Call of Cthulhu: The Wasted Land is a turn-based strategy/role-playing game based on the award winning Call of Cthulhu RPG. Set in the midst of World War One, the game pits your team of investigators and soldiers against an ancient enemy, one older than humanity itself...
Valutazione degli utenti:
Complessivamente:
Nella media (161 recensioni) - 161 recensioni degli utenti (65%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 4 mar 2012

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

 

Recensioni

“I was totally addicted to this game for weeks….”
Wired

“This game is worth your time if you like a good story and RPGs.”
9/10 – http://kokugamer.com/?p=35052&cpage=1

“Stunningly complex turn-by-turn strategy-based SIM”
5/5 – T3

Informazioni sul gioco

"..you MUST download today...Awesome..." Guardian
"Joyously thoughtful..." 9/10 PC Advisor

The fate of humanity is in your hands...

Call of Cthulhu: The Wasted Land is a turn-based strategy/role-playing game based on the award winning Call of Cthulhu RPG. Developed in conjunction with Chaosium and based their multi-award winning Call of Cthulhu RPG. Set in the midst of World War One, the game pits your team of investigators and soldiers against an ancient enemy, one older than humanity itself... Can your team of investigators keep their grip on sanity long enough to stop these diabolical plans?

The game features:
- Full 3D graphics with high quality textures, images and effects to bring the action alive.
- Select from a range of authentic period weapons, equipment, armour, skills and more.
- Build your team up to match your gaming style; will you shred your foes with massed rifle fire or blast them with powerful spells gleaned from forbidden tomes? It's your choice!

Call of Cthulhu was originally the title of a novella by cult American horror writer H.P. Lovecraft (1890–1937) which has, since it was published in 1928, captured the imagination of generation after generation of fans. Returning to the horror from Lovecraft's original 'Reanimator' set during the dark days of WW1, Call of Cthulhu: The Wasted Land draws the player into a nightmare world where the terror of mustard gas and trench warfare are but a foretaste of what is to follow.

Requisiti di sistema

    Minimi:
    • Sistema operativo: Windows XP
    • Processore: Intel 1.6GHz Processor or equivalent
    • Memoria: 1 GB di RAM
    • Scheda video: OpenGL compatible
    • DirectX: Versione 9.0
    • Memoria: 400 MB di spazio disponibile
    • Scheda audio: Any.
Recensioni dei giocatori
Sistema delle recensioni degli utenti aggiornato! Ulteriori informazioni
Complessivamente:
Nella media (161 recensioni)
Pubblicate di recente
LucaBS1980IT
( 5.7 ore in totale )
Pubblicata: 30 giugno 2014
Bruttino da vedere a livello visivo, meccaniche di gameplay lente e un po' macchinose che non fanno altro che evidenziare l'alone di 'old style' di questo titolo. Sarò strano, ma è proprio per questo che mi piace.

Prima di ogni altra considerazione rendiamoci conto che siamo nel mondo creato da HP Lovecraft, quindi prepariamoci a perdere un poco della nostra sanità mentale sperimentando gli orrori creati dalla sua mente.
Anche se l'ambientazione non è delle più originali (vi dice niente seconda guerra mondiale, nazisti, esperimenti sull'occulto?) la caratterizzazione dei personaggi e il modo frenetico con il quale vengono presentati gli eventi (il non sentirsi mai al sicuro) fa in modo di interessarsi da subito alle sorti del gruppo.
Avremo a disposizione diversi personaggi con caratteristiche e abilità peculiari che renderanno fondamentale il lavoro di squadra. Un inventario limitato, farà di ogni nostra scelta la differenza tra la vita e la morte.

Il gioco è a turni basato su punti azione da spendere tra movimento e azione. Alla fine di ogni missione avremo punti da distribuire per aumentare abilità e caratteristiche e la possibilità di rifornirci per essere pronti ad affrontare l'orrore che ci aspetta in quella successiva.
Il sistema di salvataggi non permette di salvare a nostro piacimento, ma solo di ricominciare il turno corrente o di ricominciare da un check-point automatico (che avviene solo dopo la conquista di un obiettivo) e questo aspetto, che potrebbe sembrare negativo, rende il tutto più precario così da dare peso ad ogni nostro movimento lasciando viva quella sensazione di non ritorno.
Una menzione particolare va alla gestione dei punti sanità, ovvero quanto un personaggio può resistere alla vista di certi orrori prima di impazzire... o pensate che alla vista di un nazi zombi un colpo alla testa sia la soluzione a tutto?
Recensioni più utili  Complessivamente
Consigliato
5.7 ore in totale
Pubblicata: 30 giugno 2014
Bruttino da vedere a livello visivo, meccaniche di gameplay lente e un po' macchinose che non fanno altro che evidenziare l'alone di 'old style' di questo titolo. Sarò strano, ma è proprio per questo che mi piace.

Prima di ogni altra considerazione rendiamoci conto che siamo nel mondo creato da HP Lovecraft, quindi prepariamoci a perdere un poco della nostra sanità mentale sperimentando gli orrori creati dalla sua mente.
Anche se l'ambientazione non è delle più originali (vi dice niente seconda guerra mondiale, nazisti, esperimenti sull'occulto?) la caratterizzazione dei personaggi e il modo frenetico con il quale vengono presentati gli eventi (il non sentirsi mai al sicuro) fa in modo di interessarsi da subito alle sorti del gruppo.
Avremo a disposizione diversi personaggi con caratteristiche e abilità peculiari che renderanno fondamentale il lavoro di squadra. Un inventario limitato, farà di ogni nostra scelta la differenza tra la vita e la morte.

Il gioco è a turni basato su punti azione da spendere tra movimento e azione. Alla fine di ogni missione avremo punti da distribuire per aumentare abilità e caratteristiche e la possibilità di rifornirci per essere pronti ad affrontare l'orrore che ci aspetta in quella successiva.
Il sistema di salvataggi non permette di salvare a nostro piacimento, ma solo di ricominciare il turno corrente o di ricominciare da un check-point automatico (che avviene solo dopo la conquista di un obiettivo) e questo aspetto, che potrebbe sembrare negativo, rende il tutto più precario così da dare peso ad ogni nostro movimento lasciando viva quella sensazione di non ritorno.
Una menzione particolare va alla gestione dei punti sanità, ovvero quanto un personaggio può resistere alla vista di certi orrori prima di impazzire... o pensate che alla vista di un nazi zombi un colpo alla testa sia la soluzione a tutto?
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente