A Dark Presence stalks the small town of Bright Falls, pushing Alan Wake to the brink of sanity in his fight to unravel the mystery and save his love.
Valutazione degli utenti: Molto positiva (11,815 recensioni)
Data di rilascio: 16 feb 2012

Accedi per aggiungere questo articolo alla tua lista dei desideri o per contrassegnarlo come articolo che non ti interessa

Nota: A Latin American Spanish localization is also available. Click here to activate this content.

Acquista Alan Wake

Pacchetti che includono questo gioco

Acquista Alan Wake Collector's Edition

Include 2 articoli: Alan Wake, Alan Wake Collector's Edition Extras

Acquista Alan Wake Franchise

Include 3 articoli: Alan Wake, Alan Wake's American Nightmare, Alan Wake Collector's Edition Extras

 

Consigliato dai curatori

"Oozing style, with some lovely Twin Peaks inspiration and a smart story that doesn't take itself too seriously. Some really awesome setpieces, too."

Recensioni

“Remedy's done a great job of mixing elements of written work, television, and video games to create an experience full of scares, laughs, and thrills that's just as fun to play as it is to watch.”
9/10 – http://pc.ign.com/articles/121/1218682p1.html

Steam Big Picture

Riguardo questo gioco

Quando la moglie dell'autore di Best-Sellers Alan Wake scompare durante una loro vacanza, la sua ricerca rivela le pagine di un thriller che Alan non ricorda di aver mai scritto. Una presenza oscura attanaglia il piccolo paese di Bright Falls, spingendo Wake sull'orlo della follia mentre combatte per svelare il mistero che lo circonda, così da salvare l'amore della sua vita.

Presentato nello stile di una serie Televisiva, Alan Wake è un perfetto esempio di narrazione accattivante e sequenze di azione al cardiopalma, tipiche della Remedy Games. Mentre i giocatori si immergono sempre più a fondo nel mistero, si troveranno ad affrontare situazioni insormontabili, colpi di scena, e momenti di grande suspance. Solo padroneggiando al meglio la meccanica di Combattimento tramite l'uso della Luce i giocatori riusciranno a rimanere un passo avanti rispetto all'Oscurità opprimente che si sta impadronendo di Bright Falls.

Con il Corpo di un Gioco d'azione e la Mente di un Thriller Psicologico, Alan Wake sorprenderà i giocatori con un eccellente esperienza di gioco, grazie alla sua intensa atmosfera, una storia profonda e complessa, e sequenze di combattimento piene di tensione.

Migliorato per il PC:

  • Include gli Episodi Speciali di Alan Wake, "Il Segnale" e "Lo Scrittore".
  • Esplora il Nord-Ovest Pacifico in Alta Risoluzione e Migliori Prestazioni rispetto alla versione per Xbox360.
  • Supporto per Mouse e Tastiera completamente configurabile, o - se preferisci giocare con un Gamepad Microsoft connesso al tuo PC - puoi usare anche quello!
  • Moltissime opzioni video e Supporto per i rapporti d'aspetto 4:3, 16:9 e 16:10!
  • Motore grafico Multi-Thread che sfrutta a pieno i processori Quad-core.
  • Opzioni aggiuntive richieste dai nostri fan, come la possibilità di modificare il Campo Visivo o nascondere l'HUD.
  • Funziona con la modalità per tre monitor di AMD Eyefinity 3D.

Requisiti di sistema

    Minimum:
    • OS: Windows XP SP2
    • Processor: Dual Core 2GHz Intel or 2.8GHz AMD
    • Memory: 2 GB RAM
    • Graphics: DirectX 10 compatible with 512MB RAM
    • DirectX®: 9.0c
    • Hard Drive: 8 GB HD space
    • Sound: DirectX 9.0c compatible
    Recommended:
    • OS: Windows 7
    • Processor: Quad Core 2.66GHz Intel or 3.2GHz AMD
    • Memory: 4 GB RAM
    • Graphics: DirectX 10 compatible or later with 1GB RAM
    • DirectX®: 10
    • Hard Drive: 8 GB HD space
    • Sound: DirectX 9.0c compatible
Recensioni utili dai clienti
13 persone su 13 (100%) hanno trovato questa recensione utile
16.0 ore in totale
Pubblicata: 9 giugno
Si respirano le atmosfere tipiche dei romanzi di S. King. E’ un concept originale, con interessanti scelte di game design.

L’action in terza persona, di sottomatrice thriller, dei Remedy non ha ottenuto tutto il successo commerciale che meritava. Presenta alcune idee interessanti e originali; sicuramente il lungo e travagliato sviluppo, che ne ha visto mutare anche il genere in corso d’opera, non l’ha aiutato. Questa versione pc risulta un porting di discreta fattura con inclusi i dlc: Il segnale e Lo scrittore...anche se si poteva fare di più sul lato ottimizzazione e scalabilità.

Storia: Alan Wake, un tempo famoso, si trova ora avvinghiato nel classico blocco dello scrittore. Deciso a ritrovare la gloria di un tempo, si reca nell’apparente tranquilla cittadina di Bright Falls, in compagnia della sua dolce metà Alice. La location lontana, dai riflettori e ricca della natura incontaminata, è il luogo adatto per ritrovare la serenità. La coppia ha affittato un cottage su un isolotto nel bel mezzo di Cauldron Lake per gustarsi quest’angolo di paradiso…o forse no…la zona e i suoi abitanti potrebbero nascondere oscuri segreti…ma forse sono solo superstizioni…di fatto Alan precipita in uno dei suoi ricorrenti incubi: stavolta Alice viene inghiottita dalle acque che circondano il cottage. Ore dopo si ritrova intontito in auto; è notte fonda…cosa ci fa lì, come ci è arrivato? Sta ancora sognando? No! Si era appena svegliato. Ma qualcosa pare essere mutata. Nell’oscurità, la testa gli gioca brutti scherzi. Vede forme umane rivestite d’una oscura patina…forse, malvagità?…sta forse sognando ancora? No! Le sensazioni sono troppo forti per essere melliflue. Sorto il nuovo giorno, pare essere tornata la tranquillità tanto agognata; ora deve cercare Alice! Ma i cittadini di Bright Falls non sono collaborativi -non vogliono aiutarlo, affermano che il cottage sul lago è stato distrutto diversi anni prima- intanto arriverà in suo aiuto, l’amico e manager Berry…ma quella misteriosa telefonata…

In quest’avventura suddivisa in episodi, a mò di fiction, ogni capitolo si conclude con una colonna sonora, il successivo appuntamento viene introdotto con il classico: <negli episodi precedenti...>
Alan è al tempo stesso elemento attivo e passivo delle vicende scritte da sé; in un equilibrio in bilico tra la vita e la morte. Ci ritroviamo a calcare un mondo parzialmente esplorabile, tra le trasmissioni radiofoniche di Pat Maine e le puntate di "Night Springs" in Tv. L’angoscia sale quando recuperiamo pagine del manoscritto elaborato dallo stesso Alan. Esse descrivono eventi in cui ci imbatteremo nell’immediato futuro; nel classico gioco del gatto col topo…soltanto che Alan è causa dei suoi stessi mali; anche se non ricorda di aver scritto nulla del genere.

Gameplay: 24 ore suddivise tra la notte (ricca di gente losca, ricoperta di una coltre corruzione che ci attacca di soppiatto) e il giorno in cui i cittadini appaiono quasi del tutto normali. Di notte gli esseri umani sono invulnerabili al buio; ecco allora i ripari nelle piazzole illuminate da corrente alimentata da generatori difettosi. Non si può sostare, non c’è tempo da perdere, bisogna recuperare le pile per la torcia elettrica! La luce travalica il fitto male oscuro, rivelandoci i corpi di uomini assetati di sangue, ora non più immuni alle pallottole delle diverse bocche da fuoco da recuperare.
Oltre ad oggetti che emanano fasci di luce (torce, bengala, granate accecanti, fari di auto e una pistola a razzi S.O.S.) Alan può contare sulle alle armi da fuoco e su una schivata.

Comparto tecnico: una telecamera non ben posizionata, le sezioni in auto rese frustanti dalla mal calibrazione dei movimenti e le schivate goffe del personaggio sono elementi di controllo resi volutamente poco fluidi e mal ottimizzati, per accrescere il clima di tensione…in stile Silent Hill e Dead Space. Le Texture, seppur migliorate rispetto alla versione console (il titolo esce 2 anni dopo l’esclusiva xbox) risultano in bassa definizione. Ottime le ombre dinamiche, e i particellari (soprattutto per la nebbia e fasci di luce).

Comparto grafico: ricco di pathos: si passa dalle sereni e verdeggianti oasi naturali, alle sere ricche di nebbia e notti brulicanti di voci di esseri misteriosi. Oltre agli esterni, in stile thriller-horror tipico di zone lontane dai centri abitati, ci sono i claustrofobici interni tra abitazioni disabitate e miniere abbandonate: terreno fertile per scontri più ostici visto lo spazio angusto. Ottima la visuale cinematografica dall’alto, nelle cut-scene, che ci fa cogliere le location in tutto il loro splendore.

Comparto audio: buone le musiche, il doppiaggio in italiano si mostra altalenante, con alcuni timbri vocali decisamente stereotipati e una invece buona traduzione italiana. L’effettistica in generale è buona, pecca un po’ nella monotonia.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
4 persone su 4 (100%) hanno trovato questa recensione utile
13.5 ore in totale
Pubblicata: 15 giugno
Alan Wake nasce su Xbox 360 come esclusiva portante della Console Microsoft ormai andata in pensione.

Nel corso del titolo vestiremo i panni di Alan Wake, scrittore famoso che di certo non si aspetta di rivivere una delle sue storie dal vivo.

Graficamente il titolo si assesta su un buon livello (sebbene sia una conversione derivante da console e non "asfalti" la versione 360) e le svariate opzioni grafiche offrono diverse opzioni per ogni configurazione, ma qualsiasi scheda di fascia medio-bassa è in grado di farlo girare al massimo dettaglio senza alcun intoppo. Non ho riscontrato particolari bug durante le mie sessioni di gioco, tuttavia è preferibile bloccare il Vsync per evitare problemi grafici.

Riguardo al sonoro ci troviamo di fronte ad un doppiaggio italiano veramente ben reso e una colonna sonora che rende del suo meglio, il tutto convince e da atmosfera al titolo.

Giocabilmente parlando i comandi risultano ben ottimizzati sia utilizzando mouse & tastiera (che non serve dirlo rendono più precise le sezioni sparatutto) sia con il controller Xbox 360, ovviamente supportato data la natura del titolo.

La longevità della modalità storia è intorno alle 12 ore di gioco, il titolo in sè è abbastanza lineare e difficilmente resterete bloccati in qualche sezione.

Se vi è sfuggito durante i saldi o i numerosi bundle vi conviene fare ammenda e acquistarlo, non rimarrete delusi.
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
3 persone su 3 (100%) hanno trovato questa recensione utile
18.4 ore in totale
Pubblicata: 15 febbraio
Alan Wake, gioco davvero fatto bene, sia per console che su pc, e molto meglio su quest'ultima, grafica fatta abbastanza bene, non troppo elaborata per il gameplay.

La trama è qualcosa di intrigante e coinvolgente, più si va avanti nel gioco più non si vuole smettere di giocare perchè si vuole vedere come va a finire.

La cosa che mi fa sorridere è il fatto del riprendere al capitolo successivo quello che è successo prima: "Negli episodi precedenti di Alan Wake", come nelle serie tv; è come vivere una serie con il protagonista, senza pensare che è un gioco.
Il protagonista, non è come negli altri giochi, un civile che diventa un genio delle armi da fuoco, ma uno scrittore che durante il gioco si scoprirà essere un frequentatore dei poligoni di tiro e quindi un buon tiratore.

Il gameplay si consiglia di giocarlo con il controller perchè è davvero difficile con tastiera e mouse controllare la mira e il movimento del protagonista contemporaneamente.
Alla fine del gioco è possibile giocarne le dlc, se si ha la collector's edition, cioè bisogna andare su episodi e giocare gli episodi aggiuntivi: "Il segnale" e "Lo scrittore".

P.S.) Se si vuole provare più emozioni e sensazioni, si prega di andare a comprare il libro di Alan Wake in libreria, preferibilmente ordinarlo perchè si hanno delle descrizioni e azioni che nel gioco non riesci a percepire, se non leggendo il libro.

Voto: 9.8/10
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
8.7 ore in totale
Pubblicata: 23 aprile
Un gioco stupendo, con una trama che ti tiene sempre con il fiato sospeso... Un MUST per gli amanti di questo genere di giochi....
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente
1 persone su 1 (100%) hanno trovato questa recensione utile
11.2 ore in totale
Pubblicata: 23 febbraio
Un gioco consigliatissimo!
L'atmosfera, le dinamiche di gioco e la suspence che il titolo riesce a creare fanno di esso un MUST per ogni amante del noir e dell'horror.
Sì gioca che è una meraviglia, consiglio di iniizarlo in modalità difficile per i piu' smaliziati, la trama sprona fino alla fine a giocarlo tenendo alta l'attenzione!
Ho particolarmente apprezzato la trama, il sonoro ambientale, le musiche, l'impostazione a capitoli con cui scorre il gioco, il sistema di telecamere con cui vengono enfatizzati i momenti piu' salienti dei combattimenti e l'esplorazione delle varie sezioni di gioco.
Stupendo!
Questa recensione ti è stata utile? No Divertente