The critically acclaimed Prince of Persia® franchise returns for the first time on next-generation platforms with an all-new epic journey. Built by the same award-winning Ubisoft Montreal studio that created Assassin's Creed™, Prince of Persia has been in development for over three years to deliver a whole new action-adventure gaming...
Valutazione degli utenti:
Complessivamente:
Perlopiù positiva (786 recensioni) - 786 recensioni degli utenti (77%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 10 dic 2008

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

Acquista Prince of Persia®

 

Informazioni sul gioco

The critically acclaimed Prince of Persia® franchise returns for the first time on next-generation platforms with an all-new epic journey.
Built by the same award-winning Ubisoft Montreal studio that created Assassin's Creed™, Prince of Persia has been in development for over three years to deliver a whole new action-adventure gaming experience to consumers.
With a whole new Prince, storyline, open world environments, combat style, signature illustrative graphical style and the addition of Elika, a deadly new ally, Prince of Persia brings the franchise to new heights of deadly acrobatic artistry and is set to become the #1 action-adventure game of 2008 this holiday season.
  • A new hero emerges: Master the acrobatics, strategy and fighting tactics of the most agile warrior of all time. Grip fall down the face of a building, perform perfectly timed acrobatic combinations, and swing over canyons, buildings and anything that is reachable. This new rogue warrior must utilize all of his new skills, along with a whole new combat system, to battle Ahriman's corrupted lieutenants to heal the land from the dark Corruption and restore the light.
  • A new epic journey begins: Escape to experience the new fantasy world of ancient Persia. Masterful storytelling and sprawling environments will deliver to action-adventure fans an experience that rivals even the best Hollywood movies.
  • A new open world structure: A first for the Prince of Persia franchise — now you have the freedom to determine how the game evolves in this non-linear adventure. Players will decide how they unfold the storyline by choosing their path in the open-ended world.
  • Emergence of a deadly new ally: History's greatest ally is revealed in the form of Elika, a dynamic AI companion who joins the Prince in his fight to save the world. Gifted with magical powers, she interacts with the player in combat, acrobatics and puzzle-solving, enabling the Prince to reach new heights of deadly high-flying artistry through special duo acrobatic moves or devastating fighting combo attacks.

Requisiti di sistema

    • OS: Windows® XP/Windows Vista® (only)
    • Processor: Dual core processor 2.6 GHz Intel® Pentium® D or AMD Athlon™ 64 X2 3800+ (Intel Core® 2 Duo 2.2 GHz or AMD Athlon 64 X2 4400+ or better recommended)
    • Memory: 1 GB Windows XP/2 GB Windows Vista
    • Graphics: 256 MB DirectX® 10.0–compliant video card or DirectX 9.0–compliant card with Shader Model 3.0 or higher (see supported list)*
    • DirectX Version: DirectX 9.0 or 10.0 libraries
    • Hard Drive: 9 GB
    • Sound Card: DirectX 9.0 or 10.0–compliant sound card (5.1 sound card recommended)
    • Input: Windows-compliant keyboard, mouse, optional controller (Xbox 360® Controller for Windows recommended)
    *Supported Video Cards at Time of Release:
    ATI® RADEON® X1600*/1650*-1950/HD 2000–4000 series
    NVIDIA GeForce® 6800*/7/8/9/GTX 260–280 series
    *PCI Express only supported
    Laptop versions of these cards may work but are NOT supported. These chipsets are the only ones that will run this game. For the most up-to-date minimum requirement listings, please visit the FAQ for this game on our support website at: http://support.ubi.com.
    NVIDIA® nForce™ or other motherboards/soundcards containing the Dolby® Digital Interactive Content Encoder required for Dolby Digital audio.
Recensioni dei giocatori
Customer Review system updated Sept. 2016! Learn more
Complessivamente:
Perlopiù positiva (786 recensioni)
Tipo di recensione


Tipo di acquisto


Lingua


Ordina per:


(cos'è questo?)
14 reviews match the filters above ( Nella media)
Recensioni più utili  Negli scorsi 30 giorni
9 persone su 9 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
9.1 ore in totale
Pubblicata: 21 settembre
PRO
-Ambientazione: che dire, con l'effetto cell shading (non l'avevano usato molto ai tempi) hanno reso l'atmosfera veramente incredibile!
I luoghi che esploreremo di questo regno sprofondato dalle "tenebre" è molto ben fatto e visivamente molto bello, e rivederlo poi "ripulito" lo sarà molto di più.
Anche l'aspetto estetico dei personaggi l'ho trovato veramente bello, sopratutto i boss che affronteremo.

-Soundtrack: Viene riproposta una soundtrack più esotica (che ho trovato superiore alla versione del 2003), è resa perfetta in questo gioco, dà la sensazione di essere dentro ad una fiaba araba.

-Doppiaggio: Un doppiaggio molto buono, ogni personaggio è doppiato bene. (voluto metterlo visto che in tutti in Prince of Persia qualche cosa nel doppiaggio non andava).

-Extra carini, anche se si trattano solo di costumi (io me lo son giocato tutto con la skin del principe classico e di Farah).

NEUTRO
-Combattimenti: Visivamente sono spettacolari, penso che io non abbia mai visto movimenti così ben fatti durante i combattimenti... purtroppo non posso dire la stessa cosa del combat system.
Di combo ce ne sono parecchie da fare, ma alla fine si tratta di premere letteralmente 2-3 tasti senza alcuna difficoltà.

-Trama: Niente di speciale, ma neanche così male. è il classico demone che viene liberato e te lo devi rinchiudere, potevano strutturarla un po' meglio sinceramente.

-Personaggi: Mi sono piaciuti i dialoghi che facevano, sono tanti e molti pure divertenti, ma anche li a livello di carattere non sono niente di particolare (una seria e uno comico in sostanza).
Addirittura i Boss mi sono piaciuti più dei protagonsiti, anche perchè tengono un loro passato abbastanza interesssante raccontato da Elika, mi sarebbe piaciuto saperne di più di questi personaggi.

CONTRO
-Ripetitività all'estremo con i semi di luce: Come è strutturato il gameplay del gioco?
Ci sono 16 luoghi da esplorare (+ 4), bisogna andare in un posto di questi, fare tutta la sezione platform (una decina- 15 minuti) e sconfiggere il boss per "ripulire" il livello.
Una volta che "purifichi" il luogo vi compariranno pure dei semi di luce per tutto il livello, che serviranno ad acquistare dei "poteri". Questi Poteri vi permetteranno di proseguire verso altri livelli.
Dove sta il problema? Che bisogna fare in ogni livello lo stesso percorso per prendere tutti i semi di luce possibili... una noia mortale.
Rifare ogni singolo livello 2 volte vi farà veramente tanto annoiare, di ripetere le stesse mosse, gli stessi percorsi... in parole povere se lo potevano benissimo risparmiare (potevano metterli direttamente la prima volta che facevi il livello).

-Poteri/lastre: Anche qua il gioco mi ha deluso parecchio, il primo potere che ho preso era quello verde (quello di correre sui muri), e sinceramente è l'unico che ho apprezzato tanto, visivamente era fatto bene e dovevi stare attento a non schiantarti su qualcosa.
Poi ho preso quello giallo(del volo) dove praticamente è la stessa cosa del correre sui muri, bisognerà semplicemente evitare gli ostacoli, così facendo "riciclano" un potere.
Poi ho preso quello blu dove.... vi farà semplicemente andare da una lastra all'altra senza fare niente di che... seriamente?
E d'infine quella rossa dove anche qua... solo salti... ma che cazzo un po' di fantasia no?
In parole povere dovevano sfruttare molto di più queste lastre qua, e non farle semplicemente "clicca il pulsante, bravo hai fatto un salto enorme :D"

-Difficoltà inesistente: Ovviamente tutti lo hanno detto e pure io lo dirò, il game over non esiste in questo gioco, e non mi è piaciuta questa cosa.
Non dico che dovevano farlo ultra difficile, ma almeno come i predecessori. Potevano sfruttare i semi di luce come quelle della sabbia. Cadevi per sbaglio in una piattaforma? Potevano usufruire dei poteri di Elika tot di volte, almeno dava un pochino il senso della sfida. (lo so che avrebbe dato una sensazione di dejavù, ma almeno ci sarebbe stata un po' di difficoltà).
Nei combattimenti l'hanno sfruttato un po' meglio, se per caso il nemico vi sconfiggerà, Elika lo accecherà facendovi rialzare e ridando quasi tutta la vita al nemico.. certo non perderete, ma almeno il nemico non avrà poca vita.

-DLC/Finale: Ovviamente pure questo gioco rovinato dal dlc, ed è uno dei peggiori che considerò: quelli che per continuare la trama del gioco, lo fanno tramite dlc.
Esatto! il gioco base come finale ha un cliffhanger (Elika si sacrifica per sconfiggere il demone, e il "principe" lo resuscita liberando nuovamente il demone), e per la continuazione, bisogna pagare soldi (io mi lamentavo di Bioshock infinite che teneva dei dlc dove ti spiegavano tante del gioco base, ma almeno un finale te lo dava).
Cosa c'è di peggio di un dlc dove ti continuano la trama? un dlc che ti continuano la trama solo su console... ESATTO SU PC NON E MAI USCITO! Sarai costretto a guardare i walkthrought su youtube... senza parole.
COSA C'è DI PEGGIO ANCORA? PURE QUEST'ALTRO DLC HA UN FINALE CLIFFHANGER! VE LO GIURO! Finirà che Elika se ne andrà dal principe a cercare il suo popolo e cercare di sconfiggere il cattivone, fine!
Ci sarà una sorta di seguito di questa trama, ma solo per Nintendo DS (senza Elika), dove anche li non riuscirete a sconfiggere il demone e finira con un "To be continued.."


CONCLUSIONE
Il gioco in sè lo ritengo sulla sufficienza soprattutto per gli aspetti della grafica e della soundtrack, il combat system potevano strutturarlo un po' meglio, così come la trama (e soprattutto il finale!).

voto:6.8

Ps: perchè cazzo lo avete chiamato Prince of persia se non è un Principe?
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Recensioni più utili  Complessivamente
4 persone su 4 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
19.5 ore in totale
Pubblicata: 4 giugno 2014
La grafica, il design, le ambientazioni, l'atmosfera, l'audio, la trama, il doppiaggio sono tutti fantastici e di alto livello. Ma il gameplay... o mamma mia, sembra una canzone dei daft punk! Corri, salta, corri sui muri, combatti, prendi le palle luminose poi ancora salta, corri, combatti etc...
Il gioco è tutto così e risulta abbastanza monotono. Poi non capisco perchè bisogna sempre combattere contro un solo nemico alla volta e una volta capito come batterlo basta fare la stessa cosa contro tutti gli altri, risultando abbastanza ripetitivo.
Una variante in più sono i rompicapi che incontreremo varie volte nel gioco, ma anche quest'ultimi non sono troppo complessi da risolvere.

Solo che non mi va di dargli un voto negativo, perchè so che l'impegno da chi l'ha creato c'è stato e si vede. Come dicevo prima, la grafica e il resto sono di alto livello, più alto di molti giochi, ma il gameplay risulta abbastanza ripetitivo e in un gioco come questo è molto importante.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
3 persone su 3 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
8.8 ore in totale
Pubblicata: 20 marzo 2014
Bello veramente! grafica leggera e per nulla fastidiosa, gioco rilassante, principe con elevato carisma!
uno dei pochi giochi che si merita soldi!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
5 persone su 7 (71%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
18.4 ore in totale
Pubblicata: 15 giugno 2014
Gioco spettacolare, ambientazioni mozzafiato, combattimenti epici e personaggi con un carisma davvero ben marcato, una pecca è che è un pò ripetitivo e diverso dagli altri PoP, è da considerare come un capitolo distaccato dalla serie, mi piace il fatto che in questa avventura il principe non è mai solo ma accompagnato dalla bella elika, consigliato!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
10.4 ore in totale
Pubblicata: 5 febbraio 2015
Il reboot del franchise di PoP è uno dei titoli più controversi delle ultime generazioni. E' il 2008 e Ubisoft cerca di svecchiare una saga cult, Prince of Persia, che aveva fatto furore con la trilogia de Le sabbie del tempo fino a pochi anni prima (2005) usando uno stile grafico in realtà ormai di popolarità calante, il cel shading (che cominciò il suo boom con Wind Waker del 2003). Il risultato è comunque sia ottimo, e a distanza di anni e sebbene questo port abbia risoluzione lockata si nota l'accortezza di associare a tematiche da "mille e una notte" uno stile del genere: ogni ambiente muterà da una versione "corrotta" a una "purificata" durante la trama, e il giocatore si sentirà davvero partecipe nello svelare il "lato migliore" delle location, che più che seguire la quadripartizione elementale (fuoco ecc) tipica degli action adventure si rifanno a caratteristiche tipiche dell'area mediorientale. Il gameplay è il primo scoglio contro cui si imbattono molte delle critiche dei giocatori: in PoP 2008 è infatti impossibile "perdere", ovvero essere penalizzati per un comportamento erroneo durante la sessione (ovvero non si può "morire"). Ciò è giustificato a livello di trama dalla costante compresenza di Elika, una principessa che dovrete aiutare nella battaglia eterna tra due divinità coerentemente estrapolate dalla religione iranica mazdeista, Ahura Mazda (Ormazd) e Angra Mainyu (Ahriman): Elika sarà infatti dotata di poteri magici che le permetteranno di volare e di respingere gli enti corrotti. Questi due poteri si riveleranno essenziali dal momento in cui ogni a ogni errore di navigazione nell'ambiente (che si svolge tramite un parkour molto fantasioso ma abbastanza appagante) o di combattimento il Principe verrà "salvato" automaticamente, e l'azione riprenderà senza interruzioni con penalità minime (parte del percorso resettato, il nemico recupera piccole percentuali di energia). Questo aspetto, sebbene giustifichi perlomeno una trovata in una boss fight abbastanza originale (basata ovviamente sul rapporto di fiducia tra i due), lascia l'amaro in bocca nel senso che "uccide" in parte un sistema di combattimento che di per sé risulta fresco e graficamente esaltante, basato sulle combinazioni di azioni dei due protagonisti. I combattimenti si svolgono tra l'altro sempre sotto forma di "duelli" uno contro uno, e la maggior parte degli scontri contro minion secondari possono essere "tagliati" semplicemente spingendo l'avversario contro un bordo del "ring"; i boss, quattro che dovrete riaffrontare perlomeno cinque volte per uno, lasciano quanto meno tiepidi, e questo è in parte dovuto dalla struttura "aperta" dello spazio di gioco, che lascia al giocatore la possibilità di decidere quali sezioni del gioco esplorare per prime. Questa libertà spiana il senso di progressione di difficoltà, con i boss che acquisiranno semplicemente a seconda dell'ordine di completamento la possibilità di "costringervi" verso l'utilizzo di determinate combo invece di altre. Siamo arrivati naturalmente a un altro punto abbastanza stridente in questo titolo: essendo tutto tranne un problema l'impossibilità di perdere in un gioco (del resto di giochi, come ci insegna Wittgenstein, ce ne sono di parecchi tipi), il giocatore si chiede spontaneamente dove sia "il punto" di tutta l'esperienza. Molti elementi tra quelli che vi passeranno davanti agli occhi vi faranno propendere per una tra due soluzioni: l'esplorazione o la trama. Per quanto riguarda l'esplorazione, sebbene gli ambienti siano come ho già detto ben resi e piacevoli, si risente degli stessi problemi che la libertà di esplorazione dà al combattimento: le meccaniche di parkour utilizzabili sono le stesse dall'inizio del gioco fino alla fine, dando agli intermezzi esplorativi in cui il gioco vi costringerà (necessità di collezionare quantità predefinite di collezionabili sparsi negli ambienti) una patina di monotonia. I puzzle che vi faranno interagire con lo spazio sono pochi e raramente impegnativi (niente a che vedere con quelli della trilogia de Le sabbie), e gli unici elementi di variazione che dipendono dalla progressione, le "lastre" attivabili tramite i poteri di Elika, risultano frutto di una progettazione frettolosa e incompleta: potete immaginare la delusione nel vedere ripetuta una meccanica, quella del "salto magico", per due volte su quattro poteri in totale; inoltre il "volo" è davvero "legnoso" e i percorsi difficilmente valutabili. Non rimane che concentrarsi sulla trama. Non sarà una novità a questo punto se vi rivelo qual è il problema maggiore: la progressione non lineare. Elika e il Principe (che in questo caso lo è sorprendentemente più di nome che di fatto, visto che è un tombarolo orfano e apolide) costituiscono la classica coppia "persona responsabile - buffone". Tuttavia questi ruoli risultano totalmente monolitici, complice soprattutto il totale rifiuto del Principe a parlare di sé e il suo approccio ironicocentrico a tutte le situazioni del copione. I dialoghi risultano dunque monotoni, la relazione tra i due manca di senso di sviluppo e sono rari i momenti in cui il gioco riesce a trasmettere situazioni di intesa o di complicità. La cosa totalmente sorprendente è che di fronte a questo panorama di banalità il gioco decide di schiaffare in faccia all'utente una delle soluzioni di trama più sperimentali e audaci nel panorama videoludico nell'ultima mezz'ora di gioco. Il finale è infatti strutturato con dei falsi titoli di coda dopo la boss fight (quasi ridicola per la volontà irreale di non "nuocere" ai giocatori), dopo i quali il gioco sembra lasciare indietro alcune caratteristiche, prime tra tutti la capacità di far comunicare le proprie intenzioni tramite la voce dei protagonisti o indicazioni assortite. Per vedere i veri titoli finali il giocatore dovrà far prendere una decisione importante a un Principe "ammutolito": a questa decisione nessuno vi spingerà esplicitamente, ma sarà l'unica vera disponibile. L'intento qui è quello di mollare bruscamente le redini narrative, per far capire al giocatore che la "spinta" ricevuta durante le 10 ore totali di gioco non può che condurre in un'unica direzione: il giocatore dovrebbe insomma a quel punto essere "diventato" il Principe, e quindi la scelta finale dovrebbe essere più individuale che prescritta. L'assenza di una alternativa è di fatto una grande limitazione (anche perché le carenze nel copione fino al finale non riescono a far arrivare al grado di simpateticità che Ubisoft avrebbe voluto), ma nella sua resa, con Ahriman che come unica voce presente sottolinea il dualismo della "scelta contemporaneamente propria e non propria", sfonda decisamente lo schermo videoludico in un modo molto simile (e questo è un paragone audace) a quello che troverete in un titolo incentrato unicamente su questo, The Stanley Parable. L'unica differenza è che questo in PoP è totalmente supportato dalla trama, visto che il riferimento di Ahriman è sicuramente alla mano del destino, che in fondo (in una visione ciclica del tempo tipica di tutto il franchise di PoP) inonda le persone come un fiume in piena: è quindi il giocatore quello ad essere costretto dal destino, e qui il contenuto di significato di tutto il gioco si allarga mostruosamente arrivando a livelli di profondità veramente notevoli. E' purtroppo evidente però che a livello di accettazione di massa questo ultimo barlume sperimentale non ha fatto dimenticare ai più le troppe contraddizioni di questo titolo, che viene così riempito (sicuramente con una buona mano di intenzionalità) da un DLC che probabilmente non vedremo mai su PC e che rende il finale più razionale e "canonico", traghettando la serie verso il secondo episodio, The fallen King, uscito su Nintendo DS, decisamente più lineare.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Sconsigliato
5.8 ore in totale
Pubblicata: 20 dicembre 2012
La storia è vagamente interessante, ma la mancanza del DLC con il "vero finale" lo castra parecchio, come se già non fosse abbastanza castrato di suo.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
2 persone su 4 (50%) hanno trovato questa recensione utile
Sconsigliato
0.9 ore in totale
Pubblicata: 24 gennaio
Definire questo aborto come un "Prince of Persia" è una bestemmia videoludica!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 2 (50%) hanno trovato questa recensione utile
Sconsigliato
15.5 ore in totale
Pubblicata: 4 dicembre 2014
parkour lento come la morte, sfida sotto lo 0, storia tagliata per dlc mai arrivati su pc, insomma evitatelo
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
0 persone su 1 (0%) hanno trovato questa recensione utile
Sconsigliato
3.6 ore in totale
Pubblicata: 23 gennaio 2015
Il titolo più noioso della serie PoP. Nient'altro da aggiungere.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
0 persone su 1 (0%) hanno trovato questa recensione utile
Sconsigliato
10.5 ore in totale
Pubblicata: 1 marzo 2014
Musiche e ambientazioni creano un'atmosfera fantastica, in cui raccogliere palle luminose sempre uguali, sempre nello stesso modo, in tutti i fottutissimi livelli, che non sono pochi. Buona la caratterizzazione dei personaggi, peccato che i caratteri siano PESSIMI e male accoppiati alle figure. La parte migliore e l'innovazioni delle sessioni platform, queste davvero fluide, divertenti e veloci. Però rifarle 500 volte sempre uguali dopo un po' ti fa scoglionare. Che cazzo.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Pubblicate di recente
Diego
7.1 hrs
Pubblicata: 20 luglio
Il gioco in se non è male, ma preparatevi a spendere almeno 3 ore a cercare quei fottuti semi di luce. Se non li raccogli sei fottuto, dato che senza non puoi andare avanti nella storia, potevano evitare questa cagata solo per allungare il gioco, per il resto non c'è molto da dire. Il combattimento è stato un po' ridicolizzato rispetto agli altri Prince of Persia ma non c'è male. 7/10, avrebbe potuto prendere di più ma..
a_papillo
17.1 hrs
Pubblicata: 31 luglio 2015
gioco bellissimo, grafica spettacolare per essere del 2008.
il gameplay è molto fluido, ma quando ti agiti troppo si rallenta molto.
i combattimenti sono spettacolari, ma avrei preferito con più più persone invece una.
gioco consigliato a tutti!!!
MaximilianPs
0.9 hrs
Pubblicata: 23 marzo 2014
una delle più grosse cagate che potessero essere associare al titolo di Prince of Persia.
E' un gioco da "consolari" clickoni. Un uso spropositato delle combo, e molto spesso inutile (es.triplo spazio per fare un salto lungo)

Graficamente è molto bello come buono è il comparto audio, la storia potrebbe anche essere carina, il doppiaggio ottimo, ma la giocabilità, fa letteralmente cagare.

Un porting da console pietosissimo.