Tetrobot è il robot più popolare e robusto sulla Terra, ma la perfezione non esiste. È per questo che io, Maya, ho costruito il suo fratellino microscopico Psychobot. Aiutami a guidare Psy all’interno degli ingranaggi e dei circuiti di Tetrobot: assorbendo e sputando blocchi di materia, possiamo riparare tutto.
Valutazione degli utenti:
Complessivamente:
Molto positiva (283 recensioni) - 283 recensioni degli utenti (97%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 22 ott 2013

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

Acquista Tetrobot and Co.

 

Recensioni

“Tetrobot and Co. is fresh, cute, and bloody hard.”
Rock, Paper, Shotgun

“A diabolically clever level design that constantly renews itself.”
8/10 – Gamekult

“Tetrobot & Co. was a unique game to play through. Its charming style kept me relaxed as I challenged my mind with each level.”
4,5/5 – Broken Cartridge

Informazioni sul gioco

Tetrobot è il robot più popolare e robusto sulla Terra, ma la perfezione non esiste. È per questo che io, Maya, ho costruito il suo fratellino microscopico Psychobot.

Aiutami a guidare Psy all’interno degli ingranaggi e dei circuiti di Tetrobot: assorbendo e sputando blocchi di materia, possiamo riparare tutto.
Impara come funzionano tubi, laser, ventilatori e altri apparecchi elettronici, come modificare le proprietà chimiche degli slime, e raccogli tutti i blocchi di memoria che troverai sul tuo cammino.

I proprietari dei Tetrobot danneggiati di tutto il mondo contano su di noi, perché siamo gli unici in grado di riparare i loro preziosi robot.

  • Puro gioco di riflessione, per chi ama far lavorare le meningi. 
  • Oltre 50 livelli, e tantissimi segreti da sbloccare. 
  • Musica originale comporta da Morusque (Knytt Stories, Saira, Blocks That Matter, Exodus...) 
  • Scopri cosa è successo a Tetrobot, Alexey, Markus e Maya 15 anni dopo “Blocks That Matter”.

  • Steam Workshop: crea i tuoi enigmi e condividili con un clic. (disponibile più avanti)
  • Steam Achievements: una sfida ulteriore per i giocatori più appassionati.
  • Steam Cloud: inizia una partita a casa, finiscila in ufficio (senza farti scoprire).

Requisiti di sistema

Windows
Mac OS X
SteamOS + Linux
    Minimi:
    • Sistema operativo: Windows XP
    • Processore: Pentium 4 3 Ghz
    • Memoria: 1 GB di RAM
    • Scheda video: integrated supporting Shader Model 2.0
    • DirectX: Versione 9.0c
    • Memoria: 600 MB di spazio disponibile
    • Scheda audio: integrated chipset
    • Note aggiuntive: Xbox 360 Controller Supported
    Consigliati:
    • Sistema operativo: Windows 7
    • Processore: i5
    • Memoria: 4 GB di RAM
    • Scheda video: dedicated hardware supporting Shader model 3.0
    • DirectX: Versione 9.0c
    • Rete: Connessione Internet a banda larga
    • Memoria: 1 GB di spazio disponibile
    • Scheda audio: integrated
    Minimi:
    • Sistema operativo: MacOS 10.7
    • Processore: Core i5
    • Memoria: 2 GB di RAM
    • Scheda video: integrated supporting Shader Model 2.0
    • Memoria: 600 MB di spazio disponibile
    • Scheda audio: integrated chipset
    • Note aggiuntive: running on our Mac Mini 2011 model, Controller Supported and may require in game configuration
    Minimi:
    • Sistema operativo: Ubuntu 12.04
    • Processore: Core i5
    • Memoria: 2 GB di RAM
    • Scheda video: integrated supporting Shader Model 2.0
    • Memoria: 600 MB di spazio disponibile
    • Scheda audio: integrated chipset
    • Note aggiuntive: Controller Supported and may require in game configuration and specific drivers
Recensioni dei giocatori
Sistema delle recensioni degli utenti aggiornato! Ulteriori informazioni
Complessivamente:
Molto positiva (283 recensioni)
Pubblicate di recente
Lucathegreat
18.1 hrs
Pubblicata: 1 aprile
Tetrobot and Co. è il diretto sequel dell'ottimo Blocks that Matter, del quale prosegue la storia. Qui siamo Maya, una ragazza impegnata a manovrare un microscopico robot all'interno dei circuiti dei vari Tetrobot resi all'azienda in quanto difettosi o danneggiati, per raccoglierne i blocchi di memoria e ripararli.

Al contrario di BTM, però, questo secondo capitolo non è più un.. puzzle-platform, bensì un punta e clicca. Si deve infatti cliccare per muovere il piccolo robot in un punto, cliccare per fargli prendere i blocchi, cliccare per farglieli sputare. I comandi sono tutti qui.
Ognuno degli 8 mondi ha un suo tema, con i suoi esclusivi blocchi e le sue regole di relazione tra questi ultimi, che però non vengono spiegate da nessuna parte e bisogna intuire, cosa non sempre facile o ovvia.
La varietà non manca, ma se tanto BTM mi aveva intrattenuto, tanto questo mi ha in buona parte annoiato.

Il problema maggiore di questo gioco, secondo me, è la sua natura fortemente simile ai titoli Two Tribes (penso a Toki Tori, ma anche altri) in cui non c'è praticamente spazio per gli errori o la creatività, che invece aveva caratterizzato il suo predecessore rendendolo così divertente da giocare.
Qui la soluzione di (quasi) ogni livello è una e una sola, e può essere raggiunta solo agendo in un determinato modo e usando i blocchi con la giusta e rigidissima sequenza, pena il non poter proseguire.
Ma se la fine dei 40+ livelli si raggiungerebbe anche abbastanza agevolmente, non si può dire lo stesso dei tre blocchi di memoria dorati nascosti in ognuno di essi, fondamentali non solo per sbloccare roba bonus ma anche per avanzare nel gioco. Blocchi disposti in modo diabolico che richiedono sempre di pensare minimo 5 mosse in avanti per cercare di capire qual è la soluzione.
Sempre che una soluzione ci sia.

Questo perché, sebbene in caso di errore sia sempre possibile tornare indietro di un numero illimitato di mosse per riprovare in un altro modo, non sempre è sufficiente: per risolvere alcuni enigmi apparentemente impossibili si dovrà infatti tornare indietro di tot stanze già belle che risolte (o anche andare avanti, i livelli sono molto ampi), al fine di riarrangiare in qualche modo astruso i blocchi già utilizzati con quelli in nostro possesso al momento, per magari guadagnarne solamente UNO e poter finalmente risolvere quel dannato enigma, o tramite altre soluzioni altrettanto criptiche e poco intuitive.
Ciò porta a un'eccessiva e costante incertezza riguardo il poter o meno completare una data stanza complessa con i blocchi a nostra disposizione, nonché ovviamente un sacco di frustrazione inutile che costringe a guardare una guida più spesso del necessario, per non restare ore su un singolo enigma che magari si può risolvere solo in un modo a cui nessuno sano di mente penserebbe.

Più positivo invece lo stile grafico, che rimane in ogni caso molto simpatico, così come le musiche e le scenette/immagini d'intermezzo (soprattutto le pagine Face-blox dei vari blocchi).
Se vi piacciono i puzzle inflessibili stile Toki Tori (che a me non fanno impazzire, come si sarà capito) in cui eseguire 50 mosse nell'esatta sequenza per finire un livello, allora T&Co. con ogni probabilità vi piacerà. Altrimenti rimane un puzzle comunque carino ma che eccede decisamente troppo nella cripticità, risultando spesso più fastidioso di quanto avrebbe meritato di essere.
LUCA☠CFA
23.0 hrs
Pubblicata: 8 febbraio
Puzzle game per chi cerca sfide abbastanza complicate, o sono io rinco...
ziabice
21.0 hrs
Pubblicata: 4 giugno 2015
Grafica carina e funzionale, ottime musiche di sottofondo, puzzle intelligenti ed impegnativi, ma mai frustranti. Non vi viene detto da nessuna parte, ma per risolverli spesso dovrete tornare indietro sui vostri passi o essere estremamente pragmatici, in questo gioco conta poco il pensiero laterale.
Acquistatelo senza esitazione, perché il bilanciamento perfetto lo rende un ottimo passatempo, intrigante, ma non snervante.
Funziona perfettamente con Linux/SteamOs.
vic
5.1 hrs
Pubblicata: 17 gennaio 2015
Eccellente puzzle game seguito di Blocks that Matter. A differenza del predecessore questo è più incentrato sui puzzle con l'elemento platformer che è stato rimosso. Il robottino si controlla questa volta col mouse e questo fa si che le meccaniche di gioco siano completamente nuove.

La grafica e molto pulita e curata con il port per OS X che funziona egregiamente anche su vecchi computer con una vecchia scheda video.
Kelvan
11.5 hrs
Pubblicata: 27 novembre 2013
I ragazzi francesi di Swing Swing Submarine non solo hanno tirato fuori dal cappello una formula puzzle/platform degnissima, ma si sono creati tutta una storia e metastoria divertenti nei propri giochi che risultano collegati anche narrativamente. Narrativa in un platform? Beh sì, semplice, ma quanto basta per non annoiare dopo poco in preda a convulsioni spastiche. Di fatto in Tetrobot And Co. seguiremo le avventure di Psychobot, un fratellino robotico del Tetrobot (protagonista indiscusso del capitolo precedente) creato da Maya, una giovane collegata in qualche modo con i due geni inventori e creatori del Tetrobot. Una vicenda tanto semplificata quanto divertente da seguire grazie a tutta la serie di bozzetti e curiosità che sbloccheremo giocando, al punto che saremo quasi convinti che la stessa Maya sia la vera sviluppatrice del gioco. Insomma, ai francesi piacciono i giochi di ruolo e gli scambi di personalità.

Vieni a leggere la recensione completa su TheShelterNetwork.com:
http://theshelternetwork.com/tetrobot-and-co/
Recensioni più utili  Complessivamente
8 persone su 9 (89%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
11.5 ore in totale
Pubblicata: 27 novembre 2013
I ragazzi francesi di Swing Swing Submarine non solo hanno tirato fuori dal cappello una formula puzzle/platform degnissima, ma si sono creati tutta una storia e metastoria divertenti nei propri giochi che risultano collegati anche narrativamente. Narrativa in un platform? Beh sì, semplice, ma quanto basta per non annoiare dopo poco in preda a convulsioni spastiche. Di fatto in Tetrobot And Co. seguiremo le avventure di Psychobot, un fratellino robotico del Tetrobot (protagonista indiscusso del capitolo precedente) creato da Maya, una giovane collegata in qualche modo con i due geni inventori e creatori del Tetrobot. Una vicenda tanto semplificata quanto divertente da seguire grazie a tutta la serie di bozzetti e curiosità che sbloccheremo giocando, al punto che saremo quasi convinti che la stessa Maya sia la vera sviluppatrice del gioco. Insomma, ai francesi piacciono i giochi di ruolo e gli scambi di personalità.

Vieni a leggere la recensione completa su TheShelterNetwork.com:
http://theshelternetwork.com/tetrobot-and-co/
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
2 persone su 2 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
18.1 ore in totale
Pubblicata: 1 aprile
Tetrobot and Co. è il diretto sequel dell'ottimo Blocks that Matter, del quale prosegue la storia. Qui siamo Maya, una ragazza impegnata a manovrare un microscopico robot all'interno dei circuiti dei vari Tetrobot resi all'azienda in quanto difettosi o danneggiati, per raccoglierne i blocchi di memoria e ripararli.

Al contrario di BTM, però, questo secondo capitolo non è più un.. puzzle-platform, bensì un punta e clicca. Si deve infatti cliccare per muovere il piccolo robot in un punto, cliccare per fargli prendere i blocchi, cliccare per farglieli sputare. I comandi sono tutti qui.
Ognuno degli 8 mondi ha un suo tema, con i suoi esclusivi blocchi e le sue regole di relazione tra questi ultimi, che però non vengono spiegate da nessuna parte e bisogna intuire, cosa non sempre facile o ovvia.
La varietà non manca, ma se tanto BTM mi aveva intrattenuto, tanto questo mi ha in buona parte annoiato.

Il problema maggiore di questo gioco, secondo me, è la sua natura fortemente simile ai titoli Two Tribes (penso a Toki Tori, ma anche altri) in cui non c'è praticamente spazio per gli errori o la creatività, che invece aveva caratterizzato il suo predecessore rendendolo così divertente da giocare.
Qui la soluzione di (quasi) ogni livello è una e una sola, e può essere raggiunta solo agendo in un determinato modo e usando i blocchi con la giusta e rigidissima sequenza, pena il non poter proseguire.
Ma se la fine dei 40+ livelli si raggiungerebbe anche abbastanza agevolmente, non si può dire lo stesso dei tre blocchi di memoria dorati nascosti in ognuno di essi, fondamentali non solo per sbloccare roba bonus ma anche per avanzare nel gioco. Blocchi disposti in modo diabolico che richiedono sempre di pensare minimo 5 mosse in avanti per cercare di capire qual è la soluzione.
Sempre che una soluzione ci sia.

Questo perché, sebbene in caso di errore sia sempre possibile tornare indietro di un numero illimitato di mosse per riprovare in un altro modo, non sempre è sufficiente: per risolvere alcuni enigmi apparentemente impossibili si dovrà infatti tornare indietro di tot stanze già belle che risolte (o anche andare avanti, i livelli sono molto ampi), al fine di riarrangiare in qualche modo astruso i blocchi già utilizzati con quelli in nostro possesso al momento, per magari guadagnarne solamente UNO e poter finalmente risolvere quel dannato enigma, o tramite altre soluzioni altrettanto criptiche e poco intuitive.
Ciò porta a un'eccessiva e costante incertezza riguardo il poter o meno completare una data stanza complessa con i blocchi a nostra disposizione, nonché ovviamente un sacco di frustrazione inutile che costringe a guardare una guida più spesso del necessario, per non restare ore su un singolo enigma che magari si può risolvere solo in un modo a cui nessuno sano di mente penserebbe.

Più positivo invece lo stile grafico, che rimane in ogni caso molto simpatico, così come le musiche e le scenette/immagini d'intermezzo (soprattutto le pagine Face-blox dei vari blocchi).
Se vi piacciono i puzzle inflessibili stile Toki Tori (che a me non fanno impazzire, come si sarà capito) in cui eseguire 50 mosse nell'esatta sequenza per finire un livello, allora T&Co. con ogni probabilità vi piacerà. Altrimenti rimane un puzzle comunque carino ma che eccede decisamente troppo nella cripticità, risultando spesso più fastidioso di quanto avrebbe meritato di essere.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Consigliato
21.0 ore in totale
Pubblicata: 4 giugno 2015
Grafica carina e funzionale, ottime musiche di sottofondo, puzzle intelligenti ed impegnativi, ma mai frustranti. Non vi viene detto da nessuna parte, ma per risolverli spesso dovrete tornare indietro sui vostri passi o essere estremamente pragmatici, in questo gioco conta poco il pensiero laterale.
Acquistatelo senza esitazione, perché il bilanciamento perfetto lo rende un ottimo passatempo, intrigante, ma non snervante.
Funziona perfettamente con Linux/SteamOs.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Consigliato
5.1 ore in totale
Pubblicata: 17 gennaio 2015
Eccellente puzzle game seguito di Blocks that Matter. A differenza del predecessore questo è più incentrato sui puzzle con l'elemento platformer che è stato rimosso. Il robottino si controlla questa volta col mouse e questo fa si che le meccaniche di gioco siano completamente nuove.

La grafica e molto pulita e curata con il port per OS X che funziona egregiamente anche su vecchi computer con una vecchia scheda video.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Consigliato
23.0 ore in totale
Pubblicata: 8 febbraio
Puzzle game per chi cerca sfide abbastanza complicate, o sono io rinco...
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente