, sia nei dialoghi che nelle azioni; alcuni enigmi saranno opzionali, altri risolvibili in più modi, altri ancora del tutto nascosti. Peccato però che le scelte non influenzino se non in uno o due casi l'andamento della vicenda o il finale (sebbene con alcune azioni ci sia la possibilità di sbloccare un finale nascosto). Il fatto di non palesare le scelte, come avviene in altri giochi come Dreamfall Chapters o Life is Strange, porta a fare scelte istintive, senza pensarci su troppo, il guaio è che però non influenzano il finale che resta a completa discrezione del giocatore. Così l'idea dia zione-conseguenza finisce per dissolversi e con essa un elemento chiave di successo per un gioco di questo tipo. Altro punto debole e la esagerata scarsezza di animazioni e cut-scene, neppure nei finali che finiscono per assomigliarsi tutti.
Il giudizio sul gioco è difficile. Sicuramente merita di essere giocato almeno una volta; potrebbe piacere, come non piacere.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
8 persone su 10 (80%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
7.1 ore in totale
Pubblicata: 4 marzo 2014
ENG/ITA
This is a good adventure. For this time, Daedalic opted for a traditional graphic style: 1954 Alcatraz is an old-style point and click, based expecially on dialogues (the puzzles are simple). Thanks to this, we can understand the emotions of the main characters and I have to congratulate with the team for the direction of the storyline, because the story is deliberately slow for create the right atmosphere around the environment. To conclude: 1954 Alcatraz has a long history of development and the users that know Daedalic productions might remain bewildered for the choices of the team, because the gameplay system, as I said, is not the same as Deponia or The Whispered World. But, I think that the game worth a try at least by whom can appreciate a nice story and an adventure outside the box.

E' una buona avventura. Stavolta Daedalic ha optato per uno stile grafico tradizionale, infatti 1954 Alcatraz è un punta e clicca vecchio stile basato soprattutto sui dialoghi (gli enigmi sono semplici). Grazie a questo, siamo in grado di comprendere le emozioni dei protagonisti principali, e mi congratulo col team di sviluppo per la regia, perchè la storia è volutamente lenta per creare la giusta atmosfera attorno al contesto. Per concludere, 1954 Alcatraz ha avuto una lunga storia di sviluppo e gli utenti che conoscono le produzioni Daedalic potrebbero rimanere perplessi per le scelte adottate dal team, perchè il gameplay, come detto, non è lo stesso visto in Deponia o The Whispered World. Credo che il gioco meriti una prova almeno da chi sa apprezzare una bella storia e un'avventura fuori dagli schemi.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
3 persone su 3 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
5.5 ore in totale
Pubblicata: 26 marzo 2015
Non è trai più bei giochi sviluppati dalla Daedalic, ma non è nemmeno brutto, un pò noioso in alcuni momenti, la trama è ben strutturata, soprattutto per la scelta del cambio personaggio da Joe a Christine.
Quindi morale della favola non è un gioco da ricordare, ma da giocare almeno una volta nella vita.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
7.8 ore in totale
Pubblicata: 15 giugno 2015
Bellissimo. Un'avventura, davvero.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
15.7 ore in totale
Pubblicata: 9 agosto 2015
Un'avventura grafica che nel complesso non sfigura ma che neppure eccelle. Alcune meccaniche di risoluzione enigmi richiedono forse troppo intuito al giocatore, potrebbe capitare di non riuscire a proseguire non avendo idea di cosa dover fare. Graficamente piacevole, il cell shading e i fondali sono di buona qualità, di contro si può incappare in alcuni bug d'animazione o interfaccia.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
2 persone su 3 (67%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
19.1 ore in totale
Pubblicata: 13 aprile 2014
È una buona avventura grafica che vi tiene impegnati per circa 8 ore; una lunghezza per niente malvagia. Nei panni di una coppia, con lui ad Alcatraz e lei fuori, dovrete organizzare la fuga di lui cercando di non finire uccisi da chi insegue il vostro bottino.
Il ritmo è un po' lento ma accettabile e la presenza di qualche enigma sparso qua e là aiuta a mantenere vivo l'interesse. Una strana avventura per Daedalic, lontana dalle solite spensierate e un po' pazze, ma che vale i 10 euro richiesti in questi giorni. Anche perché ci sono diversi finali e molti achievements che spingono a rigiocarlo.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Consigliato
7.8 ore in totale
Pubblicata: 18 agosto
Ci sono moltissimi elementi interessanti anche a livello narrativo. Alcune cose sono anche molto divertenti, soprattutto proprio il rapporto tra i due "protagonisti" sebbene da un punto di vista del gioco la parte di lui è assolutamente inferiore rispetto a quella di lei. Simpatica la possibilità di inserire un filtro che da una certa atmosfera noir al gioco.
Carino.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Consigliato
11.9 ore in totale
Pubblicata: 9 gennaio
Davvero un ottima avventura grafica vecchio stile, dai creatori del già ottimo DEPONIA!
Mi ha divertito parecchio, bella storia, bella grafica e ambientazione anni 50 (gangster nightclub criminalità ecc) davvero molto accattivante! Il doppiaggio è in Inglese ma è completamente sottotitolato in Italiano.
Molto bello il fatto che si possano compiere azioni non obbligatorie, come ad esempio uccidere determinati personaggi oppure no, oltretutto conta ben tre finali differenti, cosa non da poco per un gioco di questo tipo.
A mio avviso l'unico aspetto negativo (se così si può definire) sta nel fatto di essere forse un po troppo corto, per il resto acquisto obbligato per ogni amante delle avventure grafiche vecchia scuola.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Consigliato
13.5 ore in totale
Pubblicata: 26 ottobre 2015
Adventure cruda è questa "1954 Alcatraz". Fredda e sporca come una canna di una Beretta, o di una Browning, come direi se fossi meno campanilista. Il contenuto è tale che la sconsiglio decisamente alle fasce della gioventù acerba ed alle persone di facile impressionabilità: non ci sono affatto scene di sesso o turperie dissacranti, ma il linguaggio, alcune situazioni, alcune scene richiedono una certa elasticità e maturità mentale. Tra parentesi, credevo che gli anni come il 1954, quando è stata ambientata la storia dell'adventure, fossero più 'conformi, non come i nostri, pieni di tensioni su questioni sociali e morali come l'omosessualità. In questa loro fatica, Daedalic ha preferito dar vita ad una coppia protagonista ben adattata al clima dell'adventure, che vive a suo agio nel mondo dei criminali, non ha scrupoli a delinquere e lo fa... Non credo che molti uomini terrebbero testa a lei, Christine, che sembra navigata e ben adattata alla ciminalità ed al vivere senza troppi scrupoli: credo che il suo fascino si nutra molto di questo suo carattere. Per quanto mi riguarda, rispetto al coniuge Joe, troppo incolore e scontato, è lei che più mi ha affascinato, fermo restando che mi ha un po' deluso una mancata e più spinta caratterizzazione di ambedue. Il sonoro è ben fatto, con un jazz molto azzeccato, e con fini accompagnamenti di sax e piano. La grafica è colorata ma non allegra, con personaggi dai lineamenti spigolosi ed affilati, forse troppo. Gli enigmi si risolvono con fluidità. Una osservazione sulla operatività del salvataggio, che secondo me, obbliga a qualche passaggio di troppo; inoltre il caricamento delle schermata mi sembra troppo lungo, e molte animazioni di interazione tra i personaggi o con il fondale è approssimativa. La pubblicità del gioco fa anche cenno a vari finali dipendenti dalle scelte che si fanno in esso, ma io non ho verificato.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Consigliato
9.2 ore in totale
Pubblicata: 25 settembre 2015
Una avventura "vecchio stile" che si lascia giocare. Non lunghissima, ma ben fatta. Un bug o due, per cui ricordatevi di salvare di tanto in tanto!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente