A Dark Presence stalks the small town of Bright Falls, pushing Alan Wake to the brink of sanity in his fight to unravel the mystery and save his love.
Valutazione degli utenti:
Recenti:
Molto positiva (157 recensioni) - 87% delle 157 recensioni degli utenti pubblicate negli ultimi 30 giorni sono positive.
Complessivamente:
Molto positiva (14,202 recensioni) - 14,202 recensioni degli utenti (91%) per questo gioco sono positive.
Data di rilascio: 16 feb 2012

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

Nota: A Latin American Spanish localization is also available. Click here to activate this content.

Acquista Alan Wake

Pacchetti che includono questo gioco

Acquista Alan Wake Collector's Edition

Include 2 articoli: Alan Wake, Alan Wake Collector's Edition Extras

Acquista Alan Wake Franchise

Include 3 articoli: Alan Wake, Alan Wake's American Nightmare, Alan Wake Collector's Edition Extras

 

Recensioni

“Remedy's done a great job of mixing elements of written work, television, and video games to create an experience full of scares, laughs, and thrills that's just as fun to play as it is to watch.”
9/10 – http://pc.ign.com/articles/121/1218682p1.html

Steam Big Picture

Informazioni sul gioco

Quando la moglie dell'autore di Best-Sellers Alan Wake scompare durante una loro vacanza, la sua ricerca rivela le pagine di un thriller che Alan non ricorda di aver mai scritto. Una presenza oscura attanaglia il piccolo paese di Bright Falls, spingendo Wake sull'orlo della follia mentre combatte per svelare il mistero che lo circonda, così da salvare l'amore della sua vita.

Presentato nello stile di una serie Televisiva, Alan Wake è un perfetto esempio di narrazione accattivante e sequenze di azione al cardiopalma, tipiche della Remedy Games. Mentre i giocatori si immergono sempre più a fondo nel mistero, si troveranno ad affrontare situazioni insormontabili, colpi di scena, e momenti di grande suspance. Solo padroneggiando al meglio la meccanica di Combattimento tramite l'uso della Luce i giocatori riusciranno a rimanere un passo avanti rispetto all'Oscurità opprimente che si sta impadronendo di Bright Falls.

Con il Corpo di un Gioco d'azione e la Mente di un Thriller Psicologico, Alan Wake sorprenderà i giocatori con un eccellente esperienza di gioco, grazie alla sua intensa atmosfera, una storia profonda e complessa, e sequenze di combattimento piene di tensione.

Migliorato per il PC:

  • Include gli Episodi Speciali di Alan Wake, "Il Segnale" e "Lo Scrittore".
  • Esplora il Nord-Ovest Pacifico in Alta Risoluzione e Migliori Prestazioni rispetto alla versione per Xbox360.
  • Supporto per Mouse e Tastiera completamente configurabile, o - se preferisci giocare con un Gamepad Microsoft connesso al tuo PC - puoi usare anche quello!
  • Moltissime opzioni video e Supporto per i rapporti d'aspetto 4:3, 16:9 e 16:10!
  • Motore grafico Multi-Thread che sfrutta a pieno i processori Quad-core.
  • Opzioni aggiuntive richieste dai nostri fan, come la possibilità di modificare il Campo Visivo o nascondere l'HUD.
  • Funziona con la modalità per tre monitor di AMD Eyefinity 3D.

Requisiti di sistema

    Minimum:
    • OS: Windows XP SP2
    • Processor: Dual Core 2GHz Intel or 2.8GHz AMD
    • Memory: 2 GB RAM
    • Graphics: DirectX 10 compatible with 512MB RAM
    • DirectX®: 9.0c
    • Hard Drive: 8 GB HD space
    • Sound: DirectX 9.0c compatible
    Recommended:
    • OS: Windows 7
    • Processor: Quad Core 2.66GHz Intel or 3.2GHz AMD
    • Memory: 4 GB RAM
    • Graphics: DirectX 10 compatible or later with 1GB RAM
    • DirectX®: 10
    • Hard Drive: 8 GB HD space
    • Sound: DirectX 9.0c compatible
Recensioni dei giocatori
Sistema delle recensioni degli utenti aggiornato! Ulteriori informazioni
Recenti:
Molto positiva (157 recensioni)
Complessivamente:
Molto positiva (14,202 recensioni)
Pubblicate di recente
thebarbarian
12.8 hrs
Pubblicata: 16 agosto
Alan Wake è semplicemente uno scrittore di romanzi, e cosa fa se non scrivere una storia?!
In questa storia di cui lui stesso ne è il protagonista si impersona in un paladino della giustizia "La Luce" contro le forze oscure "Il Buio"... Non dico altro su questo thriller/horror da non sottovalutare di casa Remedy, compratelo e giocatelo con calma (si con calma sennò non se ne gode dell'atmosfera creata), visto anche il prezzo non troppo eccessivo, sopratutto con i saldi si trova a pochissimo.
Mazzonz
3.4 hrs
Pubblicata: 13 agosto
Gioco pazzesco , ci sono poche parole per descrivere questo capolavoro , inutile consigliarlo tanto già sapete di che cosa parlo...cosa? non sai che gioco sia Alan Wake? No fermo non andare a cercarlo su youtube! COMPRALO SUBITO , non restarai deluso neanche un pò!

10/10
EpicTrailer
8.0 hrs
Pubblicata: 8 agosto
Alan Wake è un gioco molto originale. Ha un buon gameplay e una buona grafica, ma la parte più importante è la trama, che vi lascerà col fiato sospeso fino alla fine. Purtroppo la durata (solo 7 ore) e la ripetitività delle azioni, rende il gioco in alcune parti un pò noioso. Questo elemento però non pregiudica il prodotto, che in un modo o nell'altro va assolutamente giocato.
superpiero23
6.2 hrs
Pubblicata: 1 agosto
Molto bello, finito, devo dire che è molto divertente, CONSIGLIATO
gionni97
13.3 hrs
Pubblicata: 29 luglio
titolo molto valido e molto immersivo per la sua storia bellissima e un ambientazione ottima
BA-ZUCCA_ITA
16.0 hrs
Pubblicata: 25 luglio
Bellisimo gioco con storia coinvolgente e molto lunga narrata in un ambientazione slendida
SoytGamer
14.9 hrs
Pubblicata: 22 luglio
Alan Wake è il primo gioco dopo moltissimi giochi che mi ha immerso nella storia e nel personaggio, quasi come un libro. Ho provato moltissime sensazioni durante il gioco, dalla paura nel buio alla gioia di trovare un lampione acceso in mezzo al nulla. Il gameplay può risultare pesante quando non si vede l'ora di vedere la continuazione della storia, quindi sembra infinito e ripetitivo, ma alla fine lascia una sensazione di soddisfazione che non avete idea. Di problemi e bug nel gioco non ne ho trovati. Grafica ottima soprattutto gli scenari. Consiglio questo gioco a tutti.
dottoraspano
18.0 hrs
Pubblicata: 14 luglio
Gioco vecchiotto ma sempre attuale!
Voto 9/10
profondo rosso
13.7 hrs
Pubblicata: 11 luglio
stroria ed atmosfera eccezionale. Gameplay non eccezionale
LoSvitato
6.7 hrs
Pubblicata: 5 luglio
La Storia ti prende da subito, personaggi ben caratterizzati e ottime location. Purtroppo il gameplay è piuttosto ripetitivo e dopo un pò stanca, comunque consiglio vivamente questo titolo, non è horror ai livelli di silent hill ma comunque l'atmosfera merita!
Recensioni più utili  Negli scorsi 30 giorni
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
12.8 ore in totale
Pubblicata: 16 agosto
Alan Wake è semplicemente uno scrittore di romanzi, e cosa fa se non scrivere una storia?!
In questa storia di cui lui stesso ne è il protagonista si impersona in un paladino della giustizia "La Luce" contro le forze oscure "Il Buio"... Non dico altro su questo thriller/horror da non sottovalutare di casa Remedy, compratelo e giocatelo con calma (si con calma sennò non se ne gode dell'atmosfera creata), visto anche il prezzo non troppo eccessivo, sopratutto con i saldi si trova a pochissimo.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
Recensioni più utili  Complessivamente
33 persone su 37 (89%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
0.1 ore in totale
Pubblicata: 30 gennaio
Preso con grandi aspettative, Alan Wake mi ha affascinato come pochi altri giochi hanno sa♥♥♥♥ fare, rivelandosi un titolo di egregia fattura e perfettamente in sintonia con quello che cerco in un videogioco.

Il giocatore vestirà per tutta l'avventura i panni del celebre scrittore Alan Wake e vivrà l'esperienza di una sorta di thriller psicologico, addentrandosi in una realtà plasmata dalle parole di uno scrittore tormentato dagli incubi, all’interno di un contesto in cui si contrappongono ombra e luce, con il risultato di immergere completamente il giocatore in una sorta di romanzo avvolto da mistero e oscurità.
Di ottima fattura la struttura della narrazione, presentandosi come una sorta di telefilm alla Lost, con le vicende di Alan suddivise in più episodi, mostrando, all'inizio di essi, un breve riassunto di quello che è successo in precedenza. Idea azzeccata quella di inserire all'interno degli scenari le pagine appartenenti ad un manoscritto, le quali si faranno portavoce di eventi e fatti che si verificheranno in futuro. Questo, pur rivelandoci prima del dovuto cosa accadrà, incrementa il livello di curiosità e di ansia, in quanto si è consapevoli di cosa accadrà successivamente senza, però, precisare quando e quali conseguenze provocheranno.
Da sottolineare anche il fatto che, nonostante i percorsi siano pressoché lineari, ci si imbatterà, oltre alle tante pagine disseminate per lo scenario, in TV contenenti gli episodi di Night Springs (una sorta di trasmissione che illustrerà, con attori tratti dalla realtà, casi che hanno per oggetto il paranormale) e in altri piccoli ma graditi accorgimenti che spezzeranno le fasi di combattimento presenti nel gioco.

Il gameplay, pur attingendo ad un arsenale di armi limitato e senza proporre una grande varietà a livello di nemici, si presenta semplice ed immediato, risultando però alla lunga eccessivamente ripetitivo, in quanto i combattimenti e la loro risoluzione rimangono pressoché invariati in ogni episodio, fatta eccezione per i due DLC dove risultano essere leggermente più vari.
L'arma principale sarà la torcia, che ci permetterà di aprirci un varco tra l'oscurità che avvolge persone ed oggetti, alla quale occorrerà affiancare un'arma da fuoco. Il personaggio sarà dotato di una salute autorigenerante (si rigenera molto velocemente sotto i pali della luce, i quali svolgono anche la funzione di checkpoint), potrà schivare il colpo in arrivo con un semplice tasto e raramente si troverà ad affrontare situazioni particolarmente impegnative. Inoltre, sarà impossibile perdersi o ritrovarsi dinnanzi a punti morti vista la presenta di una mini mappa che indicherà precisamente il luogo nel quale dobbiamo andare.

Graficamente parlando, il titolo è stato migliorato rispetto alla versione per Xbox 360, offrendo una visione di Bright Falls e delle zone limitrofe più dettagliata e mostrando suggestivi paesaggi e scenari realizzati in maniera egregia e sempre ricchi di dettagli. Una vera e propria delizia per gli occhi, con dei requisiti hardware abbordabili anche per i computer con un po’ di anni sulle spalle e una accentuata scalabilità. L'unica pecca sono le mimiche facciali che risultano essere poco espressive ed alquanto legnose.
Tutto ciò è sostenuto da eccellenti musiche e da un doppiaggio di ottima fattura, che creano la giusta alchimia tra aspetto estetico e comparto sonoro, concependo, quindi, una sublime atmosfera,

Per quanto riguarda la longevità, ogni episodio, a difficoltà normale, intratterrà per circa 2 ore ciascuno, per un totale di 16 ore circa di gioco, se si considerano anche i DLC.
Per sbloccare alcune pagine appartenenti al manoscritto occorrerà rigiocare il gioco a difficoltà incubo ma, a parte questo, non sussiste nessun altro fattore che invogli il giocatore a rigiocarsi il titolo una seconda volta.

Remedy, dopo il successo di Max Payne, ha dimostrato ancora una volta la propria rara abilità, creando un personaggio principale con una profonda e ben sviluppata personalità ed eccellendo per quanto concerne la narrazione, proponendo, oltre ad una trama ramificata, ben scritta e non scontata, personaggi azzeccati e ben caratterizzati. Ottime anche le dettagliate ambientazioni, che non mancheranno di offrire scorci davvero suggestivi, e complessivamente buono l'audio generale.
Nonostante il gameplay eccessivamente ripetitivo, si tratta di un must have per tutti coloro che pongono l’atmosfera e la narrazione al primo posto.

Voto: 9
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
18 persone su 18 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
16.0 ore in totale
Pubblicata: 9 giugno 2015
Si respirano le atmosfere tipiche dei romanzi di S. King. E’ un concept originale, con interessanti scelte di game design.

L’action in terza persona, di sottomatrice thriller, dei Remedy non ha ottenuto tutto il successo commerciale che meritava. Presenta alcune idee interessanti e originali; sicuramente il lungo e travagliato sviluppo, che ne ha visto mutare anche il genere in corso d’opera, non l’ha aiutato. Questa versione pc risulta un porting di discreta fattura con inclusi i dlc: Il segnale e Lo scrittore...anche se si poteva fare di più sul lato ottimizzazione e scalabilità.

Storia: Alan Wake, un tempo famoso, si trova ora avvinghiato nel classico blocco dello scrittore. Deciso a ritrovare la gloria di un tempo, si reca nell’apparente tranquilla cittadina di Bright Falls, in compagnia della sua dolce metà Alice. La location lontana, dai riflettori e ricca della natura incontaminata, è il luogo adatto per ritrovare la serenità. La coppia ha affittato un cottage su un isolotto nel bel mezzo di Cauldron Lake per gustarsi quest’angolo di paradiso…o forse no…la zona e i suoi abitanti potrebbero nascondere oscuri segreti…ma forse sono solo superstizioni…di fatto Alan precipita in uno dei suoi ricorrenti incubi: stavolta Alice viene inghiottita dalle acque che circondano il cottage. Ore dopo si ritrova intontito in auto; è notte fonda…cosa ci fa lì, come ci è arrivato? Sta ancora sognando? No! Si era appena svegliato. Ma qualcosa pare essere mutata. Nell’oscurità, la testa gli gioca brutti scherzi. Vede forme umane rivestite d’una oscura patina…forse, malvagità?…sta forse sognando ancora? No! Le sensazioni sono troppo forti per essere melliflue. Sorto il nuovo giorno, pare essere tornata la tranquillità tanto agognata; ora deve cercare Alice! Ma i cittadini di Bright Falls non sono collaborativi -non vogliono aiutarlo, affermano che il cottage sul lago è stato distrutto diversi anni prima- intanto arriverà in suo aiuto, l’amico e manager Berry…ma quella misteriosa telefonata…

In quest’avventura suddivisa in episodi, a mò di fiction, ogni capitolo si conclude con una colonna sonora, il successivo appuntamento viene introdotto con il classico: <negli episodi precedenti...>
Alan è al tempo stesso elemento attivo e passivo delle vicende scritte da sé; in un equilibrio in bilico tra la vita e la morte. Ci ritroviamo a calcare un mondo parzialmente esplorabile, tra le trasmissioni radiofoniche di Pat Maine e le puntate di "Night Springs" in Tv. L’angoscia sale quando recuperiamo pagine del manoscritto elaborato dallo stesso Alan. Esse descrivono eventi in cui ci imbatteremo nell’immediato futuro; nel classico gioco del gatto col topo…soltanto che Alan è causa dei suoi stessi mali; anche se non ricorda di aver scritto nulla del genere.

Gameplay: 24 ore suddivise tra la notte (ricca di gente losca, ricoperta di una coltre corruzione che ci attacca di soppiatto) e il giorno in cui i cittadini appaiono quasi del tutto normali. Di notte gli esseri umani sono invulnerabili al buio; ecco allora i ripari nelle piazzole illuminate da corrente alimentata da generatori difettosi. Non si può sostare, non c’è tempo da perdere, bisogna recuperare le pile per la torcia elettrica! La luce travalica il fitto male oscuro, rivelandoci i corpi di uomini assetati di sangue, ora non più immuni alle pallottole delle diverse bocche da fuoco da recuperare.
Oltre ad oggetti che emanano fasci di luce (torce, bengala, granate accecanti, fari di auto e una pistola a razzi S.O.S.) Alan può contare sulle alle armi da fuoco e su una schivata.

Comparto tecnico: una telecamera non ben posizionata, le sezioni in auto rese frustanti dalla mal calibrazione dei movimenti e le schivate goffe del personaggio sono elementi di controllo resi volutamente poco fluidi e mal ottimizzati, per accrescere il clima di tensione…in stile Silent Hill e Dead Space. Le Texture, seppur migliorate rispetto alla versione console (il titolo esce 2 anni dopo l’esclusiva xbox) risultano in bassa definizione. Ottime le ombre dinamiche, e i particellari (soprattutto per la nebbia e fasci di luce).

Comparto grafico: ricco di pathos: si passa dalle sereni e verdeggianti oasi naturali, alle sere ricche di nebbia e notti brulicanti di voci di esseri misteriosi. Oltre agli esterni, in stile thriller-horror tipico di zone lontane dai centri abitati, ci sono i claustrofobici interni tra abitazioni disabitate e miniere abbandonate: terreno fertile per scontri più ostici visto lo spazio angusto. Ottima la visuale cinematografica dall’alto, nelle cut-scene, che ci fa cogliere le location in tutto il loro splendore.

Comparto audio: buone le musiche, il doppiaggio in italiano si mostra altalenante, con alcuni timbri vocali decisamente stereotipati e una invece buona traduzione italiana. L’effettistica in generale è buona, pecca un po’ nella monotonia.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
13 persone su 14 (93%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
16.0 ore in totale
Pubblicata: 21 dicembre 2013
Un gioco speciale, dove il tocco dei remedy (quelli dei primi 2 straordinari Max Payne) si nota moltissimo. Fino alla fine del primo capitolo potrebbe lasciare un po' con l'amaro in bocca ma quando ingrana...oh non c'e' n'e' per nessuno. Ci ho giocato una quindicina d'ore ma grazie alla tensione costante e alla varieta' di situazioni in cui ci si trova, ho avuto l'impressione di averne fatte almeno il doppio. Graficamente inoltre e' straordinario, effetti di luce che a volte lasciano a bocca aperta. Per non parlare del tocco di classe degli episodi di "nightsprings" che mi ha ricordato la magia dei telefilm che si trovavano in max payne 1/2. Chi vuole un'esperienza matura, carismatica e davvero originale dovrebbe prenderlo al volo.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
11 persone su 11 (100%) hanno trovato questa recensione utile
1 persona ha trovato questa recensione divertente
Consigliato
17.3 ore in totale
Pubblicata: 10 novembre 2014
voto 9,5/10
punto di forza : la trama/ambientazione
punto debole : gameplay e combattimenti

mi è stato regalato da un amico, che evidentemente conosce i miei gusti fin troppo bene.Premetto che sono un grandissimo fan di Stephen king,e questo gioco, essendosi ispirato almeno in parte ai suoi romanzi non può che essermi piaciuto.
Parliamo dei punti di forza:
1)la trama è fenomenale, il nostro scrittore protagonista si reca in vacanza con la moglie a Bright Falls ,un ridente paesino
fra le montagne. Da tempo infatti non riesce più scrivere un romanzo e spera in questo incantevole scenario di potersi rilassare.
Ma qualcosa la prima notte di vacanza va storto,e dopo essersi tuffato nel lago per salvare la moglie Alan si risveglia
nella sua macchina, incidentato e sul ciglio di un precipizio.non aggiungo nulla per non rovinarvi il resto. sappiate solo che il gioco si sviluppa in sei episodi(tutti compresi nel gioco)che vi permetteranno di vivere la trama più come una serie tv che come un videogioco.
2)l'ambientazione è ottima, nei primi tre episodi,per un motivo o per un altro,ci troveremo a dover vagare senza meta fra i boschi con l'unico obbiettivo di essere bersaglio dei "Taken", o più volgarmente posseduti.al terzo episodio ammetto che mi stavo mettendo le mani tra i capelli perchè non ne potevo più di boschi. fortunatamente dal quarto in avanti le ambientazioni
miglioreranno sia a livello di design che a livello di varietà vera e propria,(anche se ogni tanto qualche boscherello spunterà sempre).
vale però la pena attraversare gli infiniti boschi dei primi tre episodi per potere giocare i successivi credetemi.
l'atmosfera che ricrea è quella di ansia al punto giusto e quel pizzico di tensione che ti spinge a stare sempre in guardia.
purtroppo è stato accusato di monotonia e ripetitività. questo è vero, infatti:
1)i combattimenti sono spesso noiosi, le armi da potere utilizzare non sono molte, mi è piaciuta l'idea di combattere con la luce, e infatti bengala e granate flash saranno utilissimi.però i molti combattimenti faranno da freno alla storia. consiglio di giocarlo anche in
facile se non si è bravissimi, in questo modo potrete godervi la storia senza sentire troppo il peso di alcuni punti di controllo messi male,e senza sentire troppo il peso della monotonia dei combattimenti.
3) ci sono alcune sequenze platform che ho odiato, poichè il sistema di movimento è ottimo per esplorare, ma pessimo per saltare sarebbe stato molto meglio mettere
dei quick time event piuttosto che inutili sequenze platform da riprovare(inutilmente) mille volte.
2)per finire il gioco ho impiegato circa 15 ore. un buon numero per un gioco di quattro anni fa, però non fa venire tanta voglia di rigiocarlo. questo proprio a causa dei combattimenti noiosi. In ogni area ci sarebbe moltissimo da esplorare(ma veramente tanto,dovremmo trovare in otto episodi 100 termos di caffe,trasmissioni televisive,sveglie,programmi radio,cartonati,videogiochi e pagine del manoscritto di wake)trovare tutto sarebbe bello, ma credo che a nessuno verrebbe in mente di rigiocare tutti i livelli solo per trovare del caffè o qualche pagina del manoscritto, soprattutto dopo avere finito la storia.

avrebbero dovuto creare più modi di sconfiggere i nemici, in modo da non rendere i combattimenti(le cui animazioni sono inoltre ben fatte)tutti uguali.
Nel complesso sarebbe un gioco da otto, ma insieme ai sei episodi troverete anche due episodi extra. in questi due episodi
senza spoilerarvi nulla vi dico che le meccaniche di gioco cambieranno un pochino, soprattutto per quanto riguarda alcuni combattimenti, e tutte le ambientazioni che
sono al tempo stesso uguali e diverse.
se il gioco fosse tutto come gli ultimi due episodi varrebbe dieci. ma purtroppo non è così.
penso sia uno di quei giochi da avere assolutamente. tenetelo d'occhio e se scende di prezzo prendetelo senza esitazioni.
soprattutto se vi piacciono i giochi di spessore con una bella trama, sempre più rari al giorno d'oggi.

ps:penso che scenderà sicuramente di prezzo per il prossimo halloween, fateci un pensierino.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
11 persone su 11 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
10.0 ore in totale
Pubblicata: 24 maggio 2015
Comprato al D1 su 360 ma mai terminato....quale ottima occasione per riprenderlo in mano se non nella sua reincarnazione su PC, Vediamo insieme se ne vale la pena.

COMPRALO PERCHE
-Motore di Gioco ancor più di impatto rispetto a quanto visto su Console (e soprattuto più fluido), buono quindi l'upgrade di tutto l'impianto grafico fatta eccezione per i modelli dei PG che ora, in parte, stonano con il resto di ciò che noi andiamo a vedere nel corso delle nostre sessioni. Nota di merito per la Nebbia, onnipresente (forse anche troppo), ma realizzata magistralmente. Lato Artistico riesce a regalare degli scorci molto poetici e che ben si intonano alla storia che viene narrata. Nulla da eccepire sotto quest'aspetto, promosso con buoni voti
-Il Comparto Sonoro è semplicemente Meraviglioso personalmente, lo metto giusto sotto a Bastion (visto anche la differenza di Budget dei due titoli). Non ha sbavature sia Lato OST che lato Doppiaggio, è stato fatto davvero un gran lavoro che vi saprà ancor di più, coinvolgere nelle avventure del nostro Wake
-A Livello puramente Ludico, il gioco si presente come un falso Open World, strutturato da Livelli Molto Ampi, ma chiusi e offrendo poca stratificazione degli stessi nel completarli (sono comunque ricchi di stradine nascoste anche se l'unica motivazione per inseguirle e semplificare ancor di più l'esperienza del titolo). Parlando di puro Gameplay, il gioco si presenta come un TPS con una fase shooting che ricorda vagamente titoli come i Resident Evil (Quindi no copertura, fortunatamente vi è comunque la possibilità di muoversi durante la mira) con un uso sapiente del mirino che, in questo caso, è fornito non da un indicatore, ma dalla torcia (esattamente dove viene puntato il fascio di luce, lui spara).
Purtroppo il Survival nella Modalità Normal viene un pò a mancare (presenza eccessiva di munizioni e di armi uberpowah) ma per i puristi la modalità Incubo può presentare un decente livello di sfida. Sapiente uso della funzione schivata e della telecamera. Il gioco non si presenta mai noioso anche se le varie situazioni iniziano verso la fine a puzzare di riciclo.
Tutto sommato rimane un titolo divertente da giocare.
-Storia più da Thriller che da Horror, che si lascia seguire, ricca di particolari (alle volte non facilissimi da cogliere) e ben narrata...

LASCIALO A STEAM PERCHE
-Pessime Fasi di Guida (che tagliano ancor di più la tensione del titolo)
-...Finale che non appaga del tutto il giocatore
-10 ore per portarlo a termine sono troppo poche (sopratutto perchè non lo riprenderete più in mano)

Lo consiglio a tutti gli amanti delle belle Storie e di chi, in particolar modo, non sa stare senza affrontare quotidianmente misteri videoludici. Non fa paura, quindi se cercate un titolo che non vi farà andare a nanna, saltatelo tranquillamente.

VOTO 80/100
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
10 persone su 11 (91%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
28.2 ore in totale
Pubblicata: 23 gennaio 2015
TITOLO
Alan Wake
RECENSIONE In Alan Wake vi ritroverete nei panni di uno scrittore impegnato a combattere una presenza oscura non ben definita inizialmente.
Avrete tutto il tempo di conoscere bene la storia voi stessi, vi elenco quindi i punti salienti del gioco.

Strutturazione a "capitoli" con intermezzi cinematici e musichetta che dovrebbero rappresentare una sorta di libro-gioco-eancoralibro.
La storia è interessante ma, come tutti i colpi di scena finali che si rispettino, avrete quello decisivo solo verso la fine.
Effettivamente i primi 4 capitoli non sono molto delucidativi per la storia stessa e vanno ad aggiungere solo carne al fuoco, fintanto che non avrete modo di capire cosa sta effettivamente accadendo.

Ho approfittato di un'offerta tempo fa. 1$ per Alan Wake e Alan Wake: American Nightmare.
SOLO Alan Wake per completarlo la prima volta ha richiesto 25 ore (difficoltà: difficile).
Un gioco che ha una durata del genere dove lo trovate oggigiorno?

Livelli dettagliati fino all'ultimo millimetro, si vede che nulla è stato lasciato al caso.

Tipologia di nemici abbastanza diversificata.

Da sottolineare anche la soundtrack nel gioco che sarà in grado di dare un tocco in più a particolari situazioni o eventi in gioco.
Per evitare spoiler sono costretto a fermarmi qui.
Un acquisto consigliatissimo per il rapporto qualità/prezzo!

Non immagino quanto questo gioco possa durare nel caso voglia finire tutti gli achivements!
Finale tutto da interpretare.
VOTO
8/10
CONSIGLI ACQUISTO Durante i saldi invernali e estivi scende a 2,79€. E' stato in un bundle in passato assieme ad american nightmare per 1$.

Nota:
Il voto finale di un titolo nelle mie recensioni tiene conto di vari fattori tra cui vengono considerati sopratutto: longevità, facilità nel reperimento del prodotto a un prezzo accessibile e in generale il rapporto qualità/prezzo secondo i miei standard
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
10 persone su 11 (91%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
16.1 ore in totale
Pubblicata: 7 luglio 2014
La struttura ad episodi, la tensione scaturita dal vedere avverarsi gli eventi contenuti nelle pagine del manoscritto, i vari e numerosi omaggi letterari e cinematografici, l’uso della torcia nel gunplay etc. sono tutte caratteristiche che rendono questo Alan Wake un titolo unico ed intrigante.
I DLC sono sicuramente la parte più onirica di tutto il gioco, che forse nei 6 episodi base aveva già dato tutto quello che aveva da dare, ma sono inclusi gratuitamente nella versione PC quindi tanto meglio.
Tra l'altro ottimo il porting da console.
Imperdibile per gli amanti dei giochi con buona trama ed atmosfera, potrebbe risultare invece un pò piatto e ripetitivo per i virtuosi del joypad; il mio consiglio resta quello di disattivare l'HUD, indossare buone cuffie per godersi a pieno l'ottimo comparto sonoro, e lasciarsi trascinare nelle vicende di Bright Falls.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
7 persone su 7 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
13.8 ore in totale
Pubblicata: 15 giugno 2015
Alan Wake nasce su Xbox 360 come esclusiva portante della Console Microsoft ormai andata in pensione.

Nel corso del titolo vestiremo i panni di Alan Wake, scrittore famoso che di certo non si aspetta di rivivere una delle sue storie dal vivo.

Graficamente il titolo si assesta su un buon livello (sebbene sia una conversione derivante da console e non "asfalti" la versione 360) e le svariate opzioni grafiche offrono diverse opzioni per ogni configurazione, ma qualsiasi scheda di fascia medio-bassa è in grado di farlo girare al massimo dettaglio senza alcun intoppo. Non ho riscontrato particolari bug durante le mie sessioni di gioco, tuttavia è preferibile bloccare il Vsync per evitare problemi grafici.

Riguardo al sonoro ci troviamo di fronte ad un doppiaggio italiano veramente ben reso e una colonna sonora che rende del suo meglio, il tutto convince e da atmosfera al titolo.

Giocabilmente parlando i comandi risultano ben ottimizzati sia utilizzando mouse & tastiera (che non serve dirlo rendono più precise le sezioni sparatutto) sia con il controller Xbox 360, ovviamente supportato data la natura del titolo.

La longevità della modalità storia è intorno alle 12 ore di gioco, il titolo in sè è abbastanza lineare e difficilmente resterete bloccati in qualche sezione.

Se vi è sfuggito durante i saldi o i numerosi bundle vi conviene fare ammenda e acquistarlo, non rimarrete delusi.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
7 persone su 7 (100%) hanno trovato questa recensione utile
Consigliato
19.7 ore in totale
Pubblicata: 17 giugno 2013
Un gioco che ti coinvolge, storia scritta benissimo. Assolutamente da provare!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente