Dying Light è un action survival in prima persona. Il gioco è ambientato in un enorme e pericolosissimo mondo aperto. Di giorno vagherai in uno scenario urbano devastato da una misteriosa epidemia, cercando scorte e creando armi per sconfiggere le orde di ottusi nemici assetati di carne che sono stati generati dal contagio.
Valutazione degli utenti: Molto positiva (15,344 recensioni)
Data di rilascio: 27 gen 2015

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

Acquista Dying Light

Acquista Dying Light 4-Pack

Includes four copies of Dying Light- Send the extra copies to your friends!

Pacchetti che includono questo gioco

Acquista Dying Light Ultimate Edition

Include 2 articoli: Dying Light, Dying Light Season Pass

 

Consigliato dai curatori

"Incredibly satisfying ground based traversal and excellent sound overcomes rote combat and average writing to make for a game worth playing."

Aggiornamenti recenti Mostrali tutti (16)

25 giugno

Dying Light Developer Tools update #2 [Hotfix #1 - Edited}

The much-anticipated new feature is finally here - import custom meshes into your Dying Light map and create a world that's truly yours!

Change log:

- Added option to import custom FBX meshes

- Added missing animations and FX

- Asset removal enabled

- Moved Linux asset building to item publishing phase

[Edit]

Hotfix changelog:

- "Build Assets for PC" in "Validate and Build" menu rebuilds all assets and generates new materials pack

- Deeper FBX tree exploration while converting to .msh file

- All FBX file formats are now supported

- Mesh hooks are now read and imported

12 commenti Ulteriori informazioni

2 giugno

Patch 1.6.1

Patch 1.6.1 release notes:

· Fixed constantly spawning airdrops on slums area

· Blocked possibility to post leaderboards results with modded game

· Fixed hunter connection problems to 4 players coop games

· Minor bow related issues fixed

63 commenti Ulteriori informazioni

Riguardo questo gioco

Dying Light è un action survival in prima persona. Il gioco è ambientato in un enorme e pericolosissimo mondo aperto. Di giorno vagherai in uno scenario urbano devastato da una misteriosa epidemia, cercando scorte e creando armi per sconfiggere le orde di ottusi nemici assetati di carne che sono stati generati dal contagio. Di notte, gli infetti si faranno più forti e aggressivi, e il cacciatore diventerà preda. Ma le creature più letali saranno gli esseri notturni, predatori non umani che si allontanano dalle loro tane per sfamarsi. Per sopravvivere fino all'alba, dovrai utilizzare al meglio tutte le tue abilità e ricorrere a tutti i mezzi possibili.

Good Night. Good Luck.

  • Benvenuto nella zona di quarantena – Vivi una storia intensa e originale, ambientata in una città infetta e tagliata fuori dal resto del mondo. Solo i più abili e i veri duri riusciranno a sopravvivere.

  • Un enorme mondo aperto – In Dying Light potrai esplorare un vastissimo mondo di gioco immerso nel caos e nella distruzione. In questo scenario imprevedibile, gli infetti non saranno l'unica minaccia: per sopravvivere dovrai combattere contro molti tipi di nemici. Abbattere altri umani disperati sarà spesso l'unico modo per ottenere scorte e altri preziosi materiali.

  • La notte cambia le regole – Di giorno esplorerai la città alla ricerca di scorte e armi. Ma dopo il tramonto, il mondo infetto in cui ti trovi subisce una radicale trasformazione che cambia completamente le dinamiche di gioco. Tu, cacciatore di giorno, diventerai preda di notte. Gli infetti saranno più forti, ma qualcosa di ancora più sinistro si annida nell'oscurità e si prepara a iniziare la caccia.

  • Movimenti in stile parkour – Sia che tu cacci o fugga dai cacciatori, potrai sempre spostarti per la città con grande agilità e rapidità. Salta da un tetto all'altro, scala muri e attacca i tuoi nemici dall'alto. In Dying Light scoprirai una fluidità di movimento mai vista prima in nessun altro gioco a mondo aperto.

  • Combattimenti brutali e ultraviolenti – Combatti faccia a faccia con un'ampia selezione di armi da mischia: coltelli, mazze, asce e i più vari e insoliti strumenti di distruzione. Abbatti i nemici, sventrali e salvati la vita!

  • Armi da fuoco – Potenti, ma rumorose. Usa pistole, fucili tradizionali e a pompa per sbarazzarti dei tuoi nemici, ma ricorda che il rumore degli spari potrebbe attirare l'attenzione su di te.

  • Crea le tue armi – Perché usare solo una normale mannaia se puoi applicarci un accendino per infliggere anche danni da fuoco? E che ne dici di potenziare un martello avvolgendoci intorno del filo spinato elettrificato? In Dying Light potrai creare potenziamenti personalizzati per le tue armi e realizzare originali ed efficacissimi strumenti di morte.

  • Diventa l'eroe della zona di quarantena – Dying Light include funzionalità da gioco di ruolo che ti consentono di sviluppare il protagonista della storia e adattarlo al tuo stile di gioco. L'ascesa da principiante a veterano sarà lunga e difficile.

  • Scegli il tuo stile di gioco – Utilizza armi, ambiente e trappole lasciate da altri sopravvissuti. Induci gruppi di nemici ad attaccarsi fra loro. Completa obiettivi di giorno e di notte. Sfrutta l'oscurità, la nebbia e le tempeste per passare inosservato. Ribalta le situazioni più disperate con gadget offensivi e difensivi. A te la scelta!

  • Ore di gioco – Scopri una storia avvincente, completa oltre cento missioni secondarie e metti alla prova la tua abilità in una serie di sfide speciali.

  • Modalità cooperativa per 4 giocatori – Collabora con altri giocatori nelle condizioni estreme di un'apocalisse zombi. Fai emergere la tua individualità e personalizza il tuo personaggio.

  • Diventa uno zombi – Una modalità online unica in cui giocherai nel ruolo di uno zombi. Se hai sempre sognato di braccare gli altri sopravvissuti, questa è la tua occasione. Che la caccia abbia inizio!

  • Realismo e grafica mozzafiato – Dying Light è il primo gioco basato su Chrome Engine 6, l'ultima, rivoluzionaria incarnazione della tecnologia proprietaria Techland. Realizzato interamente per le console di nuova generazione e le DirectX 11 più avanzate, questo motore porta a un nuovo livello qualità grafica, effetti speciali e condizioni climatiche dinamiche, mantenendo al tempo stesso un'efficienza operativa senza pari.

Requisiti di sistema

Windows
SteamOS + Linux
    MINIMUM:
    • OS: Windows® 7 64-bit / Windows® 8 64-bit / Windows® 8.1 64-bit
    • Processor: Intel® Core™ i5-2500 @3.3 GHz / AMD FX-8320 @3.5 GHz
    • Memory: 4 GB RAM DDR3
    • Hard Drive: 40 GB free space
    • Graphics: NVIDIA® GeForce® GTX 560 / AMD Radeon™ HD 6870 (1GB VRAM)
    • DirectX®: Version 11
    • Sound: DirectX® compatible
    • Additional Notes: Laptop versions of graphics cards may work but are NOT officially supported.

      Windows-compatible keyboard, mouse, optional controller (Xbox 360 Controller for Windows recommended)
    RECOMMENDED:
    • OS: Windows® 7 64-bit / Windows® 8 64-bit / Windows® 8.1 64-bit
    • Processor: Intel® Core™ i5-4670K @3.4 GHz / AMD FX-8350 @4.0 GHz
    • Memory: 8 GB RAM DDR3
    • Hard Drive: 40 GB free space
    • Graphics: NVIDIA® GeForce® GTX 780 / AMD Radeon™ R9 290 (2GB VRAM)
    • DirectX®: Version 11
    • Sound: DirectX® compatible
    • Additional Notes: Laptop versions of graphics cards may work but are NOT officially supported.

      Windows-compatible keyboard, mouse, optional controller (Xbox 360 Controller for Windows recommended)
    MINIMUM:
    • OS: Ubuntu 14.04 and newer recommended
    • Processor: Intel® Core™ i5-2500 @3.3 GHz / AMD FX-8320 @3.5 GHz
    • Memory: 4 GB RAM DDR3
    • Hard Drive: 40 GB free space
    • Graphics: NVIDIA® GeForce® GTX 560 / AMD Radeon™ HD 6870 (1GB VRAM)
    • Additional Notes: JFS and XFS file systems are not supported
    RECOMMENDED:
    • OS: Ubuntu 14.04 and newer recommended
    • Processor: Intel® Core™ i5-4670K @3.4 GHz / AMD FX-8350 @4.0 GHz
    • Memory: 8 GB RAM DDR3
    • Hard Drive: 40 GB free space
    • Graphics: NVIDIA® GeForce® GTX 780 / AMD Radeon™ R9 290 (2GB VRAM)
    • Additional Notes: JFS and XFS file systems are not supported
Recensioni utili dai clienti
71 persone su 74 (96%) hanno trovato questa recensione utile
55.9 ore in totale
Pubblicata: 27 gennaio
Se vi piace il genere dovete assolutamente comprarlo.
All'inizio credevo fosse un Mirror's Edge unito a Dead Island...bè mi sbagliavo. Quì l'approccio alla dead Island non è assolutamente contemplato, almeno agli inizi della storia quando non si hanno delle armi potenti poichè gestire 2 zombie in combattimento non è assolutamente facile inoltre sono degli ossi duri da abbattere, figuriamoci orde da 10-15, quindi la cosa migliore da fare è aggirare i combattimenti scavalcando gli infetti oppure saltando da un tetto all'altro. Questo di giorno...la notte...bè la notte è tutt'altra storia, di notte dovete muovervi con circospezione evitando qualsiasi contatto coi "notturni". Se tutto va per il verso giusto e non vi fate scoprire con azioni come parkour, uccisioni, scalate guadagnerete il doppio di punti exp. Se qualcosa va per il verso storto e vi fate scoprire dai notturni si dovrà iniziare a correre verso il rifugio più vicino per mettervi in salvo, durante questa corsa disperata si potranno utilizzare delle trappole agli UV (lapioni agli ultravioletti, cancelli elettrificati, auto modificate per rilasciare scariche elettriche) già disseminate per la citta per rallentarli. Se volete aggirare il problema della notte, salvo i casi imposti dalla storia, si potrà dormire in un nascondiglio qualsiasi e aspettare mattina.
- Le classi di zombie, se avete giocato a DI, sono praticamente le stesse ma con nomi diversi: i mangiacarne quelli più numerosi; gli infetti secondo me i più rompipalle in quanto sono veloci e possono arrampicarsi sui muri; e i gas-tank sono dei mangiacarne normali con una tuta hazmat e un bombola esplosiva sulla schiena. Poi ci sono quelli speciali: demolitore, uno zombie gigantesco che carica e lancia pietroni i auto; i Goon molto alti, lenti e girano con una sbarra con del cemento attaccato (gli assassini di DI); i Toad, i rompipalle vers 2.0, sono zombie che sputano una schifezza verde e li trovi sempre appostati in zone alte a camperare; i Bomver sono dei suicidi, appena ti avvicini si fanno esplodere; gli Screamer zombie interpretati da bambini (dannatamente creepy) che urlano e ti stordiscono. Gli ultimi 2 tipi si trovano solo di notte: i Notturni (Volatile in inglese...traduzioni eng - ita op) i più letali di tutto il gioco, in due colpi ti uccidono e i Bolter, questi ultimi non sono pericolosi, ma appena vedranno il giocatore inizieranno a scappare e sono veloci, la loro utilità principale è legata alla loro pelle utile per craftare alcuni dei progetti più potenti.
-Il crafting e armi sono praticamente uguali a quello di DI (arma - progetti - elementalizzazione - e oggetti vari necessari per il crafting), ma a differenza di DI le armi si possono riparare solo un certo numero di volte, la cosa è compensata però dalla frequenza di drop delle armi (vi si è rotto il piede di porco preferito? quando succederà ne avrete come minimo altri 1-2 di scorta per rifarlo). Le armi sono di vario tipo, nelle fasi iniziali del gioco troverete principalmente tubi, spranghe, chiavi inglesi coltelli e così via...avanzando nella storia, arrivando diciamo al 40% del completamento, inizieranno ad arrivare le cose fighe che includono: katane, martelli e asce a due mani, machete di vari tipi, khopesh e armi da fuoco di vari tipi.
-Le abilità sono articolate in 3 alberi in stile GDR: sopravvivenza, agilità e forza(combattimento) ognuno cresce in maniera indipendente in base alle azioni che il giocatore compie, ma bene o male si riescono a far salire tutte insieme senza grossi problemi, bisogna perderci un pò più di tempo, ma ne vale la pena!
-La storia è ben fatta, non prende subito, però ha il suo perchè....anche se è molto scontata visto il genere.
-La modalità cooperativa ricalca sempre le orme di DI, ma è stata migliorata e resa anche più divertente, è possibile attivare delle sfide o gare in base alla missione o all`area dove ci si trova: per esempio gara per chi arriva primo al un contatto per una missione, a chi uccide più zombie (in aree già predispote con numerosi mangiacarne), a chi infligge più danni allo zombie speciale, a chi uccide per primo il Boltor, a chi trova il bottino più prezioso e così via.

L'unico commento negativo riguarda la povertà del doppiaggio italiano, troppe poche voci, in 2 ore di gioco ho trovato 4 contatti per side quest con la stessa identica voce. Manco da dire che si sia sforzato un minimo a cambiare un minimo la voce. A parte questo globalmente è abbastanza valido come doppiaggio

Aggiornerò andando avanti con l'esperienza di gioco
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
30 persone su 33 (91%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
35.5 ore in totale
Pubblicata: 19 febbraio
Il titolo di Techland si propone a tutti gli effetti come successore spirituale di Dead Island, che viene migliorato in praticamente tutti gli aspetti.

L'elemento che più salta all'occhio è ovviamente l'introduzione del parkour. Da questo punto di vista il lavoro degli sviluppatori polacchi è semplicemente straordinario: il parco mosse è vasto, i comandi funzionano alla perfezione e il level design è perfetto per sfruttare tutte le abilità acrobatiche del nostro protagonista, soprattutto nella seconda delle due mappe che compongono il gioco, caratterizzata da uno sviluppo principalmente verticale. L'unico limite (comunque secondario) è l'assenza di un metodo rapido per scendere dagli edifici, escludendo una sorta di Salto della Fede in pieno stile Assassin's Creed, anche se in questo caso ci si lancia in mezzo ai sacchi della spazzatura invece che nel fieno (sarà una presa per il ♥♥♥♥?). Arrivati più o meno a metà gioco si mettono le mani su un utile rampino, che si aggancia a qualunque superficie e velocizza ulteriormente i nostri spostamenti. Non è comunque possibile abusarne, dato che dopo due utilizzi di seguito ha bisogno di un po' di secondi per ricaricarsi.

Il sistema di combattimento è preso di peso da Dead Island, quindi si usano soprattutto armi da corpo a corpo ed è presente un buon sistema di smembramento. Il parco armi è abbastanza prevedibile: si parte da dei semplici tubi fino ad arrivare a ben più letali spade e katane. Non manca la possibilità di potenziare i nostri strumenti di morte tramite un sistema di crafting, anche se da questo punto di vista ho trovato soluzioni meno originali rispetto a Dead Island. I progetti possono essere acquistati dai negozianti, ricevuti come premio e trovati durante le nostre esplorazioni, fondamentali anche per reperire i materiali necessari per effettuare le modifiche. Ovviamente non manca l'usura delle armi, seppur l'abbia trovata decisamente meno fastidiosa rispetto ai DI. Il parkour arricchisce inevitabilmente anche i combattimenti, non mancano quindi le schivate o la possibilità di far fuori i nostri avversari in maniera acrobatica.

Faccio notare che i combattimenti assumono via via maggior rilevanza pian piano che il nostro protagonista diventa più forte e accede ad armi migliori. All'inizio evitare gli scontri è fondamentale, soprattutto perché si hanno poche mosse a disposizione e le armi sono piuttosto deboli, tanto che bisogna colpire ripetutamente in testa gli avversari per ammazzarli. Andando avanti si possono invece far fuori decine di morti viventi (che poi non sono morti, ma vabbè) senza troppi problemi.

Il gioco, come tutti sanno, è un free-roaming, quindi non possono mancare numerosi componenti secondarie. Oltre ai classici collezionabili e alle side quest, ci sono sfide di vario tipo: per esempio viene richiesto di uccidere entro un tempo limite un certo numero di zombie utilizzando un metodo specifico o di completare un percorso a checkpoint prima dello scadere del tempo. Parlando di missioni secondarie, il compito del fattorino è indubbiamente quello dominante. Va comunque detto che gli sviluppatori si sono sforzati di dare un buon contorno narrativo ai compiti, inserendo abbastanza spesso colpi di scena e sviluppi inaspettati. In più, il parkour rende meno tedioso il continuo andare avanti e indietro.

Anche il ciclo giorno-notte assume grande rilevanza in termini di gameplay. Se di giorno possiamo stare relativamente tranquilli, di notte le cose si complicano non poco. Non solo il buio è davvero buio, ma soprattutto si ha a che fare con zombie decisamente più coriacei e pericolosi, i Notturni. Per questa ragione si tende a giocare tenendo un profilo basso, evitando di entrare nel cono visivo di questi terribili avversari, veloci, agili e capaci di farci a pezzi in una manciata di colpi. Quando veniamo scoperti la fuga è sempre la soluzione migliore. Non mancano quindi velocissimi inseguimenti, dove sfruttare trappole e equipaggiamenti particolari per rallentare le mostruosità che ci stanno alle calcagna. In realtà verso la fine si raggiunge un livello di potenza tale che anche i Notturni smettono di essere così pericolosi. Le uniche oasi di pace quando cala il sole sono i rifugi, le cui luci particolari impediscono l'entrata degli zombie. Piccolo dettaglio: prima di poterli utilizzare è necessario metterli in funzione, possibilmente durante il giorno.

Parlando più in generale degli avversari, l'ispirazione a Dead Island è a dir poco evidente: oltre ai classici zombie lenti, ci sono i corridori, quelli che sputano acido, quelli giganti, gli esplosivi e così via. Non voglio spoilerare troppo, per cui non cito un'altra tipologia di nemici che mi ha sinceramente inquietato e per la quale mi stupisco non sia scoppiata una bella polemica. Piccola nota sugli esplosivi: gli sviluppatori sono chiaramente sadici, infatti capita spesso di ritrovarseli dietro le porte, oltre angoli ciechi o in spazi stretti di vario tipo. L'esplosione è capace di ucciderci in un colpo se siamo troppo vicini, quindi occhi aperti.

Ho molto apprezzato un piccolo tocco di classe che da un tocco stealth al gameplay: una volta sbloccata la relativa abilità, è possibile ricoprirsi delle interiora degli zombie uccisi, in modo da passare inosservati. Unite questa possibilità a quella di far fuori quasi tutti i nemici con un attacco silenzioso da dietro e avrete modo di passare in mezzo a gruppi molto folti di zombie senza rischiare troppo.

Passando invece alla componente rpg, ci sono tre distinti rami: sopravvivenza, combattimento e agilità. Mi sembra abbastanza ovvio cosa contengono, visti i nomi. Invece di esserci un livello unico, ogni ramo ha il suo. I punti sopravvivenza si ottengono completando le missioni e le sfide e portando ai fornitori dei rifornimenti che vengono paracadutati in città, quelli forza aumentano pian piano che si massacrano nemici e infine quelli agilità si acquistano facendo ricorso alle nostre capacità acrobatiche. Di notte il guadagno è doppio, quindi non è una cattiva idea farsi una scampagnata al chiaro di luna ogni tanto, anche perché certe missioni possono essere compiute solo dopo il tramonto. I rami sono piuttosto estesi e ricchi, la sensazione di crescita è davvero ottima: all'inizio siamo deboli, lenti e impacciati, ma andando avanti si miglioria sempre di più.

Dal punto di vista narrativo, la trama è decisamente più presente e strutturata rispetto a Dead Island, ma c'è ancora parecchio lavoro da fare. Il protagonista è Crane, agente di un'organizzazione in stile OMS, il GRE. Il nostro eroe viene inviato nella città (probabilmente turca) di Harran per recuperare dei file importantissimi sull'epidemia che imperversa nel centro abitato. Le cose non vanno ovviamente come previsto e ci ritroveremo ad affrontare le solite macchinazioni e i soliti tradimenti, affrontando un cattivone in pieno stile Vaas. La trama diciamo che si lascia seguire, ma non ha spunti particolari, se non uno sviluppo verso la fine dell'avventura che ho trovato abbastanza inaspettato.

Il motore grafico offre un colpo d'occhio assolutamente d'eccezione, ma quando si scende nei dettagli non sembra poi così next gen (o current gen, come preferite). Del resto il titolo era inizialmente pensato per entrambe le generazioni di console. Sull'ottimizzazione c'è ancora da lavorare: DL nel complesso non gira malissimo, ma neanche troppo bene, inoltre tende a non sfruttare pienamente l'hardware, in particolare quello AMD. Gli sviluppatori sembra stiano lavorando alacremente per risolvere i problemi tecnici, quindi penso che nel giro di non troppo tempo il grosso delle magagne sarà risolto.

La colonna sonora non è troppo presente o rilevante, ma è apprezzabile l'idea di utilizzare pesantemente il sintetizzatore per renderla abbastanza particolare.

Se vi è piaciuto Dead Island, allora DL non può che piacervi di più.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
21 persone su 22 (95%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
39.2 ore in totale
Pubblicata: 31 gennaio
Avete apprezzato Dead Island?

Vi siete divertiti un casino con Dead Island Riptide?

Allora andrete matti per Dying Light!

Questa volta potrete correre, arrampicarvi, spiccare salti, schivare ecc... come se non ci fosse un domani.
Inoltre, c'è un ciclo giorno/notte. Di notte ve la farete addosso dalla paura perché saranno presenti zombie molto pericolosi che vi inseguiranno se vi sentono (consigliato, quindi, un approccio stealth).

Potrete creare armi, potenziarle, smontarle, venderle, comprarle e ripararle (attenzione: le riparazioni sono LIMITATE!).

Graficamente spettacolare, tecnicamente appagante. Non ve ne pentirete.

Voto: 8,5/10
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1,629 persone su 1,730 (94%) hanno trovato questa recensione utile
2 persone hanno trovato questa recensione divertente
47.2 ore in totale
Pubblicata: 28 gennaio
Glad to see the misinformed reviews have been thrown out of from the top page. For those who have said that Dying Light's day/night mechanic is not what they thought and that time doesn't actually change in the game clearly haven't played past the intro missions. The first two missions are obviously there to get you started, so they're not going to thrust a timed day/night cycle before you get the hang of the environment and the mechanics, and thus in the intro missions, time does not change if you don't progress the quest. Past those two missions, day/night becomes very real, and incredibly terrifying. /endRant


Gameplay:
I'm sure it's been said before, but this is what Dead Island should have been. Everything from the parkour to the combat just feels incredibly fluid. Running around is great fun, and jumping into abandoned houses and exploring/finding loot is constantly fun. And this is where I got caught in my first night phase. I was running towards my objective when "oh look another shelter, let me go secure it," then "oh look there's an air drop nearby, let me go grab it," then again another shelter nearby, on top of random houses and zombies (sorry, "biters") to loot, and before I knew it, I got my last radio call telling me I should get to a shelter quick (mind you, the Tower warns runners a few times before nightfall to get home, but I just have to keep scrounging for loot). I checked my map and realized I was pretty damn far from the closest shelter, so I just booked it. This is where freerunning gets exciting. With how seemless and smooth it is to run around/through buildings and across rooftops, the run to my shelter didn't feel annoying or like a chore, but more like a challenge to find the smoothest route (very similar to Mirror's Edge). Long story short, night fell, I ♥♥♥♥ my pants and crouched my way from rooftop to rooftop, listening to the horrifying screams of the nighttime biters as I eased my way into my little shelter. I've since tried to go out at night and see if I can tackle a nighttime bonus objective of a quest, and I can tell you, as of right now, I am definitely not prepared... but I'm damn excited to finally face the challenge.

+ Fluid, seemless parkour
+ Combat is fun
+ Enemy AI is surprisingly smart
+ Terrifying and exciting night cycle
+ Scavanging every nook and cranny for loot

Characters:
Some characters are well-performed while others just aren't. Gazi's performance, in my opinion, is laughably bad, but I began to think that it may have been intentional? And Rahim... he must have played a lot of Jak and Daxter back in the day, all he needs to do is dye his hair yellow. Brecken, Jade and Lena are among my favorite so far, with Lena reminding me a lot of Cassandra from DA:Inquisition with her hair and accent. Overall, characters are decent, and that's all that really needs to be said, so far at least.

+ Some interesting characters
- Some poor performances

Technical:
Graphics are gorgeous, and surprisingly undemanding even on my single GTX 970 with everything cranked to max and at 1920x1080. Though many report a huge framerate difference by changing the View Distance option, I can barely see much of a difference in-game with that option set to half or max. The only issue I've noticed is that very very rarely, when you're fighting biters with melee weapons, the game randomly hitches, then continues normally. It only happens in combat, but not often enough to be annoying and that might just be my system. Overall, everything looks great, and the graphics and effects are wonderful. For an ugly game, the visuals are surprisingly beautiful.

Sound:
Music is great, but my only comment is that the music that plays when you're outside has one part where a random singer begins to chant, and I swear it scares the crap out of me every time. Bashing biters with blunt weapons sounds very satisfying, and you can tell when you've hit the right spot, while hitting the chest is usually a muffled thump. I've yet to get a gun though (I've spent a lot of time just wandering around so I'm not too far into the campaign) so I can't comment on that. Also, make a little bit more noise and you'll hear bone-chilling screams in the distance of the more agile biters coming to get you. Very satisfying sound work overall.

Story:
I haven't gotten far into the story so I'll hold off until I've completed it to fill this section.

I basically wanted to come out and say how much I'm enjoying this game and to tell people to ignore the false statements about this game and give it a try. If you liked Dead Island, you'll like this game. If you hated Dead Island, you'll like this game. If you're a fan of first person, open-world games, then I'd bet you'll like this game.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
19 persone su 22 (86%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
83.1 ore in totale
Pubblicata: 9 febbraio
Dagli stessi creatori di Dead Island, Dying Light riprende le meccaniche del precedente titolo, migliorandole e ampliandole con l'inserimento del parkour (Mirror's Edge docet).
Ciò che ne esce è un gioco divertentissimo, piuttosto longevo, con molte missioni secondarie (sempre ben articolate e quasi mai ripetitive) e una storia che non spicca per originalità ma che intrattiene molto bene.
Ma la vera anima del gioco è il "cazzeggio": attraversare gli scenari dando vita a spettacolari piroette atletiche (paragonabili a quelle di Tony Jaa e Jackie Chan dei tempi migliori) e uccidere gli zombie (sfondargli la testa con un tubo di piombo o con un martellone pesante a due mani è davvero appagante) non è mai stato così divertente.
Eccezionale cambio di gameplay al calare della notte: il cazzeggio si trasforma in survival e per sopravvivere bisogna essere stealth. Inoltre la notte è VERA NOTTE e non una semplice illuminazione più tenue e fredda rispetto al giorno. In Dying Light, di notte, non si vede una mazza, quindi bisogna ricorrere alla torcia elettrica che però attira su di noi l'attenzione degli zombie e dei Notturni (creature agilissime e letali che possono ucciderci in un attimo). L'ansia che ho sentito giocando di notte non la provavo da un bel po' di tempo, e sono uno che non si impaurisce facilmente.

Nota dolente per quanto riguarda il doppiaggio italiano, non tanto per la qualità (Lorenzo Scattorin che dà la voce al protagonista e Claudio Moneta al cattivo sono perfetti) ma piuttosto per la quantità: per quanto siano bravi a modulare la voce, si sente che sono una manciata di attori, davvero pochi rispetto alla miriade di personaggi presenti.
Altro lato negativo, a parer mio, è quindi l'impossibilità di scegliere l'audio in inglese con sottotitoli in italiano.
Inoltre mi ha fatto storcere il naso l'assenza del viaggio rapido da un rifugio all'altro: ebbene sì, Dying Light riprende anche Far Cry con la possibilità di liberare dei rifugi sparsi nella mappa e utilizzarli come checkpoint per riposarsi e rivedere il proprio inventario tramite dei borsoni (tali e quali ai bauli di Resident Evil per capirci). Nonostante sia bello e divertente andare a zonzo per lo scenario, alla lunga potrebbe anche rompere le palle, quindi implementare il viaggio rapido non sarebbe stato un male.

Una menzione davvero speciale va alla colonna sonora che sembra uscita dai film di John Carpenter , George Romero, Lucio Fulci e Lamberto Bava... un vero amante dell'horror non può non emozionarsi di fronte a questo grande omaggio.

p.s. non ho ancora provato la modalità "come uno zombie" e sinceramente al momento non ho alcun interesse nel farlo.

Per tutto il resto, bella pe' voi.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente