Imagine a world where death is no longer final, where precious memories are saved to enjoy forever, where your soul is immortal, welcome to the Soul Cloud. Upload your soul to our dedicated servers and relax knowing that a part of you will live on for eternity.
Valutazione degli utenti:
Complessivamente:
Perlopiù positiva (557 recensioni) - 557 recensioni degli utenti (78%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 29 ott 2013

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

non disponibile in Italiano
Questo prodotto non è disponibile nella tua lingua. Prima di eseguire l'acquisto, controlla la lista delle lingue disponibili.

Acquista Master Reboot

Pacchetti che includono questo gioco

Acquista Master Reboot Deluxe Edition

Include 2 articoli: Master Reboot, Master Reboot Art Book and Soundtrack

Acquista Soul Axiom/Master Reboot Bundle

Include 2 articoli: Master Reboot, Soul Axiom

 

Recensioni

“A Freakishly Cool Game Where You Invade The Memories Of Dead People.”
Kotaku

“A mysterious, haunting story that is fleshed out as a reward for dedicated exploration.”
4/5 – Gamezebo

“All in all, Master Reboot is a wonderful display of the creativity and ingenuity that exists in the indie world. Fun gameplay, interesting puzzles, and a refreshing new concept lasting approximately 8 hours make Master Reboot undoubtedly worth the $15 it costs.”
5/5 – Twinfinite

Informazioni sul gioco

Imagine a world where death is no longer final, where precious memories are saved to enjoy forever, where your soul is immortal, welcome to the Soul Cloud. Upload your soul to our dedicated servers and relax knowing that a part of you will live on for eternity. That favorite holiday, happy moments from your childhood, meeting that special someone for the first time. All these memories saved for your digital soul for your family to revisit again and again. The Soul Cloud - saving your past to secure your future.

Master Reboot is a haunting first person sci-fi adventure game set inside the Soul Cloud. It's an exploration game with action and puzzle elements set across 34 unique environments. In the not-too-distant future exists the Soul Cloud, a giant server that holds the data of your soul and your memories when you die. The Soul Cloud is filled with floating islands, each island looks like a town, village or city filled with rooms, skyscrapers and houses that hold people’s memories. To house your Soul, a family member (or you before you die) must purchase an island on the Soul Cloud where the server will generate rooms, houses or skyscrapers that hold each and every memory from the deceased’s past.

The game features a distinctive visual style, intriguing story-line, psychological adventure-game action and a dynamic atmospheric soundtrack. Get prepared for upload......Where am I?.....Who am I?......It's time to piece your life......and death back together.

FEATURES
• Gorgeous visual style
• Intriguing story-line
• 34 explorable environments
• Dynamic atmospheric soundtrack
• Supports the Welsh Language

Requisiti di sistema

Windows
Mac OS X
    Minimi:
    • Sistema operativo: Windows XP, Vista, 7
    • Processore: Intel Core2 Duo, AMD Athlon64 x2, or better
    • Memoria: 2 GB di RAM
    • Scheda video: Shader Model 3 Compatible
    • DirectX: Versione 9.0c
    • Memoria: 2 GB di spazio disponibile
    • Scheda audio: DirectX compatible sound card
    Consigliati:
    • Sistema operativo: Windows 7 64 Bit
    • Processore: Intel Core i5/i7, AMD equivalent or better
    • Memoria: 8 GB di RAM
    • Scheda video: Nvidia GeForce GTX 280, ATI Radeon 4870 or better
    • DirectX: Versione 11
    • Memoria: 2 GB di spazio disponibile
    • Scheda audio: DirectX compatible sound card
    Minimi:
    • Sistema operativo: OS X Version 10.6.3 or later
    • Processore: 1.6GHz (Dual Core) Intel CPU
    • Memoria: 2 GB di RAM
    • Scheda video: At least Intel HD 4000 or Open GL 3.3 / Shader Model 3 Capable Graphics Card
    • Memoria: 1400 MB di spazio disponibile
    Consigliati:
    • Sistema operativo: OS X Version 10.6.3 or later
    • Processore: 2.2GHz (Quad Core) Intel CPU
    • Memoria: 4 GB di RAM
    • Scheda video: AMD Radeon HD 6750M 512MB
    • Memoria: 1400 MB di spazio disponibile
Recensioni dei giocatori
Sistema delle recensioni degli utenti aggiornato! Ulteriori informazioni
Complessivamente:
Perlopiù positiva (557 recensioni)
Pubblicate di recente
Axel
4.9 hrs
Pubblicata: 28 novembre 2015
L'inizio di Master Reboot è spiazzante: un susseguirsi di livelli e ambientazioni che, inizialmente, non hanno alcun filo logico tra loro. Procedendo con l'avventura tutto comincia a prendere forma e la trama a delinearsi; se nei primi 10-15 minuti di gioco non state capendo nulla state pure tranquilli, è tutto nella norma. Il gioco ci vedrà progredire di livello in livello tramite risoluzione di enigmi, perlopiù ambientali, in paesaggi sci-fi/horror sempre diversi tra loro. Alcuni di essi sono molto evocativi, altri invece scadono sul banale. Stessa cosa per gli enigmi: vanno dall'ostico al facilissimo. In conclusione Master Reboot si lascia giocare e scorre abbastanza veloce (4 ore per portarlo a termine), anche per la curiosità di scoprire la trama ma che, verso la fine del gioco, lascia l'amaro in bocca per ciò che poteva essere e che, per via di alcuni difetti, non è.
TheTrain
4.3 hrs
Pubblicata: 16 marzo 2015
Puzzle game basato più sull'esplorazione che sulla risoluzione dei puzzle stessi, il tutto condito da uno Sci-Fi/horror orchestrato in maniera magistrale grazie ad un'art direction di alto livello, unita ad uno stile minimale che ben si sposa con il plot proposto.
E' difficile recensire un titolo come Master Reboot, perchè la sua forza risiede nei misteri proposti strada facendo. Inizialmente vi lascerà spaesati, senza un "come" od un "perchè". Pian piano, attraverso le forme del mondo di gioco otterrete le vostre risposte. L'esplorazione è l'elemento fondamentale del titolo, perchè intrinseco della trama stessa. Inizialmente il tutto vi sembrerà confusionario, incomprensibile. Proseguendo però vi renderete conto di quanto dannatamente coerente sia l'intero impianto narrativo.
I puzzle son semplici, molto intuitivi e servono solo per dettare il ritmo del titolo. L'avventura scorrerà piacevolmente senza troppi intoppi, lasciandovi il tempo di riflettere sui recenti avvenimenti, il che è un bene visto che senza indizi o indicazioni di sorta spesso l'angoscia prevale su tutto il resto. La gestione certosina di tutta una spirale d'emozioni porta Master Reboot su di un livello superiore. E' ammirevole il modo in cui l'ambiente riesce a diventar narratore, geniale il modo in cui azioni e forme così semplici riescano ad esser mezzi così efficaci per trasmettere il pensiero dell'autore.
Peccato per un movement system un pò spigoloso, lo si evince soprattutto dalle fasi platform proposte, ed in generale da un sistema di gioco grezzo, funzionale ma poco rifinito. Tolto ciò, quel che resta è un'esperienza parecchio profonda che merita di esser vissuta.
Black Carvin
17.6 hrs
Pubblicata: 8 febbraio 2015
Decisamente un gioco "Diverso".

Un gioco psycho/horror lo si potrebbe definire, con un ambientazione che oscilla tra l'angosciante e il claustrofobico, gli enigmi nel gioco sono semplici, la grafica molto essenziale, ma nell'insieme di tutte le sue caratteristiche e' un gioco che ti prende (a meno che non ti blocchi su qualche enigma).
E' sicuramente controverso l'impatto che puo' avere sul giocatore: i punti di forza che mi hanno colpito sono l'essenzialita dell' insieme(grafica oggetti istanze), allo stesso momento qualcunoaltro puo dire che i punti deboli del gioco sono la mancaza di elementi.
Tutto il gioco si svogle su un mondo virutale chiamato cloud in cui sei collegato e non riesci a scollegarti. Lo svoglimento del gioco presuppone che il personaggio riviva momenti chiave della sua vita per addentrarsi nel cuore del Cloud(una specie di macchina che mantiene i ricordi di diverse persone tipo facebook ma piu avanzato) e di occuparsi di un virus che sta distruggendo i ricordi comuni salvati su di esso. Nel frattempo scoprirete piccoli pezzi della vita del personaggio ma solo piccoli flash
Di certo non e' il gioco del secolo, forse per mancanza di budget ma ha nettamente un suo perche'.
Se non siete molto esigenti sulla grafica e vi piace il genere psycho/horror lo consiglio vivamente.
sync
4.9 hrs
Pubblicata: 12 gennaio 2015
L'idea di base era interessante ma è stata condita a forza con elementi horror inutili.
Gli enigmi fanno davvero pena, o sono troppo semplici, o difficili e illogici.
La storia è troppo nonsicapisceniente\hipster\matantofaffigo.
Skippabilissimo secondo me, anche se ve lo tirano dietro...
Star1s3
5.1 hrs
Pubblicata: 15 giugno 2014
Pure se a tratti da l'idea di esser realizzato in maniera artigianale, Master Reboot è un gioco d'avventura dal grande respiro, sospeso fra platform, esplorazione e puzzle; e come un puzzle è incastrata anche la storia, coinvolgente e ben scritta, che diventa chiara pian piano, con l'avanzare dei livelli, dotati tutti di forte atmosfera e uniche emozioni (il livello della libreria mi ha costretto a mettere in pausa per sopperire alla forte sensazione di claustrofobia). Questo, insieme a un ritmo azzeccato della narrazione e alla varietà dei livelli (che son belli anche se realizzati con semplicità) contribuisce a rendere il gioco interessante, invogliando il giocatore a continuare fino alla fine senza mai annoiare.

Voto: ★★★★
gennyshark
18.9 hrs
Pubblicata: 8 giugno 2014
E' stato un po' dura dare il 'consigliato' a questo gioco. All'inizio lo avevo bocciato, soprattutto per tre motivi. Ma anche alla conclusione del gioco, quando si hanno tutti gli lementi per giudicare, questi tre difetti rimangono. Il primo, secondo me grave, è la non configurabilità dei tasti: in un gioco che lega il suo progresso anche a situazioni in cui bisogna essere lesti di tasti è impensabile, se non stupido, non dare la possibilità di configurare i tasti. Io ad un certo punto ho risolto modificando i files di configurazione di binding dei tasti ed attivando una velocità maggiore dalla console. Il secondo difetto è una certa acerbità della grafica: forse non c'era abbastanza maestria per gestire il comparto grafico? E credo che spesso maledirete l'icona a video usata per mostrare la possibilità di interazione, che è molto mal gestita ed imprecisa. Il terzo ed ultimo difetto è solo per i non anglofoni: non è possibile attivare i sottotitoli in inglese, per cui bisogna affidarsi solo al parlato inglese; per questo motivo io non ho potuto seguire la trama con soddisfazione, e sono stato costretto a dovermi documentare a riguardo tramite ricerche sul web. Ma i punti positivi, che secondo me ci sono, poi mi hanno fatto ribaltare un po' il mio giudizio, facendomi alla fine apprezzare il gioco e divertendomi. Li elenco: l'atmosfera creata dal particolare stile grafico e dalle suggestive musiche di sottofondo. Gli enigmi, che sono di vario tipo e stimolanti. La trama, poi, si poteva seguire tramite la lettura di frammenti scritti, come per es. in "Gone Home", presentazioni animate cartonesche, flashback, il tutto in sintonia con il carattere horror/thriller del gioco.
angelic_shadow
8.2 hrs
Pubblicata: 15 aprile 2014
Master Reboot è uno di quei giochi che vi conquista, con una trama da horror fantascientifico anche se un po' triste.
È riuscito a coinvolgermi e a darmi i brividi sin dall'inizio, con delle ambientazioni contrastanti e gameplay abbastanza vario oltre ad una colonna sonora veramente carina.
Lo consiglio caldamente perché sono soldi ben spesi vista la qualità del prodotto.
BusterKaos
3.7 hrs
Pubblicata: 22 marzo 2014
Poter salvare i propri ricordi in un server rimanendo in vita anche dopo la morte. E' quello che la gente può fare nel mondo di Master Reboot, fare l'upload della propria memoria per vivere in eterno; solo che stavolta qualcosa è andato storto... L'idea di base sulla quale si sviluppa il gioco è originale e si può dire che è stata utilizzata bene, ma non al massimo. All'inizio non si sa nulla della trama, ma andando avanti nel gioco si scoprirà chi sei e lo scopo di tutto ciò. Il gameplay varia a seconda del livello: sbloccare ostacoli trovando oggetti, evitare ostacoli guidando un'auto, userete persino un fucile per vari bersagli e un accetta. Con la grafica gli sviluppatori sono riusciti a rendere apprezzabili dei modelli di pochi poligoni, rendendola particolarmente cartoonesca senza però esagerare, infatti il gioco è caratterizzato da scene di tensione psicologica che però, a mio parere, non funzionano più di tanto e potevano essere organizzate meglio. Le ambientazioni sono molto belle e di fantasia, omaggio alla metafisica. Non dura molto, e la difficoltà dei puzzle è all'altezza di chiunque, anzi a volte sono banali per la facilità. Tutto sommato rimane un bel gioco di un certo stile con una trama che ha i suoi giusti punti di profondità (anche se non troppo).
Atregliu
10.0 hrs
Pubblicata: 23 dicembre 2013
Da secoli, nei secoli e per secoli, la morte è uno dei chiodi fissi nella testa dell’essere umano. “Che cos’è? C’è un modo per evitarla? Cosa succede dopo?” Sono solo alcune delle domande che da sempre gravitano attorno alla “conclusione” per antonomasia. Filosofia, scienza e religione si scornano da millenni in una battaglia a chi offre la risposta più approfondita a una domanda tanto legittima quanto inutile. Inutile perché, tirando le somme, morire è sempre e comunque un problema di chi vive; una volta che sei stato piazzato sei piedi sotto terra è difficile stare a sindacare. Ebbene, qualcuno è finalmente, incredibilmente arrivato alla scoperta di un’alternativa valida all’enorme sofferenza che la dipartita rappresenta per quelli che rimangono ad aspettare il proprio turno: siamo nel 2030 (anno più, anno meno), guardiamo dal basso verso l’alto la Mysteri Foundation, la risposta è “Soul Cloud”.

Piaciuta l'anteprima? E allora vieni a leggere la recensione dei più belli della festa! http://theshelternetwork.com/master-reboot/
Recensioni più utili  Complessivamente
12 persone su 12 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
4.3 ore in totale
Pubblicata: 16 marzo 2015
Puzzle game basato più sull'esplorazione che sulla risoluzione dei puzzle stessi, il tutto condito da uno Sci-Fi/horror orchestrato in maniera magistrale grazie ad un'art direction di alto livello, unita ad uno stile minimale che ben si sposa con il plot proposto.
E' difficile recensire un titolo come Master Reboot, perchè la sua forza risiede nei misteri proposti strada facendo. Inizialmente vi lascerà spaesati, senza un "come" od un "perchè". Pian piano, attraverso le forme del mondo di gioco otterrete le vostre risposte. L'esplorazione è l'elemento fondamentale del titolo, perchè intrinseco della trama stessa. Inizialmente il tutto vi sembrerà confusionario, incomprensibile. Proseguendo però vi renderete conto di quanto dannatamente coerente sia l'intero impianto narrativo.
I puzzle son semplici, molto intuitivi e servono solo per dettare il ritmo del titolo. L'avventura scorrerà piacevolmente senza troppi intoppi, lasciandovi il tempo di riflettere sui recenti avvenimenti, il che è un bene visto che senza indizi o indicazioni di sorta spesso l'angoscia prevale su tutto il resto. La gestione certosina di tutta una spirale d'emozioni porta Master Reboot su di un livello superiore. E' ammirevole il modo in cui l'ambiente riesce a diventar narratore, geniale il modo in cui azioni e forme così semplici riescano ad esser mezzi così efficaci per trasmettere il pensiero dell'autore.
Peccato per un movement system un pò spigoloso, lo si evince soprattutto dalle fasi platform proposte, ed in generale da un sistema di gioco grezzo, funzionale ma poco rifinito. Tolto ciò, quel che resta è un'esperienza parecchio profonda che merita di esser vissuta.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
7 persone su 7 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
17.6 ore in totale
Pubblicata: 8 febbraio 2015
Decisamente un gioco "Diverso".

Un gioco psycho/horror lo si potrebbe definire, con un ambientazione che oscilla tra l'angosciante e il claustrofobico, gli enigmi nel gioco sono semplici, la grafica molto essenziale, ma nell'insieme di tutte le sue caratteristiche e' un gioco che ti prende (a meno che non ti blocchi su qualche enigma).
E' sicuramente controverso l'impatto che puo' avere sul giocatore: i punti di forza che mi hanno colpito sono l'essenzialita dell' insieme(grafica oggetti istanze), allo stesso momento qualcunoaltro puo dire che i punti deboli del gioco sono la mancaza di elementi.
Tutto il gioco si svogle su un mondo virutale chiamato cloud in cui sei collegato e non riesci a scollegarti. Lo svoglimento del gioco presuppone che il personaggio riviva momenti chiave della sua vita per addentrarsi nel cuore del Cloud(una specie di macchina che mantiene i ricordi di diverse persone tipo facebook ma piu avanzato) e di occuparsi di un virus che sta distruggendo i ricordi comuni salvati su di esso. Nel frattempo scoprirete piccoli pezzi della vita del personaggio ma solo piccoli flash
Di certo non e' il gioco del secolo, forse per mancanza di budget ma ha nettamente un suo perche'.
Se non siete molto esigenti sulla grafica e vi piace il genere psycho/horror lo consiglio vivamente.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
4 persone su 4 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
4.9 ore in totale
Pubblicata: 28 novembre 2015
L'inizio di Master Reboot è spiazzante: un susseguirsi di livelli e ambientazioni che, inizialmente, non hanno alcun filo logico tra loro. Procedendo con l'avventura tutto comincia a prendere forma e la trama a delinearsi; se nei primi 10-15 minuti di gioco non state capendo nulla state pure tranquilli, è tutto nella norma. Il gioco ci vedrà progredire di livello in livello tramite risoluzione di enigmi, perlopiù ambientali, in paesaggi sci-fi/horror sempre diversi tra loro. Alcuni di essi sono molto evocativi, altri invece scadono sul banale. Stessa cosa per gli enigmi: vanno dall'ostico al facilissimo. In conclusione Master Reboot si lascia giocare e scorre abbastanza veloce (4 ore per portarlo a termine), anche per la curiosità di scoprire la trama ma che, verso la fine del gioco, lascia l'amaro in bocca per ciò che poteva essere e che, per via di alcuni difetti, non è.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
3 persone su 7 (43%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Sconsigliato
4.9 ore in totale
Pubblicata: 12 gennaio 2015
L'idea di base era interessante ma è stata condita a forza con elementi horror inutili.
Gli enigmi fanno davvero pena, o sono troppo semplici, o difficili e illogici.
La storia è troppo nonsicapisceniente\hipster\matantofaffigo.
Skippabilissimo secondo me, anche se ve lo tirano dietro...
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
5 persone su 15 (33%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
10.0 ore in totale
Pubblicata: 23 dicembre 2013
Da secoli, nei secoli e per secoli, la morte è uno dei chiodi fissi nella testa dell’essere umano. “Che cos’è? C’è un modo per evitarla? Cosa succede dopo?” Sono solo alcune delle domande che da sempre gravitano attorno alla “conclusione” per antonomasia. Filosofia, scienza e religione si scornano da millenni in una battaglia a chi offre la risposta più approfondita a una domanda tanto legittima quanto inutile. Inutile perché, tirando le somme, morire è sempre e comunque un problema di chi vive; una volta che sei stato piazzato sei piedi sotto terra è difficile stare a sindacare. Ebbene, qualcuno è finalmente, incredibilmente arrivato alla scoperta di un’alternativa valida all’enorme sofferenza che la dipartita rappresenta per quelli che rimangono ad aspettare il proprio turno: siamo nel 2030 (anno più, anno meno), guardiamo dal basso verso l’alto la Mysteri Foundation, la risposta è “Soul Cloud”.

Piaciuta l'anteprima? E allora vieni a leggere la recensione dei più belli della festa! http://theshelternetwork.com/master-reboot/
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Consigliato
5.1 ore in totale
Pubblicata: 15 giugno 2014
Pure se a tratti da l'idea di esser realizzato in maniera artigianale, Master Reboot è un gioco d'avventura dal grande respiro, sospeso fra platform, esplorazione e puzzle; e come un puzzle è incastrata anche la storia, coinvolgente e ben scritta, che diventa chiara pian piano, con l'avanzare dei livelli, dotati tutti di forte atmosfera e uniche emozioni (il livello della libreria mi ha costretto a mettere in pausa per sopperire alla forte sensazione di claustrofobia). Questo, insieme a un ritmo azzeccato della narrazione e alla varietà dei livelli (che son belli anche se realizzati con semplicità) contribuisce a rendere il gioco interessante, invogliando il giocatore a continuare fino alla fine senza mai annoiare.

Voto: ★★★★
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Consigliato
3.7 ore in totale
Pubblicata: 22 marzo 2014
Poter salvare i propri ricordi in un server rimanendo in vita anche dopo la morte. E' quello che la gente può fare nel mondo di Master Reboot, fare l'upload della propria memoria per vivere in eterno; solo che stavolta qualcosa è andato storto... L'idea di base sulla quale si sviluppa il gioco è originale e si può dire che è stata utilizzata bene, ma non al massimo. All'inizio non si sa nulla della trama, ma andando avanti nel gioco si scoprirà chi sei e lo scopo di tutto ciò. Il gameplay varia a seconda del livello: sbloccare ostacoli trovando oggetti, evitare ostacoli guidando un'auto, userete persino un fucile per vari bersagli e un accetta. Con la grafica gli sviluppatori sono riusciti a rendere apprezzabili dei modelli di pochi poligoni, rendendola particolarmente cartoonesca senza però esagerare, infatti il gioco è caratterizzato da scene di tensione psicologica che però, a mio parere, non funzionano più di tanto e potevano essere organizzate meglio. Le ambientazioni sono molto belle e di fantasia, omaggio alla metafisica. Non dura molto, e la difficoltà dei puzzle è all'altezza di chiunque, anzi a volte sono banali per la facilità. Tutto sommato rimane un bel gioco di un certo stile con una trama che ha i suoi giusti punti di profondità (anche se non troppo).
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Consigliato
8.2 ore in totale
Pubblicata: 15 aprile 2014
Master Reboot è uno di quei giochi che vi conquista, con una trama da horror fantascientifico anche se un po' triste.
È riuscito a coinvolgermi e a darmi i brividi sin dall'inizio, con delle ambientazioni contrastanti e gameplay abbastanza vario oltre ad una colonna sonora veramente carina.
Lo consiglio caldamente perché sono soldi ben spesi vista la qualità del prodotto.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Consigliato
18.9 ore in totale
Pubblicata: 8 giugno 2014
E' stato un po' dura dare il 'consigliato' a questo gioco. All'inizio lo avevo bocciato, soprattutto per tre motivi. Ma anche alla conclusione del gioco, quando si hanno tutti gli lementi per giudicare, questi tre difetti rimangono. Il primo, secondo me grave, è la non configurabilità dei tasti: in un gioco che lega il suo progresso anche a situazioni in cui bisogna essere lesti di tasti è impensabile, se non stupido, non dare la possibilità di configurare i tasti. Io ad un certo punto ho risolto modificando i files di configurazione di binding dei tasti ed attivando una velocità maggiore dalla console. Il secondo difetto è una certa acerbità della grafica: forse non c'era abbastanza maestria per gestire il comparto grafico? E credo che spesso maledirete l'icona a video usata per mostrare la possibilità di interazione, che è molto mal gestita ed imprecisa. Il terzo ed ultimo difetto è solo per i non anglofoni: non è possibile attivare i sottotitoli in inglese, per cui bisogna affidarsi solo al parlato inglese; per questo motivo io non ho potuto seguire la trama con soddisfazione, e sono stato costretto a dovermi documentare a riguardo tramite ricerche sul web. Ma i punti positivi, che secondo me ci sono, poi mi hanno fatto ribaltare un po' il mio giudizio, facendomi alla fine apprezzare il gioco e divertendomi. Li elenco: l'atmosfera creata dal particolare stile grafico e dalle suggestive musiche di sottofondo. Gli enigmi, che sono di vario tipo e stimolanti. La trama, poi, si poteva seguire tramite la lettura di frammenti scritti, come per es. in "Gone Home", presentazioni animate cartonesche, flashback, il tutto in sintonia con il carattere horror/thriller del gioco.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente